Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-05-2007, 13.15.49   #41
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Riferimento: Il fine della vita

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
tutte le volte si raggiunga la conclusione che la
questione non può portare a nessuna conclusione.

Punto di domanda: questo avviene perché i partecipanti al
dibattito non hanno più argomenti, o veramente la domanda
non ha risposta? Io credo che valga la prima ipotesi, giacché
per ritenere valida la seconda, vorrebbe dire che qualcuno ha
ormai sondato tutto lo scibile umano ed ha raggiunto quella
conclusione.

Ciao Katerpillar, le ipotesi in campo sono tre, non due come tu affermi
Tu dici che le possibilità sono:
(1) Per ora non ci siamo arrivati (d'altro canto il quesito è molto difficile).
(2) Non ha risposta (qualunque cosa voglia dire questo...).

Tu appoggi la (1) e credi che io sostenga la (2). Io, in realtà, sostengo la (3) :
(3) Alla questione non è stato assegnato un significato chiaro (quello che abbiamo in tesa quando pensiamo a questa faccenda è troppo offuscato e ambiguo che non si riferisce a nulla).

E alla mia posizione non gli si può rivolgere l'obbiezione che mi hai rivolto, cioè che prima di dire "no" si dovrebbe sondare tutto il conoscibile, anzi, tale obbiezione vale proprio contro la tua stessa posizione
Cioè prima di dire "sì" o "no" (se si vuole una risposta conclusiva) si dovrebbe conoscere tutto ciò che c'è da conoscere -- frase, questa, moooolto dubbia -- quindi sia il sostenitore di (1) che quello di (2) si trova in difficoltà alla tua obbiezione. Mentre per dire "non ha senso quel che si sta dicendo" basta un'analisi linguistico-concettuale...

epicurus is offline  
Vecchio 04-05-2007, 20.36.39   #42
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il fine della vita

Per epicurus

Vecchio riferimento di Epicurus:

"Ciò che voglio dire io è che una domanda ha sempre bisogno
di un punto d'appoggio. Il dubbio necessità di qualche sicurezza."
-------------------------------------------------------------
katerpillar.

Il punto d'appoggio di una domanda è sempre la curiosità
sostenuta dalla fantasia, che viene considerata la chiave
di lettura della vita.

In ogni caso non hai risposto alla disamina e alle motivazioni
che ho fatto sulla materia e sul perché ritengo che la vita, anche
se nata dalla "casualità della materia", potrebbe non essere affatto
cusuale (intuizione molto originale).
----------------------------------------------------------------

Nuovo riferimento di epicurus:

Mentre per affermare "Non ha senso quello che si sta affermando"
basta un'analisi linguistico concettuale.
--------------------------------------------------------------
katerpillar.

Purchè l'analisi linguistico concettuale risponda completamente
alle risposte che ti vengono inviate, altrimenti te la canti e te
la suoni da solo.

katerpillar is offline  
Vecchio 06-05-2007, 20.15.11   #43
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
Question Riferimento: Il fine della vita

Trovo molto affascinante la discussione sul senso della vita,ma ritengo che non si possa affrontare la questione se prima non si chiarisce una cosa:che cos'è la VITA?
Personalmente mi sembra che la vita sia un "cammino" nel tempo, con la presenza di eventi piacevoli o drammatici: il problema è che questo percorso si conclude per tutti con la MORTE, evento tragico ed enigmatico.
Ora se si vuole dare un significato alla vita, bisogna prima sforzarsi di dare un senso al morire:tutte le religioni nascono, almeno in parte, dall'esigenza dell'uomo di dare un senso alla morte, che viene vista non come annientamento, ma come un passaggio verso un mondo in genere migliore di quello in cui viviamo ed operiamo.
Detto questo, sono possibili due strade:
A) Si accetta il non-senso dell'esistenza e la si considera un semplice cammino verso il Nulla (è la soluzione dell'esistenzialismo di Heidegger, la vita come un "essere per la morte"): in molti casi l'edonismo del "carpe diem" nasconde proprio un'idea implicita di questo tipo.
B) Si relativizza la morte e la si considera un passaggio verso un mondo trascendente: così la vita acquista un senso preciso, con risvolti etici anche apprezzabili, soprattutto se si ha l'idea che ciò che di nobile compi in questa vita non verrà annientato da una morte ASSOLUTA.
Insomma, la questione è complicata, ma io da credente propendo per la soluzione B.
Socrate78 is offline  
Vecchio 06-05-2007, 20.50.29   #44
kat
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2007
Messaggi: 25
Lightbulb Riferimento: Il fine della vita

Solo una cosa è evidente in questa esistenza, non dopo la vita, ma giorno per giorno, per tutte le forme di vita da quando sono al mondo…… devono risolvere dei problemi.Noi ci siamo accorti che risolvendo problemi ci si evolve nella capacità di risolverli (questo comprende anche religione e filosofie varie) scoprendo nuove capacità.Siamo anche capaci di porci dei problemi irrisolvibili, come questo. Credo che fino a che non possiamo vedere la nostra vita dall’alto, dall’esterno non si possa capire molto di più sul fine.Potremmo anche scoprire che il nostro fine è alimentare di umus il pianeta permettendo la vita contemporanea e ciclica di tutti gli esseri come uno solo ma……….
Ora dobbiamo risolvere il problema di restare in vita.N on si può avere un’idea fissa perché stiamo cambiando secondo per secondo ed il tempo è soggettivo dunque solo l’attimo è percepibile …..MAH!!?? Anche straparlare porterà qualcosa? (forse l’ambulanza??) Saluti a tutti i pazzi….kat
kat is offline  
Vecchio 07-05-2007, 14.56.30   #45
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Il fine della vita

Il fine della vita?

Il fine della vita è trovare "Il fine della vita"
Elusin is offline  
Vecchio 09-05-2007, 11.29.06   #46
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Riferimento: Il fine della vita

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Per epicurus

Vecchio riferimento di Epicurus:

"Ciò che voglio dire io è che una domanda ha sempre bisogno
di un punto d'appoggio. Il dubbio necessità di qualche sicurezza."
-------------------------------------------------------------
katerpillar.

Il punto d'appoggio di una domanda è sempre la curiosità
sostenuta dalla fantasia, che viene considerata la chiave
di lettura della vita.

La nostra fantasia puo` portarci a pensare a cose inconsistenti (vedi il barbiere del paradosso di Russell) o a cose insensate. Quindi: certo che la fantasia e` importantissima, ma non puo` esserci solo lei, altrimenti la filosofia diventa creazione di favole.

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
In ogni caso non hai risposto alla disamina e alle motivazioni
che ho fatto sulla materia e sul perché ritengo che la vita, anche
se nata dalla "casualità della materia", potrebbe non essere affatto
cusuale (intuizione molto originale).

Non ho risposto perche` non ho capito bene quello che volevi dire. Potresti spiegarmi meglio?

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
]Nuovo riferimento di epicurus:
Mentre per affermare "Non ha senso quello che si sta affermando"
basta un'analisi linguistico concettuale.
--------------------------------------------------------------
katerpillar.

Purchè l'analisi linguistico concettuale risponda completamente
alle risposte che ti vengono inviate, altrimenti te la canti e te
la suoni da solo.

Certo, l'analisi linguistico-concettuale deve essere convincente, ma almeno essa puo` essere portata a termine, mentre le altre due posizioni (si/no) non possono essere decise. Quindi vorrei che tu rispondessi meglio a queste mie obizioni (anche perche` ti rivolgo contro un tuo argomento), sollevate nel mio precedente post.

Ciao
epicurus is offline  
Vecchio 10-05-2007, 13.27.58   #47
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il fine della vita

Per epicurus

Citazione:
Certo, l'analisi linguistico-concettuale deve essere convincente, ma almeno essa puo` essere portata a termine, mentre le altre due posizioni (si/no) non possono essere decise. Quindi vorrei che tu rispondessi meglio a queste mie obizioni (anche perche` ti rivolgo contro un tuo argomento), sollevate nel mio precedente post. Ciao

Mi sembra di essere stato abbastanza esplicito nei miei precedenti post; in ogni caso sarebbe sufficiente rileggerli.

In ogni modo il pensiero da me affermato è il seguente: prendendo in considerazione la versione scientifica, la quale afferma che la vita proviene casualmente dalla materia; se poi riscontriamo che da questa vita nasce la memoria, il pensiero, le intuizioni, l'intelligenza, la fantasia e il libero arbitrio, con tutto quel che ne segue, il mio punto di domanda mi sembra abbastanza ovvio: vuoi vedere che la vita nata dalla materia, che qualcuno afferma in modo casuale.....non è poi mica tanto casuale?

Le qualità elencate servono per uno scopo che ancora non conosciamo, ma i presupposti indiziari vi sono tutti: l'uomo ha uno scopo da compiere in questo universo, e la materia è quel Dio dei laici che tanto mi mancava.

Non ho preso in considerazione la tua terza ipotesi perché:

1°) L'ho ritenuta ininfluente ai fini della discussione.
2°) Perché tu stesso non l'hai digerita tutta.
3°) Perché i corvi non mi piacciono. Chi lo ha fatto poteva sciegliere un
uccello migliore e, sopratutto, più fico.

Ciao epicurus...sei sempre un grande.

katerpillar is offline  
Vecchio 10-05-2007, 18.25.34   #48
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Riferimento: Il fine della vita

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
In ogni modo il pensiero da me affermato è il seguente: prendendo in considerazione la versione scientifica, la quale afferma che la vita proviene casualmente dalla materia; se poi riscontriamo che da questa vita nasce la memoria, il pensiero, le intuizioni, l'intelligenza, la fantasia e il libero arbitrio, con tutto quel che ne segue, il mio punto di domanda mi sembra abbastanza ovvio: vuoi vedere che la vita nata dalla materia, che qualcuno afferma in modo casuale.....non è poi mica tanto casuale?

Le qualità elencate servono per uno scopo che ancora non conosciamo, ma i presupposti indiziari vi sono tutti: l'uomo ha uno scopo da compiere in questo universo, e la materia è quel Dio dei laici che tanto mi mancava.

E quale sarebbe questo scopo? [Ha senso dire che la materia ha uno scopo?!]

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Non ho preso in considerazione la tua terza ipotesi perché:
1°) L'ho ritenuta ininfluente ai fini della discussione.
2°) Perché tu stesso non l'hai digerita tutta.
3°) Perché i corvi non mi piacciono. Chi lo ha fatto poteva sciegliere un
uccello migliore e, sopratutto, più fico.

Invece è pertinente eccome: io affermo che non sappiamo cosa vogliamo sapere quando ci chiediamo qual è lo scopo della nostra esistenza. Se questo è vero (e riconosciuto da altri come vero) la discussione ne risentirebbe molto....

Quindi ti invito a considerarla, anche perché sei stato tu a dirmi, all'inizio, che si dovrebbe conoscere tutto prima di dire "no, la vita non ha senso". E io ti ho detto che non ho risposto negativamente alla questione -- diciamo che ho, in qualche modo, delegittimato la questione stessa -- e che la tua obiezione potrebbe esserti rivolta contro, cioè "prima di dire che la vita ha un senso dovresti conoscere tutto, ma dato che non conosci tutto allora non puoi dire di sì".


Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Ciao epicurus...sei sempre un grande.

Gulp, grazie
epicurus is offline  
Vecchio 10-05-2007, 22.46.26   #49
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Il fine della vita

Per epicurus

Citazione:
ma dato che non conosci tutto allora non puoi dire di sì".
Ne sei proprio sicuro?

In ogni caso credo che non possiamo continuare questa analisi, fino a quando non abbiamo chiarito un punto fondamentale; ovvero: stiamo ragionando sulla versione della nascita della vita dal punto di vista scientifico, naturalmente.

Allora, quando qualcuno afferma che da questo impasto inerme della materia è nato casualmente l'uomo, con tutto quello che ho elencato, mi pongo il ragionevole dubbio che tanto casualmente non doveva essere accaduto.

Inoltre tu stravolgi la soggettiva intenzionalità tra: io cerco di scoprire come sia nata la vita, e tu denunci il non senso di questa ricerca; poichè, secondo il tuo punto di vista, la domanda poggia sul nulla.

Io dico: non ti salta minimamente per la mente che ci possano essere delle cose che attualmente non conosci, di cui invece io ne sono al corrente, ma non posso elencarle in questo thread?

Fammi sapere se stiamo parlando su una situazione ben specifica, poiché le versioni sulla nascita della vita sono più di una: religiosa, scientifica ecc. Inoltre anch'io mi reputo un empirico, e le equazioni o i logaritmi mi confondono le idee, mentre sono convinto di averle molto chiare, senza voler fare del Solipsismo.

Un caro saluto.

katerpillar is offline  
Vecchio 15-05-2007, 17.20.44   #50
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Il fine della vita

comprendere che la vita non altro fine che se stessa non cosa possibile al pensiero.........
il pensiero esiste proprio per dare continuità e senso di essere .....andrebbe contro natura.....ed è impossibile!
MIMMO is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it