Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 08-08-2007, 13.13.42   #11
Balial
Ospite
 
Data registrazione: 07-08-2007
Messaggi: 3
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Il Vero egoista è colui che per ricercare il proprio piacere, è disposto a tutti, ed è molto più conveniente calpestare gli altri piuttosto che chinarsi a patti con i più deboli, magari per insequire un illusorio sogno di uguaglianza e finta fratellenza

l'uomo e una bestia, e nella sua natura essere egoista e i suoi contrasti non dovrebbero essere impediti, ma anzi, stimolati, in quanto e con il conflitto che si progredisce e si migliora
Balial is offline  
Vecchio 23-08-2007, 23.25.06   #12
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Sulla sete di potere e sulla volontà di dominare non so se sono propriamente istinti dell’uomo. Credo che gli istinti siano principalmente quello di sopravvivenza e quello di dare continuità alla specie.
Come puoi mettere in dubbio che la volontà di potenza sia uno degli istinti dell' uomo? Tu stesso ti stupisci che l' uomo vuole andare sulla luna e fare guerre ecc ecc. La risposta alle tue perplessità sta proprio li. Mi pare che non ci siano dubbi al riguardo, posso citare esempi virtualmente infiniti. Ovviamente c'è chi ne ha di più e chi meno, ma in generale c'è. Quanto all' istinto di sopravvivenza e a quello di dare continuità alla specie essi sono sicuramente degli istinti importanti nell' uomo, ma essi non sono altro che la prosecuzione dell' istinto della volontà di potenza. La volontà di sopravvivere deriva in primo luogo dalla volontà di vivere!
Bige is offline  
Vecchio 24-08-2007, 15.28.04   #13
renzananda
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 22-08-2007
Messaggi: 152
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Citazione:
Originalmente inviato da Bige
Come puoi mettere in dubbio che la volontà di potenza sia uno degli istinti dell' uomo? Tu stesso ti stupisci che l' uomo vuole andare sulla luna e fare guerre ecc ecc. La risposta alle tue perplessità sta proprio li. Mi pare che non ci siano dubbi al riguardo, posso citare esempi virtualmente infiniti. Ovviamente c'è chi ne ha di più e chi meno, ma in generale c'è. Quanto all' istinto di sopravvivenza e a quello di dare continuità alla specie essi sono sicuramente degli istinti importanti nell' uomo, ma essi non sono altro che la prosecuzione dell' istinto della volontà di potenza. La volontà di sopravvivere deriva in primo luogo dalla volontà di vivere!


Ma la volontà di vivere non è quella di vivacchiare e la volontà di potenza dispiegata al suo massimo cerca la propria consumazione, la devastazione di ogni idea di soggetto e di volontà. Amor fati, ego fatum...
renzananda is offline  
Vecchio 24-08-2007, 20.49.24   #14
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Citazione:
Originalmente inviato da Bige
Come puoi mettere in dubbio che la volontà di potenza sia uno degli istinti dell' uomo?
Gli istinti sono l’eredità biologica della nostra provenienza animale. Negli animali non vedo l’istinto di potenza… Vedo magari la difesa del territorio per istinto, ma non il bisogno di imporsi. Laddove c’è un “capo-branco” o un esemplare della specie maschile dominante, le sue manifestazioni di potenza sembrano avere più funzioni “sociali” di protezione del gruppo che sfoggio di muscoli fine a se stesso. Il poverino ha più l’aria di dire: - azz ma proprio a me doveva capitarmi? – che non lo sfoggio di orgoglio del maschio umano dominante. Nella volontà di potenza del maschio umano non c’è proprio nulla della bellezza animale, e quello sfoggio sembra assomigliare più ad una degenerazione demenziale, del tipo- ghghghg…... guardate quanto sono bello e potente

VanLag is offline  
Vecchio 27-08-2007, 08.49.57   #15
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

[quote=VanLagspecie.




Questo tua posizione aumenta il mio dubbio che quanto esprimo sia, a volte, o spesso, più una mia proiezione che un dato oggettivo

[/QUOTE]

Il tuo dubbio è legittimo......tutti usiamo queste tecniche di proiezione ogni volta che emettiamo giudizi....e il giudizio è sempre dietro l'angolo.
(non giudicate....benedite sempre...tutto ciò che volete che gli altri vi facciano fatelo prima voi.....(Gesù Cristo nei vangeli)
paperapersa is offline  
Vecchio 29-08-2007, 19.17.06   #16
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Su questo argomento ho un'idea precisa che vorrei discutere. In natura mi sembrano operanti due istinti fondamentali:l'istinto altruistico e quello di sopravvivenza.
Quando prevale l'istinto altruistico, gli individui si uniscono tra loro e una determinata specie si riproduce e si conserva;se, viceversa, prevale l'istinto di sopravvivenza, si ha una specie di lotta tra i vari esseri per vari motivi, quali il cibo o il possesso del territorio.
Nell'uomo la dinamica è simile, ma con una differenza:i due istinti sono più evoluti e raffinati e sono possibili una vasta gamma di comportamenti che vanno dall'eroismo perfino eccessivo all'egoismo più distruttivo e controproducente, che si ritorce contro la propria stessa specie.
Anche Freud sosteneva qualcosa di simile quando parla del conflitto tra la Pulsione di Vita (Eros ) e quella distruttiva di morte (Thanatos):queste due pulsioni per me non sono altro che l'amplificazione dei due istinti fondamentali:l'Altruistico e l'Egoistico.
Attendo commenti.
Ciao
Socrate78 is offline  
Vecchio 29-08-2007, 21.29.15   #17
renzananda
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 22-08-2007
Messaggi: 152
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Si procede sempre da un presupposto antropocentrico che dà per scontato che l'uomo sia il soggetto, per quanto assoggettato. Ma tale "uomo" non è che un presupposto non indagato sino in fondo oppure solo un'altra delle costellazioni della volontà di potenza nel non volere altro che se stessa e dunque il proprio annientamento, se è vero che "tutto ciò che è grande vuol tramontare". Dunque dove s(t)arebbe quest'Uomo, altruista o egoista, questo presunto soggetto? Già il buon Rimbaud: "l'uomo ha recitato tutte le parti, ora deve scomparire..". Che ottimismo
renzananda is offline  
Vecchio 04-09-2007, 21.30.04   #18
semiseria
Ospite abituale
 
L'avatar di semiseria
 
Data registrazione: 03-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Ciao, sono appena arrivata; discussione interessante.
Dal mio punto di vista l’egoismo è il contrario dell’altruismo
egoista non è chi ama se stesso: al contrario, è qualcuno incapace di amarsi nel modo giusto; (se non sbaglio questo concetto è espresso da Fromm ne L’arte di amare).
Naturalmente questa è una semplificazione, perché siamo tutti mescolati di egoismo e altruismo in proporzioni variabili.

Un bambino è davanti ad una magnifica fetta di torta, arriva un suo amichetto e lui non la divide con il suo amico: litiga, perde l’amicizia, forse prova disagio interiore; la divide, ne mangia di meno, ma ottiene in cambio maggiore serenità, più profonda soddisfazione…

L’altruismo è un risultato; significa raggiungere una superiore consapevolezza; capire dove è il nostro vero bene. L’altruismo è un risultato; significa raggiungere una superiore consapevolezza; capire dove è il nostro vero bene non è così facile ed immediato come sembra a prima vista; altruismo è ad esempio superare il piacere immediato in vista di motivazioni più ampie; non è poi così facile distinguere il nostro vero bene da quello che crediamo sia tale.
Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
In natura mi sembrano operanti due istinti fondamentali:l'istinto altruistico e quello di sopravvivenza.
Quando prevale l'istinto altruistico, gli individui si uniscono tra loro e una determinata specie si riproduce e si conserva;se, viceversa, prevale l'istinto di sopravvivenza, si ha una specie di lotta tra i vari esseri per vari motivi, quali il cibo o il possesso del territorio.
L’istinto di sopravvivenza è necessariamente in contrasto con l’istinto altruistico? A me non sembra, infatti la sopravvivenza è quasi sempre meglio garantita dal vivere in gruppo, piuttosto che in solitudine, dall’età della pietra fino ad oggi; solo in casi estremi, secondo me, altruismo e sopravvivenza sono in contrasto.

Almeno due altri spunti mi sembrano meritare un topic a parte: il rapporto tra agire umano e piacere, e la relazione passione-ragione (ci sto riflettendo da anni)

semiseria is offline  
Vecchio 04-09-2007, 22.33.07   #19
renzananda
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 22-08-2007
Messaggi: 152
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Citazione:
Originalmente inviato da semiseria
Ciao, sono appena arrivata; discussione interessante.
Dal mio punto di vista l’egoismo è il contrario dell’altruismo
egoista non è chi ama se stesso: al contrario, è qualcuno incapace di amarsi nel modo giusto; (se non sbaglio questo concetto è espresso da Fromm ne L’arte di amare).
Naturalmente questa è una semplificazione, perché siamo tutti mescolati di egoismo e altruismo in proporzioni variabili.

Un bambino è davanti ad una magnifica fetta di torta, arriva un suo amichetto e lui non la divide con il suo amico: litiga, perde l’amicizia, forse prova disagio interiore; la divide, ne mangia di meno, ma ottiene in cambio maggiore serenità, più profonda soddisfazione…

L’altruismo è un risultato; significa raggiungere una superiore consapevolezza; capire dove è il nostro vero bene. L’altruismo è un risultato; significa raggiungere una superiore consapevolezza; capire dove è il nostro vero bene non è così facile ed immediato come sembra a prima vista; altruismo è ad esempio superare il piacere immediato in vista di motivazioni più ampie; non è poi così facile distinguere il nostro vero bene da quello che crediamo sia tale.

L’istinto di sopravvivenza è necessariamente in contrasto con l’istinto altruistico? A me non sembra, infatti la sopravvivenza è quasi sempre meglio garantita dal vivere in gruppo, piuttosto che in solitudine, dall’età della pietra fino ad oggi; solo in casi estremi, secondo me, altruismo e sopravvivenza sono in contrasto.

Almeno due altri spunti mi sembrano meritare un topic a parte: il rapporto tra agire umano e piacere, e la relazione passione-ragione (ci sto riflettendo da anni)



L'altruismo è un egoismo differito. Si pone il "proprio" centro non più in (un) se stessi ma nell'altro, ridotto ad "investimento" affettivo ed emotivo. Ma si è sempre nella (r)assicurazione per la vita (mia...bha...)
renzananda is offline  
Vecchio 05-09-2007, 20.11.40   #20
semiseria
Ospite abituale
 
L'avatar di semiseria
 
Data registrazione: 03-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Perché non ci vogliamo bene?

Rimango convinta, al momento, che l’egoismo sia il contrario dell’altruismo; linguisticamente i due termini sono contrari e la parola egoismo in italiano ha una connotazione negativa.
Dal punto di vista psicologico l’altruista non rinuncia alla centralità di sé, perché, a mio parere, la realizzazione dell’individuo si attua solo in una sana relazione con gli altri; “ama il prossimo tuo come te stesso” l’amore di sé non è affatto in contraddizione con l’amore per gli altri: anzi, sono complementari.
Chi vuole essere amico di un autentico egoista?
Un saluto a tutti
semiseria is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it