Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 20-06-2007, 09.53.15   #11
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

più si tenta di eliminare l'ego più esso si ripresenta.
a mio sentire il "succo" sta nel saperlo osservare e utilizzare e incanalare al fine di manifestare pienamente se stessi.
esiste/non esiste?
ciauzz
turaz is offline  
Vecchio 20-06-2007, 10.03.49   #12
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

maxim:L'ego è piuttosto organizzazione e consapevolezza ed è in costante contatto con la realtà (quella senza maiuscole), cercando di asservirla ai suoi fini

Il cabernet sarà pure buono ..ma ha i suoi effetti collaterali..
Sull'organizzazione ci possiamo essere...
Ma la consapevolezza c'entra come i cavoli a merenda..
E' pura osservazione senza giudizio di cio' che è ( che accade quando non è presente l'ego) e che ci tiene ancorati realmente al presente,senza l'andarivieni temporale che l'ego impone (il continuo rapportarsi al passato e le proiezioni immaginarie future..)..
Noor is offline  
Vecchio 20-06-2007, 11.31.04   #13
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
maxim:L'ego è piuttosto organizzazione e consapevolezza ed è in costante contatto con la realtà (quella senza maiuscole), cercando di asservirla ai suoi fini

Il cabernet sarà pure buono ..ma ha i suoi effetti collaterali..
Sull'organizzazione ci possiamo essere...
Ma la consapevolezza c'entra come i cavoli a merenda..
E' pura osservazione senza giudizio di cio' che è ( che accade quando non è presente l'ego) e che ci tiene ancorati realmente al presente,senza l'andarivieni temporale che l'ego impone (il continuo rapportarsi al passato e le proiezioni immaginarie future..)..

BRAVO NOOR!
Infatti sopra scrivo
"un'altro conto è che questo sapere (l'ego che è solo sapere in realtà, accumulo di esperienze) ti organizzi il futuro e rinvaghi il passato non permettendoti di godere del "qui e ora" mai......ecco tutto qui mettere le cose al loro posto o meglio vedere il loro posto
MIMMO is offline  
Vecchio 20-06-2007, 12.05.36   #14
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
L'ego è piuttosto organizzazione e consapevolezza ed è in costante contatto con la realtà (quella senza maiuscole), cercando di asservirla ai suoi fini.

se riesci a far distinzione tra maiuscole e minuscole allora c'è dell'altro che vuoi deliberatamente non vedere...

Citazione:
Molte altri "psicologismi" contribuiscono a formare l'uomo quindi, focalizzare l'attenzione solo su uno di essi, non ha molto senso.

l'attenzione potremo focalizzarla su infinità di processi.. l'uno citato era solo l'esempio più banale

Citazione:
Ciò di cui andante cianciando è relativo ad un processo di maturazione che fa parte della vita di ognuno di noi, che poco contiene di spirituale, se non come fanta-visione che asserve la nostra mente e che ci permette, ad un certo punto della nostra vita, di prenderci la vita con "comodo"...noi che possiamo!

cianciamo solo ciò di cui conosciamo.. come hanno cianciato prima di noi nei vari millenni altri fantasmagorici individui.. ciò che tu spazzoli a tabula rasa è solo uno scimmiottamento (per altro molto rudimentale) di ciò che ti ha fatto comodo comprendere di UG krishnamurti
Inotre ciò che non vuoi (o puoi) vedere è che trovarci qui a parlare fa parte proprio di quel processo di maturazione tanto naturale.. anche se non vuoi chiamarlo spirituale, perchè non ne conosci il termine e ti fa solo paura.. esso è proprio l'avvicinarsi di quello Spirito.. che tu chiami materia o Vita di comodo.. però il processo naturale va portato avanti.. e questo ancora non lo accetti

Citazione:
L'ego, come già avevo scritto tempo fa, è una parte essenziale dell'uomo ed esso risulta marcato e fondamentale in età adolescienziale ai fini di uno sviluppo completo dell'uomo, permettendogli una giusta integrazione nella società in cui vive.

questo appunto non lo ha mai negato nessuno.. neanche Osho o che ne so.. Maeterlinck per esempio ..

Citazione:
Non può abbandonarci mai...oppure può, ma ciò significherebbe un completo e pericoloso distacco dalla realtà in cui si vive a causa del rifiuto totale di accettarla così com'è. La vita, parlo di quella "normale", è un continuo conflitto tra lo spirito di aggressione ed il sentimento che lega l'individuo a tutti gli altri. Nietzsche docet con la sua volontà di potenza!

questa è una tua paranoia ..
tua e di altri che hanno mal lavorato su se stessi.. ed hanno mal incanalato l'energia (che piaccia o no al tuo ego ) UG per me è uno di quelli... come altri ricercatori che si stavano perdendo nel loro mare di psichismo (poco conosciuto..)

Citazione:
Yam dice bene quando parla di morire a se stessi...ma attenti a non morire troppo perchè l'ego non può nè essere estirpato, nè conosciuto pefettamente, nè, come qualcuno crede, incanalato in qualche altra forma di energia a lui solo conosciuta...tutto ciò significa il distacco completo dell'individuo che si isola dagli altri e vive una realtà tutta sua e non certo adatta alla forma socievole dell'animale-uomo!

O muori o non muori.. e se muori a metà i risultati sono quelli che vediamo in giro nel mercato spirituale..

L'energia è Rivelata solo a Colui che ha sperimentato una seria ricerca e una buona pulizia interiore.. di lì non si scappa..
Gli altri tipi di energia, quella psichica, è data solo agli individui che hanno premura di trovare qualcosa.. trovando spesso solo la loro melma.. ecco perchè restano in preda al loro psichismo che scambiano per illuminazione o "potere" sulla materia..
Poi guarda caso incontrano qualche saccente pseudo UG che disfa (fortunatamente) loro tutto il percorso che li ha portati nelle tenebre anzichè nella luce..
Noi parliamo di ben altro.. di ben altra Energia.. e di un percorso consapevole di se stesso .. e cosa assai importante, nessuno si è mai perso..

Citazione:
Quanto sopra mi è stato spiegato all'osteria del buon cabernet a dimostrazione che qualche volta anch'io so ascoltare...pur nella mia inconsapevolezza


capisco eccome..

Ultima modifica di atisha : 20-06-2007 alle ore 12.25.01.
atisha is offline  
Vecchio 20-06-2007, 15.40.49   #15
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ma la consapevolezza c'entra come i cavoli a merenda..

Non parlavo della consapevolezza del Nulla o del Tutto che coincidono e sono perfettamente la stessa cosa!
Facevo riferimento alla consapevolezza della realtà in cui, volenti o nolenti, si è immersi tutti.

Il termine consapevolezza abbinato all'ego inteso quale nostra "parte" che rimane in contatto con l'esterno che noi tutti conosciamo, è stato ben descritto, sviluppato, insegnato e ciò che più conta, praticato, dal padre della psicanalisi...termini poi ripresi e discussi dagli amici dell'osteria che nel caso di elevata frequentazione della stessa, hanno dovuto ricorrere proprio a quel tipo di cure così intese ma dai buoni risultati.
Se mi permettete quindi, rimango con tale interpretazione rispetto alla visione demoniaca che spesse volte gli si vuole attribuire. Se stiamo scrivendo on line attraverso una tastiera, magari dall'ufficio, il merito è di quel "demonio" che prima ha guidato la società a questi livelli di "benessere" e quotidiniamente conforma i suoi attori (Turaz compreso) a fare altrettanto...
...gli amici dell'osteria direbbero di non sputare sul piatto ove si mangia

Il fato vuole che per qualche umano sia possibile, ad un certo punto della sua vita e proprio grazie a quell'ego che tanto disprezzate, di fermarsi (processo di maturazione)!
Quando ci si ferma è possibile vedere e comprendere in maniera più serena e rilassata solo che a questo punto corriamo il pericolo di essere preda della fantasia, vero demonio sempre in agguato. Liberarsi un pochino della nostra parte egoica non significa che ora si è in grado di vedere la Realtà perchè tutti gli altri, cioè quelli che corrono, continuano a vedere e recepire la realtà...



Atisha...di UG apprezzo veramente il suo gesto di aver sciolto la congrega della Stella, del resto non mi è parso differente rispetto a tutti gli altri guru della domenica...di Osho apprezzavo le sue rolls nonchè l'intensa vita sessuale...chissà se anche lui pensava che tutte le donne potessero essere potenziali lesbiche

maxim is offline  
Vecchio 20-06-2007, 16.59.08   #16
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Adesso comincio a capire maxim..
c'è un po' di confusione sui termini:
Tu intendi consapevolezza nell'accezione di coscienza,che comunque sia ,nel linguaggio psicoanalitico è più o meno la stessa cosa..
Noi qui invece s'intende consapevolezza come "presenza mentale" nel significato che gli diede Buddha o ancora prima gli induisti (la scuola orientale in genere)
E' un po' la differenza che fanno gli inglesi tra awareness e consciousness.
Per ora mi fermo qui...
se non si supera quest'eventuale incomprensione..
Noor is offline  
Vecchio 20-06-2007, 17.46.17   #17
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

infatti amico maxim è un problema che lascia il tempo che trova.
c'è una bella immagine del film "i giardini dell'eden" ove yeshouah quando viene "tentato" prima cerca di resistere e il demone si ripresenta alla fine lo culla e lo abbraccia e così tutto si dissolve.
è proprio la "separazione" (dividendo se stessi) che porta a dividere fuori
l'ego è un mezzo punto .
questo a mio parere.
è quell'energia che stimola a muoversi e che va saputa "cullare" e comprendere.

ciauzz
turaz is offline  
Vecchio 20-06-2007, 18.16.37   #18
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
...di UG apprezzo veramente il suo gesto di aver sciolto la congrega della Stella

Anche tu fai un bel pò di confusione: quello era Jiddu Krishnamurti.
Ci sono differenze frai due. Forse è meglio che ti informi un pochettino.
Queste sono state già accennate, messe in rilievo nella discussione su Jiddu, fatta di recente.
Per il resto, non ho più voglia di rispondere...

Mirror is offline  
Vecchio 20-06-2007, 18.26.57   #19
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim

Atisha...di UG apprezzo veramente il suo gesto di aver sciolto la congrega della Stella, del resto non mi è parso differente rispetto a tutti gli altri guru della domenica...di Osho apprezzavo le sue rolls nonchè l'intensa vita sessuale...chissà se anche lui pensava che tutte le donne potessero essere potenziali lesbiche


UG? congrega della Stella? le rolls di osho?
banalità e confusione la tua..
ma poi.. chissene... sinceramente! chissene... !!!
atisha is offline  
Vecchio 20-06-2007, 20.14.05   #20
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: EGO NON-EGO.... quale dilemma...

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Anche tu fai un bel pò di confusione: quello era Jiddu Krishnamurti.
Ci sono differenze frai due. Forse è meglio che ti informi un pochettino.
Queste sono state già accennate, messe in rilievo nella discussione su Jiddu, fatta di recente.
Per il resto, non ho più voglia di rispondere...


Hai ragione...ascolto forse un pò troppo quelli dell'osteria e voi oramai vi leggo velocemente. Io facevo riferimento a J.K. e non a U.G...del quale proprio non apprezzo nulla!

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it