Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 26-12-2003, 14.25.35   #41
Alby83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-11-2003
Messaggi: 91
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vi@nne
Anche io non so dove andare...mi vestirò da sera e brinderò...a me!
Chi si vuole unire alla festa...

Spiritualmente sarò li
Alby83 is offline  
Vecchio 26-12-2003, 14.27.55   #42
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Alby83
Spiritualmente sarò li
bomber is offline  
Vecchio 02-01-2004, 12.34.24   #43
io_paolo
Ospite
 
Data registrazione: 11-11-2003
Messaggi: 12
la solitudine....

Ciao a tutti, intervengo un po tardi per aver letto solo ora le vostre riflessioni. Trovo stimolante e necessario che si parli di solitudine in un contesto festaiolo e comunque predisposto all'allegria. Personalmente mi sono sentito sempre un po' solo durante il natale da quando ho smesso di essere ragazzino, per cui le "Feste" prima passano e meglio è.... Tornando al pensiero più serio e profondo della solitudine assoluta, quella che c'è sempre e che si prova anche in mezzo agli altri, trovo che gli interventi fatti finora abbiano messo a fuoco l'essenza vera dell'essere solo. Chi è solo (o ci si sente) è colui che non prova piacere ne' senso utile nello stare con se stesso. Si trova in una condizione particolare nella quale l'Io se ne è andato anche lui lasciando un insieme di sentimenti ed emozioni a mescolarsi tra di loro senza trovare un senso a tutto ciò. Il senso, secondo me, si ritrova nello scoprire che la luce interna è SEMPRE accesa, che l'Io si è un po assopito, ma non ha mai abbandonato la sua casa naturale. Forse gioca un po a nascondersi magari spaventato da qualche situazione poco piacevole, ma c'è! Si tratta di scovarlo e rassicurarlo, accettarlo e scaldarlo. Anche se per fare questo si prova dolore si debbano affrontare fantasmi legati alle situazioni poco belle di cui sopra, varrà sempre la pena di riprenderselo e dargli calore. L'io lo pretende e non lo dimenticherà.
io_paolo is offline  
Vecchio 02-01-2004, 13.00.34   #44
gabbiano azzurro
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2003
Messaggi: 12
solitudine per scelte altrui

Senza dubbio quando si vive dentro un malessere esistenziale, quello dell'anima, la solitudine è un macigno. Allora l'allegria vera o presunta delle feste appare come un peso che fa sentire ancora più vuoto quel vuoto.
Dalla mia esperienza posso condividere con voi due aspetti:

1. la solitudine per scelta degli altri, magari persone care che hanno deciso di vivere altrove. Abitare e convivere con chi si è comportato con te come un nemico che ti voleva annientare. Capire tali scelte, uscendo fuori da sè, da quel sentimento di abbandono, non è facile ma è l'unico estremo modo per capire econdividere, senza subire, tali scelte.

2. Il ritrovare se stessi supera qualsiasi abbandono o tradimento. Già, il tradimento! Avete notato come il tradimento (inteso in senso lato) e solitudine possano interagire?
Secondo me quello che conta non è l'essere traditi ma non aver mai tradito noi stessi. Neanche per un processo di evitamento dell'abbandono.

Ciao a tutti.... g.a.
gabbiano azzurro is offline  
Vecchio 02-01-2004, 15.42.19   #45
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Il tradimento èl'atto più vile che ci possa essere, quando ti cade addosso...non hai scelta...è come se ti avessero messo in una gabbia e non ne puoi più uscire...è devastante per il nostro io che si rimette in discussione. Cerchi dove hai sbagliato, e non trovandolo cominci ad assorbire il tradimento, non prima di aver perdonato noi stessi...io ho dovuto fare questi passaggi, ne sono uscita vincente, ma quanto dolore!
Vi@nne is offline  
Vecchio 03-01-2004, 16.32.03   #46
io_paolo
Ospite
 
Data registrazione: 11-11-2003
Messaggi: 12
il tradimento

tradire ed essere traditi.... si puo anche tradire se stessi, quando il tradimento rivolto a chi ci fa del male ci torna indietro come un boomerang. La rivalsa in forma di tradimento, la voglia di farla pagare a chi ci ha tradito con un altro tradimento... è solo rivolto contro di noi. Siamo noi che nell'impossibilità di superare il nostro senso di inferiorità, di colmare la nostra scarsa autostima ci fa operare un'azione che è la stessa che ci ha ferito. Ma è un tradire noi stessi, un non accettarsi per quello che siamo e che ci fa fare cose nelle quali non crediamo. La verità cruda viene fuori quando nell'attesa del giusto appagamento proviammo disgusto e delusione. E' umano, brutale e cocente... ma serve! Solo allora si acquista quel giusto grado di maturità che ci fa vedere il tradimento per quello che è: l'azione scontata di un debole che nella sua immaturità pretende di scoprire il segreto del crescere ed essere libero usando "mezzucci", la pratica di una pseudo libertà che non serve ad altro che creare ancora più mine ad una già scadente autostima. Crescere è altro che tradire, maturare è crescere, vivere è essere se stessi senza il bisogno del tradimento.




Un abbraccio a tutti

io_paolo
io_paolo is offline  
Vecchio 06-01-2004, 20.18.42   #47
gabbiano azzurro
Ospite
 
Data registrazione: 01-12-2003
Messaggi: 12
il tradimento agito o subito

Ritengo che il tradimento sia quello subito che quello agito abbia un ruolo importante nella nostra vita di relazione.Come sottolinea Carotenuto in Amare e tradire.
Certamente l'esperienza di chi l'ha subito è dolorosa. Quanto dolore di fronte a quel rifiuto o abbandono! Ma il dopo? E' quello che conta. Quando ci troviamo soli ma piu' ricchi e consapevoli di noi stessi. Ripeto, dal mio punto di vista conta non aver mai tradito noi stessi.
Un saluto caro a tutti
gabbiano azzurro
gabbiano azzurro is offline  
Vecchio 06-01-2004, 20.56.12   #48
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
mi sa che mi sono perso una cosa come mai il tadimento legato a essere o star soli ???'
bomber is offline  
Vecchio 06-01-2004, 22.48.25   #49
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Per bomber...
Soli...se ci tradiscono rimaniamo soli...
O almeno io l'ho fatto, non c'è umiliazione più grande, secondo
me, e non avendo avuto scelta, sono rimasta sola!

Carotenuto...un autore stupendo, parla e scrive con onor di
causa, splendido Eros e pathos...
Vi@nne is offline  
Vecchio 07-01-2004, 10.57.05   #50
FL100
Ospite
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 13
La cosa più..

deprimente della solitudine è che ti impedisce le proiezioni. Su chi proietti se nn c'è nessuno. Richiede una grande responsabilità, la solitudine.
FL100 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it