Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-12-2005, 17.20.02   #1
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
relativismo: un concetto pericoloso?

Al giorno d'oggi noto un dilagare di relativismo pazzesco. Sembra che i valori prestabiliti, una volta riconosciuti come giusti ed universali, stiano perdendo sempre di più valore, e questo a favore della "libertà di opinioni e bla bla bla". Addirittura per alcuni anche i concetti di bene o male sono relativi! Ma non trovate che questo relativismo, nonostante a prima vista sia una cosa positiva, sta invece distruggendo la moralità delle persone??
O sono io che deliro?
Braveheart is offline  
Vecchio 06-12-2005, 17.21.32   #2
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=61 95

pure https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=60 56

Ultima modifica di nexus6 : 06-12-2005 alle ore 17.23.11.
nexus6 is offline  
Vecchio 06-12-2005, 17.27.44   #3
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: relativismo: un concetto pericoloso?

Ti sembra che fino ad ora abbia funzionato bene la moralità delle persone?
nexus6 is offline  
Vecchio 06-12-2005, 17.47.19   #4
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: relativismo: un concetto pericoloso?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Braveheart
Al giorno d'oggi noto un dilagare di relativismo pazzesco. Sembra che i valori prestabiliti, una volta riconosciuti come giusti ed universali, stiano perdendo sempre di più valore, e questo a favore della "libertà di opinioni e bla bla bla". Addirittura per alcuni anche i concetti di bene o male sono relativi! Ma non trovate che questo relativismo, nonostante a prima vista sia una cosa positiva, sta invece distruggendo la moralità delle persone??
O sono io che deliro?
Un valore deve stare in piedi o cadere da solo, non perché qualcuno lo imponga agli altri. Quello che è successo è gravissimo perché per millenni ci hanno imposto valori in nome di questo e di quello e stanno cercando di farlo ancora oggi mantenendo in piedi valori che, pera ltro, magari nella società moderna non hanno più valore.

La moralità, come stavo cercando di esprimere, nel 3d “del bene e del male” non è fuori di noi a distruggerla e a disabituarci è stato proprio l’imposizione del valore dall’esterno che ci ha chiesto spesso cose di dubbia moralità, come andare in una guerra non necessaria ad esempio.
Socrate, insegnava con perfetta chiarezza, che la moralità è insita in noi per certi giudizi primordiali che diventano princìpi, se non sempre della nostra condotta, almeno di ciò che riteniamo essere il nostro dovere.

Io avrei paura piuttosto che questa evoluzione relativista venga fermata con un'altra imposizione di valori dall’esterno, esautorandoci ancora una volta dall’assumere le nostre responsabilità nella scelta del bene e del male.

VanLag is offline  
Vecchio 06-12-2005, 18.22.28   #5
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: relativismo: un concetto pericoloso?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Braveheart
Al giorno d'oggi noto un dilagare di relativismo pazzesco. Sembra che i valori prestabiliti, una volta riconosciuti come giusti ed universali, stiano perdendo sempre di più valore, e questo a favore della "libertà di opinioni e bla bla bla". Addirittura per alcuni anche i concetti di bene o male sono relativi! Ma non trovate che questo relativismo, nonostante a prima vista sia una cosa positiva, sta invece distruggendo la moralità delle persone??
O sono io che deliro?

Ciao Braveheart, ti presento uno (IO)che pensa che i concetti di bene e male siano relativi.
Se l'etica non è relativa, allora ve ne deve essere una universale. Chi detta le regole ? Chi la stabilisce ?

1. Al momento ritengo che il RELATIVISMO ETICO sia una grande verità.

2. Secondo me, esso deve essere frenato nel momento in cui un gruppo e una persona decidono che non gli conviene più. Tuttavia, ogni freno al relativismo etico(pretesa di universalizzare l'etica) è un atto pretenzioso.

3. Un esempio del punto 2, può essere:
Nella nostra società, per poterci auto-proteggere, abbiamo creato un'etica Statale: LE LEGGI
E' lo stesso soggetto, anche quello che sa che TUTTO é POSSIBILE AL DI Là DI OGNI MORALE, che decide che GLI CONVIENE ACCETTARE LE LEGGI PER AUTO-TUTELAREsè e i suoi cari.

4. Insomma, io ritengo che bisogna essere consapevoli che ogni etica è un arbitrio che altri ti vogliono imporre per loro interesse, tuttavia ci conviene non applicare questa consapevolezza, perchè viviamo in società e quindi ogni nostra libertà si scontra con le vite altrui.

5. Quindi, anche se sostengo il relativismo etico, sono costretto a vivere con MORALI PROVVISORIE.

Per rispondere alla domanda se il relativismo etico sia un concetto pericoloso, rispondo che PUO' CERTAMENTE ESSERE PERICOLOSO.
E' per questo che nel tempo si è usata l'etica per far credere alla massa che esiste un'etica universale. Per mantenere l'ordine, domarla.

E' una verità pericolosa perchè la libertà totale (anche di uccidere e di torturare) è un pericolo.

Ultima modifica di Dunadan : 06-12-2005 alle ore 18.40.03.
Dunadan is offline  
Vecchio 06-12-2005, 23.22.51   #6
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
bisognerebbe sempre distinguere tra relativismo morale e relativismo ontologico, e qui mi pare che si parli solo del primo.

già nel topic inventare il giusto e l'ingiusto? ho spiegato che non è corretto dire "la morale assoluta (non) esiste", perchè "morale assoluta" è una parola che non ha un significato. Incollo qui sotto quel mio intervento:

il problema è che se riflettiamo a fondo sulle parole che usiamo, nello specifico 'morale assoluta', ci si sente un po' spaesati. non perchè siano concetto astrusi ai quali non possiamo arrivare, ma proprio perchè non è chiaro in primis a noi che significato dovremo dare a tale termine.

'morale assoluta' potrebbe significare una morale che sia autolegittima, ma proprio per il significato stesso di 'legittimare' sappiamo che niente legittima se stesso. una frase tipo 'io sono vera' non ci assicura proprio niente.

è vero che uno stato si autolegittima con la forze, ma qui stiamo parlando di cose diverse. forse si potrebbe parlare di morale assoluta se ci fosse un dio che applica alcune leggi in modo perfetto perchè lui tutto vede. quindi, come per lo stato, la morale di dio si autolegittima tramite la forza ("io ti obbligo all'inferno").

ma in questo caso non parliamo di questo tipo di autolegittimazione. quando ci domandiamo "la morale si autolegittima? cioè può esservi una morale assoluta?", la domanda è più profonda. infatti sia nel caso delle leggi dello stato e sia nel caso delle leggi divine, vi è un senso importante nel quale la domanda "tali leggi sono legittime?" rimane attiva a dispetto dalle forza che viene esercitata.

quindi io penso che è proprio nella logica del nostro uso di 'legittimo' (nel senso metafisico, o profondo) che nulla possa autolegittimarsi. infatti è sempre possibile la domanda "è cosa legittima questa?". perciò penso proprio che una morale assoluta (cioè che sia autolegittimi) sia logicamente impossibile.

epicurus

Ultima modifica di epicurus : 06-12-2005 alle ore 23.24.22.
epicurus is offline  
Vecchio 06-12-2005, 23.41.15   #7
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: relativismo: un concetto pericoloso?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Braveheart
Al giorno d'oggi noto un dilagare di relativismo pazzesco. Sembra che i valori prestabiliti, una volta riconosciuti come giusti ed universali, stiano perdendo sempre di più valore, e questo a favore della "libertà di opinioni e bla bla bla". Addirittura per alcuni anche i concetti di bene o male sono relativi! Ma non trovate che questo relativismo, nonostante a prima vista sia una cosa positiva, sta invece distruggendo la moralità delle persone??
O sono io che deliro?


Mi interessa il tuo punto di vista. Oggigiorno è raro incontrare qualcuno abbastanza coraggioso da sostenere un'idea che si scontra con quella conformistica.
Spiegati meglio, perchè i concetti di bene e male non sono relativi?
r.rubin is offline  
Vecchio 07-12-2005, 00.22.01   #8
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Esempio

La vita é un bene assoluto: cosa ne pensa chi nasce senza braccia? Oppure, bisogna imporre la vita ad uno che vive in un polmone d'acciaio perché la vita é un bene assoluto?

Forse é un valore per chi se la può godere e non per milioni di altri sfortunati che non troveranno mai pace.

Non si é relativisti per moda o conformismo, ma perché non si puó fare altrementi.

Ma i valori, quelli ci sono e rimangono; ad ognuno il suo peró.

Saluti
odos is offline  
Vecchio 07-12-2005, 00.35.28   #9
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re: relativismo: un concetto pericoloso?

relativismo: un concetto pericoloso?

Ma... per me è relativo...

Elia



P.S.: ditemi, si può definire il relativo??? Se sì, come?
Elijah is offline  
Vecchio 07-12-2005, 12.40.19   #10
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Epicurus, sei anche più radicale di me, per te Morale assoluta non vuol proprio dir niente, figuriamoci se possa essere una cosa reale.


Hai detto che non si può nemmeno dire che la morale assoluta non esiste.
Io comunque continuerò a dire che "la morale assoluta non esiste", perchè anche se quel termine è illogico, rivendico di poter dire che "ciò che è simboleggiato da un termine illogico" è inesistente.

Quindi, si può parlare anche di cose illogiche, negarle.
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it