Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 10-04-2008, 18.39.58   #31
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

[quote]
Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Gesù è conosciuto dai Buddhisti e da tutti gli orientali come un Avatar..
gli indù probabilmente, ma non i buddisti.
anche se (considerato che gesù è un personaggio famoso ed è meglio farselo amico), ho visto in un sito buddista una loro tesi che gesù aveva attinto al buddismo, perchè la dottrina buddista era giunta, grazie a dei missionari sulle coste del mediterraneo, già ai tempi dell'imperatore indiano asoka (3° sec. a.c.), e lo considerano un "risvegliato" ......

Citazione:
Lo stesso Dalai Lama ha tenuto discorsi sul Vangelo..nonostante certe essenziali diversità come fai notare..
Insisto col dire che il punto di Comunione c'è senza scadere in un vuoto sincretismo.Direi che può essere quello verso un'Energia di Amore che tutto trasforma, o l'atteggiamento fiducioso verso l'Ignoto che si presenta..
Sia che sia il Vuoto dei Buddhisti che il Dio dei Cristiani,c'è un' aspetto essenziale,
un origine che è sempre quella..
qual'è l'origine comune?
andre2 is offline  
Vecchio 10-04-2008, 19.21.53   #32
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Ho preso il primo discorso a caso che trovato in Rete, di osho.
Per me è adeguato a ciò che mi si chiede,ma non è rivolto a nessuno in particolare.
Quindi fatene ciò che volete..

"...Il silenzio è la risposta. Gesù dice: "Stai in silenzio, come io sono in silenzio e saprai", ma non lo dice con parole. È; un gesto che assomiglia molto, molto allo Zen. In quel momento, quando Gesù rimane in silenzio, egli è vicinissimo all’approccio Zen, all’approccio buddhista. In quel momento egli è un Buddha.
.........
non farti ingannare dai giocattoli della mente. Ti fornisce dei giocattoli, ti dice: "Guarda! Sta scritta nella Bibbia. Guarda! Sta scritta nelle Upanishad. Guarda! Quella è la verità. È stata scritta da Lao Tzu, questa è la verità." La mente può gettare davanti ai tuoi occhi ogni genere di sacre scritture: la mente può fare citazioni, la mente te le fornisce prendendole dalla memoria. Tu hai udito molte cose, hai letto molto, la mente contiene tutte queste memorie e può ripeterle meccanicamente. Ma osserva questo fenomeno: la mente non sa e tutto ciò che la mente ripete è preso in prestito e ciò che è preso in prestito non può aiutarti..."

OSHO
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 08.53.38   #33
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Il punto è tutto qui, il particolarismo, le differenze, sono o non sono essenziali per l'identità religiosa di un fedele ?
Se ad un cristiano togliamo il fondamento cristo-centrico, lo possiamo ancora definire cristiano ? Io credo di no e di certo il buddista non può credere che Gesù sia Dio !

Non è nemmeno vero che tutte le religioni hanno come punto di arrivo Dio, difatti taoisti e buddisti la pensano diversamente a tal proposito, sono forse religioni minori ?
Non avevo risposto in modo completo ed adeguato.
Mi son ricordato di questa intervista al Maestro Almaas che ben focalizza,a parer mio, l'argomento Logos:

"ogni autentico insegnamento (ndr qui s'intende genericamente ogni "pratica Spirituale") parla di qualcosa di fondamentale e universale per tutti gli esseri umani, ma non necessariamente tutti gli insegnamenti fanno riferimento alle stesse verità universali e fondamentali. Esistono molte verità fondamentali e universali, così come esistono molte dimensioni e aspetti della natura autentica o realtà. Ciascun insegnamento tende a sottolineare una certa verità, dimensione o aspetto fondamentale e universale. Quindi, gli insegnamenti parlano della stessa cosa, ma non esattamente. Le differenze non sono dovute tanto a formulazioni o concettualizzazioni diverse, quanto al fatto che vengono evidenziati aspetti diversi della verità. Più esattamente, i vari insegnamenti sono diversi perché hanno diversi “logos” di insegnamento. Ogni insegnamento ha il suo logos caratteristico nel linguaggio, la concezione, la logica e la dinamica."
ALMAAS

http: //www.indranet.org/loving-the-truth-for-its-own-sake-interview-with-almaas/
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 09.43.39   #34
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
“OSHO”

Per l'amor del cielo, lasciamo perdere queste trovate newage.

Citazione:
“ quanto al fatto che vengono evidenziati aspetti diversi della verità. Più esattamente, i vari insegnamenti sono diversi perché hanno diversi “logos” di insegnamento. Ogni insegnamento ha il suo logos caratteristico nel linguaggio, la concezione, la logica e la dinamica."

A costui io rispondo chiedendogli come può considerare “aspetti diversi della verità” il pensare a Gesù come l'unico vero Dio esistente incarnato per la salvezza dell'umanità creatore dell'universo, e il sentire dei buddisti che non hanno bisogno di alcun Dio. Come ho già detto, se non si risponde a questa precisa domanda, come alle altre che ho posto in pèrecedenza, si elude semplicemente la questione. Gesù o era il Dio del monoteismo o non lo era, tertium non datur. Se lo era hanno ragione i cristiani, se non lo era hanno torto e, per dirla con Saluo: “vana è la loro fede”.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 11-04-2008, 10.24.10   #35
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Per l'amor del cielo, lasciamo perdere queste trovate newage.

A costui io rispondo chiedendogli come può considerare “aspetti diversi della verità” il pensare a Gesù come l'unico vero Dio esistente incarnato per la salvezza dell'umanità creatore dell'universo, e il sentire dei buddisti che non hanno bisogno di alcun Dio. Come ho già detto, se non si risponde a questa precisa domanda, come alle altre che ho posto in pèrecedenza, si elude semplicemente la questione. Gesù o era il Dio del monoteismo o non lo era, tertium non datur. Se lo era hanno ragione i cristiani, se non lo era hanno torto e, per dirla con Saluo: “vana è la loro fede”.
Mi sa che non conosci cos'è la new age..
Per chi sa comprenderlo, osho era un vero Maestro..lascia perdere la letteratura o i gossip..

E' chiaro che si parla di aspetti diversi della stessa Realtà che poi ognuno legge come vuole.
Non è mio affare sapere come la pensa il buddhista o il cristiano..sono comunque scelte individuali e relative in ogni caso..
Infine,ognuno sceglie col proprio cuore i,non c'è d'altronde da dimostrare qualcosa di scientifico..e tutte fanno riferimento alla stessa Verità,anche se sono Qualità relative della stessa Verità.
Quindi per quanto mi riguarda ,la tua è una domanda mal posta..
Ciao
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 11.06.13   #36
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Mi sa che non conosci cos'è la new age..

Al contrario....

Citazione:
"Per chi sa comprenderlo, osho era un vero Maestro..lascia perdere la letteratura o i gossip.."

Siamo sempre alle solite, chi critica non "comprende"...

Citazione:
"E' chiaro che si parla di aspetti diversi della stessa Realtà che poi ognuno legge come vuole."

Aspetti diversi ? Ripeto, non se ne esce, o Gesù è Dio o non lo è.

Citazione:
"Non è mio affare sapere come la pensa il buddhista o il cristiano..sono comunque scelte individuali e relative in ogni caso.."

Il singolo la pensa come detta la propria religione o almeno noi di questo stiamo discutendo. Il cristiano può pensare che Gesù fosse un bodisatva, ma banalmente costui non sarebbe più cristiano perchè si può definire cristiano solo colui che crede a Cristo ovvero il figlio di Dio. Un'altra persona può considerarsi buddista pur credendo che Gesù è Dio, ma sarebbe come un quadrato che vuole auto-definirsi un cerchio.



Citazione:
"Infine,ognuno sceglie col proprio cuore i,non c'è d'altronde da dimostrare qualcosa di scientifico..e tutte fanno riferimento alla stessa Verità,anche se sono Qualità relative della stessa Verità."

No, non possono fare riferimento alla stessa verità, uno dei due ha ragione l'altro ha torto, oppure hanno torto entrambi, ma di certo non possono avere ragione entrambi, l'uno esclude l'altro e se vogliamo "conciliare" dobbiamo cambiare e/o escludere certi fondamenti dell'una o dell'altra religione. Osho ha fondato un'altra religione facendo del sincretismo e, a parer mio, anche in maniera del tutto semplicistica.

Citazione:
"Quindi per quanto mi riguarda ,la tua è una domanda mal posta.."

E' posta benissimo, talmente bene che non puoi rispondere senza contraddirti.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 11-04-2008, 11.24.16   #37
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
No, non possono fare riferimento alla stessa verità, uno dei due ha ragione l'altro ha torto, oppure hanno torto entrambi, ma di certo non possono avere ragione entrambi, l'uno esclude l'altro e se vogliamo "conciliare" dobbiamo cambiare e/o escludere certi fondamenti dell'una o dell'altra religione. Osho ha fondato un'altra religione facendo del sincretismo e, a parer mio, anche in maniera del tutto semplicistica.
E' semplicistica nonchè iperrazionale-e non serve- solo la tua critica.
Osho non ha fondato un bel nulla!
Te l'ho già detto che è gossip e bassa letteratura,altro che critica..
Ti ho già detto,su ulteriore suggerimento del pezzo di Almaas che sono aspetti diversi e relativi di un'unica Verità, ed ogni Religione si occupa solo di certi aspetti,evidenziandoli in un certo modo peculiare.
Non importa se il cattolico dice che c'è solo il suo unico Dio, o il buddhista il vuoto..Facendo un esempio:
quando il Dalai Lama legge il Vangelo, non lo contraddice,semplicemente non si occupa di certi aspetti,ma Sa che non possono non esserci dei punti in comune.
Oltretutto se ci fosse una contraddizione di fondo,neanche se ne occuperebbe,e magari lo criticherebbe,non ti pare?
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 12.03.04   #38
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

A proposito di osho e dell'accusa di un suo eventuale sincretismo new age..
Ebbene:se chiedi a degli "addetti al lavoro" delle materie più esoteriche, ti diranno,che osho conosceva e maneggiava bene la materia di cui si occupava.
Ti faccio un solo esempio qui del forum:Yam che conosce il Tantra da una ventina d'anni e che lo ha praticato con veri Maestri del settore, leggendone ultimamente un suo libro sul Tantra, ha qui affermato che si può considerare osho un vero Maestro di Tantra.
Ma ci sono parecchi Maestri spirituali,riconosciuti come Realizzati, ,che sono stati discepoli di osho,che non fanno che confermarne il valore.
Quindi dipende sempre dachi ne parla e che interessi ne ha..
Il sincretismo è solo una superficiale banalizzazione di una Conoscenza..
Se ne parliamo così ,cioè per superficiale conoscenza ,rischiamo di fare peggio di qualsiasi sincretismo...
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 12.27.13   #39
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Non voglio parlare di Osho per due motivi: uno sarebbe completamente OT, due non ho voglia in questo momento di approfondire la conoscenza di quest'ennesimo sedicente “maestro” a tal punto da poter criticare i contenuti “dottrinali” peculiari del suo insegnamento, mi basta sapere ciò che so per classificarlo come l'ho classificato.

Citazione:
“E' semplicistica nonchè iperrazionale-e non serve- solo la tua critica.”

Che serva o meno non credo sia definibile unilateralmente da una persona. Io penso che ogni critica argomentata serva sempre.

Citazione:
“Osho non ha fondato un bel nulla!”

Falso, basta un movimento e un'associazione per dire che c'è stata la fondazione di qualcosa. Poi lui può dire quel che gli pare, i fatti parlano da soli.

Citazione:
“Ti ho già detto,su ulteriore suggerimento del pezzo di Almaas che sono aspetti diversi e relativi di un'unica Verità, ed ogni Religione si occupa solo di certi aspetti,evidenziandoli in un certo modo peculiare.”

Non basta dirlo, bisogna che ciò che si scrive sia logico e coerente e ciò che hai detto non lo è. Non possono per definizione essere vere entrambe le cose, se non sei d'accordo dimostralo con delle argomentazioni, le sentenze apodittiche: “è così perchè l'ho detto io o perchè l'ha detto Osho” stanno a zero.

Citazione:
“Non importa se il cattolico dice che c'è solo il suo unico Dio, o il buddhista il vuoto..”

Non importerà a a te ! ma per loro è fondamentale visto che stiamo parlando di ciò che il buddista e il cristiano deve credere per definirsi tale.

Citazione:
“quando il Dalai Lama legge il Vangelo, non lo contraddice,semplicemente non si occupa di certi aspetti,ma Sa che non possono non esserci dei punti in comune.”

Se leggi il libro del Dalai Lama ti renderai conto come siano proprio gli aspetti concordanti ad essere secondari nelle due dottrine ! Questo lo scrive lui stesso, il fatto che se ne occupi è dovuto all'inclinazione naturale al dialogo e al confronto costruttivo del Dalai Lama stesso.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 11-04-2008, 12.55.00   #40
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Non possono per definizione essere vere entrambe le cose, se non sei d'accordo dimostralo con delle argomentazioni

Non importerà a a te ! ma per loro è fondamentale visto che stiamo parlando di ciò che il buddista e il cristiano deve credere per definirsi tale.
Ho già ampiamente illustrato ripetutamente che non c'è nulla da dimostrare,parliamo di Realtà multiforme-ed anche Almaas lo afferma che ogni Logos di ogni rispettiva Religione si occupa di alcuni Aspetti e Qualità della Realtà multiforme del Divino.
Non ho niente da dimostrare a chicchessia (buddhista o cristiano che sia) te l'ho già detto..ognuno faccia e creda quel che vuole di queste mie argomentazioni,
perchè nulla è da dimostrare..
mi dispiace Andrea ,il mio non è una forma di irrigidimento,spero tu lo comprenda,ma davvero non si può dire nulla quando si entra nella sfera della Fede personale e peculiare (non mia,non sto parlando di me,ma di chi si riconosce in una Religione in particolare,e su questo credo tu ne convenga..)
PS Si può essere "religiosi" senza essere sincretisti..insisto su questo punto comunque..
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it