Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 07-06-2004, 11.34.33   #1
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Question Persona o Individuo ?

vi ritenete persone o individui ?

apparentemente puo' sembrare una domanda banale e stupida. Le differenze invece sono notevoli.

Vi ritenete PERSONE od INDIVIDUI.

Mi piacerebbe scoprire le motivazioni...


... grazie
bluemax is offline  
Vecchio 07-06-2004, 11.46.16   #2
Rocco
Ospite abituale
 
L'avatar di Rocco
 
Data registrazione: 14-05-2004
Messaggi: 301
Lightbulb .....permettimi.....

...di "rilanciare "......amichevolmente , perchè è una domanda carina...


Ma al di là di come ci riteniamo ......a "parole ".......

Direi più ..crediamo di comportarci da persone o individui ?





Rocco
Rocco is offline  
Vecchio 07-06-2004, 12.11.52   #3
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
definite i 2 concetti...

epicurus is offline  
Vecchio 07-06-2004, 12.21.57   #4
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

Probabilmente molti sapranno che la parola "persona" viene dal greco, significa "maschera" e deriva dal fatto che anticamente gli attori indossavano appunto una maschera per "in-personare" (entrare nella maschera, nel ruolo) i vari personaggi. "Individuo" significa invece indivisibile, unico. E' l'attore, l'interprete. Tutti noi individui in un certo senso indossiamo una maschera, cioè ci adattiamo alle richieste sociali, ci comportiamo secondo l'etica del momento, e molti lo fanno anche senza porsi molti perché.
E' quindi una maschera necessaria in quanto ci permette di sopravvivere nell'ambiente socio-culturale in cui ci muoviamo. La nostra personalità è dunque quella parte di noi più malleabile, plasmabile che attraverso l'educazione e l'interazione col mondo esterno assume modi e ruoli via via richiesti da un copione.
Agora is offline  
Vecchio 07-06-2004, 12.26.20   #5
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: !!!

Citazione:
Messaggio originale inviato da Agora
La nostra personalità è dunque quella parte di noi più malleabile, plasmabile che attraverso l'educazione e l'interazione col mondo esterno assume modi e ruoli via via richiesti da un copione.

conseguenza di quanto tu dici, si ha che l'individuo non e` niente.

epicurus is offline  
Vecchio 07-06-2004, 12.59.12   #6
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
!!!

X epicurus
Rif.: "conseguenza di quanto tu dici, si ha che l'individuo non e` niente."

Mi sembra un'affertmazione un po' azzardata. Dire che l'individuo è niente equivale a dire che non esiste.
Non si possono evitare i condizionamenti sociali, anche perchè, nel bene e nel male, abbiamo bisogno di identificarci con un gruppo, con una cultura. L'individuo è quello che sta dietro la maschera, quello che nonostante i condizionamenti sa di essere unico, irripetibile, e a volte anche... solo. E' colui che prende coscienza di tutto ciò che gli accade intorno senza subire passivamente come fa la personalità, e che quindi riesce a pilotare l'essere e che volendo può scegliere di liberarsi dall'influenza di una certa cultura anche definitivamente, ma con il rischio di restare appunto solo.
Agora is offline  
Vecchio 07-06-2004, 14.02.10   #7
A.Nilic
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 17-03-2004
Messaggi: 58
Sono d'accordo su quanto detto. Per poter tracciare meglio i confini dell'individuo, dell'unico sarebbe bene ricordare il buon Max Stirner: "Se si tratta d'intendersi e di comunicare con gli altri, io posso ovviamente far uso solo dei mezzi umani , di cui dispongo perché io sono anche uomo, oltre ad essere me stesso. E in realtà solo in quanto uomo ho dei pensieri, in quanti io, invece, sono al tempo stesso privo di pensiero, spensierato. Chi non sa sbarazzarsi di un pensierio è, in questo, solo uomo, è schiavo del linguaggio, di questa istituzione umana[...]". Ma quello che mi chiedo, se l'individuo è quella forza che sottrae, che, come dice Lao-Tse, si esprime tramite il vuoto e per questo è creativa...dove dobbiamo situare la storia personale dell'uomo, dalla parte della persona (la storia collettiva) o dalla parte dell'unico (l'irreprensibile forza vitale)?
A.Nilic is offline  
Vecchio 07-06-2004, 14.11.01   #8
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Necessariamente ognuno di noi è sia individuo che persona.
Individuo in quanto è e persona inquanto appare (a se stesso e agli altri).
Knacker is offline  
Vecchio 07-06-2004, 14.29.12   #9
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
invece di mirare al metafisico individuo (senza assolutamente condizionamenti, che altro non sarebbero che conoscenze) miriamo alla persona critica, che non e` una divinita` in terra, bensi` un essere curioso e che filtra l'esperienza.

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 07-06-2004, 14.34.55   #10
caspar
Ospite
 
Data registrazione: 07-06-2004
Messaggi: 10
sinonimi

Individuo è sinonimo di persona. Individuo dovrebbe essere etimologicamente "non dividersi", non aderire a nulla; persona apunto "maschera" al di sotto della quale c'è tutto il nostro sè che per convenienza sociale preferiamo non mostrare "nascondendoci di fronte all'altro in nella maniera più opportuna. La persona non vuole fare i conti con quel sottosuolo caotico che siamo; quell'insieme non ordinato di pulsioni che sono tanti "io" di cui abbiamo paura e che fuggiamo, non mostriamo nè a noi stessi nè all'altro da noi.
Ma non è questo che volevo affermare: la persona credo che abbia più a vedere con la trascendenza; se sei cristiano sei persona, se sei laico individuo.
caspar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it