Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-05-2006, 10.01.50   #21
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
secondo me se c'è gran differenza di età,perchè sia un rapporto diciamo equilibrato,ci devono essere molte altre cose che accomunano le persone..per esempio,se sono persone che hanno piu o meno lo stesso livello di istruzione,che hanno passioni in comuni, allora magari davvero nasce l'amore..le trovo coppie piu strane quando proprio oltre alla differenza di età si vive proprio in mondi diversi,si è a punti diversi anche del proprio cammino..
per esempio io conosco una coppia in cui lei è molto piu giovane e lui la tratta come una figlia..ma perchè proprio lei potrebbe essere sua figlia..invece conosco altri 2 che hanno 40 anni di differenza (lui piu grande),lavorano con me in teatro e sono molto simili,vivono per le stesse passioni e quando sto cono loro mi sembra che abbiano la stessa età..rendo l'idea?
ammina is offline  
Vecchio 24-05-2006, 10.09.04   #22
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
QUOTE]Messaggio originale inviato da ammina
qualsiasi interesse si consideri( non quello economico,intendo come dici tu interessi che riguardano il proprio ego o cose del genere) c'è di mezzo l'anima..o no..? [/quote]

non nella turazziana maniera.....almeno credo

La dico con parole mie. Quando si parla di bisogni personali, si parla ovviamente comunque della persona; tutti noi abbiamo dei bisogni sacro santi; in una relazione di coppia secondo me, i bisogni dei rispettivi partner non devono essere tali da non consentire una reale conoscenza dell'altro....l'altro non deve diventare un mero soddisfacimento di un mio bisogno, una specie di specchio entro cui riflettermi. questo (come dice turaz) accade spesso sia in coppie "coetanee", che in altre.

Il mio sospetto è che in una coppia separata da quasi mezzo secolo, i bisogni "egoici" sottostiano e prevalgano sempre e comunque; insomma non può esistere una realazione del genere che sia propriamente "sana". E' un mio punto di vista però.

Ad esempio nel romanzo che ho letto (P. Roth "l'animale morente") mi è sembrato che in lui prevalesse (anzi, forse c'era soltanto questo) il bisogno di adorare il corpo di lei, tanto che ne fa un'ossessione. Lei è attratta dal brillante e famoso professore, hanno una relazione di un paio di anni che poi lei tronca, disgustata infine da questo "vecchio", una volta abituatasi al fascino dell'intellettuale.
Solo alla fine del libro, malata di cancro lei torna a cercare il vecchio professore con cui non si sentiva da anni; torna da lui perchè ha bisogno di sentirsi di nuovo adorata, tanto che gli dice "in tutti questi anni nessuno ha mai guardato il mio corpo come lo guardavi tu".

Il romanzo lascia intendere che i due, dopo anni di separazione, torneranno insieme: entrambi (dice l'autore) hanno cominciato a guardare al futuro nello stesso modo: un conto alla rovescia.

Nei giovani infatti si conta l'età pensando agli anni passati; i vecchi contano l'età pensando agli anni che mancano alla morte.
Entrambi ora guardano al futuro nella stessa maniera (possono progettare il futuro dalla stessa posizione, ricollegandomi ad un post di ammina): ma questo è un romanzo.

io lo trovo attendibile.

spero di essere stata chiara



odissea is offline  
Vecchio 24-05-2006, 10.24.16   #23
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Io e fragola siamo le bigottone e sempre più spesso mi trovo d'accordo con lei.....ma non è detto che abbiamo ragione

concordo sul fatto che già 20 anni di differenza sono tutt'altro paio di maniche: se penso agli uomini più grandi di me di 20 anni devo ammettere che più di qualcuno lo trovo attraente. Una bella differenza, ma non un abisso.

Ma 40 e passa; Proprio da un lato di attrazione fisica vedo un bello scoglio.

Forse è solo una questione di fascino; un uomo per esercitare un fascino pazzesco non ha bisogno di essere giovane e attraente (beati loro!): ha bisogno di prestigio, cultura, e anche molti anni alle spalle: forse questi ultimi accrescono quel tipo di fascino.

sto saltando di palo in frasca, butto giù ipotesi a raffica, scusate!


per ammina:
io ad esempio non ne conosco di coppie con 40 anni di differenza, le mie sono tutte ipotesi; tu dici che ci vuole stesso grado di istruzione e interessi, e va bene; ma come puoi dire che è possibile vivere nello stesso modo e essere allo stesso punto del proprio cammino, con un abisso di tempo che separa i due?
odissea is offline  
Vecchio 24-05-2006, 10.37.16   #24
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
condivido quello che scrivi odissea..io stessa quando vedo una coppia come quelle di cui stiamo parlando tendo a pensare che facilmente cio che li tiene piu uniti non è l'amore ma sono i loro bisogni,che non sto a rispiegare perchè gia son stati descritti..
la mia riflessione però si avvicina molto alla domanda di turaz.. cioè tutto dipende dal presupposto da cui partiamo..
ti dirò,forse ci sono molti rapporti tra coetanei in cui questi bisogni proiettati sull'altro sono meno evidenti perchè non c'è differenza di età ma si ripresentano uguali..almeno io la vedo così.
comunque certo,un discorso è parlare di 20 anni di differenza ,un altro sono 40 anni..quella coppia di cui parlo è particolare.. come si dice a volte "si sono trovati"...perchè a volte capita!
ammina is offline  
Vecchio 24-05-2006, 10.51.38   #25
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Io e fragola siamo le bigottone e sempre più spesso mi trovo d'accordo con lei.....ma non è detto che abbiamo ragione

concordo sul fatto che già 20 anni di differenza sono tutt'altro paio di maniche: se penso agli uomini più grandi di me di 20 anni devo ammettere che più di qualcuno lo trovo attraente. Una bella differenza, ma non un abisso.

Ma 40 e passa; Proprio da un lato di attrazione fisica vedo un bello scoglio.


No, no, no! Io non sono bigotta. Respingo assolutamente questa accusa iniqua

Il presupposto è che perchè ci sia amore, ci deve essere reciprocità. Cioè, deve succedere che due persone sono reciprocamente attratte l'una dall'altra. Ora faccio un esempio semplice e banale.
Alcuni anni fa (ne avevo poco meno di 40) ho conosciuto un docente della mia scuola. Un uomo intelligente, affascinante, colto, magnetico e anche bello. Alla fine della lezione commento con una compagna di corso che "me lo sarei mangiato spalmato sul pane!"
Lei commenta, "Già, lo faremmmo tutte. Non lo diresti mai che ha più di 70 ann!i" Io glie ne avrei dati massimo massimo 50.
Come vedi, l'attrazione è possibile. E io sono una che raramente è attratta dagli uomino più grandi. Magari non molto probabile, ma possibile. Ci sono uomini che a 70 anni sono ancora molto interessanti anche dal punto di vista fisico. Non tantissimi, magari. Ma ci sono.

Ma la reciprocità? Perchè mai quest'uomo con così tanta esperienza e con così tanto spessore, dovrebbe sentirsi attratto da una donna così tanto più giovane? Con cui forse ha poche cose da condividere? Solo per la freschezza della pelle? Beh, mi sembra poco. Il mio magnifico professore ha ovviamente una compagna con cui ha condiviso la vita, ed è una donna veramente notevole, tra l'altro.

Ora io non dico che non possa accadere. Può benissimo accadere. Diciamo che non accade frequentemente. Diciamo che non è una cosa molto probabile. Non è probabile la reciprocità. Proprio una questione banalmente statistica!
Non è probabile l'incontro "d'anima" tra persone cpn così tanta differenza d'età perchè una persona di 70 anni e con quello spessore, un incontro d'anima l'ha già fatto!

E' invece più probabile, sempre statisticamente parlando, l'incontro di bisogni incrociati con sfumature un pochino patologiche. L'incontro tra il 70enne magari anche fascinoso ma terrorizzato dalla vecchiaia che cerca una donna giovane, non quella donna, una "qualsiasi" donna giovane, con una donna giovane in cerca di una figura paterna.

Bellissima la tesi di Roth! Non ho letto quel libro ma lo leggerò appena posso. Un'intuizione bellissima e profonda. Ed è vero. Io che sono a metà strada, al momento li conto tutti da tutti e due i lati!!

Ultima modifica di Fragola : 24-05-2006 alle ore 10.55.36.
Fragola is offline  
Vecchio 24-05-2006, 10.56.17   #26
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
ora farò un discorso "fuori" un pò dagli schemi (apparenti)
ciò che fa in modo che due persone si cerchino sta nella "fusione" di anime primordiale (qualcuno lo chiama dio).
sta in questo desiderio atavico di "con-divisione" assoluta.

E questo avviene a tutti i livelli in una coppia
animico-mentale-fisico.
se uno solo dei livelli manca o non è massimo questo non è AMORE ma è specchio o parzialità.

ora pensiamo a una donna di 30 e un uomo di 70 anni o a un uomo di 30 e una donna di 70.
può esserci una fusione totale a 3 livelli?

si ma le due persone devono essere molto evolute.
come ha detto qualcuno ci vuole "reciprocità" e il lato "fisico" per essere considerato AMORE deve essere non solo presente ma anche sinonimo di totale fusione tra le due persone.
inoltre deve esserci totale "libertà" (da condizionamenti sia sensoriali che non) in questo incontro.

questo a livello "puro".
poi come sappiamo la realtà mostra esempi "spuri" e anche distorti di questo

Ultima modifica di turaz : 24-05-2006 alle ore 10.58.56.
turaz is offline  
Vecchio 24-05-2006, 11.07.26   #27
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
ora farò un discorso "fuori" un pò dagli schemi (apparenti)
ciò che fa in modo che due persone si cerchino sta nella "fusione" di anime primordiale (qualcuno lo chiama dio).
sta in questo desiderio atavico di "con-divisione" assoluta.

E questo avviene a tutti i livelli in una coppia
animico-mentale-fisico.
se uno solo dei livelli manca o non è massimo questo non è AMORE ma è specchio o parzialità.

ora pensiamo a una donna di 30 e un uomo di 70 anni o a un uomo di 30 e una donna di 70.
può esserci una fusione totale a 3 livelli?

si ma le due persone devono essere molto evolute.



anche io la vedo esattamente così..
ammina is offline  
Vecchio 24-05-2006, 11.07.50   #28
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola

Ci sono uomini che a 70 anni sono ancora molto interessanti anche dal punto di vista fisico. Non tantissimi, magari. Ma ci sono.

Ma la reciprocità? Perchè mai quest'uomo con così tanta esperienza e con così tanto spessore, dovrebbe sentirsi attratto da una donna così tanto più giovane? Con cui forse ha poche cose da condividere? Solo per la freschezza della pelle? Beh, mi sembra poco. Il mio magnifico professore ha ovviamente una compagna con cui ha condiviso la vita, ed è una donna veramente notevole, tra l'altro.

Non è probabile l'incontro "d'anima" tra persone cpn così tanta differenza d'età perchè una persona di 70 anni e con quello spessore, un incontro d'anima l'ha già fatto!


Bellissima la tesi di Roth! Non ho letto quel libro ma lo leggerò appena posso. Un'intuizione bellissima e profonda. Ed è vero. Io che sono a metà strada, al momento li conto tutti da tutti e due i lati!!


Il romanzo di Roth ad esempio è scritto in prima persona singolare, è narrato dal protagonista, questo docente universitario. Questo per sottolineare come sia evidente nel protagonista l'ossessione per il corpo perfetto e giovane della ragazza: nessun accenno, quasi mai se non alla fine (ma appena appena) all'aspetto caratteriale, della donna. A me non pare proprio un "incontro d'anime", per ricollegarmi a quanto dice fragola e turaz. E' un'ossessione per la giovinezza e per l'aspetto sessuale.

Della ragazza e di quello che passa nella sua testa non si sa praticamente nulla, se non nel finale (come ho detto sopra).

Mi spiace allora se lo leggerai che ti ho raccontato la fine!

se posso permettermi, è un libro carino, ma Philip Roth scrive libri bellissimi e saggi (è vecchio anche lui, e c'è una bella differenza fra autori giovani e vecchi secondo me: senti che i secondi ti stanno svelando elementi fondamentali dell'esistenza....che però io, giovane, riesco a cogliere solo in parte....ahhh che frustrazione!) per cui ti consiglio di leggere più libri di questo autore: altri suoi romanzi mi sono piaciuti di più.

Ultima modifica di odissea : 24-05-2006 alle ore 11.09.51.
odissea is offline  
Vecchio 24-05-2006, 11.11.11   #29
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
"non ti pare proprio un incontro d'anime"..
io ho avuto incontri non proprio di anima anche coi miei coetanei.
ammina is offline  
Vecchio 24-05-2006, 11.11.50   #30
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
certo odissea.
e sai perchè?

perchè purtroppo non siamo così evoluti e perchè un "salto" di questo genere è difficile cmq.
anche in considerazione del fatto che per evolvere solitamente occorre tempo... e esperienze.

Cmq anche se "molto raro" può esistere a mio parere

ma se ci pensate quel "molto raro" ... che è anche (per come esposto da me sopra)...l'AMORE tra due coetanei....

in sostanza è raro l'AMORE totale oggi come oggi (ma è così da sempre) per via del fatto che all'essere si da cmq poca importanza o per via di scarsa consapevolezza di se stessi e di chi ci sta intorno

Ultima modifica di turaz : 24-05-2006 alle ore 11.14.43.
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it