Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 19-09-2002, 20.01.32   #61
serun
Ospite
 
Data registrazione: 28-07-2002
Messaggi: 5
Ciao,
vorrei aggiungere a questa lista un libro di qualche anno fà che ho appena finito di leggere:

Memoriale del Convento di J. Saramago.

Si tratta di un romanzo storico ambientato nel Portogallo del '700 in cui l'autore sovrappone ai fatti veri, storicamente documentati, una serie di strardinari personaggi e situazioni di fantasia. Ma quello che ho trovato veramente irraggiungibile è il linguaggio del narratore: un parlato continuo che ti impedisce di staccare gli occhi dalla pagina.
Mi piacerebbe, se lo avete letto, conoscere la vostra opinione per capire se si tratta solo di miei impressioni o se qualcuno condivide il senso di "magia letteraria" che secondo me questo libro possiede.
serun is offline  
Vecchio 19-09-2002, 21.20.57   #62
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Bene Serun... proprio bene

Citazione:
Messaggio originale inviato da serun
Ciao,
vorrei aggiungere a questa lista un libro di qualche anno fà che ho appena finito di leggere:

Memoriale del Convento di J. Saramago.

Si tratta di un romanzo storico ambientato nel Portogallo del '700 in cui l'autore sovrappone ai fatti veri, storicamente documentati, una serie di strardinari personaggi e situazioni di fantasia. Ma quello che ho trovato veramente irraggiungibile è il linguaggio del narratore: un parlato continuo che ti impedisce di staccare gli occhi dalla pagina.
Mi piacerebbe, se lo avete letto, conoscere la vostra opinione per capire se si tratta solo di miei impressioni o se qualcuno condivide il senso di "magia letteraria" che secondo me questo libro possiede.


Non ho letto il libro da te consigliato. Lo posseggo, am non l'ho ancora letto... Saramago, mi piace molto...

Ti allego un mio commento ad un altro grandissimo romanzo di Saramago... spero che tu lo conosca... mi faresti un piacere se mi facessi sapere il tuo parere... Cecità.

Ti prego, la prossima volta, dilungati... sii prolisso come me


Ciao
Files allegati
Tipo file: txt cecità_saramago.txt (8.6 KB, 31 visite)
visechi is offline  
Vecchio 22-09-2002, 19.07.24   #63
serun
Ospite
 
Data registrazione: 28-07-2002
Messaggi: 5
Ciao visechi,
non ho letto Cecità di Saramago, ma ora che ho letto la tua recensione corro a cercarlo !
Intanto ti faccio i complimenti
Mi piacerebbe poter pubblicare il tuo testo sul mio sito, se me ne dai il permesso.
Quanto a "Memoriale del convento" sto scrivendo due pagine anche io per raccontarlo e fra un paio di giorni conto di postarle qui. E' veramente una bella cosa raccontarsi le esperienze di lettura fra amici ed appassionati, non trovi ?
Ciao e grazie ancora.
serun is offline  
Vecchio 22-09-2002, 20.09.37   #64
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Per Serun

Prendi pure quel che ti pare... non preoccuparti... quel testo è pubblicato anche in un altro sito Internet... per cui

Leggerò con piacere il tuo commento al 'Memoriale del convento'... è un libro che ho da oltre un anno... consigliatomi da una cara amica... dopo che leggerò il tuo commento, son certo che colmerò la lacuna... poi confronteremo!!!

Di Saramago: Il Vangelo secondo Gesù Cristo, la Caverna, Tutti i nomi... però non ho commenti...

OK!

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 05-10-2002, 21.07.21   #65
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
favole

Pinocchio,
Ricordate? Quel racconto che ha come protagonista un burattino di legno destinato a trovare la sua vera natura di cuore buono e generoso attraverso mille vicissitudini. Pinocchio un burattino libero, scanzonato, birichino, che non sa resistere ad alcuna tentazione, allettato dal vivere alla giornata, in letizia e senza fatica. Pronto alle lusinghe, ma è altrettanto pronto a sfuggire il male, e il suo viaggio alla conquista della ragionevolezza è contrappuntato dai continui pentimenti, da un sincero slancio d'affetto per la Fata Turchina, suo Mentore, e dal suo cuore generoso che lo porta a salvare anche il cane Alidoro incapace di nuotare. Personaggi descritti con grande sapienza, seppur istruttivi, quali Geppetto, il Grillo Parlante, il Gatto, la Volpe, Mangiafuoco, Lucignolo, rappresentano l'incontro-scontro con la vita e sono in pari tempo il lievito per la maturazione di Pinocchio, la cui trasformazione in bimbo vero, intesa come premio al suo travaglio.


Provate a rileggerlo e magari con i vostri figli, a volte si ha poco tempo da passare con loro, quale occasione migliore se non quella di leggere loro una fiaba.....
Armonia is offline  
Vecchio 06-10-2002, 16.04.56   #66
serun
Ospite
 
Data registrazione: 28-07-2002
Messaggi: 5
Memoriale del Convento

Come promesso ho preparato un breve commento al romanzo di Saramago, che allego.
Scusate il ritardo
Files allegati
Tipo file: txt memoriale.txt (4.9 KB, 35 visite)
serun is offline  
Vecchio 06-10-2002, 16.22.51   #67
serun
Ospite
 
Data registrazione: 28-07-2002
Messaggi: 5
Per visechi

Dimenticavo, ho pubblicato la tua recensione nel mio sito (www.sunelweb.com) nella rubrica "letteratura / abbiamo letto...",
ti ringrazio per l'autorizzazione.

serun is offline  
Vecchio 06-10-2002, 20.33.03   #68
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Per serun

Citazione:
Come promesso ho preparato un breve commento al romanzo di Saramago, che allego.

Ho letto la tua "recensione", mi ha incuriosito, e credo che appena possibile comprerò il libro.

grazie
Armonia is offline  
Vecchio 06-10-2002, 21.49.41   #69
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Re: Per visechi

Citazione:
Messaggio originale inviato da serun
Dimenticavo, ho pubblicato la tua recensione nel mio sito (www.sunelweb.com) nella rubrica "letteratura / abbiamo letto...",
ti ringrazio per l'autorizzazione.



Figurati! Sarà un piacere leggere il libro da te consigliato... ah, complimenti per il commento...

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 04-11-2002, 14.41.39   #70
starless
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 21
Un saluto a tutti, è il mio primo post su questo forum. []

Propongo tre libri molto diversi tra loro.

Memorie di Adriano, di Marguerite Yourcenar

L'idea di dover spendere delle parole su questo romanzo mi imbarazza. Eviterò la tentazione di profondermi in lodi sperticate quanto inutili.

Fu questa affermazione di Flaubert a spingere la Yourcenar a interrogare la storia e se stessa, a lanciarsi in un inseguimento durato decenni.

"Quando gli dei non c'erano più, e Cristo non ancora, tra Cicerone e Marco Aurelio, c'è stato un momento unico in cui è esistito l'uomo, solo."

E' un buon punto di partenza.



Pasto Nudo, di William Burroughs

Non è un romanzo. Non è un saggio. Non è una raccolta di versi.
Definirlo semplicemente "testo" è insoddisfacente.
Osceno, delirante, ossessivo, visionario Pasto Nudo è un labirinto. Come l'Apocalisse di S.Giovanni, è un libro di rivelazioni.
Non so quanto sia accurata la trattazione di un tema insidioso come quello della tossicodipendenza. Quello che so è che mai in vita mia ho trovato l'Orrore imprigionato nella carta e nell'inchiostro come qui.
Non stupisce che quello squinternato di Cronemberg gli abbia tributato una pellicola, e non stupisce che sia tenuto prudentemente alla larga dai veri demoni che infestano la pagina di Burroughs.


Qohèlet -Colui che prende la parola- Versione e commenti di Guido Ceronetti

Ho sempre avuto un debole per l'Ecclesiaste, il profeta della disfatta. In questo bel volume edito da Adelphi oltre a diverse versioni, giovanili e dell'età matura, Ceronetti affronta l'arcigno Qohèlet con lo sguardo del biblista, del poeta, dell'uomo moderno. A chi apprezza la poesia delle verità senza tempo, non servono altre parole.
starless is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it