Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-08-2015, 13.28.56   #11
pepe98
Nuovo ospite
 
L'avatar di pepe98
 
Data registrazione: 28-06-2015
Messaggi: 172
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da maral
E' nulla se tutto è pensiero e quindi non vi è nulla che sia pensabile. Qualcosa dovrà pure essere pensato e non pensante no?
No, il pensiero pensa(percepisce) se stesso.
pepe98 is offline  
Vecchio 06-08-2015, 14.55.14   #12
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da me_simone
...................Non solo: sono anche tanto scettico da credere, come David Hume, che la causalità sia una mera abitudine..


Solo un'estrapolazione dal contesto del tuo post per dire che diversi autori ritengono che proprio l'esempio sulla causalità delle biglie dello scozzese empirico D.Hume sia stato il fondamento del capitalismo?

Un'altro scozzese di nome A. Smith vi ci appiccicherà l'etichetta della mano invisibile.

E più materialistico del capitalismo cosa c'è.
paul11 is offline  
Vecchio 06-08-2015, 15.03.03   #13
iano
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2015
Messaggi: 43
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da maral
I Greci condiseravano che i numeri cominciassero a partire da 2, essendo il contare retto dal poco e dal molto, mentre l' 1 non è né poco né molto. Forse è tutto, ma se è così è niente.
Alla materia si addice essere una battuta di spirito, a patto che lo spirito riconosca di essere atto della materia, così il conto torna
Allora siamo partiti da due,e in un conto alla rovescia,passando per l'uno,lo zero è quasi prossimo all'accettazione di tutti.
Il nulla ci sommergerà tutti allora.
Impatto previsto per l'anno 3000.
Ma a voler essere più pragmatici e meno spiritosi,se è vero che non è difficile digerire l'universo come un uno,è vero che la totalità della materia noi la immaginiamo come una somma di oggetti.
E per quanto noi saremo bravi a "creare questi oggetti" magari con una cetra arbitrarietà,è difficile pensare che un aiutino non ci venga dato dalla natura intrinseca di quel supposto uno.
iano is offline  
Vecchio 06-08-2015, 17.52.37   #14
me_simone
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 05-08-2015
Messaggi: 4
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Solo un'estrapolazione dal contesto del tuo post per dire che diversi autori ritengono che proprio l'esempio sulla causalità delle biglie dello scozzese empirico D.Hume sia stato il fondamento del capitalismo?

Un'altro scozzese di nome A. Smith vi ci appiccicherà l'etichetta della mano invisibile.

E più materialistico del capitalismo cosa c'è.

A parte essere una tesi alquanto discutibile (esiste, é affermata, ma ci scommetto che non tutti siano d'accordo..); comunque essa non si ritorce contro quanto ho scritto.. Ho citato Bergson per aiutare e trovare un equilibrio, ma ho esposto la mia posizione: ritengo di essere più materialista, che spiritualista, per quanto detesti il capitalismo e adori invece le riflessioni escatologiche, soteriologiche e inerenti l'assoluto e quant'altro.. Semplicemente non credo nella presenza in me di una parte spirituale perché, a mio avviso, ammettere ciò renderebbe tutto più facile.. Facile credere che si si fa i bravi si va in Paradiso; facile credere che ritorneremo al grande specchio e ci reincarneremo innumerevoli volte - come riteneva invece Bruno - e facile é proprio credere in qualcosa che rimanga eternamente di noi.. L'occidente é attaccato alla vita, la ama, per questo é cosi legato alle dottrine che narrano - o meglio affermano- l'esistenza di principi eterni.. Pensiamo invece all'oriente, dove la reincarnazione non é assolutamente qualcosa di piacevole, giacché é indice del mancato raggiungimento della "perfezione"..
me_simone is offline  
Vecchio 06-08-2015, 19.29.22   #15
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da pepe98
No, il pensiero pensa(percepisce) se stesso.
E così siamo già in 2, un soggetto (il pensiero che pensa) e un oggetto (il pensiero pensato) che non possono essere la stessa cosa visto che hanno attributi diversi.
Citazione:
Originalmente inviato da iano
Ma a voler essere più pragmatici e meno spiritosi,se è vero che non è difficile digerire l'universo come un uno,è vero che la totalità della materia noi la immaginiamo come una somma di oggetti.
E per quanto noi saremo bravi a "creare questi oggetti" magari con una cetra arbitrarietà,è difficile pensare che un aiutino non ci venga dato dalla natura intrinseca di quel supposto uno.
Ammiro i pragmatici per la loro utile praticità, ma li detesto per le loro semplificazioni anche di quello che non si può proprio. Ad esempio quella "somma di oggetti" è enormemente problematico, un problema metafisico che resta irrisolto dai tempi di Aristotele e provoca liti a non finire. Quali oggetti vanno messi nella somma che definisce il tutto e lo rende uno? Facile dire tutti, ma tutti quali? La sfumatura di grigio che c'è in un angolo in penombra del tavolo la contiamo? I numeri? I concetti astratti (noti anche come universali)? La sensazione di irritazione per un granello di polvere nel naso? E l'uno-tutto va contato o no? E' un problemaccio da perderci la testa, te lo assicuro.

Ultima modifica di maral : 06-08-2015 alle ore 22.54.55.
maral is offline  
Vecchio 06-08-2015, 21.54.26   #16
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da me_simone
A parte essere una tesi alquanto discutibile (esiste, é affermata, ma ci scommetto che non tutti siano d'accordo..); comunque essa non si ritorce contro quanto ho scritto.. Ho citato Bergson per aiutare e trovare un equilibrio, ma ho esposto la mia posizione: ritengo di essere più materialista, che spiritualista, per quanto detesti il capitalismo e adori invece le riflessioni escatologiche, soteriologiche e inerenti l'assoluto e quant'altro.. Semplicemente non credo nella presenza in me di una parte spirituale perché, a mio avviso, ammettere ciò renderebbe tutto più facile.. Facile credere che si si fa i bravi si va in Paradiso; facile credere che ritorneremo al grande specchio e ci reincarneremo innumerevoli volte - come riteneva invece Bruno - e facile é proprio credere in qualcosa che rimanga eternamente di noi.. L'occidente é attaccato alla vita, la ama, per questo é cosi legato alle dottrine che narrano - o meglio affermano- l'esistenza di principi eterni.. Pensiamo invece all'oriente, dove la reincarnazione non é assolutamente qualcosa di piacevole, giacché é indice del mancato raggiungimento della "perfezione"..

Calma..
Non ho emesso giudizi o sentenze sul tuo post, ho semplicemente estrapolato,come ho scritto una frase che mi ricordava,secondo alcuni autori la "nascita" teorica del capitalismo.E' discutibile? E cosa non è discutibile.
paul11 is offline  
Vecchio 07-08-2015, 01.28.03   #17
me_simone
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 05-08-2015
Messaggi: 4
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Calma..
Non ho emesso giudizi o sentenze sul tuo post, ho semplicemente estrapolato,come ho scritto una frase che mi ricordava,secondo alcuni autori la "nascita" teorica del capitalismo.E' discutibile? E cosa non è discutibile.

Ok, solitamente non penso che chi scriva in un forum di riflessioni voglia mostrare le nozioni in suo possesso.. Ma mi scuso per l'errata interpretazione che ne ho dato e, anzi, ti ringrazio per questo intervento che ha sicuramente arricchito molti.. Del resto, hai ragione, anche io ritengo che tutto sia pressoché discutibile, anche se forse non tutto allo stesso modo.. Qualcosa di meno discutibile ci sarà o no?
me_simone is offline  
Vecchio 07-08-2015, 11.41.26   #18
pepe98
Nuovo ospite
 
L'avatar di pepe98
 
Data registrazione: 28-06-2015
Messaggi: 172
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da maral
E così siamo già in 2, un soggetto (il pensiero che pensa) e un oggetto (il pensiero pensato) che non possono essere la stessa cosa visto che hanno attributi diversi.

.
Non siamo in due solo perchè abbiamo due attributi diversi. Il pensiero è sempre pensiero. Se io dicessi "io mi lavo", non ci sono due io, ma solo uno, che fa sia da soggetto che da oggetto. Infatti me e io sono la stessa persona in due funzioni diverse. Il pensiero è sia soggetto che oggetto, e rimane uno.
pepe98 is offline  
Vecchio 07-08-2015, 20.44.01   #19
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

** scritto da me_simone:

Citazione:
Semplicemente non credo nella presenza in me di una parte spirituale perché, a mio avviso, ammettere ciò renderebbe tutto più facile.. Facile credere che si si fa i bravi si va in Paradiso; facile credere che ritorneremo al grande specchio e ci reincarneremo innumerevoli volte - come riteneva invece Bruno - e facile é proprio credere in qualcosa che rimanga eternamente di noi..


Quindi il senso dell'esistenza lo si percepisce facendo le cose difficili?
Duc in altum! is offline  
Vecchio 08-08-2015, 12.43.24   #20
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Materialismo o spiritualismo?

Citazione:
Originalmente inviato da pepe98
Non siamo in due solo perchè abbiamo due attributi diversi. Il pensiero è sempre pensiero. Se io dicessi "io mi lavo", non ci sono due io, ma solo uno, che fa sia da soggetto che da oggetto. Infatti me e io sono la stessa persona in due funzioni diverse. Il pensiero è sia soggetto che oggetto, e rimane uno.

Non vorrei fraintendere tutto quello che sostieni ma nello specifico nel momento stesso che vi e' un interazione tra "due Io",non ritieni che quell'IO sia gia qualcosa di diverso rispetto a prima e che percio l'identità che si rivela sia dovuta alla stessa interazione?
Se non vi fosse "altro" rispetto a me,io come potrei rivelarmi?
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it