Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-12-2003, 00.37.21   #21
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Digestivo

Nessuna acrimonia. Ma ti pare?!...
Mettiamola così...S'intuisce il potere di far collassare in un certo modo la funzione d'onda tramite un' atteggiamento osservativo particolare ...negando silentemente [da buon cartesiano razionalista che non sei tu] l'efficacia di ogni canonica meditazione o di una buona preghiera. Così la digerisci di più?
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 00.42.28   #22
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
sarei anche disposto ad imparare, ma l'arte dell'insegnamento presuppone la capacità di rendersi comprensibili.
e non sono un cartesiano..sono solo un povero individuo che si pone delle domande..
il sapere ed il credere che la meditazione ed una buona preghiera siano utili al nostro progredire, deve necessariamente impedirmi di chiedermi il perchè?
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 17-12-2003, 00.51.08   #23
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Singolare la singolarità

E poi il Gran Capo di questa gigantesca "allucinazione cosmica" non siamo certo noi... Questo è garantito. E nemmeno la materia che ci sta sotto, sopra o a lato dei piedi...Hanno un bel dire gli "uomini coi piedi per terra"...
Relativamente alla risoluzione dell'osservatore, finirà che "quei piedi stanno su una sfera sospesa per aria tra altre infinite sfere sospese per aria a loro volta" ma in porzioni di spazio dove la gravità o il tempo non funzionano più allo stesso modo come sul nostro sferoide... Ma sono certo che queste sono solo estensioni a ruota libera del tutto virtuali propiziate da splendide equazioni matematiche. che spinte al parossismo portano concettualmente a un punto...
E si tratterebbe di dire: veniamo proprio al "punto" (o singolarità se preferisci) ...Un aspetto simbolico non indifferente...

Buonanotte...
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 00.54.44   #24
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
...già...un bel dilemma, sembra quasi il fronte degli eventi.
Buonanotte
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 17-12-2003, 00.57.43   #25
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Ippocampo e sezioni uree

"il sapere ed il credere che la meditazione ed una buona preghiera siano utili al nostro progredire, deve necessariamente impedirmi di chiedermi il perchè?"

Tutt'altro...Ti renderesti di certo solo più gradito al Gran capo dell'Ordine Implicito. E poi magari ti scampi a uffo una futura trasmigrazione in un crostaceo....Hehehehehehe

Ciao Giorgio..Piacevole discussione Buonanotte davvero...
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 01.03.06   #26
Dynamo
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-12-2003
Messaggi: 54
Dynamo

Un'ultima cosa...Si può fare di meglio Giorgio. Davvero.
Non scherzo. Shadow of the mind è un testo mirabile tra i tanti, penso solo anche alla "Mente nuova dell'Imperatore".
Ma la vera conversione si esprime su tutt'altro piano.

Ciao!
Dynamo is offline  
Vecchio 17-12-2003, 01.08.16   #27
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
si può fare di meglio, nel senso che si può fare una discussione migliore?
Conversione o conversazione? Non importa, in entrambi i casi sono anch'io convinto che si debba fare su un altro piano.
ma qui non è possibile
notte
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 17-12-2003, 01.10.40   #28
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
un'ultima cosa: ho imparato ad evitare trasmigrazioni occasionali ed imposte.
ciao
giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 17-12-2003, 08.37.44   #29
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
le dimensioni della coscienza

L’Uomo inconsciamente vive la propria esistenza alternando il proprio stato di coscienza (in maniera meccanica naturalmente) in diverse, esclusive e soggettive realtà, chiamate comunemente piani paralleli o dimensioni parallele. Esistono 4 stati dimensionali di Coscienza straordinaria, 2 stati di Coscienza Istintiva e 4 stati di veglia ordinaria meccanica.

Stati straordinari di Coscienza:
1 Coscienza Universale
2 Coscienza di Sè
3 Coscienza Analitica o Intellettuale
4 Coscienza Analitica Emozionale

Coscienza istintiva:
5 Coscienza Istintiva Formativa
6 Istinto Naturale

Stati di veglia Ordinaria o meccanica:
7 Coscienza Morale Soggettiva
8 Corpo Emozionale
9 Immaginazione
10 Corpo Intellettuale

Stati straordinari di coscienza

1. Il primo stato di Coscienza straordinaria e quello che viene comunemente chiamato << Illuminazione >>, e cioè, il ritorno in Eden, il trionfo della Giustizia. La perdita totale della propria meccanicità e l’esonero totale dalle leggi meccaniche, dell’accidente o del Fato.

2. Il secondo stato è il totale risveglio della Coscienza di Sé, cosa che avviene gradatamente e molto lentamente per non provocare alcuno shock emotivo, poiché quando avviene il risveglio graduale del dormiente vuol dire che sono in atto i processi di Comprensione, i quali portano a dovere soffrire sempre di più in modo volontario e cosciente e, più sì Comprende più cresce il dolore e la sofferenza, più questi crescono più sì Comprende la meccanicità e l’assurdo comportamento dell’uomo, cosa talmente assurda che se il dormiente dovesse assumere coscienza d’un colpo, l’uomo morirebbe all’istante, poiché non potrebbe assolutamente sopportare un trauma così grande. Il risveglio totale della Coscienza di Sé, quindi non può verificarsi assolutamente d’un colpo, ma avviene gradatamente ogni qual volta si commuta in Comprensione ogni singola forma di Paura, con delle << Super Sofferenze Coscienti >> provocate da rinunce volontarie.

3. Il terzo stato è la Coscienza Analitica o Intellettuale, questa si manifesta solo se rievocata in maniera cosciente e volontaria ogni qual volta si manifestano: Preoccupazioni, Ansie, Paure, e Sentimenti Negativi passivi.

4. Il quarto stato è la Coscienza Analitica Emozionale. Questa solitamente si manifesta in modo accidentale e inaspettato, quando l’uomo è sopraffatto da un grande dolore, da una grande sofferenza, dovuto a un forte shock emotivo dovuto solitamente alla perdita di un bene, o per Paura della morte, oppure quando è in preda a una grave malattia. Lo stesso grande dolore e la stessa grande Paura vengono avvertiti anche quando le stesse cose accadono inaspettatamente per la perdita di qualunque cosa che appartiene alla propria sfera dell’Attaccamento. Questo risveglio violento e meccanico della Coscienza, quello che comunemente viene definito: << la grande e violenta bastonata >>, capace di mettere in ginocchio chiunque esso sia, di qualunque ceto sociale, di qualunque religione, e di qualunque corrente politica e culturale, e di qualunque colore di pelle. Questa è la grande e potente Energia che accomuna l’uomo, l’unica che rende tutti simili. Questo è un assaggio, un po orginale, ma l’unica maniera per risvegliare per qualche minuto la propria Coscienza e per poter sentire con tutto il proprio essere i grandi benefici che questa nuova dimensione elargisce abbondantemente. Difatti come prova di Potenza, in un tempo così breve, questa potente Energia riesce a formattare e ripristinare, Personalità e Carattere di chiunque ne sia coinvolto. Ma chiaramente stiamo parlando di casi inaspettati e accidentali, provate invece ad Immaginare se queste Potenze venissero Rievocate in maniera Cosciente e Volontaria, tramite delle Super Sofferenze Coscienti, provocate da rinunce volontarie, chissà quali sensazioni si potrebbero avvertire, chissà quali straordinarie esperienze potrebbero investire l’Uomo. PRIMA PARTE
Lucifero is offline  
Vecchio 17-12-2003, 08.40.57   #30
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
Re: le dimensioni della coscienza

SECONDA PARTE:

5. Il quinto stato di Coscienza si manifesta sotto forma di Fede, Speranza e Giustizia, o contrariamente si manifesta attraverso l’Odio e la Vendetta; frutti questi delle proprie dirette Esperienze, questa si chiama << Coscienza Istintiva Formativa >> o << Memoria storica >>.

6. Il sesto stato di Coscienza si manifesta sotto forma di Predisposizione innata, al << Bene >> o contrariamente predisposti al << Male >>; quelle che comunemente vengono definiti << Vizi e Virtù >>, ma sono in pochi a conoscere che proprio da questi poi si forma e si cristallizza la vera natura e la vera entità occulta dell’Uomo, e cioè, il << Corpo spirituale >>; il suo nome è Istinto naturale.

Questi stati di Coscienza, o stati oggettivi di Coscienza, lasciando da parte il primo naturalmente, sono potenze innate e assopite in ogni Essere Umano, i quali si manifestano, molto raramente, solo ed esclusivamente quando si è in preda a delle grandi Paure, o a grande dolore e Sofferenza; naturalmente in maniera Inconscia. Queste potenti Energie possiedono in Sé funzioni e capacità straordinarie che hanno dell’incredibile e del miracoloso, poiché solitamente si manifestano, in maniera inattesa e improvvisa, in casi veramente eccezionali.

Stati di veglia meccanica ordinaria

Qui ha inizio la dimensione fisica, lo stato di veglia meccanica ordinaria, la dimensione della Mente, o meglio: << il mondo degli uomini >>, il mondo dell’illusione, dominato totalmente dall’Ego e dall’Immaginazione.

7. Il settimo non può essere definito uno stato di coscienza, ma bensì: << stato di veglia >>, e così pure quelli che seguono. La Coscienza Morale Soggettiva, viene avvertita dall’uomo ogni qual volta si accorge di aver fatto qualcosa che non andava fatto, o di non aver fatto qualcosa che invece andava fatto, e quindi si manifesta sotto forma di Dubbio e Incertezza, poiché, la Coscienza Morale inibisce ogni forma di eccesso d’Ira e di ogni altra forma di sentimenti negativi attivi e passivi, inoltre delimita e impedisce lo sconfinamento ai propri principi morali, culturali e religiosi. Chiaramente l’eccezione non fa la regola. La Coscienza Morale è il confine che delimita il << Mondo dell’Illusione >> dal << Mondo reale delle dimensioni della Coscienza oggettiva >>.

8. L’ottavo è lo stato di veglia del << Corpo Emozionale >>, quella che viene comunemente definita, erroneamente, << Anima >>. Questa dimora nel su-bconscio e si manifesta allo stato cosciente ogni qual volta viene a mancare equilibrio nella sfera affettiva e sentimentale, e sicurezza nella sfera professionale, per le quali scaturiscono: << Passioni e Desideri, Ansia e Preoccupazione, Paura e inquietudine, Dolore e Sofferenza >>; queste eccitazioni emozionali sono esattamente quelle sensazioni che vengono definite: << agitazioni dell’Anima >>.

9. Il nono è lo stato ordinario di veglia, è il mondo dell’Immaginazione e dell’Illusione, quello che, gli Induisti, chiamano << Maja >>. Ma altro non è che il << Flusso Incessante, Inconsapevole di Immaginazione Emotiva >>.

10. Ora chiaramente viene da domandarsi: Qual’è allora lo stato di Coscienza Ordinario dell’uomo? Lo stato ordinario di Coscienza dell’Uomo è l’ultimo stato, ma è pur sempre uno stato di veglia meccanico ordinario, un pò speciale e particolare, poichè non richiede alcuno sforzo cosciente, è sempre in stato di all’erta 24 ore su 24. Questo si chiama << Ego >>, o << Mente furba e calcolatrice >>, l’Essere Io sono, il quale si nasconde accuratamente dietro la facciata apparente dell’uomo dalle belle maniere, altruista, sempre disponibile, modesto, umile e compassionevole, questa facciata è comunemente conosciuta col nome di: << Personalità >>. L’Ego è una funzione di auto-difesa dell’Intelletto, per questo viene definito: << furbo e calcolatore >>, poiché elabora e analizza e porta a compimento in modo intenzionale e cosciente i propri obiettivi, sia a breve che a lungo termine e se poi possiede anche una buona ed efficace cultura, anche questa viene usata come arma difensiva o come veri e propri << respingenti >>. Ma immediatamente al disotto la Personalità vigila in modo costante e permanente anche il proprio individuale << Carattere >>, anche questa usata come arma di auto-difesa. Ma qui siamo nella sfera Emozionale dominata totalmente dall’Ira; poiché dove non arriva Intelletto e Comprensione giunge fulminea << la furia >>, la reazione emotiva. Ma al di sopra del proprio carattere vigila costantemente la Propria Coscienza Morale, la quale si pone come freno, come principio inibitorio di ogni reazione emotiva in modo tale che non possa giungere agli eccessi. Mentre al disopra l’Ego, vigila costantemente la Coscienza Oggettiva e cioè la Giustizia Divina, pronta ad imprimere, a memorizzare in maniera indelebile, direttamente nella Coscienza dell’uomo, ogni azione spregevole attuata con intenzione cosciente e volontaria a danno del prossimo, ma a proprio ed esclusivo beneficio e mossi questi, da: Odio, Invidia, Gelosia, Lussuria, Avarizia, Gola e Accidia.

l’Ego e il Carattere si pongono a salvaguardia dei propri principi morali, comportamentali, culturali e religiosi, senza tralasciare naturalmente i propri affetti e in special modo i propri Sentimenti. Questa è la Coscienza Secolare, la parte terrena dell’Uomo; << Io esisto, Io sono, Io voglio, Io posso >>, questo è lo stato di pseudo-coscienza, lo Stato di Essere ordinario e permanente di ogni essere Umano.
Lucifero is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it