Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 05-03-2014, 18.58.19   #11
SinceroPan
Ospite
 
L'avatar di SinceroPan
 
Data registrazione: 27-08-2008
Messaggi: 135
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da AnimaB.
È proprio il nichilismo che mi ha portato a capire che esiste la metafisica e lo spirito. Leggi pure : "se non esiste un anima che senso ha vivere" , nel forum di filosofia. Ciao.


Meta-Fisica è Credere (Senza Vedere) che ci sia Qualcosa Oltre il Visibile.
Credere agli Dei ed all' Anima (separata dal pensiero e dal cervello).

Ma anche Credere che Non ci sia Nulla Oltre il Visibile è Meta-fisica proprio perchè Non Possiamo Vedere che Oltre Non Ci Sia Nulla. O meglio : che Oltre Ci Sia il Nulla. Quindi ogni Uomo, anche il più Materialista immerso nella Normale Quotidianità è un Meta-Fisico In-Conscio.

Ogni Uomo è a suo Modo un Meta-Fisico.
ANCHE IL NICHILISTA E' A SUO MODO UN META-FISICO IN-CONSAPEVOLE.

Anche Concetti Quotidiani a cui noi tutti Crediamo senza fatica, ad es. Libertà Amore ed In-Conscio sono Meta-Fisici.

Sulla Libertà : noi Possiamo Ri-Cordare che eravamo indecisi tra Scegliere A o B, e POI abbiamo Scelto B, ma è Im-possibile Sperimentare che Avremmo Potuto Scegliere A perchè Non Possiamo Ritornare nel Passato e Ri-Scegliere ciò che Abbiamo Escluso. La Storia Non si fa con i Se e con i Ma.

Sull'Amore degli Altri : noi Possiamo solo Vedere i Loro Comportamenti e da questi possiamo Probabilisticamente Indurre (ma Non Dedurre) che al 99,999% che Ci Amano. Ma Nessuno Può Vedere Veramente dentro la Testa ed il Cuore dell'Altro.

Sul Nostro Amore per gli Altri : Non c'è Amore più Grande che Dare la Vita per l'Amico diceva Gesù => Ma ben Pochi di Noi sono per fortuna posti nelle Condizioni di Verificare Se Amiamo fino al Massimo i Nostri Cari. Noi non possiamo sapere come reaggiremmo in condizioni estreme. Noi ad Oggi ci conosciamo solo Parzialmente. E neppure alla Morte Ci Auto-Conosceremo Totalmente perchè avremmo Dimenticato molte cose del Passato.

Come scrisse Pessoa : NESSUN UOMO PUO' VIVERE SENZA META-FISICA.
SinceroPan is offline  
Vecchio 05-03-2014, 22.01.19   #12
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Trovo presuntuoso coltivare - e vendere - illusioni.
Nel mio discorso le illusioni sono state tolte tutte.
Non mi sono attaccato a niente.
Spesso nel nichilismo mi pare di avvertire l'amarezza di una disperazione per una radicale solitudine ontologica che si è venuta tramutando in rassegnazione. Non siamo noi a lasciare le cose, è ogni cosa che ci lascia per sfumare nel nulla e l'io che vorrebbe trattenere ciò che gli è caro perde la presa anche di ciò che gli è più intimo. Ogni cosa si allontana e lo oltrepassa, finché amareggiato dal continuo perdere tutto sente la radicale inutilità irrisoria di ogni nuovo sopraggiungere e sente che con quel tutto è egli stesso che se ne va e non può farci niente, ogni perdita è un taglio nella carne di se stesso.
Ma anche rassegnandosi all'ineluttabilità di questi tagli resta pur sempre il gusto della vendetta verso ciò che invece di trattenersi si allontana tradendo l'ospitalità che fu offerta al suo apparire e tutto allora diventa illusione (tutto è vanità come sta scritto nell'Ecclesiaste, il testo biblico più nichilista che ci sia) e allora non sono più le cose a tradirmi, ma sono io a volermi disfare di ogni cosa-illusione e dell'illusorio dolore del loro svanire, sono io che voglio la loro totale indifferente insignificanza affinché il loro significato non mi ferisca continuamente allontanandosi dalla mia affezione strappando brandelli di me stesso, pure e forse soprattutto il mio stesso significato.
Nella solitudine assoluta il nulla, illusione suprema, resta paradossalmente l'unica consolazione reale che non potrà mai sottrarsi svanendo, proprio in quanto nulla, esso è l'unico vero compagno affidabile, anche quando il me stesso mi tradirà il nulla resterà ad accogliere ogni lacrima. Nel nulla tutto si ritrova per sempre dimenticato e perdonato.
maral is offline  
Vecchio 05-03-2014, 22.32.53   #13
AnimaB.
Nuovo ospite
 
L'avatar di AnimaB.
 
Data registrazione: 12-02-2014
Messaggi: 36
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Quello che esponi anche in questa occasione é solo un tuo atteggiamento soggettivo (anche se dai sempre la netta -e decisamente sgradevole- impressione di pretendere indebitamente che debba essere universalmente condiviso, se non addirittura oggettivo).

Altri, come Baylham (che per la cronaca non conosco) e me (per nostra fortuna!), si ritrovano ad avere altrettanto lecitamente e fondatamente (e soggettivamente) un atteggiamento ben diverso di fronte alla finitezza della vita: di serena accettazione.
A caval donato non si guarda in bocca (e la vita, con tutte le soddisfazioni che ci da, non ce la siamo procuarta da noi).


Ma se realmente credi in quello che dici, con la morte dimenticherai anche le mie affermazioni sgradevoli, la morte equivale a zero, e tutto quello che si moltiplica per zero è zero. Quindi anche questo nostro scrivere su un forum perde interesse e significato. Cosa ti spinge a esprimere e dire la tua sapendo che tanto non ha senso e non servirà a nulla ? A volte dubito che tu creda in quello che dici, se tutto svanisce nel nulla che ti frega di riflette (Scusa la franchezza).
AnimaB. is offline  
Vecchio 05-03-2014, 23.13.07   #14
Angelo Cannata
Simpatizzante di Vattimo
 
L'avatar di Angelo Cannata
 
Data registrazione: 06-02-2014
Messaggi: 45
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Vorrei evidenziare un aspetto che mi sembra che qua e là abbia fatto capolino tra i vostri interventi, ma non sia stato detto con sufficiente chiarezza.
Attenzione che nichilismo non è detto che debba significare pessimismo o disamore per la vita. Il nichilismo vero filosofico è critica della mentalità occidentale, la quale tutto ha preteso di saper capire, spiegare e sviscerare fin nei minimi particolari, perdendo di vista che avrebbe avuto bisogno anzitutto essa stessa di trovare spiegazioni su questo proprio atteggiamento. La conseguenza è inizialmente uno stato d'animo pessimista perché tale mentalità presuntuosa occidentale è talmente radicata nel nostro essere da indurci all'opinione più o meno inconsapevole che senza di essa non sia possibile pensare nulla di buono o che comunque meriti di essere pensato. Dico inizialmente, perché man mano che si prende consapevolezza della relatività di tale mentalità, ci si comincia a dirigere su altri modi di pensare e si scopre che questa mentalità non era altro che chiusura mentale. In questo senso, quando si parla di nichilismo, il punto di riferimento essenziale è la presa di coscienza della limitatezza della mentalità occidentale. Naturalmente possono esistere tanti altri tipi di nichilismo, perciò è bene, quando si usa il termine, cercare di chiarire il contesto entro cui lo si desidera situare, altrimenti è facile rischiare di cadere in una concezione superficiale del nichilismo, fatta tutta di pessimismo, che poi non è altro che l'atteggiamento che ho detto sopra, adottato però senza la consapevolezza del suo essere critica dell'occidente.
Insomma, un nichilista non ingenuo non è un piagnucolone, ma uno che vuol mettere un maturo entusiasmo di relativizzarsi e scoprire mondi nuovi, senza comunque ignorare che non è facile (e d'altra parte neanche possibile o indispensabile) spogliarsi di millenni di mentalità occidentale.
Angelo Cannata is offline  
Vecchio 06-03-2014, 00.56.15   #15
AnimaB.
Nuovo ospite
 
L'avatar di AnimaB.
 
Data registrazione: 12-02-2014
Messaggi: 36
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da Angelo Cannata
Vorrei evidenziare un aspetto che mi sembra che qua e là abbia fatto capolino tra i vostri interventi, ma non sia stato detto con sufficiente chiarezza.
Attenzione che nichilismo non è detto che debba significare pessimismo o disamore per la vita. Il nichilismo vero filosofico è critica della mentalità occidentale, la quale tutto ha preteso di saper capire, spiegare e sviscerare fin nei minimi particolari, perdendo di vista che avrebbe avuto bisogno anzitutto essa stessa di trovare spiegazioni su questo proprio atteggiamento. La conseguenza è inizialmente uno stato d'animo pessimista perché tale mentalità presuntuosa occidentale è talmente radicata nel nostro essere da indurci all'opinione più o meno inconsapevole che senza di essa non sia possibile pensare nulla di buono o che comunque meriti di essere pensato. Dico inizialmente, perché man mano che si prende consapevolezza della relatività di tale mentalità, ci si comincia a dirigere su altri modi di pensare e si scopre che questa mentalità non era altro che chiusura mentale. In questo senso, quando si parla di nichilismo, il punto di riferimento essenziale è la presa di coscienza della limitatezza della mentalità occidentale. Naturalmente possono esistere tanti altri tipi di nichilismo, perciò è bene, quando si usa il termine, cercare di chiarire il contesto entro cui lo si desidera situare, altrimenti è facile rischiare di cadere in una concezione superficiale del nichilismo, fatta tutta di pessimismo, che poi non è altro che l'atteggiamento che ho detto sopra, adottato però senza la consapevolezza del suo essere critica dell'occidente.
Insomma, un nichilista non ingenuo non è un piagnucolone, ma uno che vuol mettere un maturo entusiasmo di relativizzarsi e scoprire mondi nuovi, senza comunque ignorare che non è facile (e d'altra parte neanche possibile o indispensabile) spogliarsi di millenni di mentalità occidentale.

Angelo io da quello che ho capito (leggendo i tuoi commenti) posso dire che tu sia convinto (o cmq più propenso) a credere che la vita finisce con la nostra morte celebrare. E fin qui niente da obbiettare, però vorrei che tu potessi convincermi che una persona può essere felice ed amare la vita pur essendo nichilista, nel senso per me è impossibile essere felici e amorevoli verso una vita che so che svanirà nel nulla, che stimoli avrei a viverla (a maggior ragione se è una vita sofferta)? Mi piacerebbe però che tu potessi cambiarmi idea, che tu potessi farmi vedere un altro punto di vista.
AnimaB. is offline  
Vecchio 06-03-2014, 06.56.54   #16
spectator vitae
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 16-10-2013
Messaggi: 8
Riferimento: sul "mio" nichilismo

> Nella solitudine assoluta il nulla, illusione suprema

Questo passaggio "ad effetto" non è affatto veritiero.

Alle illusioni uno si attacca (e gode).

Nel nulla non c'è nulla a cui attaccarsi.

Il nulla è vero proprio perché schifoso (che più schifoso non si può).
spectator vitae is offline  
Vecchio 06-03-2014, 08.06.04   #17
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da AnimaB.
Ma se realmente credi in quello che dici, con la morte dimenticherai anche le mie affermazioni sgradevoli, la morte equivale a zero, e tutto quello che si moltiplica per zero è zero. Quindi anche questo nostro scrivere su un forum perde interesse e significato. Cosa ti spinge a esprimere e dire la tua sapendo che tanto non ha senso e non servirà a nulla ? A volte dubito che tu creda in quello che dici, se tutto svanisce nel nulla che ti frega di riflette (Scusa la franchezza).


Innanzitutto le opinioni che espongo hanno senso (non sono mere successioni disordinate e casuali di carattieri tipografici); e potrebbero servire a convincere altri della loro validità o a indurre altri a convincere me a cambiarle in qualche misura o addirittura ad abbandonarle completamente.

Tutto finisce nel nulla E mi interessa discutere: non vedo che cosa ci sarebbe in ciò di incongruente (anche un ottimo pranzo e o l' ascolto di un' ottima musica finiscono, ma ciò non mi sembra un buon motivo per evitare di goderne, anzi!).
sgiombo is offline  
Vecchio 06-03-2014, 10.37.18   #18
AnimaB.
Nuovo ospite
 
L'avatar di AnimaB.
 
Data registrazione: 12-02-2014
Messaggi: 36
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Innanzitutto le opinioni che espongo hanno senso (non sono mere successioni disordinate e casuali di carattieri tipografici); e potrebbero servire a convincere altri della loro validità o a indurre altri a convincere me a cambiarle in qualche misura o addirittura ad abbandonarle completamente.

Tutto finisce nel nulla E mi interessa discutere: non vedo che cosa ci sarebbe in ciò di incongruente (anche un ottimo pranzo e o l' ascolto di un' ottima musica finiscono, ma ciò non mi sembra un buon motivo per evitare di goderne, anzi!).


Ma anche il fatto che tu possa esporre concetti ordinati mi fa strano, se siamo frutto di casualità come possiamo noi avere nella nostra mente l'ordine ? E questo ordine a che serve se poi anche il pianeta terra finirà nello ZERO. Io potrei essere nichilista in superficie, ma se vado nel profondo del nichilismo vedo solo annichilimento dell'essere, allora possiamo dire che si può essere nichilisti ma bisogna rimanere sulla superficie, perchè se analizziamo la profondità ci ritroveremmo annichiliti come la luna senza più stimoli.
AnimaB. is offline  
Vecchio 06-03-2014, 11.07.29   #19
jador
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-08-2009
Messaggi: 154
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da AnimaB.
Ma se realmente credi in quello che dici, con la morte dimenticherai anche le mie affermazioni sgradevoli, la morte equivale a zero, e tutto quello che si moltiplica per zero è zero. Quindi anche questo nostro scrivere su un forum perde interesse e significato. Cosa ti spinge a esprimere e dire la tua sapendo che tanto non ha senso e non servirà a nulla ? A volte dubito che tu creda in quello che dici, se tutto svanisce nel nulla che ti frega di riflette (Scusa la franchezza).

Ma la stessa domanda potrebbe essere rivolta a te:
Se realmente credi in quello che dici, cosa ti spinge ad esprimerti su un forum sapendo che non ha senso e non servirà a nulla?

Sinceramente potrebbe venire a qualcuno il dubbio che tu non creda a quello che dici.
jador is offline  
Vecchio 06-03-2014, 12.13.40   #20
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: sul "mio" nichilismo

Citazione:
Originalmente inviato da AnimaB.
Ma anche il fatto che tu possa esporre concetti ordinati mi fa strano, se siamo frutto di casualità come possiamo noi avere nella nostra mente l'ordine ? E questo ordine a che serve se poi anche il pianeta terra finirà nello ZERO. Io potrei essere nichilista in superficie, ma se vado nel profondo del nichilismo vedo solo annichilimento dell'essere, allora possiamo dire che si può essere nichilisti ma bisogna rimanere sulla superficie, perchè se analizziamo la profondità ci ritroveremmo annichiliti come la luna senza più stimoli.

Non vedo che problemi ci siano se casualmente qualcosa é ordinato.
Il mondo c' é senza una ragione e presenta molto ordine, oltre che molto disordine: non ci vedo nulla di strano o problematico.

E quanto al resto dei tuoi lamenti, non so proprio più cosa dirti, se non che per mia fortuna sono un po' più ottimista e mi so godere la vita (per quel poco che dura. Ma ripeto che a caval donato non si guarda in bocca).
Anche se mi aspetto ulteriori obiezioni pessimistiche da parte tua, purtroppo non credo di aver altro da aggiungere (ho provato in tutti i modi a farti capire che si può essere contenti della vita malgrado la sua finitezza, ma vedo che non c' é verso di convincerti).
sgiombo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it