Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 07-06-2007, 00.42.01   #21
miky 1987
Ospite abituale
 
L'avatar di miky 1987
 
Data registrazione: 15-03-2004
Messaggi: 69
Unhappy Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da lordalbert
Secondo me, parlo qua in italia, non c'è l'onesto ed il meno onesto, coscenzioni o incoscienti, umili o boriosi...
sia la destra che la sinistra, sono poco onesti, guardano ai propri interessi, sono irresponsabili, etc....
Se mi sbaglio, dimostratemi il contrario. Alla fine, un partito degno di tale nome qua in italia non mi sembra di averlo ancora visto

Quoto!
Il nostro da ricordare è anche il paese degli inciuci, dove ti capita per esempio di vedere un D'Alema attivo per trovare soluzioni sulle televisioni a Berlusconi, dicendo che la legge sul conflitto di interessi "non dev'essere punitiva" e "contro Berlusconi", e consigliando al Cavaliere di Arcore di "vendere le tv ai suoi figli", incassando subito gli elogi del candido Dell'Utri: "D'Alema è una persona ragionevole, l'unico con la testa sul collo".
Belle anche le parole del deputato Ds o Pd Giuseppe Caldarola: "L'ipotesi di Berlusconi senatore a vita ha certamente una sua suggestione politica [...] politicamente attrae [...] potrebbe sancire un primo, importante passo verso una più generale pacificazione nei rapporti fra i due schieramenti".
Anch'io una destra e una sinistra non le vedo affatto. Non c'è discontinuità fra i due schieramenti. Dice Travaglio: "Per la gioia dei suoi elettori [...] a saperlo, uno votava direttamente Berlusconi: sempre meglio l'originale della copia".

Chiudo con lordalbert:
"sia la destra che la sinistra sono poco oneste, guardano ai propri interessi...".

miky 1987 is offline  
Vecchio 07-06-2007, 12.53.07   #22
giovanni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-08-2004
Messaggi: 464
Riferimento: Destra o Sinistra??

Il più rilevante criterio di orientamento politico e fornito dalla contrapposizione destra-sinistra, ma pochi conoscono la sua origine e significato.
L'uso politico risale alla rivoluzione francese quando, discutendo della concessione della libertà religiosa, i deputati conservatori si disposero alla destra del presidente dell'Assemblea. Tale disposizione di conservatori a destra e progressisti a sinistra si ripete a tutt'oggi nel nostro parlamento.
Questo è un punto chiave: destra e sinistra sono termini che connotano rispettivamente la parte conservatrice e quella progressista dello schieramento politico, ma i politici mostrano poca coerenza tra la propria tendenza politica e le promesse sbandierate per farsi eleggere. Da qui la tendenza a inquadrare tutto alla luce non dell'ideologia, ma solo nell'ottica del conto finale delle poltrone.
Accade così che la destra affermi la necessità del cambiamento, seppure la sua ideologia sia conservatrice (agli estremi reazionaria), mentre la sinistra lotta per lo status quo e i diritti/privilegi acquisiti, seppure abbia storicamente sempre lottato per cambiare lo status quo, uniformare i diritti e ridurre i privilegi (agli estremi mirando alla rivoluzione della società).
La confusione si fa cronica se, oltre a ritenere la sola destra o la sola sinistra come capaci di dare i frutti migliori, si pretende che chi abbraccia l'una o l'altra tendenza appartenga a categorie mutuamente esclusive di persone, quasi che la divergenza politica fosse sintomo di differenza anche biologica, etnica, culturale e sociale.
Questa confusione fa gioco perché il cittadino convinto di tale irriducibile differenza sviluppa uno spirito di appartenenza tribale verso la sua parte politica e dei suoi rappresentanti, per tale spirito egli tenberebbe comunque a preferire sempre, in sede elettorale, i candidati della stessa sua "tribù", indipendentemente dal loro essere o meno individui capaci o dei quali fidarsi una volta eletti, ma soprattutto in modo completamente acritico rispetto ai risultati, alla capacità e all'affidabilità da questi dimostrati in precedenti mandati.
Concludendo:
- destra e sinistra sono comode abbreviazioni per due opposte ma poco definite tendenze politiche, pensare che in ogni situazione sia sempre migliore l'una rispetto all'altra è ridicolo come credere di poter vincere un gran premio con un'auto che sterzi solo da una parte;
- in ognuno di noi sono presenti entrambe le tendenze, la cui prevalenza dipende dalle nostre aspettative, non esistono inconciliabilità politiche nel passaggio dall'una all'altra parte, come hanno ampiamente dimostrato i numerosi politici capaci di vestire con disinvoltura i panni di destra o di sinistra a seconda delle convenienze;
- nel tuo interesse, piuttosto che un profittatore o un incapace della tua parte politica meglio votare una persona capace e onesta, anche se di un opposto partito.
da http://politicattiva.altervista.org/15.shtml
giovanni is offline  
Vecchio 07-06-2007, 13.55.22   #23
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
Riferimento: Destra o Sinistra??

>Ma come si può discernere in maniera il più possibile neutra se si parte da >precontetti obsoleti, da teorie smentite dai fatti o peggio ancora inquinate dalla >malafede?
>E' questo che non va affatto bene, l'ideologia ottusa e limitata non può vedere >oltre gli strumenti che le competono, e l'indole umana fa il resto.

E quali sarebbero questi concetti obsoleti? Se le categorie destra o sinistra non ti stanno bene, allora quali altri riferimenti culturali e strumenti più moderni si dovrebbero utilizzare per leggere la realtà di oggi? Quale sarebbe un modo di pensare "neutro" non viziato da preconcetti? E il tuo modo di pensare non è forse anch'esso viziato dai tuoi valori/ideali/pregiudizi?
Come puoi giudicare una politica buona o cattiva se non hai dei riferimenti e nemmeno degli obiettivi? E' come pretendere di arrivare in un punto preciso salpando con una nave senza strumenti di navigazione e senza una rotta da seguire.


>sia la destra che la sinistra sono poco oneste, guardano ai propri interessi

Sempre a parlare dei politici come se fossero extraterresti venuti da marte. Non li hai votati anche tu? Se sì sei responsabile, se no (ti sei astenuto) sei responsabile lo stesso. Come cittadino infatti non puoi chiamarti fuori. Se non ti stanno bene questi politici, se sono tutti uguali e disonesti, allora proponiti, fai le tue battaglie, costruisci consenso attorno alle tue idee, prova a cambiare la realtà che non ti piace se ci riesci. Non si può accusare il politico di fare i propri interessi e poi specularmente si agisce allo stesso modo, disinteressandosi del bene comune salvo lamentarsi poi quando le cose vanno male. Troppo comodo.
bside is offline  
Vecchio 07-06-2007, 16.35.00   #24
benedetto
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 173
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
.....nella gara del meno-peggio, e visto che è "il fine" l'unico metro di paragone valido, cosa dovrebbe fare una qualsivoglia forma di governo per essere considerata da voi tutti una buona forma di governo?

Beh è semplice. Se vuoi conflitto mantieni la capacità di formulare leggi con la maggioranza del 51%, mentre se vuoi pace cerchi di ampliare le maggioranze. Un saggio indiano del nordamerica diceva che una decisione presa senza il consenso di tutti non è una buona decisione. La civiltà nordamericana però è rimasta tecnologicamente arretrata forse proprio per questo motivo. Senza il rimescolamento legislativo a cui siamo continuamente esposti non saremmo sempre in moto colla mente per adeguarci di continuo a nuove istruzioni di gioco. Questi processi di stress possono essere in certi momenti favorevoli o sfavorevoli al sistema società; per come la penso io ci sarebbe bisogno di un pò di relax sociale..., ma ahimè, qui si gioca col fuoco; il dramma umano non è tanto quello di farsi i propri interessi, ma quello di volersi a tutti i costi affermare socialmente. Il dramma è quello di immaginare una società più giusta e di dover assolutamente fare qualcosa per ottenerla, mentre probabilmente la società si aggiusterebbe da sola senza bisogno di governo o quasi senza Ciao
benedetto is offline  
Vecchio 07-06-2007, 16.46.41   #25
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da bside
Sempre a parlare dei politici come se fossero extraterresti venuti da marte. Non li hai votati anche tu? Se sì sei responsabile, se no (ti sei astenuto) sei responsabile lo stesso. Come cittadino infatti non puoi chiamarti fuori. Se non ti stanno bene questi politici, se sono tutti uguali e disonesti, allora proponiti, fai le tue battaglie, costruisci consenso attorno alle tue idee, prova a cambiare la realtà che non ti piace se ci riesci. Non si può accusare il politico di fare i propri interessi e poi specularmente si agisce allo stesso modo, disinteressandosi del bene comune salvo lamentarsi poi quando le cose vanno male. Troppo comodo.

in questo stato di cose credo sia impossibile.
E poi ho molto altro di meglio da fare.
Tra poco poi andrò via dall'italia, quindi che me ne frega...
lordalbert is offline  
Vecchio 07-06-2007, 18.45.27   #26
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da giovanni
[...]
- nel tuo interesse, piuttosto che un profittatore o un incapace della tua parte politica meglio votare una persona capace e onesta, anche se di un opposto partito.
da http://politicattiva.altervista.org/15.shtml

ecco, questo modo di ragionare già è più vicino alle mie corde...
Non lo condivido appieno, ma almeno è "ragionevole"


Citazione:
Originalmente inviato da bside
E quali sarebbero questi concetti obsoleti? Se le categorie destra o sinistra non ti stanno bene, allora quali altri riferimenti culturali e strumenti più moderni si dovrebbero utilizzare per leggere la realtà di oggi?
Guardi che di teorie politiche parallele ce ne sono tantissime...
Una tra tante è l'anarchia, ma senza fare grandissimi cambiamenti ci sarebbero anche delle forme di politica partecipativa ad "obbiettivi" e con frequenti rapidi referendum....
Insomma, informare, ascoltare ed usare la gente e non relegare il popolo al ruolo di massa ignorante.
Comunque è un discorso complesso, meglio trattarlo altrove un'altra volta.

Citazione:
Originalmente inviato da bside
Sempre a parlare dei politici come se fossero extraterresti venuti da marte. Non li hai votati anche tu? Se sì sei responsabile, se no (ti sei astenuto) sei responsabile lo stesso. Come cittadino infatti non puoi chiamarti fuori. Se non ti stanno bene questi politici, se sono tutti uguali e disonesti, allora proponiti, fai le tue battaglie, costruisci consenso attorno alle tue idee, prova a cambiare la realtà che non ti piace se ci riesci. Non si può accusare il politico di fare i propri interessi e poi specularmente si agisce allo stesso modo, disinteressandosi del bene comune salvo lamentarsi poi quando le cose vanno male. Troppo comodo.

La tentazione di non votare è sempre stata forte, ma cerco di sforzarmi...
Mi tappo il naso e scelgo la persona che ritengo più capace, alla luce di ciò che conosco.
E fino ad oggi ho sbagliato poco
Dopotutto è un diritto-dovere, no?
Non è mio dovere però entrare in politica...
Non tutti hanno tali soldi da investire, solitamente si dovrebbe lavorare per campare
Meglio migliorare lo status della popolazione, nei riguardi della partecipazone e dell'informazione, piuttosto che pretendere che tutti diventino politicanti, non crede?


In ogni caso rinovo la domanda.... Anzi la amplio....
Vorrei sapere - se non vi dispiace rispondere - la vostra opinione...
Quali sono i primi quattro "obbiettivi" che una qualsivoglia forma di governo dovrebbe ricercare per essere considerata da voi ben indirizzata?
Elusin is offline  
Vecchio 07-06-2007, 21.51.20   #27
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Destra o Sinistra, ma senza ideologia...

Citazione:
Originalmente inviato da ikar
Ciao a tutti,
sono un ragazzo ormai diciottenne e di conseguenza posso andare a votare. Ma da che parte devo stare? Che differenze ci sono tra destra e sinistra? Che ideologie seguono? Come pensano? Ho seguito spesso gli interventi di molti politici in tv, mi sono informato nei giornali, internet e via dicendo... ma sono ancora indeciso sulla scelta..

Ciao Ikar, innanzitutto quoto l'intervento di Giovanni.

Vorrei aggiungere qualcosa alla questione anti-ideologica citata per primo da S.B., poi ripresa da Razionale e da Giovanni. La riprendo perché credo sia importante per le domande che ti poni ad apertura di questo topic.

Molte volte sono stato lì lì per aprire un topic, qui in "Cultura e Società", che poteva suonare più o meno così: "Italiani grandi tifosi… anche in politica (purtroppo!)". Eh sì, perché quando si parla di politica, sembra che il proprio politico/partito del cuore debba esser difeso a spada tratta da tutto e tutti, indipendentemente da ciò che ha fatto e detto. Non notate anche voi l’analogia tra la squadra del cuore e il partito del cuore?

Questo fatto ci sta davanti agli occhi in ogni discussione politica. Invece di considerare ogni azione e parola in modo critico anche – e soprattutto, aggiungo io – del proprio partito di riferimento, si tende a difenderlo a tutti i costi.
Tanto per far un esempio: ad una trasmissione televisiva, qualche tempo fa, prima delle elezioni, un noto politico (presidente di un partito molto forte) venne incalzato da domande molto problematiche, tanto che questo poi se ne andò indignato. Non è questo fatto, ciò che è importante, ma cosa commentarono dei miei amici (e moltissima altra gente, anche in televisione) che vedevano in quell’uomo uno dei loro politici del cuore: “Quelle domande mettevano troppo in crisi Mr. X, soprattutto ora che siamo in periodo elettorale”. [Da notare che in quella trasmissione televisiva ogni ospite politico, sempre in campagna elettorale, veniva a trovarsi in difficoltà.]

Ma perché non dovremo metterli in difficoltà questi politici? Anzi, li dovremo mettere in difficoltà soprattutto prima delle elezioni! Il nostro interesse non dovrebbe essere quello di cercar di proteggere i politici e i partiti, di fargli fare bella figura (tipo: “Fategli solamente qualche domandina simpatica, magari preventivamente accordata con lui”). Quell’intervista non doveva essere una pubblicità di un politico, bensì un modo per conoscerlo più approfonditamente. Se quel politico avesse rappresentato un uomo del mio partito di riferimento, allora a maggior ragione avrei preteso che fosse interrogato il meglio possibile: d’altro canto è nel mio interesse scoprire se quel tizio mi sta fregando o meno.
Ma fare questo ragionamento sembra una cosa molto difficile, perché, come ho detto, si è più attaccati all’ideologia, al partito del cuore… ci sentiamo orgogliosi delle nostre scelte politiche, e guai a chi ce le attacca.

Così, Ikar, ritornando a noi cerca di osservare cosa dicono e di osservare cosa fanno i partiti e i politici. Cerca di interrogarti sempre, anche quando sarai giunto ad avere una tua preferenza più o meno forte. E ricordati che il nostro interesse risiede nel scegliere dei degni e giusti rappresentanti che amministrino lo Stato (o il comune, la provincia, etc.), e non nel fare tifo da stadio.

In quest'ottica, cerca di vederti come un libero pensatore che fa delle scelte politiche, piuttosto che una persona politicamente etichettata.

Ciao
epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 11-06-2007, 15.02.01   #28
Aristippo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-10-2004
Messaggi: 365
Riferimento: Destra o Sinistra??

Ciao Ikar,
anche io come quasi tutti, ti consiglierei di fati un idea.
Ma non una cultura su cosa sia la destra e la sinistra ma ben si un idea di chi adesso crede di appartenere alla destra e chi alla sinistra.
Sorrido quando si parla di destra e subito essa viene associata al nazifascismo . Idema per la sinistra che viene immediatamente spacciata per comunista.
In Italia a vi sono, come avrai notato tu stesso, una marea di partiti medio grandi, grandi, piccoli, piccolissimi, inutili.
Io come consiglio ti posso solo dire di prendere il programma di governo del centro-destra e del centro-sinistra.
A te poi starà la scelta. In alcuni argomenti noterai cose simili. Cerca di leggerli attentamente e poi fai la tua scelta.
Di certo non pensare che tutto ciò che è scritto verrà effettuato, ma quanto meno ti fai un idea di chi ci potrebbe governare e di chi già ci governa.
Dopo di che, spero che prenderai la strada a destra ;-)

Saluti e in bocca al lupo.
Aristippo is offline  
Vecchio 11-06-2007, 17.14.33   #29
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
In ogni caso rinovo la domanda.... Anzi la amplio....
Vorrei sapere - se non vi dispiace rispondere - la vostra opinione...
Quali sono i primi quattro "obbiettivi" che una qualsivoglia forma di governo dovrebbe ricercare per essere considerata da voi ben indirizzata?

* trasparenza. Sentivo poco fa che tutti gli altri Paesi, tipo Inghilterra, hanno il bilancio delle spese accessibile al pubblico, e ben chiaro... qua, sai dove vanno tutti i soldi? Sai se vengono spesi tutti?

* Cercare di soddisfare i bisogni del cittadino, capire cosa vuole, ascoltarlo

* Maggior serietà e determinazione.

* Togliere la statalizzazione... che provoca soltanto danni all'economia e alla qualità dello stato.

*Devolution

*Stato laico


I principali punti che io vorrei...
lordalbert is offline  
Vecchio 29-06-2007, 15.00.08   #30
ikar
Ospite
 
Data registrazione: 10-05-2007
Messaggi: 11
Riferimento: Destra o Sinistra??

Eccomi qui. Ho cambiato internet provider e di conseguenza non ho potuto connettermi prima d'ora. Ed oggi mi sono letto tutta la discussione. Diciamo che la prima parte mi ha messo un pò in confusione per gli interventi troppo di parte e per la mia scarsa conoscenza degli avvenimenti storici del '900.
Alcuni di voi mi hanno consigliato di buttare la carta elettorale. Mi dispiace ma non sono proprio d'accordo perchè alla fine al governo ci finisce sempre qualcuno e visto che posso decidere scelgo il male minore, anche se la scelta che farò potrà rivelarsi sbagliata.
Forse la cosa migliore, come avete detto,è seguire le vicende politiche e il comportamento di ciascuno per farsi un'idea.

Una domanda.
Sia che siate di destra o di sinistra, quali sono secondo voi i politici che valgono in parlamento?
Non nel senso di chi ha più potere ma nel senso di "buoni amministratori".

Grazie a tutti
Ikar
ikar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it