Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-05-2006, 15.28.10   #11
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Scusa ma su questo non sono affatto d’accordo! Le relazioni sono una cosa molto personale e sono fatte soprattutto di proiezioni. Può benissimo essere che questa amica offra ganci proiettivi per una sua proiezione positiva e per una tua negativa. Non è assolutamente detto che due persone che fanno parte di una coppia unita debbano provare simpatia o antipatia per le stesse persone!! Questo di solito accade se la relazione di coppia si basa sulla fusionalità, sul non riconoscimento dell’aterità dell’altro. Cioè, in pratica, se è una relazione infantile!

Poi, certamente, se questo è un problema è proprio il caso che ne parliate, ma non per arrivare a provare tutti e due simpatia o antipatia per l’amica, ma per fare sì che lui possa coltivare la sua amicizia senza obbligarti a fare qualcosa che non ti fa stare bene. Ma perché, poi. lui dovrebbe sentirsi ferito dal fatto che a te lei non piace?

Ma a te è chiaro perché lei non ti piace? Perché la cosa, se letta come un gioco di proiezioni, può essere molto interessante! Può insegnarti molte cose su di te e su vuoi due come coppia.

guarda che quanto ho detto parte da concezioni assai diverse da quelle da te riportate.
giusto per chiarezza
rileggi bene cosa ho scritto e dimmi se ti sembra identico a quello che hai scritto tu nel preambolo.
ho parlato di AMORE oppure ho parlato di "proiezione"?
quanto ho scritto sopra va oltre il concetto da te espresso.
Se è proiettivo come puoi chiamarlo AMORE?
Io non ho detto "devi per forza avere l'idea del tuo compagno"
ho detto che se c'è fusione e Amore c'è comunanza di vedute profonde quindi comunanza di "visione" verso chi si frequenta.
Più chiaro così?

Ultima modifica di turaz : 05-05-2006 alle ore 15.29.59.
turaz is offline  
Vecchio 05-05-2006, 15.31.56   #12
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Spaceboy
Cara Fragola, tu non sei un uomo, io si....


Anche nell'amicizia tra donne o tra uomini esiste una componente erotica, solo ce noi "la censuriamo", non le permettiamo di diventare conscia. Credo che sia impossibile essere molto amici, veramente amici, di una persona con cui non si potrebbe anche stare insieme. Però non è obbligatorio agire tutti i nostri impulsi!

Poi ti sembrano pulci da mettere nell'orecchio di Joolee? Si è appena sposata e aspetta un bambino!

(a proposito ma quando nasce?)

Fragola is offline  
Vecchio 05-05-2006, 15.33.26   #13
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
guarda che quanto ho detto parte da concezioni assai diverse da quelle da te riportate.
giusto per chiarezza
rileggi bene cosa ho scritto e dimmi se ti sembra identico a quello che hai scritto tu nel preambolo.
ho parlato di AMORE oppure ho parlato di "proiezione"?
quanto ho scritto sopra va oltre il concetto da te espresso.
Se è proiettivo come puoi chiamarlo AMORE?
Io non ho detto "devi per forza avere l'idea del tuo compagno"
ho detto che se c'è fusione e Amore c'è comunanza di vedute profonde quindi comunanza di "visione" verso chi si frequenta.
Più chiaro così?

Infatti. L'amore vero si ha dopo il superamento delle proiezioni. ma io parlavo delle proiezioni che lui e lei fanno sull'altra persona! Che sono ovviamente diverse.
Fragola is offline  
Vecchio 05-05-2006, 15.36.54   #14
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
si...
ma se si parla di "fusione di anime" penso sia comprensibile il fatto che le proiezioni vanno superate e che l'AMORE sia altro.
(per questo ognuno deve agire nel suo piccolo come individuo su se stesso "prima")

ciao fragola
turaz is offline  
Vecchio 05-05-2006, 15.59.55   #15
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Ogni volta che entriamo in relazione con un altro facciamo delle proiezioni. Fa parte del processo conoscitivo. L'innamoramento è una superproiezione. Poi, quando si va oltre le proiezioni, può nascere l'Amore. Ma questo non significa che non si facciano proiezioni su altre persone. Il fatto che io sia andata oltre le proiezioni con te e che ti ami (non è vero, ma è per fare un esempio!) non asignifica che non possa fare proiezioni su un'altra persona.

Ora, prendiamo il caso in questione. Lui apprezza questa amica. Forse perchè la conosce a fondo, forse è andato al di la delle proiezioni e le vuole bene per quello che è. O forse perchè fa su di lei delle proiezioni positive. Magari anche Jolee è andata oltre le proiezioni e la vede per quello che è. O magari non ha avuto l'occasione o l'interesse per andare oltre alle proiezioni e fa su di lei delle proiezioni negative. E' comunuqe evidente che lei (l'amica) offre ganci proiettivi per tutti e due.

La vita mi ha insegnato, e la psicologia lo conferma, che quando una persona mi è proprio antipatica è perchè vedo in quella persona parti di me che non mi paicciono e che fatico, in me, ad accettare. Per questo le proiezioni sono così interessanti. Se la guardiamo con onestà ci aiutano a conoscerci e a conoscere gli altri.


Fragola is offline  
Vecchio 05-05-2006, 16.51.59   #16
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
beh fragola...
se leggi nel primo post mio
trovi la frase "forse c'è qualcosa che dovete comprendere di voi stessi" (che sinteticamente riassume quanto dici)
e che può trovare "sbocco" in un dialogo profondo conoscitivo e costruttivo per entrambi.
e da li può zampillare... AMORE
turaz is offline  
Vecchio 05-05-2006, 18.25.16   #17
celeste
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 32
...ho letto fin qui cercando di capirne quanto più è possibile delle diverse posizioni.
Qualcosa però non mi quadra, credo sia dovuto al fatto che non riesco ad essere obiettiva.
Mi calo, infatti, nel ruolo "dell'amica".
Cos'è che mi avvicina ad un uomo che ha una compagna ufficiale?
Quale reciprocità instauro con lui?
La nostra relazione, come si interseca nella relazione con la compagna ufficiale?
Io-lui;
Io-lei;
Io-lui e lei.
E......lui e lei?

Se fosse lei ad avere un "amico"???



Boh!!!!

continuo a meditare!!!intanto vi seguo!

celeste is offline  
Vecchio 05-05-2006, 19.59.59   #18
fuoriditesta
Ospite abituale
 
L'avatar di fuoriditesta
 
Data registrazione: 19-03-2006
Messaggi: 169
scusa Fragola...ma non ti sembra un pò eccessivo dire ke amore e amiciza sono risultato di proiezioni?
questo è un tipo di relazione narcisistica....e quindi patologica....
seguendo quello ke dici, la relazione non esiste, xke nell'Altro ci vedo sempre me stesso, o una parte di me (ke è ancor pi grave, trattandosi quindi di relazioni oggettuali e transfert parziali, tipiche di persaonalità borderline...che sono appunto narcisistiche).

è vero ke c'è sempre il transfert, ma non è vero ke c'è "sempre" la proiezione
fuoriditesta is offline  
Vecchio 05-05-2006, 20.19.16   #19
celeste
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-10-2005
Messaggi: 32
....ma credete ancora nell'amicizia tra uomo e donna?



bah!!!

celeste is offline  
Vecchio 05-05-2006, 20.40.50   #20
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da fuoriditesta
scusa Fragola...ma non ti sembra un pò eccessivo dire ke amore e amiciza sono risultato di proiezioni?
questo è un tipo di relazione narcisistica....e quindi patologica....
seguendo quello ke dici, la relazione non esiste, xke nell'Altro ci vedo sempre me stesso, o una parte di me (ke è ancor pi grave, trattandosi quindi di relazioni oggettuali e transfert parziali, tipiche di persaonalità borderline...che sono appunto narcisistiche).

è vero ke c'è sempre il transfert, ma non è vero ke c'è "sempre" la proiezione

Ovviamente io utilizzo la terminologia junghiana. Non serve, vero, che lo specifichi ad ogni intervento? Oramai lo sapete tutti! Sono quattro anni che la uso, qui sopra!

Non è che amicizia e amore sono il risultato di proiezioni, è che ogni relazione inizia come un processo proiettivo. Per Jung, chiaramente. Il concetto junghiano di proiezione non è negativo! E non è narcisistico. E non è patologico. Jung dice che si può parlare propriamente di proiezioni solo quando le si riconoscono come tali. Ci sono casi in cui non le si riconosce affatto e allora il termine è diverso, ma il meccanismo psichico è simile. Cioè vedo nell'altro miei contenuti inconsci. Lo posso fare solo se l'altro ha i cosiddetti "ganci proiettivi" che mi permettono di appenderci il mio contenuto. Quindi cosa io proietto mi dice qualcosa di me ma anche qualcosa dell'altro. Per Jing la proiezione non è difensiva. Si proiettano anche cose belle. Ma solo quando le riconosciamo si innesca il processo trasformativo e conoscitivo. Secondo il modello junghiano tutti proiettiamo! Senza eccezioni. E tutti siamo oggetto di proiezioni. E anche il trasfert è un processo anche proiettivo. Il processo proiettivo è quello che ci permette di conoscere noi stessi e anche gli altri. Il trasfert è però qualcosa di più complesso e si più profondo. Al punto che per Jung c'è sempre proiezione ma non sempre c'è il transfert.
Questione di modelli di riferimento.
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it