Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 26-03-2004, 13.52.56   #51
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile la luce

non sconfigge mai il buio
riesce solo
ad alternarsi ad esso
da sempre e per sempre
vittoria e sconfitta
sono concetti assurdi
che esistono solo
nella piccola mente dell'uomo

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 27-03-2004, 09.41.11   #52
fiore
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 29-09-2003
Messaggi: 21
non sconfiggi le tenebre

Bè è vero, l'esperienza quotidiana ci dice che luce e tenebre si alternano... ma non sarebbe bello cercare di far diradare le tenebre?... penso che resistere al male (qualsiasi defizioni si dia di esso mi sembra di cogliere che il continuum sia che sempre male è, cioè che non ci fa molto felici) possa aiutare a diradare le tenebre e a permettere maggior sprazzi di felicità. Detto questo non dico che sia una cosa facile
ciao
fiore
fiore is offline  
Vecchio 27-03-2004, 10.13.13   #53
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Senza il male non c'é il bene...accettazione

Se eliminiamo il male, eliminiamo anche il bene: sono inscindibili. Ricordiamocelo.
Si può andare oltre entrambi: accettandoli totalmente, come forma ineluttabile della manifestazione della vita...allora, da questo stato di Coscienza (Impersonale) questo dualismo diventa sacra Unità e si ritorna
all'innocenza primordiale, coscienza naturale, che é sempre dentro di noi, quando non ci si identififica con la mente concettuale, egoica.
Questa, per me, é l'unica trascendenza: l'Accettazione consapevole, qui e ora.
Mirror is offline  
Vecchio 27-03-2004, 10.21.09   #54
fiore
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 29-09-2003
Messaggi: 21
Mirror

Per me la trascendenza è un'altra cosa. La trascendenza è qualcosa che rimanda oltre. L'altro da me è già trascendenza. CIoè, tu per me sei trascendenza perchè non sei me e io per te sono trascendenza perchè non sei me.
detto questo ho perso il filo con il discorso del male. Bè sarà pr un'altra volta .
ciao fiore
fiore is offline  
Vecchio 27-04-2004, 09.55.55   #55
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

Ciao a tutti.
Ho letto i vostri post. Interessanti.
Io comunque mi sto convincendo sempre di più che il male, o meglio la nostra concezione del male (e del bene), sia soltanto un fatto "culturale".
Agora is offline  
Vecchio 27-04-2004, 11.30.38   #56
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
... ... ... ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 27-04-2004, 13.31.24   #57
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
forse...

<<<Ed anche scannerà un bambino sull'altare, ed il sangue coprirà l'altare con un profumo come di rose. >>>

Mu pa telai,
Tu wa melai
a, a, a.
Tu fu tulu!
Tu fu tulu
Pa, Sa, Ga.

Ed inoltre ecciterai le ruote per mezzo delle cinque ferite, sì, delle cinque ferite.

Owi Mu telai
Ya Pu melai;
u, u, u.
'Se gu malai;
Pe fu telai,
Fu tu lu.

E l'altare si irradierà davanti al maestro, con l'incenso che non fa fumo.

O chi balae
Wa pa malae:-
Ut! Ut! Ut!
Ge; fu latrai,
Le fu malai
Kut! Hut! Nut!

E ciò che dovrà venire negato sarà negato; ciò che dovrà essere calpestato sarà calpestato; e ciò su cui si dovrà sputare, verrà preso a sputi.

Al OAI
Rel moai
Ti- Ti- Ti!
Wa la pelai
Tu fu latai
Wi, Ni, Bi.

Queste cose verranno bruciate nel fuoco esteriore.

E poi ancora, il maestro parlerà secondo il suo volere con morbide parole, e con musica e altro porterà avanti la Vittima.

Ed anche scannerà un bambino sull'altare, ed il sangue coprirà l'altare con un profumo come di rose.

E perciò il maestro apparirà come dovrebbe apparire - in tutta la Sua gloria.

Egli si allungherà sull'altare, e lo risveglierà alla vita, lo risveglierà alla morte.

(Poiché è in questo modo che nascondiamo ciò che è al di là).

Ed il tempio sarà oscurato, eccetto che per il fuoco e la lampada dell'altare.

Li egli accenderà un gran fuoco divoratore.

Ed inoltre colpirà l'altare con la sua frusta, e sangue ne fluirà fuori.

E ne avrà fatto sbocciare rose.

E alla fine offrirà il Vasto Sacrificio, nel momento in cui Dio lambirà la fiamma sopra l'altare.


forde,forse
ma nemmeno...
IL MALE è uno stato mentale
a cui l'infinito sfugge

<<<wahankh>>> *Unica DStella
dawoR(k) is offline  
Vecchio 28-04-2004, 07.59.00   #58
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

In una società semplice come quella dei miti coltivatori delle isole Trobriand (Pacifico?), una persona aggressiva (non distruttiva) verrebbe vista come un disadattato sociale, un caso patologico.
Poco più in là, tra i più aggressivi Amplettiani, quella stessa persona sarebbe ben accettata e un giorno potrebbe diventare un capo guerriero, con tutti gli onori e i privilegi che questo comporta; sarebbe un bene per la comunità.
Che diversità, a pochi chilometri di distanza, due gruppi sociali etnicamente simili!

Qual è la distanza che separa il bene dal male, se proprio si vogliono separare?
Agora is offline  
Vecchio 28-04-2004, 16.43.48   #59
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La distanza fra il bene ed il male è solo un fatto soggettivo ed in quanto soggettivo illusorio.
Vi è una oggettività evidente, come il giorno e la notte, ma l'uno non può vivere senza l'altra. A quale scopo dissipare le nostre energie per tentare di distruggere una delle due polarità ignorando che nella distruzione morirebbero entrambe?!

Al catechismo di queste cose non se ne parlava. A me hanno sempre detto che dovevo fare la buona e non la cattiva se volevo andare in paradiso.

Questo non vuol dire che dobbiamo restare indifferenti all'uno o all'altro ma che dobbiamo accettare entrambi come parti della stessa moneta, e della moneta che cosa se ne fa? la si usa.
L'energia del male e del bene provengono dalla stessa fonte, è semplicemente l'uso che noi ne facciamo a fare la differenza.

Quello che noi intendiamo per male, ovvero la sofferenza e la distruzione provocata da un individuo verso l'altro, credo sia provocato principalmente da un malessere interiore, o da una non conoscenza della realtà e di se stessi.

La stessa lama con la quale tagli il pane è capace di ferirti, dipendete dalla tua abilità, dalla tua attenzione, dalla tua volontà il risultato finale.


Mary
Mary is offline  
Vecchio 28-04-2004, 20.13.45   #60
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile ops,tu Mary

sei di gran lunga
LA LAMA più tagliente...
applico il cerotto
e mi chiedo :
ma come hai fatto
a formarti ?
non mi sono perso
un solo tuo messaggio
da quando sono qui
e mai una falla,un'indecisione
un'incongruenza,una fesseria
da poterti ribadire,niente
solo spontanea bellezza
calme ed equilibrate
parole che ammantano di serenità
- sarai un Angelo ?
tagli senza ferire
lo sai -
ho pensato anche
di postare nel mio forum
i tuoi messaggi
per averli lì
perchè non possano svanire
- io sento come te
ma purtroppo
sono molto meno intelligente
(è a questo che mi "servi")

T'in***** adesso ?

wahankh .
dawoR(k) is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it