Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 18-07-2007, 00.18.08   #11
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

katerpillar

Non vi è dubbio che hai un animo nobile, ma per essere credibili le tue affermazioni, guardando il passato, si dovrebbero vedere dei frutti: tu ne vedi?


Si,vedo crescere nel mio albero tanti frutti della passione

passione per la vita
passione per le persone
passione per i colori
passione per i cambiamenti futuri
passione nel volere combattere per ottenere un minimum di giustizia
passione per la mia passione

passione per il mio piccolo e grande Maestro (GdA)


Quando curi un albero (la tua vita) è normale che desideriamo vedere apparire
i frutti..brutti o belli che siano

il frutto è vita
la vita regala frutti della Passione
klee is offline  
Vecchio 18-07-2007, 08.56.57   #12
donquixote
Moderatore
 
Data registrazione: 23-05-2007
Messaggi: 241
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

E se il mondo fosse già perfetto così com'è?

E se l'unica cosa che dovremmo cambiare fosse la nostra comprensione dello stesso e di conseguenza essere noi ad adattarci al mondo e non viceversa?

Noi il mondo non l'abbiamo fatto; esisteva già milioni di anni prima della comparsa dell'uomo. Mi pare estremamente presuntuoso voler cambiare un qualcosa di cui siamo solo una piccolissima parte e che fra l'altro non riusciamo neppure a capire; perchè, come ben faceva notare Vico, l'uomo può capire (razionalmente, s'intende) e intervenire solo su qualcosa che ha fatto lui. L'uomo moderno e occidentale al massimo il mondo può figurarselo, farne una rappresentazione più o meno fedele secondo i suoi parametri attraverso le scienze profane. Ma con questi mezzi non potrà mai capire le ragioni per cui il mondo è così com'è; e quindi non ha senso cambiare qualcosa che non comprende. Sarebbe come tentare di riparare una macchina che non sai a che cosa serve.
donquixote is offline  
Vecchio 18-07-2007, 09.52.04   #13
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

Citazione:
Ma come si fa a sorridere se dentro di te non vi è sorriso?
Come fai a vedere l'altro se non riesci a vedere nemmeno te stesso?
L'individuo è la ricchezza del mondo, ovviamente se accetta di vivere.

katerpillar

Vedo che anche tu hai individuato il fulcro delle difficoltà, da me elencate, sono circa sei miliandi di individui che popolano questo mondo, proviamo a comprendere quante di queste persone hanno il sorriso dentro di loro....Forse solo i bambini: ma loro per questa società non contano.

A mio modo di vedere bisogna soffermarci sulle difficoltà delle cose da fare, per comprendere se veramente si possono fare, altrimenti diventa sterile retorica.
katerpillar is offline  
Vecchio 18-07-2007, 10.32.01   #14
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

Accettare di vivere
è anche..
volere vivere
in un certo modo

vivere bene insieme agli altri
e gli altri siamo noi

la vita è un come un semplice cerchio..

si gira,si gira..e poi ritroviamo nel posto della partenza il posto dell'arrivo.


la vera vita è quella che abita dentro di noi..noi viviamo tanto la vita di "fuori"
mentre la vita che si trova dentro è ignorata..!

Sorridiamo anche con gli occhi..la vera luce che sorride la troviamo
negli occhi..è l' a n i m a che sorride!

Siamo vivi perchè l'anima parla e ci protegge..tanti soffocano l'anima..

"lavorando e collaborando con la nostra anima possiamo cercare di cercare di cambiare un pò questo essere umano, che umano non è più...

che non sa più cosa significa il verbo ESSERE

Essere noi stessi per dirigersi verso
un altro Essere

un NUOVO UOMO
klee is offline  
Vecchio 18-07-2007, 10.39.01   #15
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

katerpillar
Citazione:
Non vi è dubbio che hai un animo nobile, ma per essere credibili le tue affermazioni, guardando il passato, si dovrebbero vedere dei frutti: tu ne vedi?
klee
Citazione:

Si,vedo crescere nel mio albero tanti frutti della passione

passione per la vita
passione per le persone
passione per i colori
passione per i cambiamenti futuri
passione nel volere combattere per ottenere un minimum di giustizia
passione per la mia passione

passione per il mio piccolo e grande Maestro (GdA)


Quando curi un albero (la tua vita) è normale che desideriamo vedere apparire
i frutti..brutti o belli che siano

il frutto è vita
la vita regala frutti della Passione
katerpillar

Credo che qui nel forum siano tutti contenti dei cambiamenti che sono avvenuti nel tuo animo, pieno di passioni, compreso il tuo piccolo grande maestro (ma chi è un bambino?), ma eri così presa a descrivererli che ti sei dimenticata di elencarci quelli avvenuti nella comunità mondiale, di cui dovevi rendere conto.

Non vi è dubbio che il problema è grande e quasi irrisolvibile, anche perchè nei nostri interventi non consideriamo le forze potenti e contrarie a questi cambiamenti.

Per esempio:

1°) Non fare agli altri quello che non vuoi che venga fatto a te
e ama il prossimo tuo come te stesso.
GESU'

2°) Primo:non nuocere. - Dall'insegnamento d'Ippocrate- divenuto
il giuramento della classe medica.
IPPOCRATE

3°) Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, abbiamo imparato
a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato a
comportarci come fratelli.
MARTIN LUTER KING

4°) Per voi bianchi il paradiso è in cielo, per noi indiani il paradiso
è la terra. Quando ci avete rubato la terra, ci avete rubato
il paradiso.

PICCOLA FOGLIA
(capo indiano)

Ecco: fino a quando continueremo a uccidere questi uomini,
vi sarà poca speranza che il mondo possa cambiare, come
non potrà cambiare se quello che di positivo avviene in noi
lo teniamo solo per noi.

Un caro saluto, da katerpillar.

Ultima modifica di katerpillar : 18-07-2007 alle ore 21.18.10.
katerpillar is offline  
Vecchio 18-07-2007, 14.38.36   #16
TippetE
Ospite abituale
 
L'avatar di TippetE
 
Data registrazione: 11-07-2007
Messaggi: 47
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

......Ecco: fino a quando continueremo a uccidere questi uomini,
vi sarà poca speranza che il mondo possa cambiare, come
non potrà cambiare se quello che di positivo avviene in noi
lo teniamo solo per noi.....


Allora il mondo può cambiare, anzi quello in cui crede o non crede l'uomo può cambiare con annesso e connesso il suo prodotto finale.
Non si è schiavi solo quindi dell'invetabile evento che tutti attende e che spesso è la zavorra più terrribile che l'umano trascina con sè la quale sovente è la stessa causa che induce a quelle nefandezze di cui poi si trova sempre giustificazione.

Quello che DONQUIXOTE sostiene è vero. Il mondo è materia e si può forse modellare ma non se ne può trasformare la natura.

Un sasso rimane un sasso e non sarà mai oro se non nelle leggende.

L'unica cosa mutabile è l'uomo che tuttavia è ospite di questo pianeta e, l'unica scelta a disposizione ahimè è quella di accettare la vita (che è cosa di questo mondo) e la morte.

Questa consapevolezza probabilmente può rendere migliori gli abitanti ospitati da questo mondo.
TippetE is offline  
Vecchio 18-07-2007, 15.23.08   #17
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

donquixote
Citazione:
Noi il mondo non l'abbiamo fatto; esisteva già milioni di anni prima della comparsa dell'uomo. Mi pare estremamente presuntuoso voler cambiare un qualcosa di cui siamo solo una piccolissima parte e che fra l'altro non riusciamo neppure a capire; perchè, come ben faceva notare Vico, l'uomo può capire (razionalmente, s'intende) e intervenire solo su qualcosa che ha fatto lui. L'uomo moderno e occidentale al massimo il mondo può figurarselo, farne una rappresentazione più o meno fedele secondo i suoi parametri attraverso le scienze profane. Ma con questi mezzi non potrà mai capire le ragioni per cui il mondo è così com'è; e quindi non ha senso cambiare qualcosa che non comprende. Sarebbe come tentare di riparare una macchina che non sai a che cosa serve.
katerpillar

donquixote, voler cambiare il mondo non significa che vogliamo gli alberi di plastica, gli animali di pelusce o il sole al posto della luna; cambiare il mondo, in senso metaforico, equivale a cambiare la società: capito?
katerpillar is offline  
Vecchio 18-07-2007, 16.37.57   #18
donquixote
Moderatore
 
Data registrazione: 23-05-2007
Messaggi: 241
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
donquixote
katerpillar

donquixote, voler cambiare il mondo non significa che vogliamo gli alberi di plastica, gli animali di pelusce o il sole al posto della luna; cambiare il mondo, in senso metaforico, equivale a cambiare la società: capito?


veramente gli alberi di plastica già li fate e gli animali di peluche anche, per cui non è certamente a ciò che mi riferivo. Mi riferivo appunto alla società, in particolar modo quella occidentale, che quando per qualche motivo condivide in maniera maggioritaria una qualche nuova teoria sociale, per utopistica che sia, dopo averla messa in pratica tende ad esportarla, anche con la forza, in tutto il resto del mondo. Così è successo con la cultura e la lingua, che ha disgregato migliaia di culture "altre" con la scusa della civilizzazione, e poi con l'industrialismo, il capitalismo e lo "sviluppo", e ora con la "democrazia". Pensare di cambiare la società occidentale senza che i cambiamenti si riflettano sul resto del mondo è pura utopia. E siccome i cambiamenti sociali da qualche secolo in qua sono stati sempre peggiorativi, meglio sarebbe che si operasse una stabilizzazione, anzichè ulteriori rivoluzioni. Ma pensavo che lei, esperto di metafore, ci sarebbe arrivato...
donquixote is offline  
Vecchio 18-07-2007, 18.40.36   #19
TippetE
Ospite abituale
 
L'avatar di TippetE
 
Data registrazione: 11-07-2007
Messaggi: 47
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
donquixote
katerpillar

donquixote, voler cambiare il mondo non significa che vogliamo gli alberi di plastica, gli animali di pelusce o il sole al posto della luna; cambiare il mondo, in senso metaforico, equivale a cambiare la società: capito?


Certo che si può -anzi forse deve- cambiare la società. Degli alberi di plastica di cui per esempio Singapore è piena personalmente......

Se non vi è rivoluzione interiore ben poco si può cambiare.
E' un pò come voler cambiare la nostra immagine riflessa su uno specchio, se l soggetto che si specchia non muta il riflesso rimane lo stesso infatti.

Ciao.
TippetE is offline  
Vecchio 18-07-2007, 19.12.13   #20
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Pensare di cambiare il mondo cambiando noi: è attuabile?

Citazione:
Originalmente inviato da donquixote
veramente gli alberi di plastica già li fate e gli animali di peluche anche, per cui non è certamente a ciò che mi riferivo. ..

Mi stupisce questo VOI, come se tu, donquixote, non appartenessi al nostro medesimo mondo.

Ho riflettuto abbastanza sul quesito posto da Katerpillar, nonostante il caldo di Bologna, e vorrei esprimere meglio ciò che credo al riguardo.

La forza e le potenzialità dell''individuo sono calpestate dalla collettività, perché nelle caratteristiche del singolo, le masse leggono una esplicita minaccia al mantenimento dello status quo, la loro condizione prediletta.

Se da una parte è vero che <l'unione fa la forza>, dall'altra è anche vero che la passione e la volontà che il singolo impiega per il perseguimento dei propri scopi - sprigiona una forza enorme.
La società può essere forte perché è costituita dalla unione di molti differenti elementi - si potrebbe paragonare ad un composto chimico

Non mi riferisco all'individuo come essere umano preso isolatamente, ma a chi è riuscito a costruirsi una propria individualità.

La forza dell'individuo, al contrario di quanto accade per le masse, non dipende dalla unione con altre persone, né dalla loro presenza o dallo loro adesione alle leggi: è una forza che nasce direttamente dal suo mondo interiore, e perciò inesauribile.

Ecco perché mi trovo così spesso d'accordo con Monica e Mary: sono sicura che loro hanno capito.
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it