Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 30-06-2007, 08.03.32   #31
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da lordalbert
* trasparenza. Sentivo poco fa che tutti gli altri Paesi, tipo Inghilterra, hanno il bilancio delle spese accessibile al pubblico, e ben chiaro... qua, sai dove vanno tutti i soldi? Sai se vengono spesi tutti?

* Cercare di soddisfare i bisogni del cittadino, capire cosa vuole, ascoltarlo

* Maggior serietà e determinazione.

* Togliere la statalizzazione... che provoca soltanto danni all'economia e alla qualità dello stato.

*Devolution

*Stato laico


I principali punti che io vorrei...

Condivido il dovere del politico di soddisfare i bisogni del cittatini e lo stato laico.
Condivido in pieno sia che vengano da destra che da sinistra o da centro.

In quanto alla privatizzazione non sono d'accordo per nulla.

Poste: privato è schifo. Da quando è stata privatizzata c'è qualcuno che ci deve guadagnare e tutti gli altri perdono, ovvero i cittadini. La posta non è più qualcosa di "sacro" come è sempre stato. Certo qualche lettera si smarriva ma ora si smarrisce una buona parte della corrispondenza del cittadino e quella che riesce ad arrivare si prende i suoi bei tempi.

Privato non è bello, basta far funzionare e motivare i dipendenti pubblici con la meritocrazia.

I politici hanno privatizzato e continuano a farlo non per venire incontro ai cittadini ma per aiutare ad arricchirsi ulteriormente chi è già ricco.

I servizi, tutti i servizi, sanità, pensione, assicurazione, poste, telecomunicazioni non possono essere abbandonate nelle mani dei privati che faranno e fanno di tutto per incrementare i personali interessi a discapito del cittadino.

Rendiamoci conto che coloro che sono stati eletti non stanno facendo gli interessi del popolo ma i propri e degli amici.
Mary is offline  
Vecchio 30-06-2007, 08.17.30   #32
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da ikar
......di ciascuno per farsi un'idea.

Una domanda.
Sia che siate di destra o di sinistra, quali sono secondo voi i politici che valgono in parlamento?
Non nel senso di chi ha più potere ma nel senso di "buoni amministratori".

Grazie a tutti
Ikar

Tra tutti i politici salverei unicamente Casini, e Di Pietro. Il primo è coerente, almeno qualche parola sensata la dice, fesserie e parole sensa senso ne usa poche. Poco politichese, non si parla addosso tanto per parlare come fanno tutti gli altri.

Di Pietro, si è opposto a parecchie baggianate. Parla di cose concrete, di fatti, da persona "normale" come me e voi. Virgoletto normale perchè è un termine che non uso più, non esistendo più per me una normalità a cui fare riferimento.

Veltroni è un uomo che ha delle ottime idee, ma temo sarà distrutto dai vampiri, sanguisuge, spiriti malefici che si sono impossessati del parlamento.

Non è un Davide che si scontra con Golia ma un lillipuziano che si accinge a combattere nel paese dei giganti.

La destra non avrà più il mio voto, la sinistra neache a parlarne, voterò, se me lo consentiranno, Tizio o Caio o Sempronio mai più un partito. In quanto non esistono più partiti.
Mary is offline  
Vecchio 30-06-2007, 11.12.18   #33
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Condivido il dovere del politico di soddisfare i bisogni del cittatini e lo stato laico.
Condivido in pieno sia che vengano da destra che da sinistra o da centro.

In quanto alla privatizzazione non sono d'accordo per nulla.

Poste: privato è schifo. Da quando è stata privatizzata c'è qualcuno che ci deve guadagnare e tutti gli altri perdono, ovvero i cittadini. La posta non è più qualcosa di "sacro" come è sempre stato. Certo qualche lettera si smarriva ma ora si smarrisce una buona parte della corrispondenza del cittadino e quella che riesce ad arrivare si prende i suoi bei tempi.

Privato non è bello, basta far funzionare e motivare i dipendenti pubblici con la meritocrazia.

I politici hanno privatizzato e continuano a farlo non per venire incontro ai cittadini ma per aiutare ad arricchirsi ulteriormente chi è già ricco.

I servizi, tutti i servizi, sanità, pensione, assicurazione, poste, telecomunicazioni non possono essere abbandonate nelle mani dei privati che faranno e fanno di tutto per incrementare i personali interessi a discapito del cittadino.

Rendiamoci conto che coloro che sono stati eletti non stanno facendo gli interessi del popolo ma i propri e degli amici.


Credo anch'io che non esistano più destra e sinistra, ma persone che credono di poter fare qualcosa per il benessere della comunità (mosche bianche che hanno bisogno di un enorme sostegno, come mi pare ne abbia bisogno Veltroni in questo momento ), altre che usano la politica per nutrire la loro insaziabile avidità (tipo Berlusconi ) ed altre che vorrebbero fare ma che non sanno tener testa al potere delle lobby e quindi confondono (tipo Prodi ).

Tutto il mondo ha bisogno di cominciare a credere ed a sostenere il primo gruppo di politici. Allora anche l'impiegato pubblico potrebbe ritrovare la sua dignità di "civil servant", come dicono gli Inglesi. Personale al servizio del cittadino. Credo che questo sia un punto chiave, e vorrei che si investisse massicciamente nella professionalizzazione e nell'efficienza del servizio pubblico, compresa la possibilità di licenziare chi non è all'altezza del servizio o di assumere sulla base di progetti per la durata del progetto. Secondo me le privatizzazioni, oltre a introdurre l'idea di sfruttamento di quello che dovrebbe essere un servizio, non fa diminuire la spesa pubblica, poiché il numero degli statali rimane invariato (e quindi il servizio viene pagato due volte), ma il loro lavoro è ridotto a controllo spese ed è inefficiente. Mi sembra che aumenti la possibilità di corruzione.

La liberalizzazione dei servizi o l'aumento dell'età pensionabile, però, non sono invenzioni italiane, ma invenzioni europee (vedi direttiva Bolkenshtein, incorporata nel progetto di costituzione europea). Mi sembra che il cittadino italiano dovrebbe cominciare a riflettere bene chi mandare al parlamento europeo a prendere emolumenti astronomici e a fare sentire la sua voce insieme agli altri cittadini d'Europa .

Mi pare buono che oggi i giovani parlino di più le lingue, partecipino a progetti di scambio con altri paesi e mantengano le loro relazioni attraverso l'Internet. Forse loro riusciranno a metter a punto soluzioni nuove?

Monica 3 is offline  
Vecchio 30-06-2007, 15.55.54   #34
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
Belle Cose ...

Cara Monica,

belle cose dici tu. Ma non dimenticare che noi Italiani siamo poveri di realismo.....Per es. diciamo che in It. c' è la democrazia... ! ! Dove invece c'è la plutocrazia....

Tutte le cose che proponi nel tuo post, le condivido. Proiprio per questo ti dico:

- quanto a costruire, noi Italiani siamo incapaci. Quanto a distruggere, siamo bravissimi...! ! ! QUI STA IL PROBLEMA ITALIANO ...
- non hai tenuto conto che l' Italia è una società della sfiducia. Cioé i valori negativi sono i riferimenti della vita sociale;
- nel resto dell' UNione credo tutti i Paesi hanno valori positivi come riferimento. Cioé tutti INSIEME costruiscono e mantengono una società che funzioni.

Per passare dalla società della sfiducia ad una società della fiducia ci vuole:

- una vera catarsi, gestita dalla categorie che vogliono competitività e da un gruppo determinato ed esperto. Dico questo perché nella vita sociale italiana la determinazione e la visione lucida non sono ancora state inventate.....
- educazione sociale seria (non all'italiana).

Se invece continuate a lavorare all'italiana..... il Titanic affonderà.... Garantito.. ! ! !

Se vuoi pormi questi, scrivimi.

L' espatriato
angremi@orange.fr
antonio greco is offline  
Vecchio 30-06-2007, 17.43.44   #35
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Belle Cose ...

Citazione:
Originalmente inviato da antonio greco
Cara Monica,

belle cose dici tu. Ma non dimenticare che noi Italiani siamo poveri di realismo.....Per es. diciamo che in It. c' è la democrazia... ! ! Dove invece c'è la plutocrazia....

Tutte le cose che proponi nel tuo post, le condivido. Proiprio per questo ti dico:

- quanto a costruire, noi Italiani siamo incapaci. Quanto a distruggere, siamo bravissimi...! ! ! QUI STA IL PROBLEMA ITALIANO ...
- non hai tenuto conto che l' Italia è una società della sfiducia. Cioé i valori negativi sono i riferimenti della vita sociale;
- nel resto dell' UNione credo tutti i Paesi hanno valori positivi come riferimento. Cioé tutti INSIEME costruiscono e mantengono una società che funzioni.

Per passare dalla società della sfiducia ad una società della fiducia ci vuole:

- una vera catarsi, gestita dalla categorie che vogliono competitività e da un gruppo determinato ed esperto. Dico questo perché nella vita sociale italiana la determinazione e la visione lucida non sono ancora state inventate.....
- educazione sociale seria (non all'italiana).

Se invece continuate a lavorare all'italiana..... il Titanic affonderà.... Garantito.. ! ! !

Se vuoi pormi questi, scrivimi.

L' espatriato
angremi@orange.fr


La sfiducia degli italiani in se stessi è mantenuta anche da persone che fanno il tuo discorso su di noi all'estero (guarda che i panni sporchi si lavano in casa) e che continuano a denigrarsi e a flagellarsi mentre gli altri continuano a nascondere i loro scheletri negli armadi.

NON E' VERO che gli altri paesi sono civili e noi no e ricordati che chi non ruba a valle vuol dire che ha già rubato a monte (vedi America, vedi banche a Lussemburgo e in Svizzera; vedi il crearsi dello stato nazionale dei "paesi ricchi" nei momento in cui facevano razzie nelle colonie. Vedi stati sociali ricchissimi in cui a pagare le tasse siamo stati noi emigranti).

Se vogliamo dire la verità, allora diciamola tutta.

Questo naturalmente NON GIUSTIFICA tutti i comportamenti sbagliati e corrotti che ci sono a casa nostra né, tanto meno il fregarsene della cosa pubblica.

Distinti saluti
Monica 3 is offline  
Vecchio 30-06-2007, 23.16.29   #36
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da ikar
Ciao a tutti,
sono un ragazzo ormai diciottenne e di conseguenza posso andare a votare. Ma da che parte devo stare? Che differenze ci sono tra destra e sinistra? Che ideologie seguono? Come pensano? Ho seguito spesso gli interventi di molti politici in tv, mi sono informato nei giornali, internet e via dicendo... ma sono ancora indeciso sulla scelta..
A grandi linee……..

La destra è clericale, per una dottrina economica liberista, americanista, interventista, e, secondo me, inquinata dalle passate logiche di governo, in quanto contiene quanto rimasto dalla dissoluzione della vecchia d.c.

La sinistra è laica, per una dottrina economica sociale, europeista, pacifista, e secondo me meno inquinata dalle passate logiche di governo in quanto ha al suo interno i vecchi comunisti che, fino a prima degli ultimi anni, non erano mai stati al potere e quindi non potevano essere collusi con le vecchie logiche.

VanLag is offline  
Vecchio 02-07-2007, 09.19.08   #37
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
A grandi linee……..

La destra è clericale, per una dottrina economica liberista, americanista, interventista, e, secondo me, inquinata dalle passate logiche di governo, in quanto contiene quanto rimasto dalla dissoluzione della vecchia d.c.

La realtà smentice le affermazioni sull'econimia liberista:
fosse davvero così le liberalizzazioni più succose avrebbero dovuto nascere con governi di destra, invece non mi sembra che ci siano state


Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
La sinistra è laica, per una dottrina economica sociale, europeista, pacifista, e secondo me meno inquinata dalle passate logiche di governo in quanto ha al suo interno i vecchi comunisti che, fino a prima degli ultimi anni, non erano mai stati al potere e quindi non potevano essere collusi con le vecchie logiche.

Qui invece la realtà smentisce più fatti:
la sinistra è "quasi tutta" laica (vedasi i cripto dc che popolano alcuni partiti di questa sinistra impastata), la politica economica è sociale da una parte, e lobbistica dall'altra, e per pacifismo, bhe, diciamo che è una scelta dell'ultim'ora dettata dalla volontà di distacco verso l'ultimo governo.
Ricordo che proprio l'ultimo governo Prodi (che contava tanta gente dell'attuale governo) aveva messo in atto politiche guerrafondaie della peggiore destra!
I vecchi comunisti, in ogni caso, sono "un poco meno" impastati nelle passate logiche di governo. E' vero.
Ma sono impastati in altre logiche non meno oscure (vedi cooperative corrotte e scalate finanziarie inappropriate).



Vorrei poi far notare che trasversalmente ci sono tanti tanti tanti pregiudicati che ci governano (FI in testa!) e che si permettono di voler mettere mano allo stesso sistema giudiziario che li condanna o che li ha condannati...
Non mi pare giusto.
Vorrei inoltre far notare che tutti i politici parlano di "lotta all'evasione"....
Ma vengono trovati (per scomparire istantaneamente) conti segreti all'estero di interi partiti politici !
La realtà è che siamo governati da una banda di farabutti imbonitori che parlano di "grave piaga del lavoro nero in Italia" ma che in realtà non hanno nessuna volontà di migliorare la situazione Italiana:
infatti, nonostante prendano regolarmente soldi per pagare gli stipendi ai loro portaborse, questi signori onorevoli sono nella maggior parte convinti che regolarizzarli sia sbagliato
E dico questo perchè 509 deputati pagano "in nero" i loro portaborse, nonostante il sig.Bertinotti abbia esortato a regolarizzarli al più presto...
circa a metà giugno è scaduta la proroga, ma solamente un centinaio di "onorevoli" si è adeguato, gli altri sono ostinati a non pagare i contributi ai loro sottoposti.
Vi sembra che sia una politica di "sinistra" o di "destra"?
Io credo che non sia nè di sinistra nè di destra, è solo bieca disonestà, visto che i soldi per farlo non mancano loro! (e certo, glieli diamo noi)


Insomma, più si cerca e più marciume ne esce....
Elusin is offline  
Vecchio 02-07-2007, 12.01.05   #38
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
La realtà smentice le affermazioni sull'econimia liberista:
fosse davvero così le liberalizzazioni più succose avrebbero dovuto nascere con governi di destra, invece non mi sembra che ci siano state


Qui invece la realtà smentisce più fatti:
la sinistra è "quasi tutta" laica (vedasi i cripto dc che popolano alcuni partiti di questa sinistra impastata), la politica economica è sociale da una parte, e lobbistica dall'altra, e per pacifismo, bhe, diciamo che è una scelta dell'ultim'ora dettata dalla volontà di distacco verso l'ultimo governo.
Ricordo che proprio l'ultimo governo Prodi (che contava tanta gente dell'attuale governo) aveva messo in atto politiche guerrafondaie della peggiore destra!
I vecchi comunisti, in ogni caso, sono "un poco meno" impastati nelle passate logiche di governo. E' vero.
Ma sono impastati in altre logiche non meno oscure (vedi cooperative corrotte e scalate finanziarie inappropriate).



Vorrei poi far notare che trasversalmente ci sono tanti tanti tanti pregiudicati che ci governano (FI in testa!) e che si permettono di voler mettere mano allo stesso sistema giudiziario che li condanna o che li ha condannati...
Non mi pare giusto.
Vorrei inoltre far notare che tutti i politici parlano di "lotta all'evasione"....
Ma vengono trovati (per scomparire istantaneamente) conti segreti all'estero di interi partiti politici !
La realtà è che siamo governati da una banda di farabutti imbonitori che parlano di "grave piaga del lavoro nero in Italia" ma che in realtà non hanno nessuna volontà di migliorare la situazione Italiana:
infatti, nonostante prendano regolarmente soldi per pagare gli stipendi ai loro portaborse, questi signori onorevoli sono nella maggior parte convinti che regolarizzarli sia sbagliato
E dico questo perchè 509 deputati pagano "in nero" i loro portaborse, nonostante il sig.Bertinotti abbia esortato a regolarizzarli al più presto...
circa a metà giugno è scaduta la proroga, ma solamente un centinaio di "onorevoli" si è adeguato, gli altri sono ostinati a non pagare i contributi ai loro sottoposti.
Vi sembra che sia una politica di "sinistra" o di "destra"?
Io credo che non sia nè di sinistra nè di destra, è solo bieca disonestà, visto che i soldi per farlo non mancano loro! (e certo, glieli diamo noi)


Insomma, più si cerca e più marciume ne esce....

gia..come si fa ancora a credere di schierarsi a destra o a sinistra ...nel frattempo se non erro un altra legge e' stata o sara' in procinto di essere approvata in senato,quella sulla libertà di stampa, una legge per impedire che siano rese pubbliche le intercettazioni disposte dalla magistratura che riguardano i politici.
due anni fa la legge elettorale è stata cambiata per impedire ai cittadini di votare il loro candidato. I partiti,non i cittadini,decidono chi deve fare il deputato o il senatore.
a me sembra piu un regime che una democrazia..ma quale destra,ma quale sinistra!!
acquario69 is offline  
Vecchio 03-07-2007, 13.57.55   #39
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
A grandi linee……..

La destra è clericale, per una dottrina economica liberista, americanista, interventista, e, secondo me, inquinata dalle passate logiche di governo, in quanto contiene quanto rimasto dalla dissoluzione della vecchia d.c.

La sinistra è laica, per una dottrina economica sociale, europeista, pacifista, e secondo me meno inquinata dalle passate logiche di governo in quanto ha al suo interno i vecchi comunisti che, fino a prima degli ultimi anni, non erano mai stati al potere e quindi non potevano essere collusi con le vecchie logiche.



Quello che mi colpisce in tutta questa discussione è che si parla di destra o sinistra come se fosse una questione puramente nazionale. In line di massima io sono d'accordo con VanLag, ma la sinistra non può reggersi in un paese solo, giacché è tutta l'organizzazione dell'economia a livello mondiale che dovrebbe essere rivista perché la sinistra possa essere efficiente.

Monica 3 is offline  
Vecchio 03-07-2007, 22.19.20   #40
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Destra o Sinistra??

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
e per pacifismo, bhe, diciamo che è una scelta dell'ultim'ora dettata dalla volontà di distacco verso l'ultimo governo.
Ricordo che proprio l'ultimo governo Prodi (che contava tanta gente dell'attuale governo) aveva messo in atto politiche guerrafondaie della peggiore destra!
E quali sarebbero le politiche guerrafondaie?
La decisone di intervenire in Yugoslavia dove stavano succedendo massacri? O quella di essere presenti in Somalia come forza di pace?

E’ un po’ diverso, sai, aggredire uno stato sovrano, inventandosi fandonie che questo stato ha armi di distruzioni di massa e connessioni con gli attentatori dell’11 settembre, dall’intervenire, assieme all’Organizzazione delle nazioni unite, per prevenire un massacro e soprattutto è molto diverso lasciare a quei popoli, una volta ristabilito l’ordine, l’autodeterminazione, dall’imporre dei governi fantoccio come quello dell’Iraq e quello dell’Afganistan.

Certo in Afganistan c’è andata la sinistra e la missione in Afganistan, l’ha riconfermato questo governo, non senza lotte al suo interno, ma le connessioni dei talebani con Al qaeda erano dimostrate ed inoltre anche quella dell’Afganistan è una missione condotta sotto l’egida delle nazioni unite, dell’ONU e non quella di un drappello di nazioni che hanno deciso, per i fatti loro, di farsi giustizia..

Questo non toglie che anche questi interventi sono invisi all’anima pacifista della sinistra.

E comunque, ti prego, non confondiamo le due cose. Non confondiamo l’orribile aggressione all’Iraq, nel quale l’interventismo della destra ci stava catapultando a testa bassa e che solo l’impopolarità della scelta, presso il mondo cattolico, (vedi l’opposizione di WOJTYLA), ha fatto si che ci vedesse in un ruolo defilato, con altri teatri di guerra.

Poi pacifismo può anche non voler dire di rifiutarsi ad oltranza di combattere. Può significare la volontà di evitare in ogni modo la guerra, appellandosi sempre all’intelligenza ed al dialogo. In questo senso io mi ritengo pacifista, ma tu prova ad aggredire me ed i miei cari e vedi che la guerra la so fare anche io, magri anche più e meglio di te.

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
la sinistra è "quasi tutta" laica (vedasi i cripto dc che popolano alcuni partiti di questa sinistra impastata
I cripto d.c, come li chiami con disprezzo tu, intendono vivere la loro fede nel loro privato e non vogliono imporre le loro idee religiose e di fede a tutto il resto del mondo come fanno invece i clerical d.c. di questa destra che, in questo hai ragione, non è impastata, anzi è molto omogenea, sembrano le armate del vaticano.


Comunque credo che chi ha aperto il 3d volesse dei tratteggi generali sulle peculiarità più evidenti della destra e della sinistra e, quel mio scritto, era del tutto privo di intenti polemici…. Anzi c’era un'altra peculiarità che ho dimenticato….

la destra è decisionista, nel senso che decide le leggi senza sentire le controparti e se non sei d’accordo manda la polizia coi manganelli, (vedi TAV).

La sinistra invece cerca la mediazione con le parti sociali e se non sei d’accordo cerca la persuasione ed il dialogo.


Ultima modifica di VanLag : 03-07-2007 alle ore 23.14.11.
VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it