Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 20-05-2006, 03.58.04   #1
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Senza paura

Chiedo, senza paura, ai tanti amici del forum che hanno per lungo tempo proclamato lo strapotere berlusconiano cosa pensino dopo i primi giorni di insediamento al potere del nuovo regime.
Ancora tutti credete alla buona volontà di Prodi e accoliti?
Nessuno considera lo strapotere che si sta realizzando ale spalle di una maggioranza, pur esigua, di italiani, che disconosce questi maestri della cosa pubblica?
Ora anche i senatori a vita risultano cooptati alla volontà del "ciccione de noantri'".
Avranno necessità di santificare subito gli eredi?

Credo che, a questo punto, una guerra civile sia aperta: il Paese reale contro tutte le sue istituzioni, le quali risultano totalmente in mano alle sinistre.
Credo che risultino poche forme di lotta, dato lo straordinario potere dello stato contro i cittadini dissenzienti.
Ma occorre prepararsi con l'unico mezzo rimasto in facoltà dei cittadini che ancora pretendono alla propria rappresentanza libera nel consesso civile in cui operano e vivono: quello finanziario.
Occorre delegittimare il regime nell'unico modo possibile:
- vendere e non sottoscrivere i titoli di stato nazionali,
- boicottare le banche concusse al potere,
- ritirare ogni investimento in aziende compartecipi dello stato o di cordate di potere corrotto all'amministrazione pubblica (Fiat, MPS, Alitalia etc.): perdita probabile, oggi, ma danno cessante per il futuro.
Spostare, inoltre, i propri capitali all'estero.

E' questa l'unica forma di reazione possibile ad un Paese totalmente egemonizzato da una parte politica minoritaria.
Weyl is offline  
Vecchio 20-05-2006, 10.35.45   #2
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Ecco il significato di democrazia di un fascista (ah no scusa Tu sei uno di destra, ma sai mi viene meglio chiamare le cose e le persone con il loro nome)....

...guerra civile, spostare i capitali all'estero, delegittimare e portare alla rovina il paese....

...ottima idea, come se tutti quelli che non hanno votato unione fossero emigrati in Svizzera....

...il governo giudichiamolo dalle sue leggi, dall'economia e da come si pone rispetto a grandi tematiche...

...quindi diamogli tempo....

...se poi dei senatori a vita hanno votato la fiducia, queste sono gli ingredienti di una moderna democrazia e bisogna accettarli...

...intanto che si voglia finalmente andare via dall'Irak e che il presidente della Camera attacchi la chiesa sui PACS, mi garba assai...


Ultima modifica di Spaceboy : 20-05-2006 alle ore 10.38.53.
Spaceboy is offline  
Vecchio 20-05-2006, 12.37.17   #3
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Citazione:
Messaggio originale inviato da Spaceboy
Ecco il significato di democrazia di un fascista (ah no scusa Tu sei uno di destra, ma sai mi viene meglio chiamare le cose e le persone con il loro nome)....

...guerra civile, spostare i capitali all'estero, delegittimare e portare alla rovina il paese....

...ottima idea, come se tutti quelli che non hanno votato unione fossero emigrati in Svizzera....

...il governo giudichiamolo dalle sue leggi, dall'economia e da come si pone rispetto a grandi tematiche...

...quindi diamogli tempo....

...se poi dei senatori a vita hanno votato la fiducia, queste sono gli ingredienti di una moderna democrazia e bisogna accettarli...

...intanto che si voglia finalmente andare via dall'Irak e che il presidente della Camera attacchi la chiesa sui PACS, mi garba assai...



ANCHE A ME, Spacebooy!!!

Penso anche Weyl, che per eliminare l'assurdo governo precedente, non fosse possibile agire in maniera migliore di quanto sia stato fatto.

Prodi è stato un grande!
Patri15 is offline  
Vecchio 20-05-2006, 18.11.09   #4
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
a me sembra, caro Weyl, che occorra dare qualche mese di tempo a questo governo, per capire se manterrà e come, quanto promesso. La stessa cosa che dissi allorquando al governo salì il Cavaliere, la ripeto ora: lasciamo che il governo scelga, decida, sbagli... poi, se ce la sentiamo di scendere in piazza e protestare, in modo civile, facciamolo. Mi sembra comunque che il centrodestra si stia arrampicando sui vetri. Ancor prima che il centrosinistra presentasse il programma elettorale, il centrodestra lo conosceva già a memoria. Come facesse ancora non sono riuscito a comprenderlo.
Il voto dei senatori a vita: quando si è trattato di eleggere il primo governo Berlusconi hanno fatto numero anche i senatori a vita. Pare anzi che fossero determinanti in quell'occasione. Allora di che ci scandalizziamo?
Secondo me è più scandaloso che si voglia delegittimare un governo prima ancora che inizi a lavorare. Io credo che sarebbe stato più onorevole un voto di legittimazione all'unanimità, nel rispetto di chi, anche se per pochi voti, ha comunque la maggioranza. In un paese civile credo si faccia così. Poi è chiaro: se il governo propone una legge su cui l'opposizione non è d'accordo, è giusto e doveroso che essa esprima un voto contrario.
Quello che vorrei dire io: processiamo i fatti e non le intenzioni.
Ultima cosa non trascurabile: io credo che buona parte degli aventi diritto sia andata a votare per evitare che vincesse l'avversario e non per convinzione. Questo in entrambi gli schieramenti.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 20-05-2006, 18.18.31   #5
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
leggittimità

Salve! quello che più spaventa è il fatto che oltre al nostro amico forumista la pensi così anche il suo faro politico dopo tutto quello che ha saputo combinare,per il suo tornaconto negli ultimi 5 anni, manca completamente il concetto di DEMOCRAZIA fra 5 anni sarà il popolo a decidere, o prima se non riuscirà l'attuale maggioranza a fare quanto programmato, spaventa la campagna mediatica di questi giorni lanciata dall'opposizione di una maggioranza eletta, anche se per pochi voti (ne basta uno), per deleggittimare una scelta democratica. claudio

ps non mi sono riletto il regolamento ma non credo che sia ammesso l'incitamento alla guerra civile anche se economica.......

Ultima modifica di fallible : 20-05-2006 alle ore 18.21.00.
fallible is offline  
Vecchio 20-05-2006, 18.40.01   #6
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: Senza paura

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
Chiedo, senza paura, ai tanti amici del forum che hanno per lungo tempo proclamato lo strapotere berlusconiano cosa pensino dopo i primi giorni di insediamento al potere del nuovo regime.
Io sono uno dei tanti forumisti che ha contestato lo strapotere berlusconiano, per cui non credo che l’invito sia rivolto a me, comunque vorrei esprimerti le mie considerazioni sui primi giorni, (o le prime ore), dell’insediamento al potere del nuovo governo di sinistra, che non è un regime, (non ancora almeno), ma è stato eletto secondo le vigenti regole democratiche di voto.

In pratica io credo che sarà possibile abbozzare qualche giudizio, solo dopo che la sinistra avrà promulgato qualche legge o qualche decreto, perché è sull’iniquità delle leggi e dei decreti che si esprime il dissenso. Almeno la sinistra e chi dissentiva, con Berlusconi fece così….. Anzi, alle prime lamentele emesse da chi dissentiva, perché le leggi sembravano da subito un po’ inique, la risposta concorde, costante e monotona, di tutti quelli che lo avevano votato era: - Lasciamolo lavorare –

Se invece ti riferisci al fatto che le tre più alte cariche istituzionali siano state assegnate a persone di sinistra, ti ricordo che, i primi a rompere la consuetudine di dare la presidenza di una delle due camere all’opposizione fu il governo precedente, il quale, per altro, iniziò il suo mandato con slogan del tipo: - governeremo senza “se” e senza “ma” – e – non faremo prigionieri –

Non so quanti sono disposti a seguirti in questo tuo anti comunismo o anti laicismo, preconcetti, sinceramente spero pochi, fermo restando che se veramente questo governo emetterà delle leggi che provocheranno il mio dissenso, in quanto mi sembrerà che potrebbero danneggiare il paese, è molto probabile che mi troverai al tuo fianco. Per il bene del paese però, non per il bene del vaticano.



P.S. per adesso vendo le poche azioni che ho e compro i titoli di stato.....

Ultima modifica di VanLag : 20-05-2006 alle ore 18.42.31.
VanLag is offline  
Vecchio 20-05-2006, 19.01.21   #7
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Senza paura

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
Ora anche i senatori a vita risultano cooptati alla volontà del "ciccione de noantri'".

E' questa l'unica forma di reazione possibile ad un Paese totalmente egemonizzato da una parte politica minoritaria.

Hai qualche prova del fatto che i senatori a vita siano stati "cooptati"? Che non abbiano votato di loro spontanea volontà? I senatori a vita hanno diritto di voto e hanno sempre votato!

... quale sarebbe la parte minoritaria? Puoi forse dire che è una maggioranza esigua, ma comunque maggioranza è. La maggioranza assoluta è il 50% + 1. E c'è. Se la stessa maggioranza l'avesse avuta la destra? Ti ricordi che margine di maggioranza ha avuto Bush alle ultime elezioni americane? Era moooolto più esigua. E visto che secondo la destra è quello il modello ideale di democrazia, sarebbe coerente piantarla un po' con queste polemiche che non servono proprio a nessuno. Tra 5 anni, quando ci saranno veri fatti su cui fare un confronto, vedremo chi gli italiani decideranno di votare.

Ultima modifica di Fragola : 20-05-2006 alle ore 19.02.28.
Fragola is offline  
Vecchio 21-05-2006, 03.09.37   #8
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Tra cinque anni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Hai qualche prova del fatto che i senatori a vita siano stati "cooptati"? Che non abbiano votato di loro spontanea volontà? I senatori a vita hanno diritto di voto e hanno sempre votato!

... quale sarebbe la parte minoritaria? Puoi forse dire che è una maggioranza esigua, ma comunque maggioranza è. La maggioranza assoluta è il 50% + 1. E c'è. Se la stessa maggioranza l'avesse avuta la destra? Ti ricordi che margine di maggioranza ha avuto Bush alle ultime elezioni americane? Era moooolto più esigua. E visto che secondo la destra è quello il modello ideale di democrazia, sarebbe coerente piantarla un po' con queste polemiche che non servono proprio a nessuno. Tra 5 anni, quando ci saranno veri fatti su cui fare un confronto, vedremo chi gli italiani decideranno di votare.

Tra cinque anni, secondo il mio giudizio, l'Italia avrà inaugurato il settore dei Paesi Immergenti, dunque il voto avrà un senso diverso da quello che ad esso si prescrive ora.
Ciò che volevo intendere, inaugurando la discussione, era un invito a riflettere ed operare attivamente in modo radicale, di fronte all'evidenza di un regime che, al pari del fascismo, si sta instaurando nel Paese facendo perno sulla legittimità.
Chiunque, esclusi i vari Spaceboys e i minus habentes su cui agiscono i mass media, abbia la volontà di esercitare un confronto critico con i propri orientamenti decisionali, dovrebbe disporsi su di una linea "difensiva" a fronte della spudorata tracotanza con cui il potere si sta assestando ovunque ad egemonizzare la cosa pubblica.
Poco importa che il consenso elettorale misuri frammenti di millesimi: anche in questo forum le voci sono monocordi, il controllo del Grande Fratello disciplina tutto.

Questo paese ha bisogno di un'ennesima, drammatica, doccia fredda: io credo che sia un dovere intellettuale degli spiriti liberi che ancora lo percorrono di promuovere ed indirizzare, di muovere le poche coscienze realmente libere e non asservite al potere, ad agire, con ogni mezzo possibile, contro la base e la struttura stessa dell'economia del paese.
Solo accelerando un processo ineluttabile è possibile riportare l'Italia alla pulizia morale della cosa pubblica.
Vi sono decine e decine di migliaia di incapaci totali, i quali occupano ormai ogni dirigenza dell'amministrazione pubblica, rendendola inefficace e disfunzionale.

Sono gli accoliti del prodismo, gli "amici" ed "amici degli amici" ed "amici degli amici degli amici" etc., di una catena di S. Antonio della cosa pubblica che è amministrazione peggiore della mafia.
Poichè questa, almeno, pretende all'efficienza.

Coloro che leggono e non scrivono, invito ad agire nel modo che ho indicato, e, come io stesso sto facendo, illustrare nei forum stranieri, nelle lingue proprie di tali consessi, la realtà dell'inaffidabile marciume di questo paese, avviando con ciò un processo di dissuasione democratica mediato dalla disconferma finanziaria.
Weyl is offline  
Vecchio 21-05-2006, 07.50.22   #9
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Scusa Weyl, ma... visto che tecnicamente il Governo non è ancora instaurato, in quanto non ha ancora avuto la fiducia dalla Camera dei Deputati, perché parli di regime? Allora come dovremmo chiamare quello di Berlusconi che, proprietario di 3 tivui nazionali è stato contemporaneamente Presidente del Consiglio? Eppoi, qualora te ne fossi dimenticato, ti ricordo che il risultato del voto attuale è figlio della riforma elettorale voluta dal centrodestra. Come dire: chi è causa del proprio mal pianga se stesso. Finiamola con la barzelletta del Paese spaccato in due, e dei 7 senatori a vita che sono stati determinanti! La differenza di 10 voti, sarebbe stata comunque di 3 a favore dell'attuale maggioranza. Se la matematica non è un'opinione! Giudichiamo i fatti e non le intenzioni.... di fatti ancora il centrosinistra non ne ha potuti fare....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 21-05-2006, 21.55.28   #10
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Tra cinque anni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
Tra cinque anni, secondo il mio giudizio, l'Italia avrà inaugurato il settore dei Paesi Immergenti, dunque il voto avrà un senso diverso da quello che ad esso si prescrive ora.
Ciò che volevo intendere, inaugurando la discussione, era un invito a riflettere ed operare attivamente in modo radicale, di fronte all'evidenza di un regime che, al pari del fascismo, si sta instaurando nel Paese facendo perno sulla legittimità.
Chiunque, esclusi i vari Spaceboys e i minus habentes su cui agiscono i mass media, abbia la volontà di esercitare un confronto critico con i propri orientamenti decisionali, dovrebbe disporsi su di una linea "difensiva" a fronte della spudorata tracotanza con cui il potere si sta assestando ovunque ad egemonizzare la cosa pubblica.
Poco importa che il consenso elettorale misuri frammenti di millesimi: anche in questo forum le voci sono monocordi, il controllo del Grande Fratello disciplina tutto.

Questo paese ha bisogno di un'ennesima, drammatica, doccia fredda: io credo che sia un dovere intellettuale degli spiriti liberi che ancora lo percorrono di promuovere ed indirizzare, di muovere le poche coscienze realmente libere e non asservite al potere, ad agire, con ogni mezzo possibile, contro la base e la struttura stessa dell'economia del paese.
Solo accelerando un processo ineluttabile è possibile riportare l'Italia alla pulizia morale della cosa pubblica.
Vi sono decine e decine di migliaia di incapaci totali, i quali occupano ormai ogni dirigenza dell'amministrazione pubblica, rendendola inefficace e disfunzionale.

Sono gli accoliti del prodismo, gli "amici" ed "amici degli amici" ed "amici degli amici degli amici" etc., di una catena di S. Antonio della cosa pubblica che è amministrazione peggiore della mafia.
Poichè questa, almeno, pretende all'efficienza.

Coloro che leggono e non scrivono, invito ad agire nel modo che ho indicato, e, come io stesso sto facendo, illustrare nei forum stranieri, nelle lingue proprie di tali consessi, la realtà dell'inaffidabile marciume di questo paese, avviando con ciò un processo di dissuasione democratica mediato dalla disconferma finanziaria.

Ma, sinceramente, mi sembra che il rischio di regime sarebbe stato più forte se avesse vinto la destra. Non vedo assolutamente un rischio di regime in questo momento, ma nemmeno di lontano!
Non riesco nemmeno a capire dove ne vedi le tracce, che invece erano evidenti nel governo Berlusconi.
L'unico argomento che hai portato fino ad ora sarebbe il fatto che i senatori a vita abbiano votato la fiducia al governo, ma lo avevano fatto anche per il governo precedente, non capisco proprio perchè il voto dei senatori a vita dovrebbe far pensare ad un regime!!!!!! Forse sarebbe in caso di definire che cos'è un regime e che cos'è una democrazia.
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it