Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 21-11-2005, 15.31.54   #41
Digitus
Ospite
 
L'avatar di Digitus
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 5
IPOTESI VERITIERA?

In televisione (Rai 3) in un programma sullo sterminio di massa nei campi nazisti, si è affermato che i famosi sei milioni di morti ebrei non erano altro che 200.000 (duecentomila) e che la cifra è stata ingicantita dagli Ebrei stessi che già miravano alla costituzione di uno stato Israeliano e dagli alleati americani che volevano infangare a dismisura i teutonici tedeschi.

Queste affermazioni venivano sostenute con la conta dei residenti ebraici nelle nazioni invase dal nazismo ed iscritte alle varie anagrafi, in aggiunta a quelli che si erano salvati dai campi stessi, addizionati a quelli fuggiti in altre parti del mondo. Pertanto, sembra che la cifra di sei milioni non si sarebbe potuta raggiungere nemmeno contando, nel numero di Ebrei, tutti gli altri, che ebrei non erano.

Ma chi è che dice la verità?

In ogni modo, qualunque essa sia, tra la seconda guerra mondiale(50.000.000 milioni di morti) e quella di Corea (10.000.000 milioni di morti), non è che il genere umano ci abbia fatto una bella figura...morto in più - morto in meno.

Inoltre, sembra che non sia stato Nerone ad appiccare il fuoco a Roma, ma i Cristiani stessi. Sembra che la storia si ripete.


Ultima modifica di Digitus : 21-11-2005 alle ore 15.36.25.
Digitus is offline  
Vecchio 14-12-2005, 01.01.08   #42
Twither
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 8
Exclamation Insomma

Insomma, alla fine non ho capito perchè è avvenuto lo sterminio di un popolo inerme.
Nessuno sa dare una risposta decente dopo tanti anni?

I tedeschi non hanno pagato nel modo dovuto perchè già si pensava alla guerra fredda.

Quindi c'è qualcosa di più importante a cui pensare piuttosto che la vita di milioni di persone...

Cerchiamo di ragionare insieme.

Come mai proprio in Italia e in Germania si è "sviluppato" l'autoritarismo?

Spremetevi il cervello...
La verità è tale perchè è chiara, lampante...
Twither is offline  
Vecchio 17-12-2005, 15.11.49   #43
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Citazione:
Messaggio originale inviato da irene
Hitler fu legittimamente eletto dal popolo tedesco, che dunque vide in lui l'interprete più accreditato alla ri-costruzione di una grande Germania .
Dopodichè, cosa successe?
Un intero popolo impazzì, nella sua tacita complicità con il delirio nazista?
Io penso che sia necessario inquadrare il rigido sistema gerarchico attraverso cui le decisioni di Hitler trovavano esecuzione. Il processo di Norimberga evidenziò che gli imputati, a loro difesa, adducevano il fatto di essersi limitati a rispettare gli ordini del Fuhrer.(En passant...la situazione giuridica interna, all'epoca, si riassumeva nella frase "tutto il diritto deriva dal Fuhrer")
Hannah Arendt, cronista d'eccezione al processo contro il criminale nazista Eichmann, a Gerusalemme, finì progressivamente per persuadersi che gli orrori nazisti erano stati resi possibili dalla passività degli esecutori materiali delle decisioni di Hitler, e che dunque quella barbarie era stata causata non da una premeditata, e collettiva, volontà di compiere qualcosa di mostruoso, ma dall'assenza di un pensiero critico che si frapponesse tra gli ordini del Fuhrer e la loro attuazione concreta.
Ad Hannah Arendt Eichmann apparve un uomo del tutto mediocre, ligio ai propri doveri di burocrate, e questo la indusse (ripensando e rivedendo le sue precendenti prese di posizione sul nazismo) a ipotizzare la "banalità del male", come recita il suo famoso saggio.
Insomma, secondo Arendt il male non è deliberata volontà di opporsi al bene, ma assenza di pensiero che, in quanto tale, apre la strada a qualsiasi abominio.
E io tendo a pensare che questa analisi sia corretta.
Come altrimenti poter definire tanti recenti episodi di cronaca aventi per oggetto omicidi o addirittura stragi se non la conseguenza di una radicale incapacità di riflessione critica a correttivo e bilanciamento di quelli che possono essere i più ingestibili impulsi di morte?

Banalita' del male?
Personalmente tendo a credere che l'opinione pubblica tedesca [e parzialmente quella italiana] sia riuscita a disumanizzare gli ebrei rendendoli vittime legittime. Non-umani che si calpestano liberamente, ma anche estremamente pericolosi , e la loro distruzione necessaria all'umanita'.
Non banalita' del male , perche' il concetto del bene e del male continuo' ad esistere per i peggiori assassini, e cosi' pure i valori morali.
hava is offline  
Vecchio 25-01-2006, 15.02.18   #44
rico
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2
Exclamation per euclide

nessuno nega o dimentica lo sterminio perpetrato dai nazisti!
Ma ricordati anche di menzionare i gulag russi
rico is offline  
Vecchio 26-01-2006, 06.28.35   #45
Arco
Ospite
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 29
Ieri sera ho rivisto , riconciliandomi due ore con la tv, "Il Pianista"di Polanki, con l'immenso piacere di ritrovarmi vicino fino alla fine tutti e tre i miei ragazzi.
Oggi ne parlerò a scuola.
Molti Stati hanno istituito un “giorno della memoria”. L’Italia lo ha fissato al 27 gennaio: la data in cui nel 1945 fu liberato il campo di sterminio di Auschwitz.
Non voglio far retorica, ma - come tutti- onorare il sacrificio di tutti martiri di tutte le persecuzioni. Perchè sono...d'accordo con Foscolo, la memoria vivifica il passato e serve a guardare con rispetto al futuro.

Non vive ei forse anche sotterra, quando
gli sarà muta l'armonia del giorno,
se può destarla con soavi cure
nella mente de' suoi? Celeste è questa
corrispondenza d'amorosi sensi,
celeste dote è negli umani; e spesso
per lei si vive con l'amico estinto
e l'estinto con noi,

Ultima modifica di Arco : 26-01-2006 alle ore 06.30.53.
Arco is offline  
Vecchio 27-01-2006, 21.13.29   #46
Twither
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 8
Perpiacere, chi sa darmi qualche link dove si approfondisce questo tragico evento??
Twither is offline  
Vecchio 28-01-2006, 11.57.23   #47
Twither
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 8
Approfondimenti

Per chi vuole approfondire ho trovato:

http://www.filosofico.net/auschwitz/ausch.htm


http://www2.autistici.org/apm/aboliz...man/bauman.pdf
Twither is offline  
Vecchio 28-01-2006, 12.42.17   #48
liquidoamniotico
Ospite
 
Data registrazione: 26-01-2006
Messaggi: 0
1492

1492...scoperta delle Americhe....
2006..e.. annullante....sterminate.... svalorizzate....annientate.... calpestate....bruciate....tutt e le civiltà nord e sud americane....cosa hanno pagato gli Stati Uniti d'America?
La violenza, il predominio dei territori...dei pensieri...dei media....delle culture ....di tutti gli spazi di sopravvivenza ....inizia dai banchi di scuola....o ancor prima dalle culle dei bambini appena nati.....dove chi piange e grida di più è più coccolato e curato....riceve.....la violenza è ricevere....il silenzio è donare.....
liquidoamniotico is offline  
Vecchio 02-02-2006, 16.13.22   #49
Catone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 10-01-2006
Messaggi: 193
Ragazzi, la conta dei morti è sempre stata un esercizio aritmetico difficile. C'è chi ingigantisce e chi minimizza. La realtà probabilmente è nel mezzo.
Da tempo, ormai, la storiografia sull'olocausto sta facendo i conti con le esagerazioni. Il numero di 6.000.000 è ormai del tutto rigettato come irrealistico. Ma anche 200.000 non è accettabile: basta pensare che gli stessi negazionisti pongono a 700.000 il numero dei morti e se lo dicono loro...
Ormai è acclarato che nei campi ad ovest non venissero soppressi gli ebrei con il gas e che questa pratica era usata solamente a Treblinka ed Auschwitz e solo a partire dal 1942 con il brusco ordine di interruzione nel 1944.
Eppure se si va a Dachau ti viene mostrata una camera a gas. E la televisione parla di 6.000.000. Cosa significa questo, complotto? No, solo che i mass media fanno schifo in tutto, sono molto imprecisi e soprattutto i nostri cari giornalisti molto ignoranti e poco aggiornati.
Ciao a tutti
PS: secondo me i tedeshi hanno pagato eccome! Con i bombardamenti terroristici, con i risarcimenti che ancora pagano, con le privazioni del dopoguerra; andate a Berlino, lì scoprirete come i tedeschi hanno pagato la loro infamia...

Ultima modifica di Catone : 02-02-2006 alle ore 16.18.13.
Catone is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it