Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-07-2013, 20.58.25   #11
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

** L'unità di misura dell'umiltà è l'obbedienza, quindi se un filosofo obbedisce quotidianamente ai suoi limiti, alla sua misera condizione umana di non poter svelare completamente il Mistero, può anche essere un filosofo umile, altrimenti basta guardarsi intorno.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 17-07-2013, 22.40.28   #12
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

Veramente non mi viene in mente nessun filosofo che possa considerarsi umile, almeno nella storia della filosofia occidentale e credo nemmeno in quella orientale. Nemmeno Socrate anche quando si avvicina con tanta finta umiltà ai suoi interlocutori per metterli alle corde con le sue domande, anche quando dice di non sapere ma subito afferma che questo è il massimo che si può sapere. Men che meno è umile Gesù che tu citi, anzi direi l'esatto contrario. visto che non esita a dichiararsi il Figlio di Dio davanti a Caifa e ai sacerdoti del tempio suscitandone lo sdegnato scandalo. No, l'umiltà non si addice alla filosofia, perché in fondo ha ragione Nietzsche, l'umiltà è una finzione per coprire la smisurata volontà di potenza dell'impotente e il filosofo vero non può servirsi di questi trucchi ipocriti, anzi non può che disprezzarli nella coscienza che ha di sé e del mondo.
maral is offline  
Vecchio 18-07-2013, 10.14.50   #13
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

** scritto da maral:
Citazione:
Men che meno è umile Gesù che tu citi, anzi direi l'esatto contrario. visto che non esita a dichiararsi il Figlio di Dio davanti a Caifa e ai sacerdoti del tempio suscitandone lo sdegnato scandalo.

Scusa ma se tu ti dichiarassi figlio dei tuoi genitori saresti una persona poco umile??!!!
Umile è chi afferma che è limitato, che da solo non potrà mai raggiungere la serenità e l'allegria vera e completa, che la sua filosofia sul senso della vita è lacunosa, difettosa, parziale e che la propria personalità è carente; perciò è e sarà difficile che un filosofo distingua l'umiltà.
Inoltre la domanda è se un filosofo può essere umile e non se nella Verità del Maestro c'è superbia.
Infine lo sdegno dei sacerdoti del tempio non è una reazione ad un'umana presunzione, ma, bensì, una conseguenza della loro scandalosa ed ipocrita condotta ormai sgamata.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 18-07-2013, 15.15.25   #14
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da maral:


Scusa ma se tu ti dichiarassi figlio dei tuoi genitori saresti una persona poco umile??!!!
Umile è chi afferma che è limitato, che da solo non potrà mai raggiungere la serenità e l'allegria vera e completa, che la sua filosofia sul senso della vita è lacunosa, difettosa, parziale e che la propria personalità è carente; perciò è e sarà difficile che un filosofo distingua l'umiltà.
Inoltre la domanda è se un filosofo può essere umile e non se nella Verità del Maestro c'è superbia.
Infine lo sdegno dei sacerdoti del tempio non è una reazione ad un'umana presunzione, ma, bensì, una conseguenza della loro scandalosa ed ipocrita condotta ormai sgamata.
E a te risulta che nei Vangeli Cristo affermi di essere limitato, di non poter raggiungere l'allegria vera e completa o che il suo senso della vita è lacunoso, difettoso, parziale e la sua personalità carente?
C'è, è vero, in molti filosofi il senso di umiltà nei confronti della verità in sé (Non me, ma il logos... dice infatti Eraclito), ma questo non toglie che in qualche modo il filosofo (ogni filosofo) sia convinto di aver colto questa verità (ideale, empirica, esistenziale, logico linguistica ecc.) più di quanto non l'abbiano colta altri, anche se, come Wittgenstein, reputa doveroso tacerne.
maral is offline  
Vecchio 18-07-2013, 19.18.58   #15
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

*+ scritto da maral:
Citazione:
E a te risulta che nei Vangeli Cristo affermi di essere limitato, di non poter raggiungere l'allegria vera e completa o che il suo senso della vita è lacunoso, difettoso, parziale e la sua personalità carente?

No, come potrebbe essendo il Figlio di Dio.
Inoltre Gesù Cristo è l'esempio vivente di ciò che significhi l'umiltà, in quanto c'insegna di non abusare del proprio potere o autorità per fini egoistici, ma usare queste ricchezze per il beneficio collettivo, e l'incarnazione di cosa si debba fare per essere umili, con la famosa lavanda dei piedi ai suoi allievi, ai suoi servi, a chi, apparentemente, appare inferiore a noi.
Un filosofo dal solo sermone di Gesù: "Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”, dovrebbe prendere spunto per divenire un filosofo/persona umile, cosa difficile, vista la realtà, ma non impossibile.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 19-07-2013, 19.15.18   #16
ulysse
Ospite abituale
 
L'avatar di ulysse
 
Data registrazione: 21-02-2008
Messaggi: 1,363
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

Megherita Hakc: l'umiltà e l'orgoglio.
"Come ricercatori...in questo nostro mondo...uno degli insegnamenti che riceviamo dalla scienza è l'umiltà della ricerca: da una parte, essere sempre pronti a correggersi, a modificare la rotta e a condividere i nostri risultati con altri che li possono migliorare;.... e dall'altra, l'orgoglio del proprio lavoro e il coraggio di seguire le proprie intuizioni, di essere autonomi intellettualmente".

Credo che sia un grande insegnamento per chi si impegna intellettualmente, non tanto e solo della scienza o della filosofia e d'altra disciplina , ma proprio di Margherita...che ne ha dato personalmente l'esempio per tutta la vita...e che da poco tempo ci ha lasciati.
ulysse is offline  
Vecchio 20-07-2013, 00.50.24   #17
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

** citazione di Ulysse
Citazione:
Megherita Hakc: l'umiltà e l'orgoglio.
Certo che se siamo passati dal discutere dell'eventualità che un filosofo possa essere umile, alla possibilità che uno scienziato, addirittura la boriosa Hack, possa dettare i decreti sull'umiltà, significa che non si vuole affrontare lealmente e con onestà intellettiva il quesito.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 21-07-2013, 20.47.06   #18
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
*+ scritto da maral:


No, come potrebbe essendo il Figlio di Dio.
Inoltre Gesù Cristo è l'esempio vivente di ciò che significhi l'umiltà, in quanto c'insegna di non abusare del proprio potere o autorità per fini egoistici, ma usare queste ricchezze per il beneficio collettivo, e l'incarnazione di cosa si debba fare per essere umili, con la famosa lavanda dei piedi ai suoi allievi, ai suoi servi, a chi, apparentemente, appare inferiore a noi.
Un filosofo dal solo sermone di Gesù: "Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”, dovrebbe prendere spunto per divenire un filosofo/persona umile, cosa difficile, vista la realtà, ma non impossibile.
Ma Duc non c'è nulla di più orgogliosamente nobile e tutt'altro che umile del non fare contro chi ci aggredisce ciò che potremmo fare.
maral is offline  
Vecchio 22-07-2013, 01.01.17   #19
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

** citazione di maral
Citazione:
Ma Duc non c'è nulla di più orgogliosamente nobile e tutt'altro che umile del non fare contro chi ci aggredisce ciò che potremmo fare.

Mi dispiace ma l'ossimoro orgogliosamente nobile non è altro che un paralogismo.
Inoltre non fare contro chi ci aggredisce ciò che potremmo fare è da stupidi, da folli, perchè significherebbe soccombere, morire, mentre la legittima difesa, come ultima spiaggia per far desistere e bloccare un aggressore determinato ed ingiustificato, è benedetta anche da Dio, a meno che non siamo innanzi ad una faccenda di martirio.
Infine l'umiltà è la disponibilità a scendere, a farsi piccoli e a servire i fratelli; è la volontà di servizio. Questo è un servizio gratuito, fatto per amore, non per altri scopi, perché non ci si aspetta nulla in cambio. Quando noi cerchiamo il plauso, i riconoscimenti, manchiamo di umiltà perché rompiamo la gratuità. E' per questo che è difficile, ma non impossibile, che un filosofo sia per davvero umile.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 24-07-2013, 22.07.09   #20
Tempo2011
Ospite abituale
 
L'avatar di Tempo2011
 
Data registrazione: 12-04-2011
Messaggi: 630
Riferimento: Può un filosofo essere umile?

Citazione:
Duc in altum!

No, come potrebbe essendo il Figlio di Dio.
Inoltre Gesù Cristo è l'esempio vivente di ciò che significhi l'umiltà, in quanto c'insegna di non abusare del proprio potere o autorità per fini egoistici, ma usare queste ricchezze per il beneficio collettivo, e l'incarnazione di cosa si debba fare per essere umili, con la famosa lavanda dei piedi ai suoi allievi, ai suoi servi, a chi, apparentemente, appare inferiore a noi.
Un filosofo dal solo sermone di Gesù: "Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”, dovrebbe prendere spunto per divenire un filosofo/persona umile, cosa difficile, vista la realtà, ma non impossibile.
Mi perdonerai, Duc in altum!, se affermo che, come tutte le persone che praticano una fede, dato le difficoltà per mantenerla in vita anche nelle contraddizioni, citate sempre quello che più si avvicina ai vostri convincimenti? Porto un esempio: "Non gettate le perle ai porci." Ti sembra un'affermazione proveniente da una persona umile, poiché si riferiva ad altre persone non credenti? Di fatto, è di una presunzione assoluta che non ammetteva repliche. Oppure, "Se non vorranno ascoltare le vostre parole, lasciate davanti alla loro porta anche la polvere delle vostre scarpe" ecc. (cito a memoria). Credo che l'errore, parlando di umiltà del filosofo, stia nel fatto di aver tirato in ballo Gesù che, con la ricerca della verità, ha poco a che fare, poiché lui la "sua" verità già l'aveva in tasca. Ti garantisco che non era e non è affatto umile quella verità, giacché voleva primeggiare su tutte le altre:costi quel che costi. La storia lo racconta quanto è costato e ci costerà ancora.
Tempo2011 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it