Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-06-2007, 19.27.55   #91
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Salve e buona serata!
oggi nel pomeriggio ho letto il 3d e ho , di conseguenza, iniziato una risposta che potesse "controbbater" le affermazioni della amico vis... poi per causa di forza maggiore ho interrotto a metà dovendo andare a prendere la macchiona dal meccanico...passeggiando e meditando mi sono reso conto che claudio stava cadendo nel circolo vizioso del'ego, voleva dimostrare....che cosa; claudio deve vivere al massimo può dare una dimostrazione di vita; e allora anche la puerilesissima ( si dice?) visione del mondo fatta di particelle subatomiche che rendono me e la forchetta stessa sostanza se serve a far si che il mio rapporto con il reale sia basato sulla uguaglianza e la condivisione ....ben venga, lascio volentieri a menti più acute disquisire sul...ditemelo voi claudio
ps a visechi dico che non credo in un dio tuttofare e che la religione induista in quanto tale(religione) è "oppio dei popoli" come le altre due, mi riferivo eventualmente al pensiero buddista .
che tutti i percorsi siano illuminati dall'amore e dalla consapevolezza del proprio agire....
fallible is offline  
Vecchio 27-06-2007, 22.00.43   #92
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim


La ricerca spirituale per Nietzsche diventa la ricerca per gli “schiavi” ovverosia per le persone che incapaci di vivere, si appellano a valori metafisici, rifiutando quelli terreni.


infatti nietzsche non si è affatto illuminato... ha rifiutato..
ed è restato intrappolato in quella via di mezzo che citavo post su..

atisha is offline  
Vecchio 28-06-2007, 09.19.13   #93
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Ci sono diversi Nietzsche..
c'è quello "illuminato" Zarathustra, c'è la sua "ombra protestante " che proietta invettive contro la Morale e il Cristianesimo ,c'è il poeta idealista romantico..che lui stesso combatte..insomma:una grossa contraddizione in se' che non poteva che portarlo al delirio..
Eppure ogni tanto era capace di grandi intuizioni,sentite questa sull'ego (per non uscire OT):
"L' <<L'individuo e' solo una somma di sensazioni,giudizi,errori coscienti,una fede,un piccolo frammento del reale sistema vitale o molti frammenti riuniti insieme col pensiero e nella fantasia,un' <<unita'>>. che non regge.Siamo delle gemme di un solo albero.Che sappiamo noi che possiamo diventare nell'interesse dell'albero? Ma nella coscienza sentiamo come se volessimo e dovessimo essere tutto,arriviamo a fantasticare di un io contrapposto a tutto il resto, al << non io>>
Smetter di sentirsi come questo fantastico ego!Imparare gradualmente a liberarci di questo presunto individuo!Scoprire gli errori dell'ego!Capire l'egoismo in quanto errore! L'opposto non e' affatto l'altruismo,che sarebbe amore per altri presunti individui.No!ALDILA' di <<me>> e di <<te>>!
SENTIRE IN MODO COSMICO!
Nietzsche
Noor is offline  
Vecchio 28-06-2007, 10.30.22   #94
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ci sono diversi Nietzsche..
c'è quello "illuminato" Zarathustra, c'è la sua "ombra protestante " che proietta invettive contro la Morale e il Cristianesimo ,c'è il poeta idealista romantico..che lui stesso combatte..insomma:una grossa contraddizione in se' che non poteva che portarlo al delirio..
Eppure ogni tanto era capace di grandi intuizioni,sentite questa sull'ego (per non uscire OT):
"L' <<L'individuo e' solo una somma di sensazioni,giudizi,errori coscienti,una fede,un piccolo frammento del reale sistema vitale o molti frammenti riuniti insieme col pensiero e nella fantasia,un' <<unita'>>. che non regge.Siamo delle gemme di un solo albero.Che sappiamo noi che possiamo diventare nell'interesse dell'albero? Ma nella coscienza sentiamo come se volessimo e dovessimo essere tutto,arriviamo a fantasticare di un io contrapposto a tutto il resto, al << non io>>
Smetter di sentirsi come questo fantastico ego!Imparare gradualmente a liberarci di questo presunto individuo!Scoprire gli errori dell'ego!Capire l'egoismo in quanto errore! L'opposto non e' affatto l'altruismo,che sarebbe amore per altri presunti individui.No!ALDILA' di <<me>> e di <<te>>!
SENTIRE IN MODO COSMICO!
Nietzsche

Gia' era un vero e proprio Shakta (la volonta' di potenza che altro e' se non la Shakti?)

E l'Amor Fati che altro e' se non l'Ananda?

«un tale spirito divenuto libero sta al centro del tutto con un fatalismo gioioso e fiducioso, nella fede che soltanto sia biasimevole quel che se ne sta separato, che ogni cosa si redima e si affermi nel tutto — egli non nega più. Ma una fede siffatta è la più alta di tutte le fedi possibili: l’ho battezzata col nome di Dioniso».

(F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung )

Dioniso e Shiva.......


Infine Shiva è il "nataraja",il Signore della danza, la sua è la danza cosmica, mediante la quale l'universo viene manifestato, conservato e riassorbito.
Secondo la cosmologia hindu l'universo non ha sostanza.
La materia, la vita, il pensiero non sono che relazioni energetiche, ritmo, movimento e attrazione reciproca.
Il principio che da origine ai mondi, alle varie forme dell'essere, può dunque essere concepito come un principio armonico e ritmico, simboleggiato dal ritmo dei tamburi, dai movimenti della danza. (nota di Yam: Lalita in sanscrito e' il movimento della Danza..e della vita che in ogni istante di percezione non e' mai uguale a se stessa...e' la Dea....la Shakti)
In quanto principio creatore, Shiva non profferisce il mondo, lo danza".

(A.Daniélou "Shiva e Dioniso", Ubaldini Editore, Roma, 1980)

"Ho imparato ad andare, da quel momento mi lascio correre. Ho imparato a volare: da quel momento non voglio piu' essere urtato per smuovermi.
Adesso sono lieve, adesso io volo, adesso vedo al di sotto di me, adesso e' un dio a danzare se io danzo."

(Cosi parlo' Zarathustra)

Ultima modifica di Yam : 28-06-2007 alle ore 11.00.25.
Yam is offline  
Vecchio 28-06-2007, 11.53.56   #95
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ci sono diversi Nietzsche..
c'è quello "illuminato" Zarathustra, c'è la sua "ombra protestante " che proietta invettive contro la Morale e il Cristianesimo ,c'è il poeta idealista romantico..che lui stesso combatte..insomma:una grossa contraddizione in se' che non poteva che portarlo al delirio..
Eppure ogni tanto era capace di grandi intuizioni,sentite questa sull'ego (per non uscire OT):
"L' <<L'individuo e' solo una somma di sensazioni,giudizi,errori coscienti,una fede,un piccolo frammento del reale sistema vitale o molti frammenti riuniti insieme col pensiero e nella fantasia,un' <<unita'>>. che non regge.Siamo delle gemme di un solo albero.Che sappiamo noi che possiamo diventare nell'interesse dell'albero? Ma nella coscienza sentiamo come se volessimo e dovessimo essere tutto,arriviamo a fantasticare di un io contrapposto a tutto il resto, al << non io>>
Smetter di sentirsi come questo fantastico ego!Imparare gradualmente a liberarci di questo presunto individuo!Scoprire gli errori dell'ego!Capire l'egoismo in quanto errore! L'opposto non e' affatto l'altruismo,che sarebbe amore per altri presunti individui.No!ALDILA' di <<me>> e di <<te>>!
SENTIRE IN MODO COSMICO!
Nietzsche

infatti.. era un po' tutto.. (i diversi..)
ma quel po' tutto era ancora frazionato, confuso.. in sostanza non fuso..
ecco da dove parte il delirio.. dal Genio mal incanalato

un illuminato (o Graziato) è di tutto un po'.. ha diecimila mondi che gli appartengono..
sa e vede..e sa essere armonico..
riesce ad amalgamare gli ingredienti.. e restare nell'Uno anche quando si serve di piccole parti della coscienza (o dell'Ego.. maiuscolo.. non minuscolo.. ecco la differenza basilare! ).. per esempio quando scrive poesie.. quando "critica" la chiesa o altro.. quando ama.. quando "bastona".. quando pensa o crea.. quando "legge" l'ego degli altri perchè conosce ed ha superato il legame con il proprio.. pur servendosene per relazionarsi con il mondo...
atisha is offline  
Vecchio 28-06-2007, 12.27.35   #96
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Gia' era un vero e proprio Shakta (la volonta' di potenza che altro e' se non la Shakti?)

E l'Amor Fati che altro e' se non l'Ananda?

«un tale spirito divenuto libero sta al centro del tutto con un fatalismo gioioso e fiducioso, nella fede che soltanto sia biasimevole quel che se ne sta separato, che ogni cosa si redima e si affermi nel tutto — egli non nega più. Ma una fede siffatta è la più alta di tutte le fedi possibili: l’ho battezzata col nome di Dioniso».

(F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung )

Dioniso e Shiva.......


Infine Shiva è il "nataraja",il Signore della danza, la sua è la danza cosmica, mediante la quale l'universo viene manifestato, conservato e riassorbito.
Secondo la cosmologia hindu l'universo non ha sostanza.
La materia, la vita, il pensiero non sono che relazioni energetiche, ritmo, movimento e attrazione reciproca.
Il principio che da origine ai mondi, alle varie forme dell'essere, può dunque essere concepito come un principio armonico e ritmico, simboleggiato dal ritmo dei tamburi, dai movimenti della danza. (nota di Yam: Lalita in sanscrito e' il movimento della Danza..e della vita che in ogni istante di percezione non e' mai uguale a se stessa...e' la Dea....la Shakti)
In quanto principio creatore, Shiva non profferisce il mondo, lo danza".

(A.Daniélou "Shiva e Dioniso", Ubaldini Editore, Roma, 1980)

"Ho imparato ad andare, da quel momento mi lascio correre. Ho imparato a volare: da quel momento non voglio piu' essere urtato per smuovermi.
Adesso sono lieve, adesso io volo, adesso vedo al di sotto di me, adesso e' un dio a danzare se io danzo."

(Cosi parlo' Zarathustra)


Davvero un grosso azzardo!

Mi sa davvero che abbiate preso un grosso, forse sarebbe meglio dire mastodontico abbaglio. Lo Zarathustra di Nietzsche ha ben poco a che vedere con qualsiasi forma d’Illuminazione, ancor meno ha a che vedere con l’energia vitale da cui si genera la creazione (traduzione non letterale dal sanscritto del termine Shakti), men che meno egli può essere annoverato fra gli Shakta--- si tratta davvero di una corbelleria che farebbe rivoltare nella tomba il buon Nietzsche. L’unica illuminazione da lui contemplata è quella che lo oppone senza alcuna possibilità di dubbio a qualsiasi spiritualità o religione. La ricerca cui tende lo Z. è quella del superamento d’ogni morale per arrivare a (ri)scoprire non una divinità, bensì l’Ultrauomo, ovverosia l’uomo oltre l’uomo.
Qualsiasi morale, qualsiasi religione o spiritualità o filosofia che speculino o indaghino sul trascendente e sul divino è quanto di più alieno dal suo insegnamento. N. in una sua opera ebbe modo di catalogare la religione, specificamente quella Cristiana, fra le opere figlie del ressentiment. L’Ultrauomo di N. è il nuovo Gesù Cristo, a questi si contrappone e il suo messaggio verte a favore della trascendenza priva di trascendenza, ovverosia quel soffuso respiro intuito da ogni uomo che l’avverte sulla menzogna di fondo raccontata da ogni religione in ordine ad una dimensione che travalichi l’uomo stesso. La trascendenza è umana, in questa dimensione terrena l’uomo, svincolandosi da ogni forma di morale e da ogni superstizione Cosmos(logica) circa l’esistenza di un’ulteriorità divina, l’uomo può ritrovare quel caos che ritma la danza sregolata da cui sortirà il brillio di una stella… stella dell’ultrauomo, non di Dio.
Ma di che mi meraviglio? Siete riusciti a trasformare Gesù in un guru illuminato e il suo messaggio in una ricerca introspettiva, sarebbe stato stupefacente se non foste riusciti a travisare totalmente la filosofia di Nietzsche. Quando l’interpretazione e il fraintendimento ci mettono lo zampino … Nietzsche uno Shakta… quasi incredibile. Questo sì che è davvero ego… tutto ridotto e ricondotto alle vostre teorie, anche quando dimostrerebbe il contrario.

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 28-06-2007, 13.53.07   #97
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
ancor meno ha a che vedere con l’energia vitale da cui si genera la creazione (traduzione non letterale dal sanscritto del termine Shakti),

Sbagliato, dove hai guardato sul bignami?
Shakti e' l'energia dell'intera manifestazione, e' tutto cio' che si manifesta...niente escluso, quindi gli infiniti fenomeni, compreso il pensiero.

Comunque sottoporro' il mio azzardo ad un filosofo di professione piuttosto noto, non mi piace parlare di queste cose con dilettanti.

p.s.: Skerzo ovviamente se no non sarei sempre qui a confrontarmi con voi ignoranti e dilettanti.......l'azzardo mi e' venuto spontaneamente dalla mia profonda ignoranza..lo sottoporro' comunque ad un vero studioso di Nietzsche e delle tradizioni orientali.
Yam is offline  
Vecchio 28-06-2007, 15.54.00   #98
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Sbagliato, dove hai guardato sul bignami?
Shakti e' l'energia dell'intera manifestazione, e' tutto cio' che si manifesta...niente escluso, quindi gli infiniti fenomeni, compreso il pensiero.

Comunque sottoporro' il mio azzardo ad un filosofo di professione piuttosto noto, non mi piace parlare di queste cose con dilettanti.

p.s.: Skerzo ovviamente se no non sarei sempre qui a confrontarmi con voi ignoranti e dilettanti.......l'azzardo mi e' venuto spontaneamente dalla mia profonda ignoranza..lo sottoporro' comunque ad un vero studioso di Nietzsche e delle tradizioni orientali.


Bene, vedo che abbiamo un esperto. Ora, senza riportare scritti altrui, mi spiegheresti la grande differenza fra energia creatrice ed energia della manifestazione, posto che per manifestazione (quindi anche Maya) s’intende senza troppi arzigogoli la creazione, la natura e tutto ciò che ad esse è connesso? In ogni caso credo proprio che la topica in cui sei incorso non sia davvero rimediabile per via di una traslitterazione eventualmente errata.

Per quel che riguarda il pensiero di Nietzsche ti consiglierei la lettura di “Genealogia della morale”, “al di là del bene e del male”, oltre che del suo testo sacro “Zarathustra”.

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 28-06-2007, 16.27.12   #99
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Visechi:Per quel che riguarda il pensiero di Nietzsche ti consiglierei la lettura di “Genealogia della morale”, “al di là del bene e del male”, oltre che del suo testo sacro “Zarathustra”.

Beh no Visechi..
Senza forzature...c'e' un'altro Nietzsche..quello studiato negli ultimi vent'anni,quello meno programmatico,piu' rapsodico ,ma senz'altro piu' attuale,quello dei "Frammenti postumi".
Tutt'al piu' "La gaia scienza" o "Aurora".
No,non lo faccio per il gusto di contraddirti.ma la penso davvero cosi'


PS E per un bel po'..basta cultura
Noor is offline  
Vecchio 28-06-2007, 16.43.21   #100
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da visechi
Bene, vedo che abbiamo un esperto. Ora, senza riportare scritti altrui, mi spiegheresti la grande differenza fra energia creatrice ed energia della manifestazione, posto che per manifestazione (quindi anche Maya) s’intende senza troppi arzigogoli la creazione, la natura e tutto ciò che ad esse è connesso? In ogni caso credo proprio che la topica in cui sei incorso non sia davvero rimediabile per via di una traslitterazione eventualmente errata.

Per quel che riguarda il pensiero di Nietzsche ti consiglierei la lettura di “Genealogia della morale”, “al di là del bene e del male”, oltre che del suo testo sacro “Zarathustra”.

Ciao

No, grazie Nietzsche lo leggevo da giovane..ora tutt'alpiu' sparo qualche azzardo.

Per Nietzsche la volonta' di potenza spinge il superuomo ad affrontare la vita con l'amor fati, questo me lo sai spiegare, perche' magari non l'ho capito bene... Sei daccordo che Mirror, per esempio, ne e' un ottimo esempio (almeno sulla carta )

Shakti e' ogni evento, ogni fenomeno e' la nostra stessa energia...o volonta' di potenza che se si disperde nella molteplicita' dei fenomeni risulta frammentata ma se ricondotta alla sua unita' originaria e' Potenza allo stato puro....dimmi se per caso Nietzsche sostenesse qualcosa di diverso e quindi se io ho mal compreso Nietzsche.
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it