Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 02-06-2007, 19.23.29   #11
Mati
Ospite
 
Data registrazione: 22-01-2006
Messaggi: 35
Riferimento: Destra o Sinistra??

Mi sembra evidente che in Italia ormai sia impossibile distinguere la destra dalla sinistra, è per questo che sei indeciso. I politici di oggi sono tutti uguali. Con i soldi che guadagnano che gli importa di seguire il destino del Paese? Detto sinceramente neanche a me fregherebbe molto.

Il mio consiglio:
brucia la tessera elettorale che ti hanno mandato a casa, e segui la via infallibile: l'anarchia.
Mati is offline  
Vecchio 03-06-2007, 11.51.11   #12
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Ti do un consiglio, lascia perdere le ideologie quando devi votare, anche perchè se ancora un'ideologia esiste ormai sta diventando globalizzata.

Per farsi un'idea occorre seguire molto le vicende politiche, le dichiarazioni, imparare a spogliarle dalla loro onnipresente velo di demagogia.
Le distinzioni tra destra e sinistra ormai sono labili, per la società di massa sono deleteree le divisioni accentuate.

Non farti mettere un'etichetta, destra o sinistra, cerca, con le tue conoscenze di ragionare in modo pragmatico e di guardare anche al lungo termine.
Le nostre necessità sono concrete, quotidiane, nessuna ideologia può risolverle.

quoteo!


Cmq... io più o meno sono nella stessa situazione, un po' indeciso Nel senso, credo di rispecchiarmi molto nella Rosa Nel Pugno, però non mi rispecchio per nulla negli altri partiti di sinistra. E la RnP conta nulla, perfino la sua coalizione più volte cerca di farla star zitta, darle poco spazio.
Credo vada difesa e valorizzata la proprietà privata. Per esperienze personali sono portato più all'individualismo che al socialismo, ed ho votato a favore della devolution voluta dalla lega. I leghisti mi piacciono, nel senso che hanno le palle, sanno cosa vogliono... però non mi piace la vena raziale che c'è in loro.
Inoltre, vorrei uno stato laico. Ma tutta la destra e gran parte della sinistra sta dalla parte del vaticano, solo per accapparrarsi i voti.

Boh, forse un partito che unisce tutte queste cose non c'è..
lordalbert is offline  
Vecchio 05-06-2007, 13.39.21   #13
c&Nt0s
Ospite
 
L'avatar di c&Nt0s
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 29
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Rasputin
non credo che Nietzsche (non nietzche, scusa è per la precisione) sia stato interpretato male da Hitler, semplicemente il nazismo non si basa sul pensiero nietzschano (o comunque si basa in parte su questo pensiero, ma non vedo cosa ci sia di male negli effetti, sicuramente l'olocausto non è stato ispirato da Nietzsche, e neanche la guerra visto che c'è da ben prima che nascesse il filosofo). che fosse impazzito, bè io credo di si, ma i testi scritti precedentemente sono di una lucidità impressionante...


non saprei cosa risponderti...

veramente Nietzsche diceva "Dio è morto" e comunque mi spiace per te se non riesci a cogliere il senso di una metafora...inoltre la spiritualità per me prescinde dall'oggettiva esistenza di Dio e dal considerarsi atei, cattolici, o taoisti...può essere più spirituale un ateo di un cattolico.

grazie di queste illuminanti parole sulla storia...comunque è ovvio che siano stati fatti degli errori, ma torno a dire che non è che la distruzione sia una caratteristica intrinseca del fascismo, il problema è che abbiamo avuto solo un ventennio dominato da quest'idea e la gente si rifà solo a questo...ricordiamo comunque che ci sono stati anni definiti "del consenso" e se c'era questo consenso un motivo ci sarà stato.


io non sono cattolico, quindi non mi interessa ciò che si dice nella bibbia... il monoteismo è totalmente antitradizionale.
inoltre: per fortuna viviamo in un mondo con delle regole, e poi non capisco il nesso che porta dalla spiritualità all'essere praticamente degli animali, cosa che tu a quanto pare caldeggi...e se ti piace paragonarti a una banana fai pure.
ha ma allora sai tutto di me! si si io la penso proprio come fini...ma per favoreeeeeeee Alemanno mi piace, la sua corrente è quella della destra sociale, se lui fosse leader di AN la situazione sarebbe più decente...fini ha trasformato AN in un partito conservatore (più o meno...)
sui gloriosi partigiani che hanno liberato l'italia : ma ci credi veramente? altro che fandonie...ma queste sono proprio fandonie! guardiamo in faccia alla realtà, a Yalta c'è stata una spartizione del dominio dei paesi vinti tra i paesi vincitori, e l'italia dal 1945 è una colonia americana. altroché liberazione il 25 aprile, festa dell'occupazione!!! ricordiamo comunque che se non ci fossero stati gli americani i partigiani (che ancora oggi vogliono farci credere che abbiano sconfitto la RSI) avrebbero fatto ben poco...
per non parlare della storia dei fascisti cattivi e dei partigiani buoni che ancora oggi dilaga.....fortunatamente la gente sta cominciando (all'alba del 2007) a rendersi conto che è una immane cazzata. i soldati della RSI sono stati cancellati dalla storia, mentre i partigiani sono stati glorificati e trattati come eroi...i soldati della RSI sono stati considerati italiani di serie B, ed è così ancora oggi. VERGOGNA


mi sembra un discorso superficialissimo...perché uno può essere bravo o meno ma come si fa a valutarlo? le leggi come si decidono, tirando i dadi?
complimenti per l'atteggiamento da saputello comunque.
ciao



Difficile astenermi dallo scrivere qualcosa a proposito di quanto detto dall'illuminante Rasputin.
Per arrivare a sparare certe cose bisogna proprio essere convinti di ciò che si dice..e beato lui che vive meglio con sè stesso e con il mondo ottuso che ci circonda.
Bello il discorso sulle RSI..anche perchè avendolo preso in oggetto SOLO tu non è bello mettere in bocca parole a katerpillar..
Chi dice che i partigiani erano SOLAMENTE "buoni"(concetto banale e superficiale..buoni e cattivi..)? probabilmente katerpillar è incorso in un piccolo errore di fazione..
ma non concettuale..
Insomma sono d'accordo quando si dice che gli americani hanno OCCUPATO il territorio Italiano..ma sono d'accordo nell'affermare che I TEDESCHI prima di loro l'avevano fatto..sbaglio?..o sbaglia la storia??
E sottovalutare la situazione partigiana mi sembra da stupidi più che da pensatori di destra..
Per non parlare poi del vittimismop che anche tu hai posto nel descrivere le RSI..ahaha..
predichi bene ma razzoli male..
Per poi parlare dei tuoi citatissimi anni del consenso..
beh..il morivo c'era..oltre all'ottusità storica dell'italia del tempo..la motivazione si chiamava manganello..(forse non nei primi anni..ma nel seguito SI..e ciò è INDISCUTIBILE).
Se eviti di parlare di Nietzsche mi faresti un piacere personale..perchè dei due chi non capisce la "metafora" forse sei proprio tu caro rasputin..
Se capisci solo ciò che vuoi capire e non ciò che il filosofo ha scritto beh..non è certo un problema mio..ti sbagli..e anche questo è indiscutibile..(per quanto riguarda la frase di Nietzsche..per quanto riguarda il resto è una mia opinione personale..anche se chiaramente supportata dalla situazione storica)..
Torno a ripetere che non sbagli nell'affermare che gli USA hanno contribuito ad occupare l'Italia..ma non negare ti prego l'occupazione tedesca..e non negare che la Germania manovrava l'Italia..Hitler manovrava Mussolini..e ciò è innegabile..
Le idee sulla sinistra che hai esposto dopotutto sono poco precise in quanto attribuisci alla sinistra un valore pragmatico..
ma scusa..Marx..non ti risuona in testa codesto nome?non ti fischiano le orecchie?MARX--
il capitale..la pragmaticità..il CONSERVARE è TIPICO della DESTRA!e non della sinistra..
Parlando di filosofia ti sei impantanato..perchè ti tradisci nel non esplicitare in maniera esatta..dicendo in maniera completamente inesatta..ciò che vuoi esprimere.
c&Nt0s is offline  
Vecchio 05-06-2007, 18.34.07   #14
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Destra o Sinistra??

Destra, Sinistra, Centro, magari se ci aggiungete anche alto e basso...
"Comico" è la prima parola che mi viene in mente...

Cosa significa sinistra, cosa significa destra?
Non vi rendete conto che non hanno più significato!?
Siamo ancora fermi ad un secolo fa!

Il CONSERVARE è TIPICO della DESTRA!
Il RIFORMATORE è TIPICO della SINISTRA!
CEEEERTO!

Ma si da il caso che il riformatore non può riformare all'infinito, così come il conservatore avrà giocoforza bisogno di riforme.
Il mondo cambia.
La rivoluzione finisce e compare il dittatore, il governo cade e compare l'oligarchia, l'imperialismo coloniale si tramuta in protettorato e governi fantoccio....
I lupi si aggregano per attaccare le pecore, ma quando le pecore sono in maggioranza diventano loro stesse lupi affamati....
Ed alla fine dovete eleggere il "meno ladro" oppure il "meno assassino".

Rido in faccia a chi crede che i partigiani abbiano liberato l'Italia, come rido in faccia a chi li considera tutti delle brave persone.
Sono buono e dico che il 30% di loro erano solamente briganti che tiranneggiavano la povera gente e uccideva chi non gli dava ciò che chiedevano.
I Fascisti di fede?
Un gruppo di creduloni senza volontà nè coscienza, pronti a tutto per una pacca sulla testa...
I Fascisti di comodo?
Uomini ignobili capaci solo di guadagnare sulla sofferenza altrui (e pensare che alcuni sono riusciti candidamente a riciclarsi come partigiani).
I Nazisti (di fede e di comodo che sia)?
Pazzi, creduloni e ignobili tali e quali.
L'armata rossa?
Una marea di animali, bestie bavose senza vergogna nè cuore.
I Nazisti stessi (e questo è il colmo) hanno salvato interi villaggi di civili inermi creando vie di fuga dall'avanzata dell'armata rossa!
Perchè dove passava l'armata rossa, bhe, inutile dire che cosa succedeva.
Gli Americani?
Affaristi spregiudicati dalla faccia di bronzo che fino a pochi mesi prima facevano i soldi (e tanti soldi) con stretti rapporti commerciali ed economici con le aziende del terzo reich.

Come sempre i soldati senza nè colpa nè pena e la gente inerme sotto il ricatto della dittatura sono stati costretti a fare il loro dovere, che spesso consisteva proprio nell'andare al macello o nell' andare a macellare.
Cosa scegliereste voi?
Macellatore o Macellato?

Ed ora, col senno di poi, volete trovare "i buoni ed i cattivi" di un tale guazzabuglio?
Volete affermare la supremazia di un ideale schiavista contro un ideale oppressivo e schiavista?

Volete cercare la giusta via tra 2 vie sbagliate, quando le vie praticabili non sono solo 2!

Ma non è una brutta idea continuare a distrarvi. Distraetevi così, è giusto.
Tanto, sotto sotto, lo sapete meglio di me che la politica Italiana sia di DESTRA che di SINISTRA porta agli stessi risultati!
L'indirizzamento della politica internazionale (progettato da gente che non potete votare e che probabilmente non tutti conosciamo) ha portato ad un disegno superiore che tutti gli stati devono giocoforza seguire.
Che lo vogliano oppure no.
Perchè non seguire gli schemi prestabiliti significa andare contro un sistema che già sta prillando e che già smuove tutti gli equilibri internazionali da molti molti anni.

Destra o Sinistra....
Non sarebbe meglio scegliere "Assassini" o "Non assassini"?
Non sarebbe meglio scegliere "Onesti" o "Disonesti"?
Non sarebbe meglio scegliere "Coscienziosi" o "Incoscienti"?
Non sarebbe meglio scegliere "Responsabili" o "Irresponsabili"?
Non sarebbe meglio scegliere "Umili" o "Boriosi"?


Il resto, per me, è inutile propaganda spesso caotica ed utopica.
Ve la lascio volentieri.
Elusin is offline  
Vecchio 06-06-2007, 01.56.32   #15
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Rasputin
io sono di destra e ti posso dire che non mi interessa particolarmente la situazione in parlamento perché tutti i maggiori partiti non riflettono i miei ideali...mi sento abbastanza vicino alla destra sociale di AN, la corrente di Alemanno, ma se si fa il partito unico con forza italia questa di fatto scompare. mi rifaccio a ideali che sono abbastanza lontani dalla politica tout court...a filosofi come Nietzsche ed Evola...al concetto di Tradizione...la destra (che si possa definire realmente come destra, non quella di forza italia) ha storicamente un carattere spirituale al contrario della sinistra in cui domina il materialismo, e che considero sovversiva nei confronti di ogni principio che sia davvero sano. la sinistra mira ad annullare il concetto di nazione, le gerarchie, l'ordine, ad assecondare le minoranze in nome di diritti inesistenti, favorisce l'immigrazione selvaggia, danneggia lo stato italiano (già di per sè non un granché) e tutta l'europa indebolendola, ha aggravato forse irreversibilmente la perdita di identità dei nostri popoli.
la destra è al contrario per l'identità, per la spiritualità, per principi tradizionali superiori rispetto alla "comodità" che tanto si cerca oggi... questo per me...quello che succede in parlamento ormai non mi interessa molto...

Il nostro amico chiedeva di tratteggiare i caratteri principali delle due fazioni politiche in Italia. E' possibile fare un'analisi obiettiva anche se si è di parte. "La sinistra danneggia lo stato" che diavolo di descrizione è? Chissà cosa potrà mai credere dopo questa presentazione.
.....dai fai uno sforzo la prossima volta....
odos is offline  
Vecchio 06-06-2007, 10.01.41   #16
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Riferimento: Destra o Sinistra??

>Cosa significa sinistra, cosa significa destra?
>Non vi rendete conto che non hanno più significato!?
>Siamo ancora fermi ad un secolo fa!

Forse non hanno significato per te, ma non significa che non ce l'abbiano solo perché tu non sai trovarlo.

>Il CONSERVARE è TIPICO della DESTRA!
>Il RIFORMATORE è TIPICO della SINISTRA!

E' un modo di parlare astratto e nemmeno vero. Conservare cosa? Riformare cosa? Per andare dove? Non sempre la destra vuole conservare. Pensa ad esempio a Margaret Thatcher, leader dei conservatori inglesi negli anni 80 e alle riforme dello stato sociale varate dal suo governo. In questo caso la sua azione "rinnovatrice" non era certo intesa a conservare lo status quo. Tra l'altro puoi guardarti qualche film di ken loach per avere un'idea delle conseguenze sociali che la sua politica ha prodotto.
Leggo qui che destra e sinistra sarebbero categorie vecchie, che l'Italia avrebbe bisogno di buoni amministratori. L'idea che i problemi si possano risolvere a prescindere dall'indirizzo scelto, non mi sembra un'idea tanto nuova. Dal partito dell'uomo qualunque del dopo guerra ai governi "tecnici" (quello di Dini ad esempio che introdusse in Italia il lavoro interinale e diede l'avvio alla precarizzazione del lavoro di cui oggi tanti ventenni che magari dicono di non essere né di destra né di sinistra si lamentano!) passando per il campione d'impresa che nel 94 scese in campo per governare l'Italia come Mediaset!

Quello che sfugge è che la politica è "indirizzo". La politica deve cioè indicare una strada, un percorso, delle finalità da raggiungere. E' qui, nell'idea di società delineata, che si distinguono il modo di pensare di destra e quello di sinistra. I "tecnici" vanno bene per mettere in pratica l'indirizzo scelto, ma vengono dopo, non prima.


>Ma si da il caso che il riformatore non può riformare all'infinito, così come il >conservatore avrà giocoforza bisogno di riforme.

Non credo esistano limiti alla perfettibilità di un sistema. Lo vediamo in molti campi dalla medicina, all'informatica...

>La rivoluzione finisce e compare il dittatore, il governo cade e compare >l'oligarchia, l'imperialismo coloniale si tramuta in protettorato e governi >fantoccio....

Mi sembra piuttosto confuso questo tuo pensiero. I dittatori non piovono dal cielo così come le oligarchie non si formano per caso. Una democrazia per funzionare ha bisogno di cittadini vigili, partecipi e responsabili. Quando vengono a mancare la democrazia si degrada. L'antipolitica è funzionale ed alimentata soprattutto dalle oligarchie e dagli aspiranti "caudillos" che hanno tutto da guadagnare dal disinteressarsi dei cittadini alla politica.
bside is offline  
Vecchio 06-06-2007, 11.15.31   #17
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da ikar
Non ho ancora le idee molto chiare. Quali sono i temi per cui si scontrano l'una e l'altra parte oggi? Cos'è che caratterizza oggi la destra piuttosto che la sinistra?
Grazie per i chiarimenti in anticipo

Mi sembra che i temi per cui si scontrano oggi destra e sinistra, siano gli stessi temi di sempre, ma più che altro lo scontro è sulle pratiche da mettere in campo per realizzare ciò che tutti chiedono (politici e cittadini), cioè la famosa società più giusta. Per quel che vedo io, le posizioni della destra sono le più spontanee perché più facilmente perseguibili, nel senso che alimentano quella che è la storia da quando esiste il mondo a noi noto (difesa della nazione e delle gerarchie); la sinistra, pur essendo senz'altro più nobile nei suoi obiettivi, è d'altra parte anche molto più falsa proprio per difendere posizioni che di fatto non hanno mai contraddistinto la nostra realtà; là dove il comunismo ha imperato, sembra sia palese che la dottrina dell'equità sociale sia andata a farsi friggere, nel senso che i gestori del potere si sono dimostrati nella pratica veri assertori del privilegio (il loro appunto). Che fare dunque? Qualcuno ha suggerito di bruciare la scheda elettorale; penso sia la scelta più saggia, ma gli italiani non lo fanno anche perché esistono ancora leggende metropolitane che supportano l'idea che se non vai a votare ti verranno tolti dei diritti (grossa bufala - l'anno scorso ho votato alle comunali dopo vent'anni che non mi recavo alle urne e il passaporto ce l'ho sempre avuto). Il grande guaio odierno, a mio giudizio è quella maledetta ideologia della maggioranza del 51% ; risulterebbe infatti troppo facile per questo motivo squilibrare continuamente le regole del gioco. Capisco questa regola per ciò che attiene ad una finanziaria, ma sarebbe perniciosa per le regole sociali che dovrebbero esistere con maggioranze molto più ampie; meno leggi si fanno meglio è per tutti. Ogni legge violenta qualcuno. Ciao
benedetto is offline  
Vecchio 06-06-2007, 12.29.39   #18
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da bside
Forse non hanno significato per te, ma non significa che non ce l'abbiano solo perché tu non sai trovarlo.
Appunto, non so trovarlo...
Ma potrebbe anche darsi che non lo sappia trovare anche perchè è una forma di pensiero troppo cervellotica e limitata
Perchè dividere gli obbiettivi in 2 categorie astratte che non rappresentano minimamente la realtà?
Perchè la società deve sempre dividersi come una torta, quando sappiamo tutti che ogni strato sociale (reale o fittizio che sia) non vive di vita propria?
Tutti dipendono da tutti, non sono i conflitti e le divisioni che migliorano lo status quo...
E dividere le mille idee che frullano in testa alla gente in 2 macroblocchi concorrenti e divergenti, bhe, mi pare riduttivo....
Giorgio Gaber ha detto:
Secondo me un italiano quando incontra uno che la pensa come lui fa un partito. In due è già maggioranza.


Citazione:
Originalmente inviato da bside
E' un modo di parlare astratto e nemmeno vero. Conservare cosa? Riformare cosa? Per andare dove? Non sempre la destra vuole conservare. Pensa ad esempio a Margaret Thatcher, leader dei conservatori inglesi negli anni 80 e alle riforme dello stato sociale varate dal suo governo. In questo caso la sua azione "rinnovatrice" non era certo intesa a conservare lo status quo. Tra l'altro puoi guardarti qualche film di ken loach per avere un'idea delle conseguenze sociali che la sua politica ha prodotto.
Leggo qui che destra e sinistra sarebbero categorie vecchie, che l'Italia avrebbe bisogno di buoni amministratori. L'idea che i problemi si possano risolvere a prescindere dall'indirizzo scelto, non mi sembra un'idea tanto nuova. Dal partito dell'uomo qualunque del dopo guerra ai governi "tecnici" (quello di Dini ad esempio che introdusse in Italia il lavoro interinale e diede l'avvio alla precarizzazione del lavoro di cui oggi tanti ventenni che magari dicono di non essere né di destra né di sinistra si lamentano!) passando per il campione d'impresa che nel 94 scese in campo per governare l'Italia come Mediaset!

Quello che sfugge è che la politica è "indirizzo". La politica deve cioè indicare una strada, un percorso, delle finalità da raggiungere. E' qui, nell'idea di società delineata, che si distinguono il modo di pensare di destra e quello di sinistra. I "tecnici" vanno bene per mettere in pratica l'indirizzo scelto, ma vengono dopo, non prima.

Infatti, rimarcavo il discorso per rendere l'idea che l'impostazione mentale della politica è di per se una caotica e continua ricerca dei propri stessi valori....
L'ideale si auto-protegge.
Sentendo certe dichiarazioni dei nostri politici, si evince che non sanno nemmeno loro cosa significa "Conservare" o "Riformare", anzi, spesso sembra pensino che siano 2 entità speculari e concorrenti e non complementari e convergenti verso il fine.
Loro operano seguendo gli interessi o gli obbiettivi, e sono spesso inquinati dalle ideologie che li forviano.
Soprattutto in campo economico!
Copiano le scelte di altri Stati per sudditanza psicologica o per poca competenza, evitano decisioni importanti per rigore filosofico, si azzuffano su cavilli teologici che non competono loro....
Alla politica spesso manca qualcuno che ricordi loro il vero obbiettivo.

Citazione:
Originalmente inviato da bside
Non credo esistano limiti alla perfettibilità di un sistema. Lo vediamo in molti campi dalla medicina, all'informatica...
Infatti! Ma per perfezionare un sistema è giocoforza comprenderne i limiti.
Ammettere gli errori e punire i colpevoli.
Correggere ciò che non funziona e preservare ciò che invece funziona ed è d'aiuto per il fine...
Ma come si può discernere in maniera il più possibile neutra se si parte da precontetti obsoleti, da teorie smentite dai fatti o peggio ancora inquinate dalla malafede?
E' questo che non va affatto bene, l'ideologia ottusa e limitata non può vedere oltre gli strumenti che le competono, e l'indole umana fa il resto.
La realtà ha bisogno di fluidità, ha bisogno di flessibilità, ed ha bisogno di correttezza.
Come si può pensare di ottenere tutti e tre questi attributi in una singola forma di governo?

Citazione:
Originalmente inviato da bside
Mi sembra piuttosto confuso questo tuo pensiero. I dittatori non piovono dal cielo così come le oligarchie non si formano per caso. Una democrazia per funzionare ha bisogno di cittadini vigili, partecipi e responsabili. Quando vengono a mancare la democrazia si degrada. L'antipolitica è funzionale ed alimentata soprattutto dalle oligarchie e dagli aspiranti "caudillos" che hanno tutto da guadagnare dal disinteressarsi dei cittadini alla politica.

Si, probabilmente non sono molto portato ad esprimermi chiaramente.
ci riprovo....
Ogni forma di governo che si possa leggere su un qualche libro di storia è stata corrotta da una qualche forma di rigida ideologia cieca ai bisogni della gente e/o da una qualche forma di clientelismo greve di corruzione.

Chi conosce la storia meglio di me mi aiuti, per favore, a ricordare il nome dei governi che non abbiano subito la piaga di tali mali.

Ma nonostante la malattia, molti di questi governi hanno raggiunto anche altri obbiettivi secondari....
Alcuni hanno portato una parvenza di istruzione, salute e benessere alle loro popolazioni.
Altri hanno tolto libertà e talvolta dignità all'uomo ma hanno raggiungere tali obbiettivi secondari.

Nella gara del meno-peggio, e visto che è "il fine" l'unico metro di paragone valido, cosa dovrebbe fare una qualsivoglia forma di governo per essere considerata da voi tutti una buona forma di governo?
Elusin is offline  
Vecchio 06-06-2007, 18.23.20   #19
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
Destra o Sinistra....
Non sarebbe meglio scegliere "Assassini" o "Non assassini"?
Non sarebbe meglio scegliere "Onesti" o "Disonesti"?
Non sarebbe meglio scegliere "Coscienziosi" o "Incoscienti"?
Non sarebbe meglio scegliere "Responsabili" o "Irresponsabili"?
Non sarebbe meglio scegliere "Umili" o "Boriosi"?


Secondo me, parlo qua in italia, non c'è l'onesto ed il meno onesto, coscenzioni o incoscienti, umili o boriosi...
sia la destra che la sinistra, sono poco onesti, guardano ai propri interessi, sono irresponsabili, etc....
Se mi sbaglio, dimostratemi il contrario. Alla fine, un partito degno di tale nome qua in italia non mi sembra di averlo ancora visto
lordalbert is offline  
Vecchio 06-06-2007, 22.19.41   #20
c&Nt0s
Ospite
 
L'avatar di c&Nt0s
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 29
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da lordalbert
Secondo me, parlo qua in italia, non c'è l'onesto ed il meno onesto, coscenzioni o incoscienti, umili o boriosi...
sia la destra che la sinistra, sono poco onesti, guardano ai propri interessi, sono irresponsabili, etc....
Se mi sbaglio, dimostratemi il contrario. Alla fine, un partito degno di tale nome qua in italia non mi sembra di averlo ancora visto


eeeesatto..

E ci si chiede perchè..
Ma semplice!
Perchè l'Italia è fondata su un sistema di clientelismo..ci ricordiamo tutti che l'Italia è un paese che ha subito più e più volte manovre politiche atte la miglioramento di un singolo!da entrambe le parti.
Che l'italia si dimostri un paese conservatore si dimostra anche nel fatto che la sinistra non è altro che un ex democrazia cristiana rimodernizzata!
Tutto ciò dimostra che poco importa del nome con cui ci si veste..l'importante è rimanere in caddedra!
e questo rende difficile la scelta di chi segue ideali spesso anticonservatori..peccato che in italia non si capisca che non c'è una vera sinistra ed una vera destra..ci sono solo i meno peggio..
Ed andare avanti così..beh..ha davvero un bruto aspetto...
c&Nt0s is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it