Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 02-09-2004, 08.39.22   #51
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
***

Ciao Marco,
vorrei prendere momentaneamente per buono quello che affermi, cioè che in natura non esiste il dualismo bene-male.
Se eliminiamo questo dualismo, annulliamo di fatto entrambi i termini (partendo dal presupposto che per ogni cosa esiste il rovescio della medaglia) e tutto resta mera concezione umana. Dunque né il bene né il male sussistono ontologicamente e Dio (se esiste) sarebbe un’entità neutrale e asettica, privo di emozioni, il quale rimanda tutto il significato dell’universo alla fallace interpretazione umana della natura. Il che potrebbe anche essere vero, visto che nell’Unità i dualismi si risolvono, si annullano. Per me potrebbe anche andare bene così.
Senonché ammettiamo che in natura altri tipi di dualismo, come caldo-freddo, secco-umido, ecc., possano esistere. Ma queste, dirai, sono cose che si possono sperimentare scientificamente e empiricamente, sono oggetti tangibili, mentre gli altri fanno parte della sfera affettiva e emozionale che eludono la nostra piena comprensione. Partendo da questo presupposto anche le coppie amore-odio, gioia-tristezza, ecc. sarebbero semplici concezioni umane. Vale a dire che soltanto l’uomo è capace di provare certe emozioni, le quali non esistono in natura, sebbene l’uomo ne faccia parte. Dunque in un certo senso ha ragione Fool quando afferma che “questo concetto di bene e male potrebbe essere indipendente dalla natura, potrebbe essere un qualcosa creato dall'evoluzione umana, forse del tutto esterno all'universo e ai fenomeni che ci circondano”. Resterebbe da spiegare perché l’uomo prova certe emozioni. Evidentemente fanno parte della “sua” natura, non può essersele inventate e tutto rientra in un contesto naturale più grande; dunque Dio (se esiste) avrebbe dotato soltanto gli esseri umani di simili sentimenti. Perché?
Agora is offline  
Vecchio 02-09-2004, 20.40.34   #52
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Msg. di Agora...Se eliminiamo questo dualismo, annulliamo di fatto entrambi i termini (partendo dal presupposto che per ogni cosa esiste il rovescio della medaglia) e tutto resta mera concezione umana.
ok!
Citazione:
Dunque né il bene né il male sussistono ontologicamente e Dio (se esiste) sarebbe un’entità neutrale e asettica, privo di emozioni, il quale rimanda tutto il significato dell’universo alla fallace interpretazione umana della natura. Il che potrebbe anche essere vero, visto che nell’Unità i dualismi si risolvono, si annullano. Per me potrebbe anche andare bene così.
L'uomo, così come qualsiasi altro animale o cosa, è il soggetto che sperimenta ciò che lo circonda; è quindi il "giudice" di questa realtà. Esistono infatti verità relative.
Citazione:
Senonché ammettiamo che in natura altri tipi di dualismo, come caldo-freddo, secco-umido, ecc., possano esistere. Ma queste, dirai, sono cose che si possono sperimentare scientificamente e empiricamente, sono oggetti tangibili, mentre gli altri fanno parte della sfera affettiva e emozionale che eludono la nostra piena comprensione. Partendo da questo presupposto anche le coppie amore-odio, gioia-tristezza, ecc. sarebbero semplici concezioni umane.
Vedi sopra.
Citazione:
Vale a dire che soltanto l’uomo è capace di provare certe emozioni, le quali non esistono in natura, sebbene l’uomo ne faccia parte. Dunque in un certo senso ha ragione Fool quando afferma che “questo concetto di bene e male potrebbe essere indipendente dalla natura, potrebbe essere un qualcosa creato dall'evoluzione umana, forse del tutto esterno all'universo e ai fenomeni che ci circondano”. Resterebbe da spiegare perché l’uomo prova certe emozioni. Evidentemente fanno parte della “sua” natura, non può essersele inventate e tutto rientra in un contesto naturale più grande; dunque Dio (se esiste) avrebbe dotato soltanto gli esseri umani di simili sentimenti. Perché?
Vedi sopra.
Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it