Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 02-11-2003, 22.57.32   #31
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Credo giusto quello che dite, ma vi prego spiegatemi che cosa significa realmente per voi e senza metafore "bisogna imparare ad odiare il nemico".
Marco_532 is offline  
Vecchio 02-11-2003, 23.03.58   #32
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Credo giusto quello che dite, ma vi prego spiegatemi che cosa significa realmente per voi e senza metafore "bisogna imparare ad odiare il nemico".

C'è in atto una campagna per rendere i termini della questione semplicisticamente ridotti a noi-buoni e loro-cattivi. E questo per far sì che la gente comune si scordi degli infiniti interessi che mantengono lo stato di guerra o di guerriglia nelle nazioni che, guarda caso, sono a prevalenza mussulmana. Quindi, il modo migliore per arrivare a questo è
1. creare un nemico (e cosa c'è di meglio che identificarlo nell'appartenenza religiosa?)
2. insegnare la gente a odiare questo nemico.

Ergo, il nostro compito di "semplice popolo" è quello di IMPARARE AD ODIARE IL NEMICO...

E' quello che sta accadendo. E' quello che vogliamo veramente?
Ygramul is offline  
Vecchio 02-11-2003, 23.12.49   #33
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Credo giusto quello che dite, ma vi prego spiegatemi che cosa significa realmente per voi e senza metafore "bisogna imparare ad odiare il nemico".

Quello che volevo dire è che è stata fatta dai media una non troppo sottile proppaganda anti islamica, mostrando molto apertamente solo il peggio delle manifestazioni dell'integralismo e senza mai mostrare altri aspetti della cultura e della religione mussulmana.
Insomma, i media HANNO VOLUTO DIFFONDERE INFORMAZIONI SE NON SEMPRE DEL TUTTO FALSE MOLTO PARZIALI (che è la stessa cosa di false) per creare l'opinione il più diffusa possibile che stessimo appoggiando una guerra giusta e di liberazione.
Non era una metafora. Credo che l'intenzione fosse proprio quella di insegnare ad odiare un nemico. Creare l'idea di nemico. Quindi cattivo, perchè se non è cattivo, dov'è la giustizia?

Se leggi tutto il post ti accorgerai che la mia non è un'affermazione ma il commento ad un comportamente.

Mi ripeto, volevo dire che è stato fatto di tutto per insegnarci ad odiare un nemico.

Io credo che nessuna guerra sia giusta.
Sono pacifistissima.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 02-11-2003, 23.18.07   #34
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Grazie per il chiarimento ad entrambi...
...sono più tranquillo...
Marco_532 is offline  
Vecchio 02-11-2003, 23.33.16   #35
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Cara Ygramul,
diciamo che l'Islam offre il fianco in maniera particolare perchè nel Corano non sono contenuti solamente insegnamenti spirituali ma precise leggi sull'eredità e sulla punizione dei reati.

Ma, a parte qualche eccezione, i paesi ismamici avevano adeguato ai tempi l'interpretazione di queste leggi. La domanda a questo punto è: che cosa ha fatto sì che un atteggiamento integralista di diffondesse così tanto anche in paesi che non erano integralisti?

A me viene voglia di leggere questo comportamento come una fortissima voglia di rivendicare una differeziazione, un'apparteneza culturale. Come una sorta di ribellione ad una colonizzazione politica, economica e culturale.

Come dicevo più su, sono stata in Marocco diversi anni fa e ho visto, nelle strade di Casablanca, quasi tutte le donne (altissimo il livello di scolarizzazione delle donne in Marocco) vestite proprio come da noi. Rarissime quelle con in capo coperto, alcune con l'abito tradizionale, ma mi hanno detto che d'inverno lo usavano molto (era gennaio) perchè è comodo ma d'estate no.
Ora anche lì non è così e le donne indossano jellaba e velo per scelta, non per imposizione. (la jellaba è l'abito tradizionale magrebino sia per le donne che per gli uomini. Cambiano i colori e i tessuti ma non la foggia. E' una lunga tunica col cappuccio che si indossa per uscire di casa, sopra ai vestiti. Per gli uomini è solitamente marrone d'inverno e bianca d'estate. Le donne la usano coloratissima.)
Non si tratta certo di estremi di integralismo, ma perchè anche in un paese tendenzialmente non integralista si sono diffusi atteggiamenti più rigidi?

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 02-11-2003, 23.58.36   #36
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Re: Re: Il "cuore" autentico dell'Islam

Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
paura adesso gli integralisti mussulmani , quello che la gente vede subito sono i modi violenti che si usano in alcuni paesi mussulmani ,non stanno certamente a vedere i piccoli e anonimi praticanti che sono rispettosi della vita

Io stasera non ho tempo di farlo, ma sarebbe bello se qualcuno facesse un elenco dei paesi in cui la religione principale è l'Islam e indicasse quali sono, tra questi, quelli che applicano veramente la legge islamica.
Questo sarebbe l'integralismo. Applicazione rigida di una legge concepita più di 1500 anni fa e disprezzo per le altre religioni.

Il terrorismo è un'altra cosa.

Gli atti terroristici non si danno nemmeno una giustificazione religiosa, la suddivisione religiosa tra ebrei e mussumlani in israele e in palestina è ... un effetto collaterale. I palestinesi non chiedono che gli eberei non siano ebrei, chiedono la loro terra. E gli Ebrei non chiedono che i mussulmani diventino ebrei, ma che lascino le terre. Non facciamo confusione tra integralismo e terrorismo.
Il terrorismo è politico, non religioso.

E come sempre, essere filopalestinesi non significa essere antisemiti. Quella è una guerra senza nessun pretesto religioso.
Il pretesto religioso è stato esportato per ben altre guerre!


ciao

Ultima modifica di Fragola : 03-11-2003 alle ore 00.02.33.
Fragola is offline  
Vecchio 03-11-2003, 00.53.03   #37
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
sinceramente parlando

io vedo tanta bellezza
nel mondo e nella cultura islamica
e mi addolora molto
il modo in cui
abbiamo sfruttato quei popoli
e continuiamo a farlo
e lo scandalo e l'indignazione
di noi tutti
per le centinaia di soldati americani
uccisi dalla resistenza irakena
stride fortemente
sul silenzio calato
sulle decine di migliaia
di vittime civili
causate dai nostri
bombardamenti intelligenti
e lo stesso accade
per i kamikaze palestinesi
mentre nessuno alza la voce
contro i missili israeliani;
troppi pesi e troppe misure
tante religioni
e nessuna religiosità

C'erano delle piccole crepe ;
adesso si sta formando un baratro
che finirà con l'inghiottirci tutti
santi,dannati e indifferenti
e noi lo alimentiamo
giorno dopo giorno
con la supponenza
della "superiorità" del nostro sistema
nell'organizzare la società
...falso !
è solo sfruttamento e prevaricazione
e sopprusi portati avanti
con strumenti sempre più sofisticati
e massacri di popolazioni inerti
finalizzati alla razzia delle loro risorse
spacciati per semplici operazioni di polizia
contro il terrorismo

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 03-11-2003, 01.37.28   #38
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Grazie Dawork, ci tenevo particolarmente a rimarcare (da "profana", e contro tutti i megafoni massmediali che remano pedestramente il senso contrario) la bellezza della cultura islamica, interprete di un sentire di cui non si può in alcun modo disconoscere la suggestione profonda.
Chi può negare, ad esempio, il fascino severo e perturbante di una moschea, che, nella sua raffinata essenzialità geometrica- non "compromessa" da alcuna icona antropomorfica- riesce davvero a creare lo spazio di accoglienza interiore per l'incontro dell'uomo con il Divino?

Ultima modifica di irene : 03-11-2003 alle ore 01.39.43.
irene is offline  
Vecchio 03-11-2003, 01.51.45   #39
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile

cercavo d'esprimere proprio questo
la bellezza che
al di là delle meravigliose moschee
vedo anche in tutto ciò
che nei documentari
chiamano "miseria"
ed invece sono occhi stupendi
di persone immense
e sicuramente più felici di noi
e di tutto il nostro "benessere"

ma perchè
siamo in così pochi a percepirlo ?
perchè il diverso
si deve sempre temere o disprezzare ?
mah...

Un Sorriso wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 03-11-2003, 11.46.47   #40
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: sì

Citazione:
Messaggio originale inviato da dawoR(k)
cercavo d'esprimere proprio questo
la bellezza che
al di là delle meravigliose moschee
vedo anche in tutto ciò
che nei documentari
chiamano "miseria"
ed invece sono occhi stupendi
di persone immense
e sicuramente più felici di noi
e di tutto il nostro "benessere"

ma perchè
siamo in così pochi a percepirlo ?
perchè il diverso
si deve sempre temere o disprezzare ?
mah...

Un Sorriso wahankh .

Immagine molto romantica, ma solamente romantica.
L'Islam è una religione diffusissima. Molto diffusa in paesi poverissimi, molto diffusa in paesi ricchissimi.
Egitto, Pakistan, Afganisthan, e moltissimi stati della ex unione sovietica di cui nemmeno so il nome, poi mezza africa, dall'egitto al maghreb. E il medio oriente. Compresa l'arabia saudita e il Kuwait, che tutto mi sembrano fuorchè stati poveri. Il mondo islamico è vastissimo e diversissimo. Pieno di cose bellissime e di cose atroci, come tutto il mondo.
La cultura araba ha prodotto in passato e ancora produce capolavori assoluti di arte. E questo è un dato di fatto.
Loro sono più felici di noi perchè non hanno il nostro benessere... e questa però da dove sbuca?
Alcuni di loro sono felici, altri sono infelici. Come noi.

Ma è difficile dire parlare in generale di qualcosa di troppo vasto per essere contenuto in una parola. Cultura Islamica! Un Marocchino e un Egiziano se si parlano non si capisono nemmeno!
E' bello dire che ciò che è lontano è meraviglioso e perfetto. Non è così.
E ti parla una persona che ama il monto arabo ed è afascinata dalla cultura islamica. Ma cehvede quando dolore c'è in noi e quanro ce ne può essere in qualunque angolo del mondo. Il mito del povero ma felice... non è che poi serve a farci stare con ma coscenza più tranquilla per i nostri sprechi?



ciao
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it