Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 12-09-2005, 17.44.11   #21
lelia
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 2
Smile Ciao

Ciao Mr. Bean sono Lelia!
Ho letto il tuo messaggio e la tua domanda su una eventuale correlazione tra sofferenza e arte!
In effetti esiste una correlazione. Il dolore è un'emozione particolare che ti fa crescere e fa maturare in te qualcosa di particolare che alcune persone sfogano con l'arte!

Hai mai letto il "De Profundis" di Oscar Wilde?
lelia is offline  
Vecchio 12-09-2005, 17.47.29   #22
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Forse l'arte migliore nasce dal disordine...
Però anche l'amore può far parte del disordine...
Anzi forse l'amore fà parte del disordine...
Nemo is offline  
Vecchio 12-09-2005, 17.52.24   #23
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
L'arte nasce come sfogo alla sofferenza. Quando non si segue il proprio spirito si soffre, e allora bisogna esternare questo dolore in qualche modo, meglio se artistico. Poi raggiunta una certa consapevolezza l'arte può essere semplicemente celebrazione del proprio spirito o della propria anima. Certo ci sono grandi spiriti e piccoli spiriti, persone più o meno sensibili, però in linea di massima credo che la strada sia quella..
sisrahtac is offline  
Vecchio 12-09-2005, 22.32.36   #24
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Allora l'arte non può nascere dall'amore e dalla felicità?Perchè?
Nemo is offline  
Vecchio 13-09-2005, 01.03.57   #25
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
ma no... sono luoghi comuni.. come quando si afferma che gli artisti sono pazzi (ma i pazzi sono artisti?)..

Se si va a cercare nella biografia di ognuno ci saranno momenti di grande sofferenza o di gioia, spesso di normalità.

Se per diventare artisti fosse necessario soffrire, allora chi ha avuto disgrazie dovrebbe necessariamente iniziare ad avere l'ispirazione.

Un artista (grande o piccolo) chi è? Non è forse chi cerca di esprimere attraverso una forma le proprie emozioni o il proprio sentimento di bellezza, o dei concetti?

E perchè mai dovrebbero essere sempre dettati da uno stato di prostrazione?

Come se L'Arte fosse solamente dettata da uno stato d'animo "scuro".

C'è una sofferenza che blocca e una che può sublimarsi nell'espressione, come c'è uno stato d'animo gioioso che ricollega alla voglia di esprimersi e di lavorare.
cannella is offline  
Vecchio 13-09-2005, 12.32.44   #26
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
[Ciao sono Lelia!
amore e disordine? non saprei!
Non vi ho mai rifletutto a dire la verità!
Però sembra interessante!
Che correlazione vi vedi?

in effetti l'arte nasce da un sacco di emozioni e può nascere anche dal disordine...ma materiale o mentale?
Come Van Gogh?]

Forse sia da quello mentale che da quello materiale...o di tutti e due o di uno solo di essi...Se il disordine mentale si riflette sulla realtà e se il disordine materiale si riflette sulla mente...Ho sentito dire che quando uno è innamorato nel cervello si ha la stessa reazione chimica che hanno i pazzi...
Amore è pazzia?Pazzia è disordine?Però l'amore è ordine o disordine?
Troppo complicato...
Non sò se l'amore può essere paragonato al disordine,sò che io mi sono innamorato di una ragazza che non posso avere e quando la vedo mi sento bene e male allo stesso tempo...Se è ordine o disordine non lo sò e non ho abbastanza elementi per giudicare...
Però forse l'arte può nascere più che dalla sofferenza da un forte sentimento confuso che vuole essere espresso?Ovviamente sparo a casaccio perchè l'unica arte che possiedo è quella di suonare la chitarra(sempre che si possa definire arte)...
Nemo is offline  
Vecchio 14-09-2005, 18.21.37   #27
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
e la cosidetta pazzia,dove lo voresti mettere?Ligabue era un uomo molto tormentato...i suoi quadri naif hanno una esplosione dentro.Sono carico di quei suoi tormenti.
Se ricordo bene anche Litzt,ebbe una vita travagliata.
Per ritornare tra i pittori,il mio connazionale Van Gogh,soffriva di crisi depressive....eppure fece quadri pieno di sole.I campi di grano,i girasoli,sono in prevalenza di colori giallo.
Per non parlare del detto che "Il miglior' artista è quello morto"!
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 14-09-2005, 19.57.16   #28
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Se hai l'ombra dentro, splendi fuori. Persone magari angosciate in maniera esponenziale possono scriverti l'opera o dipingerti il quadro più solare mai visto.
sisrahtac is offline  
Vecchio 14-09-2005, 20.46.24   #29
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Forse perchè chi ha dentro il buio riesce a vedere meglio la luce e i quadri diventano le illusioni e le speranze che vorrebbe si avverassero?
Nemo is offline  
Vecchio 14-09-2005, 22.10.31   #30
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Io la buttavo più su una questione di equilibrio cosmico (eheh..che paroloni..) tra l'interiorità e l'esteriorità ,l'introspettività e l'estroversione, eccetera eccetera.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it