Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-03-2008, 20.56.17   #1
il ramo rubato
il ramo rubato
 
Data registrazione: 19-10-2007
Messaggi: 41
Legami!

Perchè secondo voi molte fantasie sessuali femminili (ma a volte anche maschili) fanno riferimento all'atto della cattura, o dell'immobilizzazione. Qual'è la molla che scatena secondo voi questa mistica attrazione per le corde?
Lo vedete come un atto di trasgressione (magari improprio e delirante) o pensate che in qualche modo appartenga naturalmente alla logica dei meccanismi amorosi?

Propongo, a chi potesse interessare, un racconto che ho scritto sul mio blog"come un viaggio", che parla dell'iniziazione di una ragazza a questo "modus amandi".

Cito un'altra cosa che mi incuriosisce, e non a livello di fantasia erotica, ma proprio come meccanismo psicologico (anche se proprio non mi appartiene per niente), l' "auto-bondage" . Una strana pratica per cui ci si lega da soli, con particolari accorgimenti. Qualche tempo fa ho letto un racconto veramente bellissimo e curioso, recentemente... in cui una donna raccontava benissimo, per stati d'animo, questa strana emozione. Provo a ritrovarlo, e se interessasse a qualcuno, a livello di curiosità, ne citerò l'indirizzo.

Ciao.
il ramo rubato is offline  
Vecchio 11-03-2008, 22.33.56   #2
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da il ramo rubato
Perchè secondo voi molte fantasie sessuali femminili (ma a volte anche maschili) fanno riferimento all'atto della cattura, o dell'immobilizzazione. Qual'è la molla che scatena secondo voi questa mistica attrazione per le corde?
Lo vedete come un atto di trasgressione (magari improprio e delirante) o pensate che in qualche modo appartenga naturalmente alla logica dei meccanismi amorosi?

Propongo, a chi potesse interessare, un racconto che ho scritto sul mio blog"come un viaggio", che parla dell'iniziazione di una ragazza a questo "modus amandi".

Cito un'altra cosa che mi incuriosisce, e non a livello di fantasia erotica, ma proprio come meccanismo psicologico (anche se proprio non mi appartiene per niente), l' "auto-bondage" . Una strana pratica per cui ci si lega da soli, con particolari accorgimenti. Qualche tempo fa ho letto un racconto veramente bellissimo e curioso, recentemente... in cui una donna raccontava benissimo, per stati d'animo, questa strana emozione. Provo a ritrovarlo, e se interessasse a qualcuno, a livello di curiosità, ne citerò l'indirizzo.

Ciao.
Credo che subire qualcosa che si desidera ci deresponsabilizza.
Per questo dico che la trasgressione è superare i propri e non gli altrui tabù.
Fromm aveva ragione, queste pratiche a mio avviso propendono verso la necrofilia. L'esperienza del dolore, della paura, l'assoggettarsi ad altri, allontana da se stessi, l'impulso che temiamo si palesa come timore realizzato oltre la nostra volontà.
E' una passività sterile, che non chiamerei "modus amandi". Non credo sia nemmeno passione.
ornella is offline  
Vecchio 12-03-2008, 17.28.29   #3
Pipoca
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2008
Messaggi: 89
Riferimento: Legami!

Ciao !!!

Sono interessata a capire il perché della tua frase :

" Credo che subire qualcosa che si desidera ci deresponsabilizza. "

Potresti spiegarmi meglio?
Ho provato a capirla in base ai miei concetti personali di "subire" "desiderio" e "deresponsabilizzazione", ma non ci sono riuscita!

Non è una critica, ma un ulteriore punto di vista a cui non aveva mai pensato!

Ulteriormente, non mi sento di fare un distinguo tra tabù propri ed altrui.

Ho sempre reputato, forse erroneamente, che il tabù fosse comunque un concetto indotto e quindi non "proprio".

Forse una distinzione la potrei fare tra i tabù altrui ai quali una persona può essere più o meno sensibile.

Per il concetto del "legare", trovo che esso possa avere una correlazione con il senso del possesso (Battiato!) , del tenere, dello stringere a sé.

Del resto, anche nel linguaggio comune, utilizziamo il modo di dire "sono legato a ... " .

Se poi esso diventa un'alterazione del comune modo di amare, comunque presuppone l'esistenza di un giusto modo ed uno sbagliato.

Io non so distinguerli, ma credo che dietro ogni forma, accettabile o meno, usuale o meno, di amare ci sia sempre e comunque l'amore.
Quindi, sì è una forma di amore.

La sua alterazione (quindi il pericolo) potrebbe allora essere rappresentata da due forme :

- che si assoggetti qualcuno, con costrizione, ledendo di fatto i suoi diritti;
- che il soggetto stesso viva malamente tale sua caratteristica.

Grazie per il confronto
Pipoca is offline  
Vecchio 12-03-2008, 21.58.38   #4
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da Pipoca
Ciao !!!

Sono interessata a capire il perché della tua frase :

" Credo che subire qualcosa che si desidera ci deresponsabilizza. "

Potresti spiegarmi meglio?
Ho provato a capirla in base ai miei concetti personali di "subire" "desiderio" e "deresponsabilizzazione", ma non ci sono riuscita!

Non è una critica, ma un ulteriore punto di vista a cui non aveva mai pensato!

Ulteriormente, non mi sento di fare un distinguo tra tabù propri ed altrui.

Ho sempre reputato, forse erroneamente, che il tabù fosse comunque un concetto indotto e quindi non "proprio".

Forse una distinzione la potrei fare tra i tabù altrui ai quali una persona può essere più o meno sensibile.

Per il concetto del "legare", trovo che esso possa avere una correlazione con il senso del possesso (Battiato!) , del tenere, dello stringere a sé.

Del resto, anche nel linguaggio comune, utilizziamo il modo di dire "sono legato a ... " .

Se poi esso diventa un'alterazione del comune modo di amare, comunque presuppone l'esistenza di un giusto modo ed uno sbagliato.

Io non so distinguerli, ma credo che dietro ogni forma, accettabile o meno, usuale o meno, di amare ci sia sempre e comunque l'amore.
Quindi, sì è una forma di amore.

La sua alterazione (quindi il pericolo) potrebbe allora essere rappresentata da due forme :

- che si assoggetti qualcuno, con costrizione, ledendo di fatto i suoi diritti;
- che il soggetto stesso viva malamente tale sua caratteristica.

Grazie per il confronto
Innanzi tutto il termine -bondage-è legato al sado-masochismo, che è una devianza sessuale da curare.
http://www.farmasalute.it/percorsi/E...e/disturbi.asp
Il sadismo in particolar modo è legato al narcisismo, come disturbo della personalità. Il masochismo è una forma d'immaturità e dipendenza.
Non parliamo quindi di trasgressione.
In ogni caso il tabù è indotto dalla società, ma il piacere nel trasgredirlo è soggettivo. Faccio un esempio: Ho letto diversi testi di de Sade a 17 anni, ora in essi viene ben descritta ogni devianza e trasgressione. Io ho affrontato psicologicamente e razionalmente questi argomenti, consegue che per me non sono tabù indotti. Ora io non troverei trasgressivo metterli in pratica.

Citazione:
Per il concetto del "legare", trovo che esso possa avere una correlazione con il senso del possesso (Battiato!) , del tenere, dello stringere a sé.

Del resto, anche nel linguaggio comune, utilizziamo il modo di dire "sono legato a ... " .

Qui si parla di legare non a se, ma ad una sedia ad un palo, di immobilizzarsi per farsi abusare
In amore comunque non ci si lega, si scegli di stare insieme. L'amore è costruttivo, il masochismo e autodistruttivo e crea dipendenza.
Ricercare un equilibrio non è semplice, ma doveroso verso se stessi.
ornella is offline  
Vecchio 13-03-2008, 08.39.21   #5
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Innanzi tutto il termine -bondage-è legato al sado-masochismo, che è una devianza sessuale da curare.

Ma che dici amica mia?

Il bondage non c'entra nulla con il sado-maso ed entrambi sono da curare solo nel momento in cui creano problemi fisici e/o psichici nei partecipanti...abbisognano certo di una gran esperienza pratica e conoscenza dei limiti dei partecipanti perchè potrebbero diventare pericolosi...
...con un pò di buon senso può essere tranquillamente provato da tutti all'interno delle mura domestiche...offrono indubbiamente situazioni molto eccitanti.

maxim is offline  
Vecchio 13-03-2008, 09.45.54   #6
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Innanzi tutto il termine -bondage-è legato al sado-masochismo, che è una devianza sessuale da curare.
http://www.farmasalute.it/percorsi/E...e/disturbi.asp
Il sadismo in particolar modo è legato al narcisismo, come disturbo della personalità. Il masochismo è una forma d'immaturità e dipendenza.
Non parliamo quindi di trasgressione.
In ogni caso il tabù è indotto dalla società, ma il piacere nel trasgredirlo è soggettivo. Faccio un esempio: Ho letto diversi testi di de Sade a 17 anni, ora in essi viene ben descritta ogni devianza e trasgressione. Io ho affrontato psicologicamente e razionalmente questi argomenti, consegue che per me non sono tabù indotti. Ora io non troverei trasgressivo metterli in pratica.



Qui si parla di legare non a se, ma ad una sedia ad un palo, di immobilizzarsi per farsi abusare
In amore comunque non ci si lega, si scegli di stare insieme. L'amore è costruttivo, il masochismo e autodistruttivo e crea dipendenza.
Ricercare un equilibrio non è semplice, ma doveroso verso se stessi.

In amore si può tutto a patto che non ci siano nè costrizioni nè forzature nè abuso nè prevaricazione.
I limiti stanno solo dentro la nostra testa, sta a noi tenerli così o spostarli, magari intrigati dal poter vivere qualcosa di nuovo, un poco più in la....
La sessualità di ognuno di noi è così complessa e articolata, frutto di educazione, visioni infantili, amori adolescenziali, relazioni devastanti, incontri indimenticabili e mille altre cose che mi sembra assurdo leggere, p.e., che "in amore non ci si lega"......
In amore si può desiderare "anche" di essere legati.
Perchè tutti i desideri, in amore, sono leciti purchè si agisca nel più totale reciproco rispetto.

E' così semplice....

pallina is offline  
Vecchio 13-03-2008, 17.11.59   #7
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
In amore si può tutto a patto che non ci siano nè costrizioni nè forzature nè abuso nè prevaricazione.
I limiti stanno solo dentro la nostra testa, sta a noi tenerli così o spostarli, magari intrigati dal poter vivere qualcosa di nuovo, un poco più in la....
La sessualità di ognuno di noi è così complessa e articolata, frutto di educazione, visioni infantili, amori adolescenziali, relazioni devastanti, incontri indimenticabili e mille altre cose che mi sembra assurdo leggere, p.e., che "in amore non ci si lega"......
In amore si può desiderare "anche" di essere legati.
Perchè tutti i desideri, in amore, sono leciti purchè si agisca nel più totale reciproco rispetto.

E' così semplice....

Mi dispiace non si può relativizzare tutto, oltretutto le fantasie erotiche esprimono archetipi e desideri che non necessariamente devono avverarsi.
Qui si parla di "bondage"è un termine preciso, significa se non erro costrizione. I nostri desideri e paure ci devono far riflettere. Ora non dico che chi si lega è malato, ma il sado-masochista ha quantomeno un disturbo della personalità . "Bondage è un termine preciso.
ornella is offline  
Vecchio 13-03-2008, 19.30.16   #8
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Legami!

Voglio essere più precisa, di per se l'essere legati e bendati può considerarsi un affidarsi all'altro. Nel "bondage" è implicito un seguito sado-maso.
Dipende dal dopo, cioè una volta legati e bendati, vieni amato gentilmente o percosso e costretto?
ornella is offline  
Vecchio 13-03-2008, 19.30.50   #9
Pipoca
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2008
Messaggi: 89
Riferimento: Legami!

Ciao a tutti ,

scusatemi, ma ancora non ho imparato ad inserire la 'citazione', quindi vado a mano.

Credo di sapere in cosa consistano le pratiche di bondage, sadismo e masochismo... almeno in teoria!

Ciò che non ho capito è la seguente successione logica da te scritta nel primo post: subire -> desiderio -> deresponsabilizzazione.

... spero non si tratti di un'errata decodificazione linguistico/sintattica...

Cito : tu ha scritto "devianza sessuale da curare -disturbo della personalità" .

... perché?

... mi sembra quell'indice delle malattie che viene aggiornato in base alla necessità di immettere farmaci sul mercato ...
... un po' come Jerome K. Jerome che, dopo aver letto l'enciclopedia medica, si ritrova tutte le malattie lì descritte (eccetto il gomito del tennista e qualcos'altro ...

Devianza.

Se si parla di costringere qualcuno a subire una violenza NON si tratta di devianza, ma di reato.
Se una persona lega un' altra persona ad un palo (o una sedia, un letto ...) contro la sua volontà , non pratica bondage o sado-machismo, ma pratica una violenza sessuale .

Se ti tratta di una scelta libera e cosciente, è , appunto, una scelta ...
a meno che non si debba necessariamente ed obbligatoriamente omologarsi alla società.
Se una persona sceglie coscientemente di farsi legare ed un' altra persona accetta coscientemente di legarla non è violenza .
Credo che nelle pratiche bondage ci sia una tacita intesa, una tacita ed intima penetrazione in un ruolo che si accorda con una qualche nota del nostro animo.

Perché quando si parla di queste pratiche ci scandalizziamo a tal punto che Torquemada in confronto sembra un agnellino?
O forse la sua VA chiamata inquisizione, invece che VIOLENZA , DEVIANZA , DISTURBO GRAVISSIMO DELLA PSICOLOGIA COLLETTIVA ...

Il termine Devianza significa atteggiamenti e comportamenti che si allontanano da quelli considerati normali e ammissibili in un contesto sociale ...
Quindi se un uomo lapida una donna perché SI E' FATTA violentare ed è rimasta incinta, in quanto normale in alcuni paesi, va bene?
Se si pratica normalmente l' infibulazione su una donna CONTRO la sua volontà va bene?

Mentre se invece una persona prova piacere a farsi legare ed attaccarsi le mollette nello scroto, ha un disturbo della personalità che va curato...

Cito : 'Il masochismo è una forma d'immaturità e dipendenza.'

Perché?

Se io sono tabagista, sono immatura? Eppure so che mi faccio del male.
non afferro il nesso

Il Marchese de Sade per me è stato un genio : la bestemmia, il libertinaggio, l'incesto sono diventate filosofia , sono diventate sociologia , rivoluzione , storia ... ribellione ai simboli del potere ... tramite il capovolgimento del sesso estremo come un'allegoria della società.

Comunque, sì : ha trasgredito, fortunatamente.

Così come fortunatamente ha trasgredito Nabokov che ha chiamato sentimento, quello che per noi è pedofilia... o Platone, che ha trasgredito e violato il 'buon costume', decidendo non di non amare carnalmente il suo giovane diletto ...

Cito : "Io ho affrontato psicologicamente e razionalmente questi argomenti, consegue che per me non sono tabù indotti. Ora io non troverei trasgressivo metterli in pratica."

Se tu hai un tabù , esso è necessariamente indotto.
Tabù : proibizione a sfondo religioso e sociale circa l’uso di determinate cose, oggetti, azioni o parole...
Figuriamoci che fino a qualche anno fa anche le mestruazioni erano tabù ... sai che trasgressione averle !!!

Cito : "L'amore è costruttivo, il masochismo e autodistruttivo e crea dipendenza."

L'amore che cos'é?

Cito : "Ricercare un equilibrio non è semplice, ma doveroso verso se stessi"

Bingo! E se il mio equilibrio io lo trovo facendomi legare? senza danneggiare nessuno? senza obbligare e costringere nessuno?

Pipoca is offline  
Vecchio 13-03-2008, 20.49.05   #10
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Legami!

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
In amore si può desiderare "anche" di essere legati.


Ma oserò dire di più amica Pallina...

...chi non fantastica un legame-nto o non lo ha praticato almeno una volta scimiottando l'arte vera?

dai...e che caspita...mica tutto ciò che riguarda una variante alla pratica dev'essere per forza fonte di chissà quali disturbi no?...
...ma la pensate tutte come Donella?

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it