Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 15-02-2004, 11.47.19   #1
viandanteinattuale
Ospite abituale
 
L'avatar di viandanteinattuale
 
Data registrazione: 15-07-2003
Messaggi: 131
L'odioso scandalo dei preti pedofili...

A causa dei miei peccati, non dovrei giudicare nessuno. Chi conosce il Vangelo, anche superficialmente, rimane stordito da una frase, che sembra aver poco di evangelico.
La traduco così:" Piuttosto di scandalizzare un innocente, è meglio legarsi una macina al collo e buttarsi nel mare".
Si fa fatica a collegare queste parole, alle Beatitudini. A immaginare Gesù sulla collina, alterato e con gli occhi stravolti, urlare una maledizione così terribile ci si impiega del tempo.
Mi viene molto facile perdonare i disperati, perdonare i drogati i disgraziati. però non riesco a perdonare i pedofili! Scoppia dentro di me una ribellione più grande di me. Sarei felice se mettessero in atto la spaventosa maledizione del Vangelo. Posso capire un prete che si innamora, il prete carrierista, forse anche il prete attaccato ai soldi. Non voglio capire i preti pedofili. Spero solo che la malattia, una gravissima malattia, li possa giustificare. Abbiamo da una parte un Papa, che pellegrino per il mondo, testimonia la fede, la carità, il martirio (conciato così può girare il mondo solo un martire), e porta su di sé il peso dei dolori di tutti. E dall'altra, centinaia di preti che sfigurano il volto di Cristo! Se questa è la chiesa che, nonostante tutto, dobbiamo accettare, amare e salvare, giustifico l'acredine di molti laici e non credenti. Vivere il Vangelo non significa predicarlo, ma metabolizzarlo. Solo se ripercorreremo i sentieri stretti sepolti sotto le sabbie del deserto; se saliremo sui tetti a gridare i diritti degli ultimi, se ci spoglieremo delle bardature che ricoprono le nostre impudicizie, ci salveremo e faremo tornare la Chiesa alle sue origini.
viandanteinattuale is offline  
Vecchio 15-02-2004, 12.13.55   #2
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Sono d'accordo, si possono perdonare molte cose, ma la pedofilia è una di quelle cose che mai riuscirei a perdonare.
Mi pare che la chiesa romana abbia risposto bene agli scandali americani dei preti pedofili togliendoli dalle loro cariche.

Non mi danno invece fastidio i pedofili che hanno la pedofilia come malattia ma che non abusano dei bambini.
Vi sono attori, pittori famosi che hanno dichiarato la loro malattia e che comunque chiedono un aiuto, senza mai toccare un bambino.


Per quanto riguarda il Papa... devo fare un'osservazione, Senno non sarei Dunadan !
Martire non è colui che sta su un trono ed è seguito da centinaia di aiutanti, leccapiedi, guardie del corpo. Martire non è colui che vive in luoghi fastosi, ricchi; martire non è colui che pur di stare attaccato a quel trono non abbandonerà mai la sua carica...crede di avere una missione. Grandi viaggi in aeroplano, lunghe vacanze nella villa di campagna.
E' molto più martire del Papa un mio amico prete che è missionario in Eritrea e che dà tutta la sua vita ad aiutare, a fare carità, dà tutta la sua vita a bambini bisognosi, divide ogni giorno il suo pranzo con gente bisognosa. Evviva i preti missionari, loro sono i veri ed unici martiri all'interno della chiesa cattolica.

Comunque, te hai dato la tua osservazione, io ho dato la mia, ora torniamo pure al problema della pedofilia.
Dunadan is offline  
Vecchio 15-02-2004, 14.47.07   #3
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Re: L'odioso scandalo dei preti pedofili...

Citazione:
Messaggio originale inviato da viandanteinattuale
A causa dei miei peccati, non dovrei giudicare nessuno. Chi conosce il Vangelo, anche superficialmente, rimane stordito da una frase, che sembra aver poco di evangelico.
La traduco così:" Piuttosto di scandalizzare un innocente, è meglio legarsi una macina al collo e buttarsi nel mare".
Si fa fatica a collegare queste parole, alle Beatitudini. A immaginare Gesù sulla collina, alterato e con gli occhi stravolti, urlare una maledizione così terribile ci si impiega del tempo.
Mi viene molto facile perdonare i disperati, perdonare i drogati i disgraziati. però non riesco a perdonare i pedofili! Scoppia dentro di me una ribellione più grande di me. Sarei felice se mettessero in atto la spaventosa maledizione del Vangelo. Posso capire un prete che si innamora, il prete carrierista, forse anche il prete attaccato ai soldi. Non voglio capire i preti pedofili. Spero solo che la malattia, una gravissima malattia, li possa giustificare. Abbiamo da una parte un Papa, che pellegrino per il mondo, testimonia la fede, la carità, il martirio (conciato così può girare il mondo solo un martire), e porta su di sé il peso dei dolori di tutti. E dall'altra, centinaia di preti che sfigurano il volto di Cristo! Se questa è la chiesa che, nonostante tutto, dobbiamo accettare, amare e salvare, giustifico l'acredine di molti laici e non credenti. Vivere il Vangelo non significa predicarlo, ma metabolizzarlo. Solo se ripercorreremo i sentieri stretti sepolti sotto le sabbie del deserto; se saliremo sui tetti a gridare i diritti degli ultimi, se ci spoglieremo delle bardature che ricoprono le nostre impudicizie, ci salveremo e faremo tornare la Chiesa alle sue origini.

Quoto integralmente perchè condivido integralmente. Non posso tuttavia nascondere l'amarezza che sorge non appena penso alla castità dei religiosi.

Non desidero qui disquisire sul problema nella sua prospettiva altamente e profondamente spirituale ma solo prendere atto che la stragrande maggioranza dei sacerdoti lo vive nella sua prospettiva umana. Teneramente, debolmente umana.

E dunque questo aspetto (la pedofilia) è solo la parte più odiosa e appariscente e anche quella che fa più notizia. Se però penso a quel magma di pratiche e/o pensieri diffusissimi in ambito clericale di cui tutti sono perfettamente a conoscenza allora mi vien da pensare che qualcosa non funziona in questo divieto.

Ciao
freedom is offline  
Vecchio 22-02-2004, 21.01.33   #4
Mauro
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2004
Messaggi: 8
L'odioso scandalo dei preti pedofili...

Allora, a proposito della questione dei preti pedofili.
INtanto l'affermazione di quel signore( mi pare Samuele) che non conosco essendo nuovo del forum, circa il fatto che questa è la Chiesa che, nonostante tutto, dobbiamo accettare.
Chi l'ha detto che dobbiamo accettarla? Io non riconosco nessuna autorità religiosa, non ho nessun “padrone spirituale” che mi debba dire ciò in cui devo credere o non credere, nessun tipo di dogma, non devo obbedire o portare reverenza a nessun capo o capetto di questa o quella chiesa, né tantomeno rendere conto a chiccesia delle mie opinioni in campo spirituale.
Ritengo gravissima la questione dei preti pedofili. Non mi sento di scaglaire maledizioni a nessuno. Le autorità religiose, specialmente americane, hanno fatto ciò che dovevano fare da tempo, cioè emarginare chi si è macchato di certe colpe, se davvero le ha commesse.
Credo che però non si possa dimenticare la frase "Non giudicare e non sarai giudicato" che non è solo paprietà esclusiva del "cristianesimo", o almeno di quello che si conosce , ma viene da una tradizione antichissima, forse essena. Ciò che è giusto o sbagliato dipende dal livello di coscienza del singolo individuo. Gesù lo sapeva, per questo perdonò l'adultera, mentre la Chiesa si sente in diritto di dare lezione di morale a tutti e prima di criticare questo e quello forse farebbe bene a fare ancora dipiù pulizia in casa sua

Ultima modifica di Mauro : 22-02-2004 alle ore 21.04.21.
Mauro is offline  
Vecchio 22-02-2004, 21.19.39   #5
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
"Non giudicare e non sarai giudicato"

in caso di pedofilia, questa frase non vale nulla.
Dunadan is offline  
Vecchio 23-02-2004, 21.45.57   #6
Mauro
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2004
Messaggi: 8
L'odiosa questione dei preti pedofili

Questione di punti di vista
Mauro is offline  
Vecchio 24-02-2004, 15.30.16   #7
viandanteinattuale
Ospite abituale
 
L'avatar di viandanteinattuale
 
Data registrazione: 15-07-2003
Messaggi: 131
caro mauro...

non solo non hai letto attentamente il mio post, ma non hai mai letto il vangelo!
Gesù si è scagliato violentemente contro chi vìola l'innocenza dei bambini... puoi avere l'accortezza di informarti dell'argomento in questione prima di replicare???

viandanteinattuale is offline  
Vecchio 24-02-2004, 20.49.33   #8
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Mauro, se parlassimo di pedofili che hanno una malattia ma che non toccano nessuno, sarebbe giusto non giudicarli per quello che sono, perchè comunque è una malattia.

Ma arrivare al punto di dire di non giudicare chi è pedofilo e agisce sui bambini è una gran CA***TA.

con rispetto

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 24-02-2004, 21.22.02   #9
Mauro
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2004
Messaggi: 8
L'odioso scandalo dei preti pedofili

Desidero rispondere sia a Samuele che a Dunadan.
Samuele.
Grazie per la tua precisazione.
IL tuo intervento l'avevo letto ma forse mal interpretato, in modo precipitoso.
IO credevo, forse, che tu fossi un difensore della Chiesa. Per questo ho voluto dire la mia in proposito, intendendo dire che non accetto la Chiesa a cui mai porterò venerazione, cosa che riservo solo a Dio. Però il Vangelo l'ho letto, e così le fonti apocrife, dato che sto scrivendo un articolo sulla figura del Cristo-Gesù ma non da un punto di vista cristiano-cattolico ma da un'angolatura direi esoterica. Come ho letto più attentamente le tue ultime frasi nel tuo scritto. Ma credo tuttavia di essere stato frainteso e così rispondo pure a Dunadan. Io non sono un difensore dei pedofili, tutt'altro. Ci mancherebbe. Umanamente mi verrebbe voglia di punirli in modo esemplare, e però non è che stia coi pedofili, non li tollero. Solo che forse su questo punto non so essere capito, solo vorrei dire che penso che non siamo noi a dover dire con sicurezza cosa meritano. CRedo che esista una forma di giustizia più sottile,nei tempi e modi appropriati. Comunque vi dico grazie a tutt'edue per le Vostre precisazioni e sempre pronto a dialogare con tutti purchè le critiche rimangano in ambito civile. Mauro
Mauro is offline  
Vecchio 25-02-2004, 11.13.00   #10
Mauro
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2004
Messaggi: 8
L'odioso scandalo dei preti pedofili...

Una postilla a quanto affermato ieri sera.
Allora, vediamo se aggiungendo questo posso chiarire la mia opinione. Per uno che è cristiano esiste la giustizia divina, sola responsabile di affibbiare a ognuno la propria sorte.
Se uno invece crede nella reincarnazione, esiste una legge naturale in base al cui meccanismo, anche persone che si macchiano di crimini orrendi quali la pedofilia, subiscono prima o poi le conseguenze delle loro azioni, ripeto, nei tempi e nei modi appropriati, che non coincidono con quelli della giustizia umana. In ambedue i casi, tutti siamo figli di Dio, anche chi commette atrocità e non penso che siamo noi a dover dire quale sia il destino più giusto per chi commette azioni che ci possono sembrare ingiuste, quindi preferisco non sputare sentenze con carattere di assolutezza e quindi non emettere giudizi. Samuele, pur ribadendo di accettare la tua precisazione, ti dico che ricordo un passo del Vangeli in cui Gesù disse che chiunque avesse fatto qualcosa ai bambini è come se l'avesse fatto a Lui. Poi ci sono altri passi in cui parla di questioni di bambini. Altra cosa è però il cercare di interpretare il pensiero di Cristo. C'è gia stata tanta gente nei secoli che ha voluto dire di interpretare con sicurezza il suo pensiero. Da certi passi lo si può forse intuire, ma nessuno può dirlo con certezza. Le fonti cristiane ufficiali non sono le sole degne di essere analizzate. Se una cosa sta scritta nei Vangeli, non significa per questo con assoluta certezza che Cristo l'abbia detta. Inoltre, Dunadan, pur ribadendo anche a te di accettare la tua precisazione, ognuno ha il diritto di manifestare un'opinione, ma non credo sia giusto definire con espressioni grevi la qualità dell'opinione altrui.
Ti invio pensieri di Luce e anche a Samuele e a tutti i partecipanti al Forum.
Mauro is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it