Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 02-05-2008, 10.15.07   #11
bluab
Ospite
 
L'avatar di bluab
 
Data registrazione: 18-03-2008
Messaggi: 15
Riferimento: L' Allumeuse........

Ma io non capisco che male c'è a stuzzicare e ammiccare, che poi è il gioco delle parti nell'approccio, di qualsiasi natura, che esiste tra due persone che si conoscono e che si sondano e si studiano, come in tutti i rapporti umani.
Per altro sono in due a giocare la partita, quindi a decidere e capire se il gioco vale la candela, fin dove arriva e se è pericoloso...ma di solito le schermaglie sono sempre piacevoli!
Ognuno poi è libero di decidere se andare avanti e se ci rimane male beh? non è vita pure quella? e poi non è detto che chi è più diretto e sincero non ci faccia soffrire magari con altri mezzi, approfittando lo stesso dei nostri sentimenti.
Io mi fermerei al significato letterale " colei che si accende" e magari accendendo accendendo trova anche lei la sua luce.
bluab is offline  
Vecchio 02-05-2008, 11.35.25   #12
logos
Ospite
 
L'avatar di logos
 
Data registrazione: 01-05-2008
Messaggi: 25
Riferimento: L' Allumeuse........

Allumeuse, donnaiolo, intesi in questi termini credo si voglia identificare coloro che di sentimenti non parlano ma solo di comportamenti egocentrici che forse esprimono con il solo modo che conoscono e non è quello verbale, vivere la propria sessualità indipendentemente dal genere significa incontro, costruzione e libido, raggiungere ciò, ci vuole comunicazione, accettare e in particolare accettarsi, e se questo non succede si finisce nel giudicare lui o lei che cerca altro...........
logos is offline  
Vecchio 02-05-2008, 13.43.29   #13
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da donella

Per sottrarsi a qualunque fascinazione... beh... basta ragionare!
Quando non ci riusciamo.... non è colpa degli altri!



mi dispiace ma non la vedo così.

Chi fa leva molto spesso sulle debolezze ed i desideri altrui per propri vantaggi personali (che può essere anche il semplice desiderio di essere ammirato/a o considerato/a) è un essere moralmente spregevole che usa la seduttività per accrescere il proprio io, a danno dei desideri delle speranze e dei sogni altrui.

Diverso è il discorso che usa la propria seduttività per un bene o un progetto comune (fidanzamento/matrimonio), o per fini collettivi (es. il sindaco di Atene, una donna, che utilizzò le sue arti seduttive per riportare le Olimpiadi nella sua città, diciamo che non mi è simpatica, ma il suo comportamento è "moralmente" accettabile, perchè ha un fine "sociale")

Certo ci sono dei casi dove la gente, pur consapevole, si fa prendere per i fondellli perchè il quel momento lui/lei rappresenta la VITA, ma questo non autorizza certi signori e certe signore a continuare imperterriti nella loro opera di sciacallaggio emotivo/sentimentale.

Tutti devono essere rispettati, anche chi non ha rispetto per se stesso!


Il gioco è bello quando dura poco!





marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 02-05-2008, 16.15.00   #14
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da bluab
Ma io non capisco che male c'è a stuzzicare e ammiccare, che poi è il gioco delle parti nell'approccio, di qualsiasi natura, che esiste tra due persone che si conoscono e che si sondano e si studiano, come in tutti i rapporti umani.
Per altro sono in due a giocare la partita, quindi a decidere e capire se il gioco vale la candela, fin dove arriva e se è pericoloso...ma di solito le schermaglie sono sempre piacevoli!
Ognuno poi è libero di decidere se andare avanti e se ci rimane male beh? non è vita pure quella?

Io credo che marcoriccardi - che personalmente ringrazio per l'utile riferimento bibliografico - stia parlando di comportamenti diversi da quelli del gioco seduttivo, a cui fai riferimento tu, ovviamente piacevole se finalizzato coerentemente ad una "conclusione" effettiva (certa o incerta ha poca importanza).
Nel link segnalato si legge, infatti:
Si tratta del fenomeno, noto soprattutto nella forma letteraria dell"'allumeuse", di chi seduce con allusioni e promesse per poi procrastinare all'infinito qualsiasi realizzazione. Il comportamento comunicativo dell'"allumeur" può essere a tutti gli effetti assimilato ad altre forme di molestia morale, come il mobbing, con l'aggravante di manifestarsi in un ambito, quello dell'eros e del desiderio, che non solo è di importanza centrale per l'individuo, ma che lo trova particolarmente indifeso di fronte all'inganno e ai soprusi.
Penso che per molte donne "l'essere desiderabile e sentirsi desiderata" rappresenti uno scopo in sé, autoreferenziale, rispetto al quale l'uomo ed il suo desiderio assumono una funzione puramente strumentale.
Dal mio punto di vista, definire simili atteggiamenti manipolativi come una mancanza di rispetto mi sembra il minimo sindacale.
iulbrinner is offline  
Vecchio 02-05-2008, 18.38.33   #15
Pipoca
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2008
Messaggi: 89
Riferimento: L' Allumeuse........

Voto Donella!


Aiuto ... allora io sono un' allumeuse...

Non che mi ponga il problema di sedurre...
ma mi guardo allo specchio per piacermi, cosa che faccio anche quando compro qualcosa per la mia persona, o quando vado dall'estetista o alle terme...

Non lo faccio per gli altri...ma per stare meglio con me stessa.

Se poi trovo qualcuno che si mette a giocare con me in termini di accensione...
bhé ... ne sono gratificata...

Di certo non gli sputo in faccia, né mi metto un saio per non attirare l'attenzione (o forse lo farei di più ).

Ma tale gratificazione ha come limite me stessa e l'altro.
Finché è un gioco in cui entrambi stiamo bene... perché dovremmo privarcene?

Il limite sia ha quando: il gioco diventa offensivo e/o doloroso per uno dei due o di tutti e due.

E' quando si lede la propria integrità che si ferisce.

Sinceramente nei miei giochi accendenti non ne ricavo niente, se non che...

maggior serenità quando sono a lavoro e meno noia se sono in coda e guardo quello della macchina accanto.

E poi accendere accendere... mica tutti accendono tutti?
Se qualcuno si accende per un paio di scarpe da tennis e qualcuno per un paio di tacchi?

Dovremmo allora stare attenti a non indossare e/o non fare qualche mossa e/o battuta nel timore di poter accendere qualcuno?

E se c'è qualcuno che mi accende... buono per me, per i miei occhi, i miei pensieri e le mie fantasie.

A volte, per me donna, è bello anche guardare un'altra donna, ammirare il suo fascino, interagire ... per il mio senso estetico.

A volte, insieme alla severità, castità, moralità, eticità, il giudizio... bisognerebbe imparare anche la bellezza, la gioia, il divertimento, la libertà della vita!

In altri paesi non è così. Esprimere la propria sensualità (a prescindere dalla bellezza) ed il proprio fascino è motivo di vanto e, benché difficile per noi da capire, fonte di benessere per noi stessi e con gli altri.
-

La serietà sta in altro. In cose ben più grandi e difficile e sofferte.

Pipoca is offline  
Vecchio 02-05-2008, 20.30.08   #16
Anagarika
Ospite abituale
 
L'avatar di Anagarika
 
Data registrazione: 10-03-2008
Messaggi: 70
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da Pipoca
Dovremmo allora stare attenti a non indossare e/o non fare qualche mossa e/o battuta nel timore di poter accendere qualcuno?


secondo me sì

e sono d'accordo con iulbrinner:

Citazione:
Penso che per molte donne "l'essere desiderabile e sentirsi desiderata" rappresenti uno scopo in sé, autoreferenziale, rispetto al quale l'uomo ed il suo desiderio assumono una funzione puramente strumentale.
Dal mio punto di vista, definire simili atteggiamenti manipolativi come una mancanza di rispetto mi sembra il minimo sindacale.

Non bisogna dimenticare che tutto quello che facciamo, diciamo e come ci vestiamo comunica qualcosa. Se per qualcuno può significare qualcosa di diverso da quello che abbiamo in mente ne dobbiamo tenere conto sennò è palesemente una mancanza di rispetto e manipolazione neanche tanto inconscia
Anagarika is offline  
Vecchio 03-05-2008, 01.38.22   #17
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da Anagarika
Non bisogna dimenticare che tutto quello che facciamo, diciamo e come ci vestiamo comunica qualcosa. Se per qualcuno può significare qualcosa di diverso da quello che abbiamo in mente ne dobbiamo tenere conto sennò è palesemente una mancanza di rispetto e manipolazione neanche tanto inconscia


Comincia a venirmi il dubbio che l'allumeuse spicchi per senso della democrazia e della considerazione del prossimo (oltre che per spirito d'iniziativa e spregio del pericolo), diversamente dalla ANTI-allumeuse che evidentemente ascrive ad ogni proprio battito di ciglia conseguenze epocali e non gestibili dal prossimo.

Tradotto: certo che ogni nostro pensiero-parola-opera-omissione comunica "qualcosa".
LIBERO però, il comunicando, di comunicare in risposta il "qualcos'altro" che gli pare in più che paritetica potenzialità comunicativa. O no?

Peraltro, e come per ogni comunicazione, il rapporto tra trasmesso e recepito è assolutamente aleatorio, legato alla soggettività di chi recepisce più di quanto lo sia a quella di chi trasmette, e perciò privo di ogni ragionevole garanzia di pre-determinabilità e pre-cognibilità. Tant'è.... che se convintamente potessi tessere le lodi della verginità essendo vergine... mi sentirei molto allumeuse per l'autore di questa discussione.
Per cui... più che semplicistica mi sembra semplificante e rispettosa di tutti l'idea di esprimersi per quel che si sente nella più totale accettazione di quel che in risposta sente e trasmette l'altro (capace di intendere e volere fino ad interdizione o, almeno, prova contraria).
donella is offline  
Vecchio 03-05-2008, 10.57.41   #18
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: L' Allumeuse........

atroce dubbio! quella "cosa" lì devo esserlo stata anch'io..... da giovane.

All'epoca si usava il corteggiamento, roba da vecchi, mi sembra ai giorni nostri. Ma bellissima esperienza.

Di corteggiatori ne ho avuti un bel po' (non si faceva sesso tanto facilmente all'epoca ) e mi lasciavo prendere dal gioco della seduzione, anche senza dare niente e senza veri coinvolgimenti emotivi.
Ero una Allumeuse anch'io?

Ma mi sembra che gli uomini non fossero poi tanto dispiaciuti, che si divertissero parecchio anche loro, ANCHE SENZA FARE SESSO.

Mi dispiace tanto per i giovani di oggi che non conoscono, non vivono i giochi erotici della seduzione. L'abbandonarsi alla natura del corteggiamento, della ricerca, del puro piacere seduttivo che gratifica ed emoziona entrambi anche quando non si giunge ad una solida conclusione fisica-materiale.

Niente donne fatali, nessun don giovanni da strapazzo, ma puro gioco che diventa necessario quando la meta è la formazione di una coppia che deve garantire alle future generazioni un minimo di sicurezza materiale e affettiva.

Aggiungo solo che alcuni dei miei corteggiatori non mi serbano nessun rancore, anzi.

Se la nostra Allumeuse ha una componente sadica, immatura, infantile, narcisistica allora è solo da curare.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 03-05-2008, 11.19.22   #19
Anagarika
Ospite abituale
 
L'avatar di Anagarika
 
Data registrazione: 10-03-2008
Messaggi: 70
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Comincia a venirmi il dubbio che l'allumeuse spicchi per senso della democrazia e della considerazione del prossimo (oltre che per spirito d'iniziativa e spregio del pericolo), diversamente dalla ANTI-allumeuse che evidentemente ascrive ad ogni proprio battito di ciglia conseguenze epocali e non gestibili dal prossimo.

Proporrei una via di mezzo: considerazione del prossimo e delle conseguenze del nostro comportamento.
Se mi viene da sbadigliare durante una conversazione perchè ho fame o sonno eviterò di farlo se non voglio che l'altro pensi di avermi annoiato. Se invece sbadiglierò sarà perchè voglio che lo pensi, che sia vero o no.

Citazione:
Tradotto: certo che ogni nostro pensiero-parola-opera-omissione comunica "qualcosa".
LIBERO però, il comunicando, di comunicare in risposta il "qualcos'altro" che gli pare in più che paritetica potenzialità comunicativa. O no?

infatti sarà così, ma non sarà una bella comunicazione se il messaggio iniziale non corrisponde alle vere intenzioni di chi comunica

Citazione:
Peraltro, e come per ogni comunicazione, il rapporto tra trasmesso e recepito è assolutamente aleatorio, legato alla soggettività di chi recepisce più di quanto lo sia a quella di chi trasmette, e perciò privo di ogni ragionevole garanzia di pre-determinabilità e pre-cognibilità.

Ciò non toglie che nel caso dell'allumeuse/allumeur ci troviamo di fronte ad una "pre-determinabilità e pre-cognibilità" quasi matematiche

Citazione:
Per cui... più che semplicistica mi sembra semplificante e rispettosa di tutti l'idea di esprimersi per quel che si sente nella più totale accettazione di quel che in risposta sente e trasmette l'altro (capace di intendere e volere fino ad interdizione o, almeno, prova contraria).

Bah, io ci aggiungerei comunque un pizzico di rispetto.
Certo se entro in chiesa in costume da bagno accetto di essere guardata male e buttata fuori, rimane però il fatto che io ho mancato di rispetto a chi stava pregando
Anagarika is offline  
Vecchio 03-05-2008, 11.44.30   #20
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: L' Allumeuse........

Citazione:
Originalmente inviato da chestress
In fondo devi pensare che ci sono millenni di storia che ci pesano sulle spalle,abbiamo dovuto imparare ad accaparrarci l'uomo migliore per poter avere una prole selezionata.Inoltre quest'uomo doveva essere in grado di mantenere la famiglia.Non avevamo molte armi a disposizione e la concorrenza era spietata;diciamo che abbiamo imparato ad usare al meglio il nostro lato A e B.
Ora questo atteggiamento non ha più motivo di esistere ma i retaggi culturali sono duri a morire.
No, scusa, ma questo che ragionamento e' ?? Cosa vuol dire per una donna che vive oggi (non nel 1700), una frase come questa?
"... abbiamo dovuto imparare ad accaparrarci l'uomo migliore per poter avere una prole selezionata" ? E cosa significa "Non avevamo molte armi a disposizione e la concorrenza era spietata; diciamo che abbiamo imparato ad usare al meglio il nostro lato A e B." ?
Ti chiedo: ma tu, donna del XXI secolo, quali retaggi culturali del 1700 ti porti dietro? Forse in quell'epoca c'eri gia'...? Ma non credi, invece, che certi comportamenti siano insiti nella natura femminile, a prescindere dall'epoca e dal contesto socio-culturale?
Scorpion is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it