Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-02-2005, 09.13.52   #51
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
è ancora troppo presto epr meter in funzione le mie facolta' ma c provo lo stesso

allora per essere numero a se' intendevo avere la percezione esatta d se stessi, ossia inequivocabile e ininterpretabile come puo' essere un numero

per i parametri ho messo tutte le condizioni ke esistono per formare l'essere, cioe' microcosmo, (e suoi componenti, conscio inconscio e mediatore) per macrocosmo quello ke c circonda e i microcosmi e i macrocosmi altrui (ma devo averne saltati tantissimi)

se ognuno d questi e' un numero (riuscendo a attribuirglielo) alla fine la definizione d se stessi nn potra' essere reinterpretata, saremo numero a noi stessi

ma... nn ho tenuto conto del fatto ke ognuno d questi numeri ke dovrei usare, sarebbero in continuo cambiamento e anke a definirne uno in un secondo il secondo dopo sarebbe da ridefinire

se nn capisci il for e l'if e' perke' te sai programmare, io no, li ho usati a casaccio

e infine..... per quello ke riguarda la function, la sua definizione era rivolta a voi o kiunque avesse una mezza idea d come mettere in realzione tt queste variabili e farne un'operazione ke servisse allo scopo
insomam era solo l'idea iniziale, una bozza, ma a quanto pare ancora da ridefinire
La_viandante is offline  
Vecchio 23-02-2005, 13.35.44   #52
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
innanzitutto incollo un pezzo di un mio passato post:


Costriamo una Macchina di Turing cosi`:
- ha tutti i 5 sensi umani (come dicevi tu VanLag)
- dotiamo la macchina di un complesso sistema di random-generator 'intelligenti' (dove ogni numero non ha eguale probabilita` degli altri ad uscire, ma dipende da qualcosa) dinamico, cioe` che cambia con l'aumentare delle stimolazioni sensoriali
- l'output (voce, ed eventualmente comportamento) dipende dalle stimolazioni sensoriali, e le stimolazioni sensoriali modificano i vari programmi che la MdT sta facendo girare.
- ogni programma non e` esente da modifiche apportate per stimolazioni esterne (non e` esente da modifica neppure il programma preposto a modificare gli altri programmi).


Credo che una persona (esclusa la sua capacita` di essere consapevole di se) sia descrivibile algoritmicamente da questo sistema.

cosa ne dici Viand?
epicurus is offline  
Vecchio 23-02-2005, 13.52.33   #53
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
non avrei saputo dirlo meglio!!!!

La_viandante is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.06.10   #54
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
approfondisco:

la funzione che descrive il mutare del cervello umano non puo` che essere data da un unico parametro in input:

funz_cervello(stimoloEsterno) {

x = [equazione]

return( x ) }


dove l'equazione per determinare x e`una qualche equazione con parametro variabile 'stimoloEsterno' e parametro costante 'statoIniziale'.

Dove 'stimoloEsterno' sono tutte le informazioni che ci giungono, mentre 'statoIniziale' e` il nostro DNA e configurazione iniziale del nostro cervello.

Viand, penso che sia superfluo considerare l'inconscio, il microcosmo, il macrocosmo etc... (che poi non ho capito la distinzione tra macrocosmo e macrocosmo altrui)

epicurus

Ultima modifica di epicurus : 23-02-2005 alle ore 14.08.26.
epicurus is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.08.31   #55
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
funz_mio_cervello(stimoloEster no) {

x = [tilt]

return( x ) }
be' gli hai dato un altro nome ma parliamo della stessa cosa e.... ma perke' ce l'hai colle mie connessioni sinaptike oggi?

Ultima modifica di La_viandante : 23-02-2005 alle ore 14.10.50.
La_viandante is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.12.25   #56
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
quindi sei daccordo con quanto affermo io?
epicurus is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.19.56   #57
vitnicalt
Navigante
 
L'avatar di vitnicalt
 
Data registrazione: 15-02-2005
Messaggi: 14
Talking Macrocosmo ed essere

Una prospettiva possibile è quella di considerare ogni ente esistente come una funzione di tutto il resto: tutto ciò che l'ente non è.

Se ci pensate è un modo molto preciso di vedere le cose: ogni cosa è il risultato di tutto l'universo... e questo in divenire. Per rispondere alla Viandante, non importa che questa definizione sia accessibile alla mente umana= calcolabile...l'importante è che sia "logicamente" corretta! Bisogna considerare i limiti del pensiero umano... o pensiamo davvero di essere qualcosa di +
vitnicalt is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.20.02   #58
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Citazione:
Viand, penso che sia superfluo considerare l'inconscio, il microcosmo, il macrocosmo etc... (che poi non ho capito la distinzione tra macrocosmo e macrocosmo altrui)


e' ke nn hai seguito dall'inizio dove prendevo come percezione d se' un qualcosa ke cmq era in relazione immediata con tt quello ke c circonda dall'interazione con gli altri, e allo stesso tempo anke gli altri interagendo con noi modificano le loro percezioni come interdipendenza(senza arrivare alle ns stesse conclusioni)

si ke sono d'accordo epi, pero' tu hai creato la funzione ke spiega il comportamento dell cervello con l'interazione a fattori esterni, quello ke cercavo io invece era una funzione ke aiutasse a rendere inequivocabile la comprensione del se'

stavolta nn so se mi sono capita io
La_viandante is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.34.54   #59
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
si ke sono d'accordo epi, pero' tu hai creato la funzione ke spiega il comportamento dell cervello con l'interazione a fattori esterni, quello ke cercavo io invece era una funzione ke aiutasse a rendere inequivocabile la comprensione del se'

ma noi non siamo una monade isolata ed indipendente. noi siamo un organismo in continua interazione con l'ambiente esterno, anzi, questo e` proprio basilare per l'uomo.

quindi per capire meglio noi stessi dobbiamo cercare di capire il mondo esterno e come questo ha interagito con noi. inoltre, per capire noi stessi dobbiamo anche conoscere il nostro dna.

ovviamente anche l'introspezione e` fondamentale, ma non certo l'unioca strada da percorrere. direi che queste 3 strade sono tutte di pari importanza e quindi seguibili contemporaneamente.

come tu hai gia` detto (o forse no), non riuscirai mai a trovare la funzione per la comprensione di se.
infatti prima noi dobbiamo conoscerci e poi riusciamo a schematizzare cio` e creare una funzione. comunque e` evvidente che tale funzione dev'essere una funzione ultragenerica, perche` pretendere di formalizzare una questione cosi` complessa e` impensabile (per mancanza di informazioni e impossibilita` pratica di calcolo).
epicurus is offline  
Vecchio 23-02-2005, 14.40.03   #60
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Macrocosmo ed essere

Citazione:
Messaggio originale inviato da vitnicalt
Una prospettiva possibile è quella di considerare ogni ente esistente come una funzione di tutto il resto: tutto ciò che l'ente non è.

Se ci pensate è un modo molto preciso di vedere le cose: ogni cosa è il risultato di tutto l'universo... e questo in divenire. Per rispondere alla Viandante, non importa che questa definizione sia accessibile alla mente umana= calcolabile...l'importante è che sia "logicamente" corretta! Bisogna considerare i limiti del pensiero umano... o pensiamo davvero di essere qualcosa di +

una sorta di funzione a 4 parametri: 3 spaziali e 1 temporale. una funzione che descriva il mutare dell'universo, e quindi anche di un singolo uomo.
pero` vitnicalt, la meccanica quantistica ha di fatto distrutto questo sogno di prevedibilita`. ma forse e` ancora possibile per il macrocosmo.

comunque l'importante non e` trovare una soluzione logicamente corretta, infatti per ogni problema di soluzioni logicamente corrette ve ne sono infinite, bensi` trovare la soluzione corretta, o approssimativamente corretta.

epicurus
epicurus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it