Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 17-08-2006, 20.42.20   #41
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Vediamo la cosa da un altro punto di vista:

Quale comandamento ha trasgredito Onan nei confronti di Dio presente nella Torah?

Sulla masturbazione non c'è scritto da alcuna parte che è proibita. Troviamo esclusivamente il comandamento di moltiplicarsi e di essere fecondi, cosa che si può benissimo fare assieme alla masturbazione. Non perché ci si masturba da soli, e poi si fa sesso con il partner, non si è fecondi.

Ma secondo te perchè Dio ha creato la sessualità? Affinchè potessimo utilizzarla per masturbarci, per fare del nostro corpo un uso SENZA SENSO per il SOLO godimento (che ciascuno sappia mantenere il proprio corpo con santità e rispetto, non come oggetto di passioni e libidine) con degli atti surrogati dei normali rapporti sessuali, oppure perchè ci potessimo relazionare con l'altro aprendoci alla vita? (“siate fecondi e moltiplicatevi” Gen 1,28 La sessualità solitaria è infeconda). Secondo te Dio ci ha creati così affinchè noi facessimo con il nostro corpo qualcosa di insensato? Perchè quando un uomo si masturba avviene l'erezione del pene e quando lo fa la donna avviene la lubificazione vaginale se l'autoerotismo, come tu dici, è un'attività così NATURALMENTE predisposta per il sesso solitario??

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Informati sul parare che tutti i sessuologi che esistono su questo mondo hanno, leggendo un qualche manuale di sessuologia, e capirai che la masturbazione è positiva.
Il parere di molti sessuologi lo conosco e non lo condivido per nulla, è sempre più evidente a che livelli di corruzione è arrivato il mondo della scienza. Se permetti ragiono con la mia testa e non con quella dei sessuologi che negano l'evidenza, e sfido chiunque a dire che ciò che ho scritto prima sulla masturbazione non è vero... Nell'attività masturbatoria non c'è alcun bene verso se stessi.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Detto brevemente:
È lo scoprire se stessi a livello sessuale, il come funzioniamo, la curiosità che hanno tutti gli adolescenti, cosa normalissima e bella.
Come qualsiasi cosa, se portata all'estremo, diventa poi dannosa, e malsana.
Ma in sé la masturbazione non fa male a niente e nessuno. Dio ci ha creato con degli impulsi, e l'uomo è chiamato a sperimentare e scoprire di cosa si tratta, provando e sperimentando con tranquillità e gioia, senza pensare di stare a peccare contro Dio.
Ma che ragionamento è scusa? Siccome abbiamo degli impulsi allora dobbiamo di conseguenza sperimentarli sempre tutti?? Un po' come le bestie?!!?!?!?!? Questo tuo ragionamento potrebbe andare bene per gli animali che agiscono solo per istinto, non certo per gli uomini che hanno anche la ragione e che in base ad essa devono regolare i propri istinti!

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
La masturbazione è anche cosa piacevole da fare quando si ha un partner. Masturbarsi a vicenda, provando piacere, e vivendo momenti felici, non è né peccato, né qualcosa di cui bisogna aver paura di commettere.
Non mi riferivo alla sessualità di coppia, nella quale baci e carezza sono anche contatti fisici che manifestano affetto e amore se non precludono al completo soddisfacimento nel rapporto stesso (per le persone sposate ovviamente!), ma alla masturbazione intesa come attività sessuale solitaria.
Aleksandr is offline  
Vecchio 17-08-2006, 20.42.48   #42
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

"""La masturbazione non viene condannata da nessuna parte nella Bibbia.

Non provate a dimostrarmi il contrario... perché fallirete...
(Non è una minaccia... no... )""" Elija


ehm, ho paura di fallire ma ci provo lo stesso, a parte ciò che ha già detto o provato Alexandr.

Nella Parola si dice che come cristiani noi non dobbiamo fare niente che anche solo assomiglia all’impurità sessuale (Efesini 5:3). beh è già qualcosa nelle Scritture. che dici ci facciamo entrare la masturbazione?
La Bibbia poi ci insegna: “Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualche altra cosa, fate tutto alla gloria di Dio” (I Corinzi 10:31). Anche se abbiamo un piccolo dubbio se una cosa è gradita da Dio, allora è meglio rinunciare ad essa. Sicuramente possiamo avere dei dubbi seri che la msturbazione piace a Dio. “E tutto quello che non viene da fede è peccato” (Romani 14:23). Non so come, secondo la Bibbia, la masturbazione puo essere considerata cosa che glorifica Dio. Oltre tutto, dobbiamo ricordare che sia i nostri corpi che le nostre anime sono stati comprati e appartengono a Dio. “Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi. Poiché siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo” (I Corinzi 6:19-20). Questa grande verità deve avere un’influenza forte su cosa facciamo e dove andiamo con i nostri corpi. Dunque nella luce di questi principi, potrei dire senza dubbi che secondo la Bibbia la masturbazione è un peccato. Non credo che la masturbazione piaccia a Dio, che abbia un aspetto pio o che possa superare la prova di Dio sull’esercitare controllo sui nostri corpi.

ho fallito Elija? o glorifico Dio, o me stesso! nel secondo caso misà che sì, ho fallito.
shakespeare is offline  
Vecchio 17-08-2006, 21.13.20   #43
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Fuori del matrimonio...
Sempre ed in ogni caso?
Anche l'adulterio è sesso fuori dal matrimonio, eppure è ben limitata la casistica. (Se non sei sposato, non puoi commettere adulterio).
"Adulterio" deriva dal termine greco "Moichèia" con il quale nella Bibbia si vuole intendere più specificatamente l'infedeltà coniugale che è un peccato ancora più grave della fornicazione.
Aleksandr is offline  
Vecchio 18-08-2006, 00.12.45   #44
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da shakespeare
Ho paura di fallire

Dunque nella luce di questi principi, potrei dire *IO* (mia aggiunta, ndr) senza dubbi che secondo la Bibbia la masturbazione è un peccato.

ho fallito Elija?
Certo.
Non hai riportato passi biblici, ma interpretazioni e/o tue personali deduzioni. (Esclusivamente poi da passi di un certo Paolo di Tarso*, nemmeno da Gesù).
Il che equivale a non dire nulla.
Insomma, fammi una citazione che non necessita di commenti, per dire che la masturbazione è peccato. Troppo difficile?

Tutto è puro per quelli che sono puri.

Ad ogni modo, è parlare come al vento.
Non capisco la finalità di questo dialogo. Voi credete una cosa (non dimostrabile alla luce delle Scritture), io un'altra.
E ammettendo anche che avessi ragione, la Chiesa continuerebbe a dirne un'altra.

* Paolo, che viene ancora tutt'oggi mal interpretato, a mio modo di vedere.

Citazione:
Originalmente inviato da shakespeare
Sicuramente possiamo avere dei dubbi seri che la masturbazione piace a Dio.
Non essendoci alcun riferimento a riguardo, non vedo quali dubbi vuoi avere.
Se tu conoscessi Dio, sapresti cosa vuole. E il perché i ragazzi hanno le polluzioni da giovani. (Lilith che viene a farli visita? O Satana? O chi vuoi te? Non farmi ridere.)

E forse non siete (Aleksander compreso) ben in chiaro sugli effetti negativi di negare la sessualità agli adolescenti, le conseguenze psicosomatiche negative che non comportano certe censure su tutto quanto ha a che fare con il sesso.

Se un tempo (50 anni fa!!!!!!) le donne non provavano l'orgasmo (e se ne vantavano pure!!!!!!! Erano anomale o considerate tali le donne che provavano un orgasmo!!!!!!!), nemmeno quando facevano sesso con i loro mariti, un problema c'era, eccome. (E c'è tutt'oggi, se si pensa che un 40% di donne ha difficoltà a raggiungere l'orgasmo, tralasciando le problematiche maschili... Si mostrano tanti culi e tette, ma di trattati legati alla sessuologia, si vede ben poco...)
Il maschilismo (infantile) di certe persone che pensano di saperla lunga sul sesso, leggendo esclusivamente la Bibbia, è semplicemente assurdo.

La donna (come anche l'uomo) necessita una fase per scoprire il suo corpo, come poter provare un orgasmo, in modo tale che dopo può insegnare al proprio marito (o alla moglie), cosa fare a letto, affinché entrambi possano godere in pieno della sessualità, e non solo l'uomo.

Passo e chiudo qua, che è meglio.
Elijah is offline  
Vecchio 18-08-2006, 02.23.54   #45
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Certo.
Non hai riportato passi biblici, ma interpretazioni e/o tue personali deduzioni. (Esclusivamente poi da passi di un certo Paolo di Tarso*, nemmeno da Gesù).
Il che equivale a non dire nulla.
Insomma, fammi una citazione che non necessita di commenti, per dire che la masturbazione è peccato. Troppo difficile?

Tutto è puro per quelli che sono puri.

Ad ogni modo, è parlare come al vento.
Non capisco la finalità di questo dialogo. Voi credete una cosa (non dimostrabile alla luce delle Scritture), io un'altra.
E ammettendo anche che avessi ragione, la Chiesa continuerebbe a dirne un'altra.

* Paolo, che viene ancora tutt'oggi mal interpretato, a mio modo di vedere.


Non essendoci alcun riferimento a riguardo, non vedo quali dubbi vuoi avere.
Se tu conoscessi Dio, sapresti cosa vuole. E il perché i ragazzi hanno le polluzioni da giovani. (Lilith che viene a farli visita? O Satana? O chi vuoi te? Non farmi ridere.)

E forse non siete (Aleksander compreso) ben in chiaro sugli effetti negativi di negare la sessualità agli adolescenti, le conseguenze psicosomatiche negative che non comportano certe censure su tutto quanto ha a che fare con il sesso.

Se un tempo (50 anni fa!!!!!!) le donne non provavano l'orgasmo (e se ne vantavano pure!!!!!!! Erano anomale o considerate tali le donne che provavano un orgasmo!!!!!!!), nemmeno quando facevano sesso con i loro mariti, un problema c'era, eccome. (E c'è tutt'oggi, se si pensa che un 40% di donne ha difficoltà a raggiungere l'orgasmo, tralasciando le problematiche maschili... Si mostrano tanti culi e tette, ma di trattati legati alla sessuologia, si vede ben poco...)
Il maschilismo (infantile) di certe persone che pensano di saperla lunga sul sesso, leggendo esclusivamente la Bibbia, è semplicemente assurdo.

La donna (come anche l'uomo) necessita una fase per scoprire il suo corpo, come poter provare un orgasmo, in modo tale che dopo può insegnare al proprio marito (o alla moglie), cosa fare a letto, affinché entrambi possano godere in pieno della sessualità, e non solo l'uomo.

Passo e chiudo qua, che è meglio.

Perdonate l'intrusione di uno che, convertitosi dopo decenni di scettica "sospensione del giudizio", stenta ancora, faticosamente a "resettare" i suoi files.
Non posso, dunque, portare tante citazioni, nè dotti riferimenti teologici.
Ed inoltre, so di essere a rischio per quello che si dice essere l'"entusiasmo del neofita".
Ma, in realtà, il mio non è stato se non un "ritorno", in quel procedere talvolta strano dell'esistenza, la quale ci concede, per vie tortuose e con sempre più fatica, la facoltà di "ripensare".
Io credo che sulla "masturbazione" sia possibile stabilire un accordo con le tante voci che avete evocato.
Non vi è dubbio che, quando essa diviene la pura e semplice ricerca di un "piacere" narcisistico, ossia finalizzato ad assaporare un orgasmo che si esclude da ogni possibile relazione, ma, soprattutto, si incentra radicalmente nell'intensificazione del rapporto "fantasia-corpo", essa sia blasfema.
Così, del resto, Onan fu punito, forse non solo per la sua malizia, ma anche per il fatto di usare un corpo (quello della cognata) allo scopo di ottenerne una semplice "occasione" di eccitazione.
Egli non peccava solo di "malizia", ma anche del fatto di fare di un altro essere umano "mezzo" e non fine delle sue azioni, e del fatto, ancora, di fare del proprio corpo "fine" e non mezzo delle proprie intenzioni.

Penso, però, che la masturbazione, finalizzata al solo scopo di attenuare un desiderio che rende altrimenti gli uomini meno razionali di quanto essi già non siano: credo che tale pratica possa essere perdonata.
Sebbene senza dubbio essa mortifichi ed avvilisca l'Umanità di cui siamo espressione: la più alta attraverso l'agire di quell'intento a volere che fa di ciascuno di noi il vero Tempio dello Spirito.
Con infinita umiltà constato la grandezza delle intenzioni divine: e provo un sentimento di vergogna per me stesso, la mia debolezza e la blandizie dei sentimenti che mi hanno reso riconoscibile ai miei stessi occhi dentro un cammino confuso.
Forse non interpreto correttamente le Sacre Scritture, forse la lettura ellenica e latina, hanno attribuito loro una deformazione ermeneutica.
Ma forse tale è il percorso che io, mediocre e misero, "posso" comprendere.
Ed è la "strada", probabilmente, non rispondente alla geodetica perfetta, che, tuttavia, intravvedo e che mi mostra una qualche speranza, oltre che il disvelarmi di un senso complessivo di questo tragitto faticoso e doloroso che è la vita.
Amici socialisti, siamo lontani mille miglia, credetemi: quest'anno ho rinunciato alle mie "vacanze" (o "ferie"), perchè ritengo che il mio lavoro possa e debba essere "preghiera".
Destinato non all'uguaglianza delle risorse o alla giustizia nel mondo: la quale non compete e non vanifica nè rende più degno il mio dovere.
Io non pretendo di decidere i destini del mondo.
Neppure nelle mie piccole azioni.
Essi appartengono alla misericordia divina.
Nella mia insignificante azione, io spero di ricevere la carezza del Padre, attraverso il fare bene, e nel modo migliore in cui io posso, per quanto mi è dato di capire.
Il "vero" Bene sia Suo, e non mio.
Weyl is offline  
Vecchio 18-08-2006, 08.54.46   #46
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Weyl
Perdonate l'intrusione di uno che, convertitosi dopo decenni di scettica "sospensione del giudizio", stenta ancora, faticosamente a "resettare" i suoi files.
Non posso, dunque, portare tante citazioni, nè dotti riferimenti teologici.
Ed inoltre, so di essere a rischio per quello che si dice essere l'"entusiasmo del neofita".
Ma, in realtà, il mio non è stato se non un "ritorno", in quel procedere talvolta strano dell'esistenza, la quale ci concede, per vie tortuose e con sempre più fatica, la facoltà di "ripensare".
Io credo che sulla "masturbazione" sia possibile stabilire un accordo con le tante voci che avete evocato.
Non vi è dubbio che, quando essa diviene la pura e semplice ricerca di un "piacere" narcisistico, ossia finalizzato ad assaporare un orgasmo che si esclude da ogni possibile relazione, ma, soprattutto, si incentra radicalmente nell'intensificazione del rapporto "fantasia-corpo", essa sia blasfema.
Così, del resto, Onan fu punito, forse non solo per la sua malizia, ma anche per il fatto di usare un corpo (quello della cognata) allo scopo di ottenerne una semplice "occasione" di eccitazione.
Egli non peccava solo di "malizia", ma anche del fatto di fare di un altro essere umano "mezzo" e non fine delle sue azioni, e del fatto, ancora, di fare del proprio corpo "fine" e non mezzo delle proprie intenzioni.

Penso, però, che la masturbazione, finalizzata al solo scopo di attenuare un desiderio che rende altrimenti gli uomini meno razionali di quanto essi già non siano: credo che tale pratica possa essere perdonata.
Sebbene senza dubbio essa mortifichi ed avvilisca l'Umanità di cui siamo espressione: la più alta attraverso l'agire di quell'intento a volere che fa di ciascuno di noi il vero Tempio dello Spirito.
Con infinita umiltà constato la grandezza delle intenzioni divine: e provo un sentimento di vergogna per me stesso, la mia debolezza e la blandizie dei sentimenti che mi hanno reso riconoscibile ai miei stessi occhi dentro un cammino confuso.
Forse non interpreto correttamente le Sacre Scritture, forse la lettura ellenica e latina, hanno attribuito loro una deformazione ermeneutica.
Ma forse tale è il percorso che io, mediocre e misero, "posso" comprendere.
Ed è la "strada", probabilmente, non rispondente alla geodetica perfetta, che, tuttavia, intravvedo e che mi mostra una qualche speranza, oltre che il disvelarmi di un senso complessivo di questo tragitto faticoso e doloroso che è la vita.
Amici socialisti, siamo lontani mille miglia, credetemi: quest'anno ho rinunciato alle mie "vacanze" (o "ferie"), perchè ritengo che il mio lavoro possa e debba essere "preghiera".
Destinato non all'uguaglianza delle risorse o alla giustizia nel mondo: la quale non compete e non vanifica nè rende più degno il mio dovere.
Io non pretendo di decidere i destini del mondo.
Neppure nelle mie piccole azioni.
Essi appartengono alla misericordia divina.
Nella mia insignificante azione, io spero di ricevere la carezza del Padre, attraverso il fare bene, e nel modo migliore in cui io posso, per quanto mi è dato di capire.
Il "vero" Bene sia Suo, e non mio.

Effettivamente non ti ri-conosco, Weyl.

"Decidere i destini del mondo" : credo che nessuno di noi si senta Bush e/o C.

Certamente per quanto mi riguarda, se posso fare anche pochissimo per tutta la gente che muore di fame, lo faccio volentieri.
Dovrei invece aspettare la msericordia divina?

Mi inchino davanti a te che sei riuscito a scorgere "la grandezza delle intenzioni divine" , mi chiedo tuttavia come puoi conoscerle queste INTENZIONI e quali sono secondo te. E' come conoscere il futuro, dove io più del traguardo finale, la morte, non riesco a scorgere che il nulla.

Mi trovi d'accordo sulla preghiera, purtroppo per me, la sento come un conforto nei momenti tristi, non una necessità quotidiana.

Mi fermo qui, perchè mi sento leggermente stordita dal tuo post

Cari saluti
Patri15 is offline  
Vecchio 18-08-2006, 20.43.25   #47
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Certo.
Non hai riportato passi biblici, ma interpretazioni e/o tue personali deduzioni. (Esclusivamente poi da passi di un certo Paolo di Tarso*, nemmeno da Gesù).
Il che equivale a non dire nulla.
Insomma, fammi una citazione che non necessita di commenti, per dire che la masturbazione è peccato. Troppo difficile?

Tutto è puro per quelli che sono puri.

Ad ogni modo, è parlare come al vento.
Non capisco la finalità di questo dialogo. Voi credete una cosa (non dimostrabile alla luce delle Scritture), io un'altra.
E ammettendo anche che avessi ragione, la Chiesa continuerebbe a dirne un'altra.

* Paolo, che viene ancora tutt'oggi mal interpretato, a mio modo di vedere.
E infatti tu sei la prova vivente che le parole di San Paolo vengono mal interpretate. Come continua infatti il testo? "[15]Tutto è puro per i puri; ma per i contaminati e gli infedeli nulla è puro; sono contaminate la loro mente e la loro coscienza." (Tito 1, 15) Per avere fede ed essere incontaminati bisogna che sia pura prima di tutto la coscienza e la mente. San Paolo dice che bisogna avere prima di tutto una coscienza pura: "[3]Ringrazio Dio, che io servo con coscienza pura". (2 Timoteo 1, 3)

"[13]Infatti, se il sangue dei capri e dei vitelli e la cenere di una giovenca, sparsi su quelli che sono contaminati, li santificano, purificandoli nella carne, [14]quanto più il sangue di Cristo, che con uno Spirito eterno offrì se stesso senza macchia a Dio, purificherà la nostra coscienza dalla opere morte, per servire il Dio vivente? (Ebrei 9, 13-14)

E' evidente come un istinto sessuale disordinato non potrà mai essere considerato puro altrimenti tutte le "contaminazioni" di cui si parla nella Bibbia non sarebbero più tali e a questo punto si potrebbe, di conseguenza, addirittura ritenere che ogni contaminazione non contamina più perchè resa purificata per quelli che sono puri. In questo modo ognuno potrebbe giustificare tutte le cose che fà anche se si è dominati da una passione ingannatrice. Quindi attenzione a non dare cattiva interpretazione a questi versetti di San Paolo.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Non essendoci alcun riferimento a riguardo, non vedo quali dubbi vuoi avere.
Se tu conoscessi Dio, sapresti cosa vuole. E il perché i ragazzi hanno le polluzioni da giovani. (Lilith che viene a farli visita? O Satana? O chi vuoi te? Non farmi ridere.)
Le polluzioni di cui tu parli non hanno niente a che vedere con la masturbazione. La masturbazione è l'eccitazione volontaria degli organi genitali provocata intenzionalmente con lo scopo di trarne piacere sessuale; la polluzione (notturna) invece è un fenomeno fisiologico (quindi naturale) involontario, cioè che il soggetto non è in grado di controllare, in pratica non c'è intenzione di provocare la dispersione del seme.
Comunque sia ti posso raccontare anche dall'esperienza vissuta in ambiente carismatico che la masturbazione non è certo un bene. Ho visto più di una persona con disturbi satanici evidenti, originati da varie cause, che nonostante le preghiere di liberazione e di esorcismo a cui partecipavano per essere guariti, rimanevano nelle stesse condizioni; e questo proprio perchè persistevano in questo peccato, cioè non c'era in loro una sincera intenzione di uscire da questo grave vizio contro natura. Dio non ha permesso la liberazione fino a quando non c'è stato in loro questo proposito.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
E forse non siete (Aleksander compreso) ben in chiaro sugli effetti negativi di negare la sessualità agli adolescenti, le conseguenze psicosomatiche negative che non comportano certe censure su tutto quanto ha a che fare con il sesso.
Ma io non ho parlato da nessuna parte di proibire, negare, impedire, ecc... In questi temi si tratta solo di parlare e aiutare a maturare la consapevolezza tutta personale di più opzioni di scelta, della migliore scelta di vita, e come cristiani siamo tenuti a farlo.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Se un tempo (50 anni fa!!!!!!) le donne non provavano l'orgasmo (e se ne vantavano pure!!!!!!! Erano anomale o considerate tali le donne che provavano un orgasmo!!!!!!!), nemmeno quando facevano sesso con i loro mariti, un problema c'era, eccome. (E c'è tutt'oggi, se si pensa che un 40% di donne ha difficoltà a raggiungere l'orgasmo, tralasciando le problematiche maschili... Si mostrano tanti culi e tette, ma di trattati legati alla sessuologia, si vede ben poco...)
Il maschilismo (infantile) di certe persone che pensano di saperla lunga sul sesso, leggendo esclusivamente la Bibbia, è semplicemente assurdo.
Ma non ho capito, tu pensi che tutte le coppie cattoliche quando fanno sesso non provano alcun piacere? No, perchè se leggi il CCC non c'è nessuna censura verso il piacere..anzi, il Papa più volte aveva sottolineato la sua importanza come elemento che unisce la coppia. D'altra parte se Dio ci ha fatti così e possiamo provare piacere attraverso la sessualità cosa c'è di male? Ma è anche vero, però, che si tratta di una sensazione da inserire in un determinato contesto. Il fatto che ci siano delle parti del corpo che, stimolate permettano di ricavare piacere, non significa che sia giusto distinguere il discorso della sessualità dal discorso dell'affetto. Altrimenti anche la sessualita' (e il piacere) diventano una forma di egoismo fine a sè stesso. A questo punto un'attività sessuale vale l'altra, perche' tanto il fine diventa avere il piacere, non tanto la condivisione del piacere e dell'affettività con il proprio partner.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
La donna (come anche l'uomo) necessita una fase per scoprire il suo corpo, come poter provare un orgasmo, in modo tale che dopo può insegnare al proprio marito (o alla moglie), cosa fare a letto, affinché entrambi possano godere in pieno della sessualità, e non solo l'uomo.
Ma se hai parlato di masturbazione in coppia fino a poco tempo, ora cos'è tutta questa lode all'auto-erotismo? Ci si tocca anche in coppia, a vicenda, e si scopre e si sperimenta il modo per provare piacere fino a poter raggiungere l'orgasmo... Direi che è molto più appagante fare queste esperienze con la persona della propria vita piuttosto che squallidamente da soli! "La moglie non ha potestà sul proprio corpo, ma il marito; e nello stesso modo il marito non ha potestà sul proprio corpo, ma la moglie". (1 Corinzi 7, 4) Mi sembra chiaro come, anche da questo passo, Dio sia contrario all'auto-erotismo!
Aleksandr is offline  
Vecchio 18-08-2006, 21.03.44   #48
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Alexandr mi ha anticipato riguardo San Paolo e la sua mal interpretazione.
suvvia Elija, mi sembra che filtri un inezia e ingoi un cammello.
ossia in certi casi riporti intere Bibbie traslate nei tuoi post, e quando si tratta di qualcosa che a te causa piacere come a molti ricerchi il passo, la parola detta o non detta per rimanere sereno nella coscienza. sai per caso a cosa si riferiva San Paolo riguardo la concupiscenza?
shakespeare is offline  
Vecchio 18-08-2006, 21.45.03   #49
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

"Non hai riportato passi biblici, ma interpretazioni e/o tue personali deduzioni. (Esclusivamente poi da passi di un certo Paolo di Tarso*, nemmeno da Gesù).
Il che equivale a non dire nulla." Elija

Un certo Paolo di Tarso mi sembra che alla stregua di certi evangelisti scrisse sotto una "certa" sapienza che solo da lui non poteva venire. Oppure è Bibbia solo l'evangelo? se ciò equivale a nulla.....

"E ammettendo anche che avessi ragione, la Chiesa continuerebbe a dirne un'altra." Elija

la Chiesa riguardo la morale è infallibile. Non credo di doverti spiegare il perchè!
shakespeare is offline  
Vecchio 18-08-2006, 22.40.34   #50
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Perché tanta sessuofobia da parte della chiesa?

Citazione:
Originalmente inviato da Aleksandr
E infatti tu sei la prova vivente che le parole di San Paolo vengono mal interpretate. Come continua infatti il testo? "[15]Tutto è puro per i puri; ma per i contaminati e gli infedeli nulla è puro; sono contaminate la loro mente e la loro coscienza." (Tito 1, 15)

Sappi, Alexander, che la Lettera a Tito, secondo i teologi ed esegeti moderni, fu scritta attorno al 100 d.C.
Paolo, chiaramente, non può esserne l'autore, ma qualcuno appartenente alla scuola paolina.

Il mio commento su "Paolo mal interpretato" era una frase al di fuori del contesto del mio messaggio. Detto in modo semplice e chiaro, non ho scritto da nessuna parte il perché, e a cosa mi riferivo. Magari aprirò un thread a riguardo - magari.
La citazione che ho fatto dalla Lettera a Tito, era semplice provocazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Alexander
Ma io non ho parlato da nessuna parte di proibire, negare, impedire, ecc... In questi temi si tratta solo di parlare e aiutare a maturare la consapevolezza tutta personale di più opzioni di scelta, della migliore scelta di vita, e come cristiani siamo tenuti a farlo.
Alexander.
Nessuno sta dicendo che la masturbazione può diventare nociva. Come qualsiasi cosa, se portata all'estremo, fa male.
Quanto sto dicendo, è che l'auto-erotismo da giovani è normalissimo, come è anche normale, che con il tempo, dall'auto-erotismo si passi ad avere attrazione per le persone che ci circondano. Un buon numero di persone, ha in un primo momento pure un attrazione per lo stesso sesso, per poi capire che quanto vuole veramente, in realtà, è l'altro sesso.
Nessuno sta dicendo che è normale fermarsi all'auto-erotismo, e non procedere più avanti.

Se io parlavo di fase normale della sessualità, un motivo ci sarà stato.
È normale in un primo momento, ma non è normale se rimane così per tutta la vita, senza che si passi oltre.

Citazione:
Originalmente inviato da shakespeare
Sai per caso a cosa si riferiva San Paolo riguardo la concupiscenza?
Sai per caso perché il lesbismo non viene condannato nella Tanack? E nemmeno nei Vangeli? E in realtà nemmeno nel resto del N.T.? (Su alcuni passi considerati di Paolo, dove parla di contro-natura, alcuni ci vedono una condanna al lesbismo, ma in realtà, non è così).

Siamo fuori tema, o no?
Elijah is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it