Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-06-2007, 10.48.11   #71
Braveheart65
Ospite
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Un saluto a tutti voi da un novizio di questo Forum.
Ormai sono passati più di due anni da quando ho scritto su di un Forum l'ultima volta, erano quelli i momenti della mia separazione, oggi siamo già al divorzio in fase coclusiva.
Così in preda ad un momento di s***** ho digitato la parola "capire le donne" su di un noto motore di ricerca. Da lì la curiosità si sa è femmina, ma io no, ho letto così per sondare alcuni di questi interessanti argomenti sviluppati su diversi siti e anche quelli su Riflessioni.it. Ho letto con interesse questo post perchè in preda ad alcune riflessioni sulle mie ultime storie.
Ebbene sono rimasto colpito dalle innumerevoli analogie che accomunano l'esperienze di vita di tutti noi ed in particolare quella raccontata da Marco che vede per molti aspetti una mia storia parallela con una donna, per giunta straniera, ma bella e impossibile perché appartenente proprio alla categoria più velenosa cioè “quelle con storia finita ed enormi corna ma che restano con il compagno per mancanza di autonomia o per mancanza di autonomia di lusso”. La mia storia è durata un anno e adesso è in stand-by, ma nonostante ciò le telefonate e gli sms non mancano, per il resto è stata simile per intensità, farfalle allo stomaco ma non per paesaggi di contorno in quanto le ambientazioni erano nel nord-est Europa.
Insomma vi ho letto con molto piacere e trovo che Visir la sappia davvero lunga, un plauso per queste pillole di saggezza popolar-internet-virtual che riescono a dare nuova luce e nuovi spunti per la voglia di giocare con la propria vita di questo Toscanaccio 42enne ormai single ed in cerca di una donna con la quale condividere la restante parte di vita.
Con queste poche righe di presentazione Vi saluto e torno al mio lavoro rimettendo ulteriori discussioni ad una più proficua giornata dove le scartoffie, le email e le telefonate non mi seppelliscano più di tanto.

Oggi ho proprio bisogno di consolare il mio “cuore” che ultimamente sopravvive agli sgraffi procurati da donne più o meno velenose e più o meno giovani, perché non ditemi che anche voi tutte le volte che vi capita una storia alla “Marco” seppure di tre settimane, un giorno od un anno non provate la stessa sensazione dentro di voi. Sinceramente.

Per dire la mia a Visir circa la questione dei monorchidi direi che la sua teoria è più che valida. Al riguardo spezzerei una lancia a favore di un famoso esemplare di uomo preistorico Tripalla ritrovato nel Cremonese, probabilmente un evoluzione Darwiniana intermedia.
Aggiungerei per concludere che secondo la mia conoscenza dell’ “Homo erectus” (n.d.r. definizione biologica) ripetuta juvant ma questo deve valere solo per l’aspetto ludico della questione che deve prevalere di molto sul dolore provocato dalla successiva mazzata alle palle, altrimenti il bilancio energetico va a farsi friggere.

Con questo vi saluto.

Brave

P.S. L'uomo che ci sa fare non esiste, esiste piuttosto colui che persevera e questo la dice lunga sul gene femminile..................
Braveheart65 is offline  
Vecchio 28-06-2007, 13.52.25   #72
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Perseverare è un po' come saperci fare. O no?

Citazione:
Originalmente inviato da Braveheart65
L'uomo che ci sa fare non esiste, esiste piuttosto colui che persevera e questo la dice lunga sul gene femminile..................

Benvenuto Brave.
Quoto il tuo ps in attesa di tue o altrui riflessioni sulla "perseveranza" dell'uomo, o di certi uomini come comportamento maschile di riflesso rispetto alla natura del genere femminile.

Perseverare è bene o perseverare è male?
O è semplicemente necessario?
marco gallione is offline  
Vecchio 28-06-2007, 15.22.24   #73
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Citazione:
Originalmente inviato da Braveheart65

.............................
L'uomo che ci sa fare non esiste, esiste piuttosto colui che persevera e questo la dice lunga sul gene femminile..................


Ciao e ben arrivato....

io sono per il proverbio che dice "Errare humanum est" ma con l'aggiunta "perseverare diabolicum".....applicato nel comportamento maschile e femminile esattamente in ugual misura.

Sinceramente....Fossimo ventenni che hanno tutto ancora da imparare lo potrei capire, ma alla nostra età (senza peccare di presunzione)qualche cosa dovremmo saperla..... Ora, non pensi che in fin dei conti ci dovrebbe bastare poco per capire chi abbiamo di fronte, donna o uomo che sia? Va bene innamorarsi, va bene perdere la testa, quello che dovremmo smettere di fare è dirci le bugie. Perchè perseverare, perchè illudersi che "questa volta" non sarà come le altre, quando invece "la fine è nota"? Le "storie" adrebbero vissute senza farsi, almeno all'inizio, grandi illusioni.. Nell' amore come nella vita, non dovremmo permettere a nessuno di prenderci per i fondelli a meno che non siamo noi a volerlo. Così, allora, va bene. Si sta al gioco consci che potrebbe essere una partita persa in partenza o magari no....L'importante è non bluffare mai con noi stessi....
pallina is offline  
Vecchio 29-06-2007, 11.44.12   #74
Braveheart65
Ospite
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Innanzitutto grazie per il caloroso benvenuto.
Adesso mi accingo solerte ad aggiungere qualche altro spunto di riflessione prendendo per questo scopo alcune parole scritte da una grande e saggia amica. Lei dice testualmente: Non credere, siamo tutti essere umani, ci discostiamo poco l'uno dall'altro. Poi l’analisi continua: Più che altro il problema si pone quando andiamo a mettere insieme due universi come quello maschile e femminile poi ci inseriamo le componenti psicologiche legate all'amore e alla passione. Secondo lei, ma la penso così anch'io, come esseri umani siamo tutti molto simili in partenza, ma ciò che ci diversifica sono appunto i nostri sogni le nostre voglie nascoste nel profondo dell' io fino dall'età dell'adolescenza o ancora prima, quello che possiamo chiamare filtri, pregiudizi...... Per farla breve tutti noi alla fine inseguiamo più o meno inconsciamente dei sogni o meglio quello che ne scaturisce ovverosia i desideri (mi si perdoni il termine forse inadeguato ma questo vale per i positivi e i negativi). Per riallacciarmi al mio post scriptum direi che la perseveranza quindi non è altro che uno dei tramite per il raggiungimento di questi “desideri”. Infine quando queste situazioni riguardano più specificatamente la sfera di cui parliamo cioè della passione e quando la cosa è bilaterale e fra uomo e donna può venire a crearsi quello stato definibile come amore e qui cominciano i problemi di allineamento dei due mondi, vedi matrimonio, figli, educazione, famiglia, ecc. ecc. Perdonatemi non vorrei banalizzare concetti molto ampi e ben più difficili, ma come sappiamo in questi Forum è una questione di collaborazione, di mettere insieme concetti e svilupparne le casistiche.
Aggiungo questo mio piccolo contributo a questo interessante thread affinché possa aprire qualche nuova strada fra i due universi………….

Buon Venerdì a tutti, Brave.

P.S. Sfortunatamente tutti noi non siamo immuni da una certa entropia……
Braveheart65 is offline  
Vecchio 29-06-2007, 13.10.52   #75
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Citazione:
Originalmente inviato da Braveheart65


P.S. Sfortunatamente tutti noi non siamo immuni da una certa entropia……


Se per entropia intendi il "disordine interiore", si.....penso che nessuno possa dirsi immune. Però, a quel che leggo, il significato della parola ha sempre senso negativo mentre io, p.e., dentro un certo "disordine interiore emotivo" posso dire di viverci discretamente bene...

Forse non sono tanto "normale".... ...
pallina is offline  
Vecchio 29-06-2007, 23.04.33   #76
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
L'ermetica teoria "essere uguali-desideri diversi-perseverare"

Citazione:
Originalmente inviato da Braveheart65
Innanzitutto grazie per il caloroso benvenuto.
....
Aggiungo questo mio piccolo contributo a questo interessante thread affinché possa aprire qualche nuova strada fra i due universi………….

Caro Brave

il benvenuto te lo abbiamo dato; il bentornato te lo devi meritare però.
Hai aggiunto qualche osservazione, qualche altro spunto di riflessione. Grazie.
Provo allora a rileggere il tuo post, pezzettino per pezzettino, con qualche ironia. Spero non ti dia fastidio, e, se fosse, casomai mi scuso fin da principio.

Cominci con le parole scritte da una tua grande e saggia amica - "siamo tutti essere umani, ci discostiamo poco l'uno dall'altro" - che, riportate così, suonano vere. Ottima premessa, giusto un po' lapalissiana. Ma aiuterà a capire il resto...

L’analisi della tua amica continua: "il problema si pone quando andiamo a mettere insieme ... maschile e femminile .. e le componenti psicologiche legate all'amore e alla passione".
Altra notevole premessa.
Con queste premesse cresce una certa suspance ...

Di qui leggiamo ancora che secondo te e la tua amica (ma ha davvero detto/scritto ste cose la tua amica?) "come esseri umani siamo tutti molto simili in partenza", "ma ciò che ci diversifica sono appunto" (appunto?), nell'ordine:

- i nostri sogni;
- le nostre voglie nascoste nel profondo dell' io fino dall'età dell'adolescenza o ancora prima,
- quello che possiamo chiamare filtri, pregiudizi...... .


Arrivati a questo punto del tuo post (dove non si va mai a capo - de gustibus), ecco che la suspance cresce ancora: è qui che vien fuori l'ermetica teoria, ossia quella secondo cui: "tutti noi alla fine inseguiamo più o meno inconsciamente dei sogni". Ma non l'avevi già detto sopra questo Brave.. staremo per arrivare al punto.. vero? Dai che non la reggiamo più la suspance...

La perseveranza - chiosa il tuo post - "non è altro che uno dei tramite per il raggiungimento di questi “desideri” ". E "quando queste situazioni riguardano ... la passione e quando la cosa" (la cosa?) "è bilaterale fra uomo e donna può venire a crearsi quello stato definibile come amore".

Amore?!
Cacchio!
L'ha detto l'amica anche questo?

Finalmente ora cala la suspance.. (a teoria ormai completamente svelata).
Sennonché, superato lo stupore della scoperta, quando ormai credevamo che la suspence fosse dvvero finita, come su una montagna russa la suspance s'impenna di nuovo: stabilita la esistenza dell'Amore, continua il tuo post: "qui cominciano i problemi di allineamento dei due mondi, vedi matrimonio, figli, educazione, famiglia, ecc. ecc.".

Spero che qualcuno ci abbia capito qualcosa fin qui, perchè a me sembra un discorso un po' balla biotto, letto come era riportato nel post.
Se devo essere sincero, non ci ho capito un'acca, se non che siamo tutti uguali da bambini, poi abbiamo desideri diversi e perseveriamo nel volerli realizzare, e poi scopriamo che le relazioni di coppia sono problematiche.

Butto l'occhio sull'ulteriore P.S. ansioso di cogliere il punto, e se c'entri con il titolo del thread: "P.S. Sfortunatamente tutti noi non siamo immuni da una certa entropia…… boooo ".
Neanche questo si capisce tanto, mi sa.. Forse che "boooo" l'hai scritto perchè pensavi anche tu la stessa cosa?
Scrivici ancora qualcos'altro Brave.
Siamo ansiosi. Sarà la suspance…

Ultima modifica di marco gallione : 30-06-2007 alle ore 02.23.47.
marco gallione is offline  
Vecchio 30-06-2007, 23.41.19   #77
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Markuzzo, penso di essere contagioso...

Meriti un breve applauso per la sagacia e l'ironia.

A brave, ti do il benvenuto e ti ringrazio dei complimenti, ma nel salutarti ti avverto che qui è come a Sparta: ognuno risponde in prima persona di quello che dice.
Basta poco per passare dall'altare alla polvere...

Camminiamo tutti sulla coda di una tigre addormentata: la nostra coscienza a confronto con gli altri.

Grrrrrrrrrrrrrrrl....
visir is offline  
Vecchio 02-07-2007, 17.52.45   #78
Braveheart65
Ospite
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Chiedo scusa per il post sconclusionato. Ho scritto a più riprese interrotto dal lavoro. Volevo dapprima rispondere a Pallina, poi a Marco, poi ho perso il filo e infine ho voluto inviare il post essendo Venerdì sera. Non ho nemmeno riletto ciò che ho copiato ed incollato.
Polverizzato da solo, il che la dice lunga sulla concentrazione del momento, posterò nuovamente appena troverò più tempo per partecipare.
Riguardo l'entropia facevo riferimento al disordine che è proprio di ognuno, ma forse mi ha preso troppo la mano e mi sono "entroppizzato" il post.

Saluti, Brave.

P.S. Meritatissimi tutti i vostri appunti, abbasso il capo e mi cospargo di cenere o forse meglio
Braveheart65 is offline  
Vecchio 02-07-2007, 20.40.17   #79
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Citazione:
Originalmente inviato da Braveheart65
Chiedo scusa per il post sconclusionato.
Saluti, Brave.

P.S. Meritatissimi tutti i vostri appunti, abbasso il capo e mi cospargo di cenere o forse meglio

Scusa tu (la colpa è tutta del mefistofelico Visir, ovviamente).
Attendiamo però i tuoi spunti sulla perseveranza nell'uomo che ci sa fare - o che non ci sa fare - con le donne.

Un caro saluto.
marco gallione is offline  
Vecchio 03-07-2007, 09.39.40   #80
glorfindel
Ospite
 
L'avatar di glorfindel
 
Data registrazione: 24-05-2006
Messaggi: 19
Riferimento: Definizione di uomo che "ci sa fare" con le donne...

Basta essere il Principe gentile Di Dorian Gray(O.Wilde)!
Magari avere un fascino di quel genere...Chissà quante Sybil Vane potremmo avere
E vero sottointende il fatto di essere Falsi,Degeneranti,in parte malvagi ma almeno si ottiene ciò che si vuole.Il fine giustifica i mezzi!
glorfindel is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it