Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 07-02-2005, 14.54.33   #11
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
CYRANO: possiamo ipotizzare L'intelligenza Appartenere all'Universo ed essere una Energia Divina...???

KANNON: Appartiene all'uomo, che è in Dio, quindi, appartiene a Dio (come ogni cosa) che la esprime "nell'uomo", che è sempre Lui. Capito?


riprendo il discorso, sviluppandolo in un modo che forse cogniuga anche il punto di vista di kannon.

diamo pure per scontato che Dio abbia creato quel minuscolo puntino atemporale e adimensionale, infondendogli, oltre a tutta la massa dell'universo, una Intelligenza Divina Creatrice e Ordinatrice che lo ha portato, in un'esplosione creativa, a creare tutto ciò che ci circonda, in miliardi di anni.

ma come??!! miliardi di anni??
qui sorge un problema: perchè mai, un puntino dotato di una tale intelligenza divina avrebbe dovuto impiegare miliardi di anni a creare l'universo, quando sarebbe stato, senza dubbio, in grado di crearlo dal nulla in un batter di ciglio??
innanzitutto, mi sembra scontato affermare che il puntino dotato di Intelligenza Divina NON, abbia DOVUTO, creare l'universo in miliardi di anni; MA abbia VOLUTO crearlo in quel modo, attraverso un evoluzione durata miliardi di anni.

per ora proseguo il discorso lasciando in sospeso questo problema che risolverò alla fine del post.

ora tiro in ballo l'Evoluzione, dell'universo in primis, ma soprattutto, dopo che quest'ultima ha creato la via lattea e la terra, soprattutto l'Evoluzione darwiniana.
la possiamo dare per certa l'evoluzione darwiniana, no? diamo per certo anche il big bang, daremo per certa anche quest'altra teoria.

insomma, per riassumere in soldoni il processo svoltosi fino a questo punto: Dio crea il Puntino Adimensionale, dotandolo di Intelligenza (creatrice e ordinatrice), Intelligenza che in un esplosione creativa origina, attraverso un percorso di Evoluzione, l'universo, tra cui la via lattea e la terra.

sulla terra poi, l'evoluzione creatrice (che, coerentemente con i presupposti fin qui dichiarati, si può dire senz'altro mossa dall'Intelligenza), l'intelligenza evolutiva, in altri milioni e milioni di anni ha creato tutte le specie viventi (secondo le leggi scoperte da darwin), tra cui, risultato finale, l'uomo: creatura che abbiamo definito intelligente, anzi, la creatura intelligente per eccellenza, anzi, LA CREATURA IN CUI L'INTELLIGENZA ORIGINARIA E' CONFLUITA, DOPO AVER CREATO, ATTRAVERSO UN PROCESSO EVOLUTIVO, TUTTO L'UNIVERSO, LA TERRA ,E INFINE L'UOMO STESSO, IN CUI HA PRESO DIMORA. (eeeeehhhh, che roba ragazzi! )

insomma, tutto è opera dell'intelligenza divina, che ha creato l'universo e infine, dopo aver creato l'uomo, creatura intelligente per eccellenza, si è incarnata in lui.

...è curioso, ora, che l'intelligenza dell'uomo sia tale da portarlo, quasi per instinto, a ricercare le leggi che regolano l'universo: leggi che sono state create dall'intelligenza stessa prima di confluire nell'essere umano, essere umano che va alla ricerca, grazie alla sua intelligenza, delle leggi stesse.

Sembrerebbe, quindi, che l'Intelligenza abbia creato il tutto per confluire poi nell'uomo, PER COSI', ATTRAVERSO I SUOI OCCHI UMANI, OSSERVARE IL SUO GENIALE OPERATO. (autoicompiacimento? oppure piano divino? Dio avrebbe creato, attraverso l'intelligenza infusa nel puntino, avrebbe creato l'uomo perchè quest'uomo lo potesse contemplare? ma l'uomo è parte di dio! ...!!!!... di questa questione lancio solo il sasso)

comunque, questa risposta risponde anche alla domanda fatta ad inzio post: perchè l'intelligenza creatrice ha VOLUTO IMPIEGARE MILIARDI DI ANNI, SEGUENDO LE LEGGI INTELLIGENTI E quindi INTELLEGGIBILI dell'EVOLUZIONE, per creare un universo che, senz'altro, sarebbe stato in suo potere di creare dal nulla e in modo immmediato, senza passaggi intermedi??

ma perchè, se avesse fatto in quest'ultimo modo, nulla sarebbe stato intelleggibile, non avendo nulla seguito, per formarsi, delle leggi intelligenti!
l'essere umano, incarnazione dell'intelligenza, non avrebbe trovato leggi intelligenti per spiegare tutto questo universo!
l'unica spiegazione a sua disposizione (a disposizione della sua intelligenza, che però avrebbe dovuto impiegare per compiere un "salto irrazionale", e quindi non avrebbe potuto impiegare veramente, secondo le sue potenzialità logiche) sarebbe stata DIO, dio la cui conoscenza sembra, almeno per ora ma da sempre, irraggiungibile attraverso l'uso della ragione intelligente.

isomma, dio avrebbe creato l'intelligenza che a sua volta ha creato l'uomo per quindi in lui incarnarsi, per permettere all'intelligenza incarnata di ripercorrere il cammino dell'intelligenza creatrice a ritroso, fino a ritornare a dio.

...a dire la verità ci sarebbero molte altre cose da dire... e comunque, ora che ho concluso... mi sembra che questa idea ricorsiva sia propria anche della filosofia idealistica, ma forse mi sbaglio perchè non ricordo bene..




Ultima modifica di r.rubin : 07-02-2005 alle ore 15.02.18.
r.rubin is offline  
Vecchio 07-02-2005, 15.11.16   #12
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
riprendo il discorso, sviluppandolo in un modo che forse cogniuga anche il punto di vista di kannon.

diamo pure per scontato che Dio abbia creato quel minuscolo puntino atemporale e adimensionale, infondendogli, oltre a tutta la massa dell'universo, una Intelligenza Divina Creatrice e Ordinatrice che lo ha portato, in un'esplosione creativa, a creare tutto ciò che ci circonda, in miliardi di anni.

ma come??!! miliardi di anni??
qui sorge un problema: perchè mai, un puntino dotato di una tale intelligenza divina avrebbe dovuto impiegare miliardi di anni a creare l'universo, quando sarebbe stato, senza dubbio, in grado di crearlo dal nulla in un batter di ciglio??
innanzitutto, mi sembra scontato affermare che il puntino dotato di Intelligenza Divina NON, abbia DOVUTO, creare l'universo in miliardi di anni; MA abbia VOLUTO crearlo in quel modo, attraverso un evoluzione durata miliardi di anni.

per ora proseguo il discorso lasciando in sospeso questo problema che risolverò alla fine del post.

ora tiro in ballo l'Evoluzione, dell'universo in primis, ma soprattutto, dopo che quest'ultima ha creato la via lattea e la terra, soprattutto l'Evoluzione darwiniana.
la possiamo dare per certa l'evoluzione darwiniana, no? diamo per certo anche il big bang, daremo per certa anche quest'altra teoria.

insomma, per riassumere in soldoni il processo svoltosi fino a questo punto: Dio crea il Puntino Adimensionale, dotandolo di Intelligenza (creatrice e ordinatrice), Intelligenza che in un esplosione creativa origina, attraverso un percorso di Evoluzione, l'universo, tra cui la via lattea e la terra.

sulla terra poi, l'evoluzione creatrice (che, coerentemente con i presupposti fin qui dichiarati, si può dire senz'altro mossa dall'Intelligenza), l'intelligenza evolutiva, in altri milioni e milioni di anni ha creato tutte le specie viventi (secondo le leggi scoperte da darwin), tra cui, risultato finale, l'uomo: creatura che abbiamo definito intelligente, anzi, la creatura intelligente per eccellenza, anzi, LA CREATURA IN CUI L'INTELLIGENZA ORIGINARIA E' CONFLUITA, DOPO AVER CREATO, ATTRAVERSO UN PROCESSO EVOLUTIVO, TUTTO L'UNIVERSO, LA TERRA ,E INFINE L'UOMO STESSO, IN CUI HA PRESO DIMORA. (eeeeehhhh, che roba ragazzi! )

insomma, tutto è opera dell'intelligenza divina, che ha creato l'universo e infine, dopo aver creato l'uomo, creatura intelligente per eccellenza, si è incarnata in lui.

...è curioso, ora, che l'intelligenza dell'uomo sia tale da portarlo, quasi per instinto, a ricercare le leggi che regolano l'universo: leggi che sono state create dall'intelligenza stessa prima di confluire nell'essere umano, essere umano che va alla ricerca, grazie alla sua intelligenza, delle leggi stesse.

Sembrerebbe, quindi, che l'Intelligenza abbia creato il tutto per confluire poi nell'uomo, PER COSI', ATTRAVERSO I SUOI OCCHI UMANI, OSSERVARE IL SUO GENIALE OPERATO. (autoicompiacimento? oppure piano divino? Dio avrebbe creato, attraverso l'intelligenza infusa nel puntino, avrebbe creato l'uomo perchè quest'uomo lo potesse contemplare? ma l'uomo è parte di dio! ...!!!!... di questa questione lancio solo il sasso)

comunque, questa risposta risponde anche alla domanda fatta ad inzio post: perchè l'intelligenza creatrice ha VOLUTO IMPIEGARE MILIARDI DI ANNI, SEGUENDO LE LEGGI INTELLIGENTI E quindi INTELLEGGIBILI dell'EVOLUZIONE, per creare un universo che, senz'altro, sarebbe stato in suo potere di creare dal nulla e in modo immmediato, senza passaggi intermedi??

ma perchè, se avesse fatto in quest'ultimo modo, nulla sarebbe stato intelleggibile, non avendo nulla seguito, per formarsi, delle leggi intelligenti!
l'essere umano, incarnazione dell'intelligenza, non avrebbe trovato leggi intelligenti per spiegare tutto questo universo!
l'unica spiegazione a sua disposizione (a disposizione della sua intelligenza, che però avrebbe dovuto impiegare per compiere un "salto irrazionale", e quindi non avrebbe potuto impiegare veramente, secondo le sue potenzialità logiche) sarebbe stata DIO, dio la cui conoscenza sembra, almeno per ora ma da sempre, irraggiungibile attraverso l'uso della ragione intelligente.

isomma, dio avrebbe creato l'intelligenza che a sua volta ha creato l'uomo per quindi in lui incarnarsi, per permettere all'intelligenza incarnata di ripercorrere il cammino dell'intelligenza creatrice a ritroso, fino a ritornare a dio.

...a dire la verità ci sarebbero molte altre cose da dire... e comunque, ora che ho concluso... mi sembra che questa idea ricorsiva sia propria anche della filosofia idealistica, ma forse mi sbaglio perchè non ricordo bene..




Cosa vuoi sapere? (una domanda, precisa, sintetica, una risposta, ...)



Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 07-02-2005, 15.12.57   #13
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Tralasciando l'aspazialita`, l'universo pre-bigbang non poteva essere certo intelligente non essendoci lo scorrere del tempo: come puo` qualcosa essere intelligente se non v'e` mutamento?

In piu` come si puo` considerare un ente intelligente se non v'e` iterazione tra esso e l'ambiente?

epicurus

"come puo` qualcosa essere intelligente se non v'e` mutamento?"


Perchè?


"come si puo` considerare un ente intelligente se non v'e` iterazione tra esso e l'ambiente?"


Perchè?


Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 07-02-2005, 17.10.39   #14
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Perche` e` nell'uso del termine 'intelligente' che:

1) abbia dei pensieri: quindi e` necessario il susseguirsi temporale.

2) interagisca con se e/o l'ambiete.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 07-02-2005, 17.12.00   #15
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Perche` e` nell'uso del termine 'intelligente' che:

1) abbia dei pensieri: quindi e` necessario il susseguirsi temporale.

2) interagisca con se e/o l'ambiete.


epicurus

Ho capito. Però l'intelligenza, non è solo "i pensieri".





Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 07-02-2005, 18.55.18   #16
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Cosa vuoi sapere? (una domanda, precisa, sintetica, una risposta, ...)



Ciao.

ciao kannon, la sintesi è bella ma.. sai com'è, sintetizzare miliardi e miliardi di anni non è affatto una cosa semplice!
comunque non voglio sapere niente, nel senso che sto cercando di rispondere al questito cyranico, e sviluppando il discorso secondo l'ispirazione del momento. sviluppando il discorso emergono poi altri interrogativi, e via così, all'infinito, per miliardi e miliardi di anni!

anzi, una cosa te la chiedo.
posto che,
Dio è Tutto, e noi siamo parte del Tutto.
Dio ha creato questo Tutto dove prima era nulla, o meglio, dove prima era solo Lui, che quindi era il Tutto.

ora... Lui esiste ancora come Lui, distinto da Tutto il resto, oppure si è scisso nelle diverse parti del Tutto creato?
r.rubin is offline  
Vecchio 07-02-2005, 23.59.47   #17
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Volevo complimentarmi con epicurus perchè ragiona da buon filosofo,in certi tratti come il suo omonimo...poi rispondere a Cyrano.Innanzi tutto considerando il tuo discorso nell'ambito filosofico.La filosofia è una scienza,da noi creata per porci domande,domande su noi e tutto il resto che ci circonda,per esempio su l'universo e l'origine di tutto.Ma altre sono le scienze che si domandano la stessa cosa.La fisica,la chimica,la biologia,la matematica.Tutte hanno la loro verità,come anche la filosofia,che può essere sempre smentita.Noi e l'universo siamo concepibili come l'unione di tutte le scienze.La realtà perciò non è solo quello che vediamo e pensiamo.L'universo e lo stesso uomo sono anche materia.La vita è anche fisica,chimica,biologia.Sono leggi concatenate tra loro che insieme determinano il tutto.Attribuire questo a Dio,la filosofia lo nega,ma anche lo accetta.Come epicurus dice,senza tempo non è concepibile un'intelligenza.Siamo piccolissima parte di questo universo,in lui siamo,fuori non è possibile essere,perchè il nulla non è concepibile per noi.Si entra nell'amito che nulla può anche essere tutto,ma ciò non spigherebbe niente.Noi possiamo solo essere,pensare cosa può essere al di la di tutto,considerando però che a base di tutto c'è l'atomo,pensare al comportamento e concludere che lo stesso universo si comporta come lui.Muta.Semplicemente muta,instabile,nel caos che prende forma per poi rifarsi caos.In questo continuo scorrere tutto accade,qui,sul pianeta terra,ma non solo qui...l'universo non lo conosciamo bene....

Ultima modifica di Fredric : 08-02-2005 alle ore 00.05.56.
Fredric is offline  
Vecchio 08-02-2005, 09.53.30   #18
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin


anzi, una cosa te la chiedo.
posto che,
Dio è Tutto, e noi siamo parte del Tutto.
Dio ha creato questo Tutto dove prima era nulla, o meglio, dove prima era solo Lui, che quindi era il Tutto.

ora... Lui esiste ancora come Lui, distinto da Tutto il resto, oppure si è scisso nelle diverse parti del Tutto creato?

Entrambe le cose.



Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 08-02-2005, 10.20.51   #19
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
Perche` e` nell'uso del termine 'intelligente' che:

1) abbia dei pensieri: quindi e` necessario il susseguirsi temporale.

2) interagisca con se e/o l'ambiete.


epicurus

<è impossibile che il punto adimensionale e atemporale sia stato Intelligente.>

questo è vero, se pensiamo che l'Intelligenza sia stata compresente nel "punto" atemp\adim: proprio in quanto il punto è atemporale, allora, l'Intelligenza non avrebbe potuto esserci.

ma non è vero, se poniamo che, in un primo momento abbiamo il punto atemporale e adimensionale, e solo in un secondo momento, avviene l'infusione in questo punto, per opera divina, dell'Intelligenza.
e non appena avvenuta l'infusione, il problema dell'impossibilità della compresenza in un punto atemporale di un intelligenza temporale svanisce... perchè il puntino adim\atemp non c'è già più:

dell'intelligenza è proprio l'operare distinzioni, dove prima è un tutto omogeneo. proprio come sarebbe stato il puntino primordiale, un tutto indistinto. poi Dio immette in questo puntino l'Intelligenza, che non potendo convivere con l'indistinto, inizia, non appena entrata in contatto con questo puntino, a provocare distinzioni. è iniziato il big bang.

dire: non può esserci intelligenza laddove non c'è tempo, è un pò come dire, non può esserci movimento in compresenza con la stasi: ma appena iniziato il movimento, non c'è più la stasi.

l'intelligenza è il movimento che interrompe la stasi, la scissione che interrompe l'omogeneità.

ciao a tutti
r.rubin is offline  
Vecchio 08-02-2005, 13.01.59   #20
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fredric
Volevo complimentarmi con epicurus perchè ragiona da buon filosofo,in certi tratti come il suo omonimo...poi rispondere a Cyrano.Innanzi tutto considerando il tuo discorso nell'ambito filosofico.La filosofia è una scienza,da noi creata per porci domande,domande su noi e tutto il resto che ci circonda,per esempio su l'universo e l'origine di tutto.Ma altre sono le scienze che si domandano la stessa cosa.La fisica,la chimica,la biologia,la matematica.Tutte hanno la loro verità,come anche la filosofia,che può essere sempre smentita.Noi e l'universo siamo concepibili come l'unione di tutte le scienze.La realtà perciò non è solo quello che vediamo e pensiamo.L'universo e lo stesso uomo sono anche materia.La vita è anche fisica,chimica,biologia.Sono leggi concatenate tra loro che insieme determinano il tutto.Attribuire questo a Dio,la filosofia lo nega,ma anche lo accetta.[...]

Troppo buono

Comunque condivido la tua idea di filosofia: una disciplina affianco (ne` sopra ne` sotto) alle altre scienze e come tale deve servirsi dei risultato delle altre scienze.


epicurus
epicurus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it