Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 09-06-2004, 14.50.21   #31
binosoma
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-05-2004
Messaggi: 76
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
mi trovo pienamente daccordo con la tua definizione humiana di Io.

ciao
se proprio dobbiamo riferirci a qaulche vecchio amico, direi Bergson piuttosto che Hume.
binosoma is offline  
Vecchio 09-06-2004, 14.52.01   #32
binosoma
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-05-2004
Messaggi: 76
Citazione:
Messaggio originale inviato da A.Nilic
Quindi poni l'esterno (condizionamenti sociali) e l'interno sotto l'unica sfera del pensiero soggettivo? Se è così mi trovi di nuovo pienamente d'accordo.
si, diciamo di un soggetto che nello stesso momento è fuori e dentro.
un soggettivismo assoluto?
binosoma is offline  
Vecchio 10-06-2004, 14.18.41   #33
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
sono realmente due termini distinti tra loro?

Secondo il dizionario, la persona è definita come” Essere umano, individuo uomo o donna […] Il termine serve a designare un individuo in quanto ricopre nella società una determinata carica […] investito di specifiche funzioni e simili […] Parte, ruolo che uno sostiene nella realtà […]"
Qui la persona è identificata da criteri quali la capacità, che essa dovrebbe avere, di incidere nel contesto sociale, con caratteristiche, funzioni, ruoli... Quindi, secondo il "sig. Dizionario" (per non nominare il vero autore), un barbone, un carcerato, un handicappato che non può svolgere un lavoro e chiunque altro non rivesta un ruolo specifico nella società, non sono persone?! Questa affermazione mi sconvolge.

[Filos. Classica] "Persona = Individuo inteso nella sua accezione morale e spirituale, in contrapposizione alla cosa (“res”)"

Ma ci sono anche altre definizioni che, sulla base della bioetica, cercano di dare una spiegazione al termine "persona":
"Essere vivente individuale e razionale, e pertanto ente che trascende la mera natura fisico-biologica, aspetto che nella terminologia tradizionale veniva indicato con la presenza dell’anima razionale, per cui la persona era il composto di corpo (umano) e anima (razionale)." La persona indica un ente che trascende la mera natura biologica, e quindi non è sufficiente far riferimento a conoscenze biologiche per risolvere la questione. Questa definizione, nell’evidenziare la “scomponibilità” della persona in una parte corporea ed in una spirituale, ci permette di dedurre che l’osservazione o valutazione del corpo, non rende visibile la persona nella sua globalità.

Per quanto riguarda il termine "individuo" invece?
Etimologicamente il termine latino "individuus" è la traduzione dal greco "atomos", che significa indivisibile, per cui il corrispondente termine italiano individuo indica ogni ente indivisibile e tale che, se diviso, si dissolve.
Con questa definizione anche il concetto di persona mi appare più comprensibile: nel momento in cui non vi sia stretta unità tra il corpo e la parte pensante, ne perderemmo l’identità.

Posso quindi dire che probabilmente "persona" e "individuo" non sono due concetti completamente distinti tra loro, ma piuttosto che uno completa l'altro.
Resta sempre però una mia opinione

ciao
iris_1 is offline  
Vecchio 10-06-2004, 14.27.35   #34
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
ma il problema e` "a cosa si riferiscono le parole 'perona' e 'individuo'?"

se e` questo il vero problema, perche` cosi` sembra, allora e` di competenza della linguistica, non della filosofia.

non dico che sia poco importante, bensi` voglio far notare la vera natura della questione.


ciao
epicurus is offline  
Vecchio 10-06-2004, 14.31.01   #35
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Persona: in latino, Prosopon o hypostasi: in greco. Credo che abbia qualcosa a che fare con la manifestazione divina, differenza tra dentro e fuori, comunque....dovrei informarmi Ciao
neman1 is offline  
Vecchio 11-06-2004, 14.15.28   #36
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
il silenzio in questo topic e` la conseguenza che quanto ho detto ha trovato riscontro dentro di voi, oppure altro?

insomma, il problema (come e` stato posto) cessa di essere filosofico?

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 11-06-2004, 14.37.02   #37
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Ho trovato questa definizione di Individuo: una parola che e' composta da "In" che sta per interiore oppure secondo altri: non, poi la radice indoeuropea "Div" da cui deriva il nome Dio o divinita' e la dualita', duo che indica la scissione tra L'Io e Dio. Ciao.
neman1 is offline  
Vecchio 11-06-2004, 17.04.54   #38
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da neman1
Ho trovato questa definizione di Individuo: una parola che e' composta da "In" che sta per interiore oppure secondo altri: non, poi la radice indoeuropea "Div" da cui deriva il nome Dio o divinita' e la dualita', duo che indica la scissione tra L'Io e Dio. Ciao.

neman, devo prendere questo come una risposta affermativa alla domanda posta nel mio precedente post?

epicurus is offline  
Vecchio 11-06-2004, 17.49.00   #39
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
ma il problema e` "a cosa si riferiscono le parole 'perona' e 'individuo'?"

se e` questo il vero problema, perche` cosi` sembra, allora e` di competenza della linguistica, non della filosofia.
E' ciò che ho voluto far notare nel mio primo intervento qui.

Anche se nulla ci impedisce di parlare di identità e di maschere, non vedo cosa c'entri la differenza tra individuo e persona, sono due termini che indicano concetti diversi. L'individuo è generalmente un essere vivente indivisibile. La persona è un individuo umano.

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 11-06-2004, 18.46.49   #40
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
per Epicurus

Logicamente affermativo: E' di competenza linguistica. Ciao

Ultima modifica di neman1 : 11-06-2004 alle ore 18.50.54.
neman1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it