Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-04-2008, 13.47.07   #41
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
"Si può essere "religiosi" senza essere sincretisti..insisto su questo punto comunque.."

Certo, difatti il cristiano è religioso non essendo sincretista, così come il buddista ecc... quello che contesto è che si possa dire che un cristiano ed un buddista dicono la stessa cosa, non è ne può essere così se si vogliono mantenere le peculiarità di entrambi i culti, se invece si toglono le "differenze" non si hanno più cristianesimo e buddismo ma qualcosa d'altro, di edulcorato...aut-aut.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 11-04-2008, 14.12.21   #42
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Certo, difatti il cristiano è religioso non essendo sincretista, così come il buddista ecc... quello che contesto è che si possa dire che un cristiano ed un buddista dicono la stessa cosa, non è ne può essere così se si vogliono mantenere le peculiarità di entrambi i culti, se invece si toglono le "differenze" non si hanno più cristianesimo e buddismo ma qualcosa d'altro, di edulcorato...aut-aut.
Intendevo,dandolo per scontato,che lo si possa essere senza necessariamente
seguire un culto in particolare..
E' chiaro che, se voglio mantenere le peculiarità di un culto,non posso togliere nulla...
Comunque sia,molte differenze sono molto più apparenti di quanto
sembri:ad esempio lo stesso buddhismo non nega o non si contrappone al Vedanta,ma nasce in suo seno (Buddha non l'ha fatto) curando ed esplorando piuttosto,più certi aspetti che sembrano più "pratici,laici" (l'Impermanenza,il Vuoto..) rispetto ad altri che sembrano più "religiosi".
Ma,ad esempio,il "Sia fatta la Tua Volontà"del Cristianesimo,è esattamente la stessa cosa dell'"Abbandono al Sè" dell'Advaita Vedanta.
E non stiamo parlando di aspetti secondari,come dicevamo invece prima..
Cogliendone cioè,l'Essenza non si edulcora un bel nulla..si coglie l'Essenza,punto.
Noor is offline  
Vecchio 11-04-2008, 14.49.43   #43
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
"l'Essenza"

Quale sia l'essenza di una religione non lo puoi decidere tu, lo decide la religione stessa, la sua tradizione. L'essenza del cristinesimo non è quello che hai scritto, la sua essenza è la seguente:

Gesù cristo = l'unico Dio incarnato per la salvezza dell'umanità dal peccato originale.

Ogni elemento dell'enunciato di cui sopra è indispensabile e ineliminabile dal cristianesimo. Per un Buddista che Cristo sia l'unico Dio è una stupidaggine figuriamoci l'idea di peccato originale e di salvezza eterna data dal sangue di un Dio !!

E' la conoscenza superficiale di una o l'altra religione che fa torvare parallelismi tra elementi superficiali dimenticando invece le enormi differenze nelle fondamenta.

Pensa, a suo tempo tenni una lunghissima discussione durante una conferenza con un cristiano seguace dell'esicasmo. Io continuavo ad insistere che vi era un evidentissimo parallelo tra l'esicasmo e la pratica buddista, alla fine dovetti concedere che l'esicasmo, sebbene apparentemente sembri molto simile alle pratiche ascetico-meditative orientali, senza Cristo e senza Dio perde tutto il suo senso, così come lo perde la meditazione buddista se ci metti di mezzo Dio.


spirito!libero is offline  
Vecchio 11-04-2008, 15.16.42   #44
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Quale sia l'essenza di una religione non lo puoi decidere tu, lo decide la religione stessa, la sua tradizione. L'essenza del cristinesimo non è quello che hai scritto, la sua essenza è la seguente:

Gesù cristo = l'unico Dio incarnato per la salvezza dell'umanità dal peccato originale.

Ogni elemento dell'enunciato di cui sopra è indispensabile e ineliminabile dal cristianesimo. Per un Buddista che Cristo sia l'unico Dio è una stupidaggine figuriamoci l'idea di peccato originale e di salvezza eterna data dal sangue di un Dio !!

E' la conoscenza superficiale di una o l'altra religione che fa torvare parallelismi tra elementi superficiali dimenticando invece le enormi differenze nelle fondamenta.

Pensa, a suo tempo tenni una lunghissima discussione durante una conferenza con un cristiano seguace dell'esicasmo. Io continuavo ad insistere che vi era un evidentissimo parallelo tra l'esicasmo e la pratica buddista, alla fine dovetti concedere che l'esicasmo, sebbene apparentemente sembri molto simile alle pratiche ascetico-meditative orientali, senza Cristo e senza Dio perde tutto il suo senso, così come lo perde la meditazione buddista se ci metti di mezzo Dio.
beh..quella è la Dottrina,il Dogma,non l'Essenza..e la lascio al seguace o alla Chiesa a cui sottostà...
L'Essenza di ogni religione non sono i suoi enunciati,quanto l'Idea di una Trascendenza verso un Non-Manifesto:è la "proiezione metafisica" (che ,checchèssenedica vi si trova anche nel Vuoto dei buddhisti...).
Secondo me avevi ragione tu a sostenere la convergenza tra l'esicaismo e la meditazione.
L'errore di base è considerare il buddhismo una "religione atea".
Superato questo punto,perchè ogni Mistica è Mistica,ripeto,badando quindi all'Essenza che non significa leggere gli enunciati principali di una religione(che mi sa tanto più, di "programma politico" di un partito) tutto converge verso un Unico Punto.
NB L'esicaismo è molto simile al kriya yoga: nella tecnica meditativa di ambedue si utilizza il respiro "accompagnato" ad una preghiera o mantra.
Noor is offline  
Vecchio 12-04-2008, 08.42.47   #45
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
L'Essenza della Verità

"Esiste, o monaci, un non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato. Se non ci fosse questo non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato, non si potrebbe scorgere via di scampo dal nato, evoluto, fatto, condizionato. Ma poiché, invece, c'è un non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato, si scorge una via di scampo dal nato, diventato, fatto, condizionato (Itivuttaka, 43)."

Queste sono proprio parole dette dal Buddha,che non lasciano scampo alle interpretazioni..
Ecco,queste parole fanno parte di ciò che ritengo un'Essenza comune
alla Spiritualità,comunque lontana da ogni dogma.
Potrei aggiungere a ciò il "Discorso della Montagna" di Gesù,nel quale lo stesso Dalai Lama si ritrova benissimo:difatti poteva anche averle dette il Buddha..
Anche questa è un' Essenza..
Così come la Compassione dei buddhisti, altro non è che l'amore del Cristo..
E come si può osservare ,sto mettendo sul piatto ,le Religioni,più antitetiche..
Ciò che ritengo importante infine ,è solo non fare i "fondamentalisti" nella lettura,come dice Paolo:

"La Lettera uccide,lo Spirito vivifica"

Ovvero:bisogna leggere col cuore,non con la testa..
Noor is offline  
Vecchio 12-04-2008, 11.36.35   #46
tmusa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 212
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero

Gesù cristo = l'unico Dio incarnato per la salvezza dell'umanità dal peccato originale.

Se vogliamo dare un significato che non sia storiografico e anedottico ma spirituale e mistico a queste parole, se vogliamo cioè che il Cristo sia un Cristo vivente in ciascuno di noi, allora queste parole vanno intese così:
All'uomo è data la visione di Dio. Gesù ne è la prova. Gesù ne è la via.
Quando poi a ritenere la religione cristiana l'unica via per realizzare il divino la ritengo non rispondente all'esperienza.
Sono nato cristiano cattolico, ho praticato la via cattolica anche mistica senza ottenere nulla. HO realizzato la comprensione, o quella che ritengo un buon grado di comprensione, attraverso un testo Zen e lo Yoga.
Dopo, ma solo dopo, ho capito il vero significato del simbolismo cristiano cattolico, anche la sua profondità ed efficacia, che né sminuisco ne rinnego.
La pretesa primazia di questa o quella religione è ridicola agli occhi di Dio, è solo una grossolana presuntuosa posizione ideologica con finalità strumentali. Non c'è verità . Questo è ciò che penso, questo è ciò che vedo.
tmusa is offline  
Vecchio 12-04-2008, 11.43.37   #47
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: L'Essenza della Verità

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
"Esiste, o monaci, un non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato. Se non ci fosse questo non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato, non si potrebbe scorgere via di scampo dal nato, evoluto, fatto, condizionato. Ma poiché, invece, c'è un non nato, non evoluto, non fatto, non condizionato, si scorge una via di scampo dal nato, diventato, fatto, condizionato (Itivuttaka, 43)."

Queste sono proprio parole dette dal Buddha,che non lasciano scampo alle interpretazioni..
Ecco,queste parole fanno parte di ciò che ritengo un'Essenza comune
alla Spiritualità,comunque lontana da ogni dogma.
Potrei aggiungere a ciò il "Discorso della Montagna" di Gesù,nel quale lo stesso Dalai Lama si ritrova benissimo:difatti poteva anche averle dette il Buddha..
Anche questa è un' Essenza..
Così come la Compassione dei buddhisti, altro non è che l'amore del Cristo..
E come si può osservare ,sto mettendo sul piatto ,le Religioni,più antitetiche..
Ciò che ritengo importante infine ,è solo non fare i "fondamentalisti" nella lettura,come dice Paolo:

"La Lettera uccide,lo Spirito vivifica"

Ovvero:bisogna leggere col cuore,non con la testa..
in merito alla discussione che hai con spirtito, si può dire che,le differenze ci sono, tra le varie religioni, e chi vi si approccia in modo fideistico, impegnandosi a rispettare precetti, dogmi ecc., assume comportamenti, costumi, modi di pensare diversi. questo è innegabile.

un altro conto è una persona che non si lega, ma ricerca gli elementi comuni. e chi cerca trova, perchè di elementi comuni ce ne sono.

poi parli di "essenza", che per definizione è una, indivisa, ma qui andiamo oltre religioni e dottrine.
ovvero, la bontà di una religione-dottrina, sta nella misura in cui è dotata di "dispositivi di autoabbandono", perchè con la zavorra della religione-dottrina non si giunge all'essenza.
quella buddista, all'uopo, mi sembra meglio attrezzata delle tre religioni di origine mediorientale.
forse lo è anche l'induismo, ma lo conosco troppo poco.
andre2 is offline  
Vecchio 12-04-2008, 11.44.59   #48
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da tmusa
se vogliamo cioè che il Cristo sia un Cristo vivente in ciascuno di noi, allora queste parole vanno intese così:
All'uomo è data la visione di Dio. Gesù ne è la prova. Gesù ne è la via.
..Ecco cosa significa cogliere l'Essenza.
Ma solo l'Esperienza ci può dare questa Nuova Visione.
Noor is offline  
Vecchio 26-04-2008, 22.44.15   #49
clodoveo
Ospite
 
Data registrazione: 26-04-2008
Messaggi: 8
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da antares
Spesso mi sono chiesto se esiste davvero una verità oggettiva o se la verità può essere modificata dalla sua percezione.
E’ chiaro che la percezione della verità è soggettiva. Ognuno di noi vede le cose diversamente, su questo non ci piove
Ciò che mi chiedo è se la percezione è in grado di modificare in qualche misura ciò che è esterno a noi, per cui ogni “cosa” possiede una sorta di essenza plurima che la fa sempre e comunque vera a seconda di chi la osserva.
Pensavo in particolare a Dio…
Ho passato gran parte della mia esistenza nella certezza assoluta che tutte le religioni sbagliassero su Dio, poi un giorno mi sono chiesto:
“E se invece avessero tutte ragione?”
Non la so la risposta, ma di una cosa sono certo.
Se questo dubbio si insinuasse presso tutti i credenti di tutte le religioni avremmo di certo un mondo migliore.
Un abbraccio.

Io credo che la "verità" dell'uomo è sempre soggettiva , nel breve termine.
Quando una "verità" diventa credo comune di una maggioranza diventa verità oggettiva ,destinata a sgrettolarsi con il passare del tempo ,e con nuove conoscenze mutarsi in altra verità.
Leggevo l' esempio di verità oggettiva dell'acqua che bolle a 100°C a livello del mare. Anche questo esempio non è una verità oggettiva se non si specificano molti altri parametri per renderla vera. Un esempio:
L' acqua del mare bollirà a 120 °C per via del sale che contiene ,ed a pressione costante.
Fino a qualche secolo fa ,che la terra fosse piana e che era al centro dell'universo era una verità oggettiva, destinata a sgretolarsi con le nuove teorie eliocentriche di Copernico e il credo di Cristoforo Colombo in una terra tonda.
Fino a qualche secolo fa nel mondo cristiano la teoria Creazionista era assolutamente una "verità religiosa oggettiva" che si sta sgretolando con la teoria dell'evoluzione e, che per me , con l'andar del tempo si trasformerà in "altra verità religiosa" più consona ai nostro sapere ed alle nuove conoscenze.
Noi viviamo in un mondo in continua mutazione fisica e spirituale.
clodoveo is offline  
Vecchio 27-04-2008, 08.35.23   #50
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Esiste una verità oggettiva?

Citazione:
Originalmente inviato da clodoveo
Io credo che la "verità" dell'uomo è sempre soggettiva , nel breve termine.
Quando una "verità" diventa credo comune di una maggioranza diventa verità Noi viviamo in un mondo in continua mutazione fisica e spirituale.

Quest'ultima frase che riconosco vera ci da una tale responsabilità!!
Ognuno di noi può cambiare se stesso camianod le sue convinzioni, i suoi pensieri, i suoi comportamenti......
questo ci deve far comprendere come la gente comune che si lascia
irretire da "poteri persuasivi occulti o palesi" se non prende in mano
con grande libertà la sua vita, il suo modo di pensare, il suo modo di essere
diventerà vittima di coloro che ci vogliono succubi, ignoranti, idioti,
in preda ad emozioni corrosive, spaventati, ammalati.........
Riprenderci il nostro potere, riuscire a dire no a chi ci vuole convincere
che non c'è altra strada è la nostra vera libertà e la nostra verità.
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it