Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 18-04-2004, 14.15.18   #21
life
Ospite
 
Data registrazione: 26-10-2003
Messaggi: 11
esempio

Nella vicenda storica del gruppo di schiavi fuoriusciti dall'Egitto e capitanati da un certo Mosè (non si trattava di un popolo, questa coscienza maturerà solo dopo), Dio stabilisce con queste persone un vero e proprio contratto (oggi chiamato Antica alleanza). Si tratta di una serie di accordi finalizzati a regolare le RELAZIONI. La prova sta nel fatto che i cosiddetti 10 comandamenti seguono, nella struttura, gli antichi schemi dei patti di vassallaggio allora in uso, ma la cosa strana è che non si tratta di un trattato fra due nazioni, ma di un codice di comportamento.
Dio-Amore, da buon educatore, parla il linguaggio delle persone che vuole educare, parte dal loro modo di fare (la legge del taglione, la vendetta, la faida) per portare il suo popolo in una nuova direzione. Lo conduce con i suoi stessi strumenti, parla il linguaggio giusto per farsi capire.
life is offline  
Vecchio 18-04-2004, 14.58.46   #22
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Si può dire, secondo te, che Dio adegua il suo linguaggio in base al nostro sentire?
nicola185 is offline  
Vecchio 18-04-2004, 15.28.55   #23
life
Ospite
 
Data registrazione: 26-10-2003
Messaggi: 11
Smile in base al nostro essere

Citazione:
Messaggio originale inviato da nicola185
Si può dire, secondo te, che Dio adegua il suo linguaggio in base al nostro sentire?
Certamente, ma direi di più.
Se accettiamo il fatto che Dio è il nostro creatore e che noi siamo a sua immagine ne derivano due conseguenze fondamentali: 1) Dio-Amore ci ama teneramente in quanto «cosa sua», 2) anche noi siamo in grado di "creare" e di amare teneramente le cose che creiamo.
Questa mi pare una conquista importante perchè così abbiamo un metro per capire chi e che cosa è Dio: Dio:creature=Genitori:figli
La relazione Genitori-figli può costituire un termine di riferimento per capire come Dio ci ama, come si è evoluto il rapporto Dio-persone e persone-Dio; così come i genitori amorevoli danno le risposte ai figli anche in base a quello che sanno in più di loro e percepiscono al di là delle parole, così Dio-Amore dà risposte adeguate a tutte le modalità esistenziali delle persone: Dio vede più lontano di noi!
life is offline  
Vecchio 18-04-2004, 17.17.29   #24
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Dio vede. Semplicemente. Né più né meno. Noi quando siamo "fortunati" o meglio cogliamo l'attimo, vediamo, come Lui, ma non possiamo farlo per più di un milionesimo di secondo. Oltre resteremo abbagliati e diventeremo ciechi. Ma quel milionesimo di secondo ci fà assaporare l'Eternità. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 18-04-2004, 19.39.43   #25
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Nicola, ma chi te le dice ste cose?
Che cosa ne sai del modo in cui Dio ci vede?

Cerchi filosofia o discorsi fantasiosi?
Dunadan is offline  
Vecchio 18-04-2004, 20.01.45   #26
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Io cerco semplicemente di dare le mie risposte. Risposte effettivamente poco basate su conoscenze filosofiche specifiche, basate più su quel poco che la mia vita mi insegna giorno per giorno. So di essere entrato in questo forum pur non essendo all'altezza dal punto di vista prettamente culturale e cerco di carpire da persone indubbiamente più preparate suggerimenti per correggere la mia visione rispetto a temi che mi stanno molto a cuore. Ti invito però a non fare lo stesso errore che forse io commetto nel fare certe affermazioni, cioè di pensare o di presumere di distinguere il vero dal falso. Io voglio solo mettere a confronto le mie opinioni, che se pur fantasiose, nascono da una, ti garantisco, durissima realtà di vita. Grazie comunque di avermi invitato a riflettere su quello che ho detto. Presunzione e consapevolezza a volte vanno per mano. Ciao Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 18-04-2004, 21.37.34   #27
Angel of the night
Angelo al contrario
 
L'avatar di Angel of the night
 
Data registrazione: 18-04-2004
Messaggi: 115
Premetto di non avere profonde conoscenze filosofiche, ma di esprimere solo un mio personale pensiero.
In primo luogo, le mie opinioni sono offuscate dal mio credo cristiano che come molti mi porta a vedere dio come un essere trascendente e onnipotente che ama profondamente le sue creature e fa di tutto per condurle a sè (un po' come tutte le religioni, a pensarci bene).
Immaginando banalmente il mondo come una scala, ogni essere è comandato da un essere che gli sta sopra... al di sopra di dio non dovrebbe esistere nulla che minacci la sua libertà. Quindi dio sarebbe libero... e in effetti lo è, se consideriamo la concezione di libertà, che noi abbiamo. Allora se dio è libero, e dovesse venirgli, che so, l'istinto di annientarci tutti potrebbe farlo tranquillamente?
Anche noi in fondo siamo liberi, ma la nostra libertà è subordinata al nostro destino. Siamo liberi di seguire il bene e il male, ma siamo anche consci che un giorno ne pagheremo le conseguenze. Spesso diciamo: "Perchè dio ci ha resi liberi, se poi esiste il peccato?"
Per un supremo atto d'amore, in fondo. Ammettiamo di essere creature di dio... ogni creatore ama profondamente la propria creatura e vorrebbe proteggerla da ogni cosa che potesse corromperla. Quando noi fummo creati il male già esisteva, poichè biblicamente parlando Lucifero era già diventato l'Avversario. Dio avrebbe potuto tenerci lontani da questo male... Un po' come fa un genitore che tiene il proprio figlio segregato in casa, perchè teme che suo figlio incontri il male, in qualsiasi forma lo si possa concepire, o un destino avverso e, quindi, per paura di perderlo lo priva della libertà. Invece Dio pur amandoci ha deciso di correre questo rischio e ha permesso al male di mescolarsi al bene, affinchè noi fossimo liberi di comprendere cosa significa essere figli di dio. In fondo, non è forse una sconfitta per dio un'anima che si perde?

Ciao tutti.
Angel of the night is offline  
Vecchio 19-04-2004, 08.40.29   #28
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

X Angel

Cos'è il peccato?
Agora is offline  
Vecchio 19-04-2004, 08.58.57   #29
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

X CHIARA
Rif.: "Gesù ci ha spiegato molte cose a proposito di Dio..."

*********
Vorresti spiegarmi che cosa Gesù ci ha spiegato di Dio?
Agora is offline  
Vecchio 19-04-2004, 10.11.37   #30
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
X Nicola.

Ma semplicemente non capisco in che modo dalla tua esperienza di vita puoi aver capito il modo in cui Dio ci Vede.
Che lui "veda e basta".

POI, Come puoi aver capito che L'UOMO è IN GRADO DI COGLIERE DIO PER 1 miglionesimo DI SECONDO?

Entriamo pure anche nell'ambito religioso, nemmeno un prete sa queste cose.
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it