Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-05-2006, 13.16.06   #41
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
ora devo scappare, mi spiace perchè volevo andare avanti.

ultimamente (sto leggendo il de profundis di Wilde e anche lì vien fuori!) mi torna sempre fuori ricorrentemente il "conosci te stesso" di Socrate. Pure qui.

un caso? boh

Socrate come tutti i maestri dicono esattamente la stessa cosa
"conosci te stesso"...

poi un pò di maieutica alla Socrate la ritengo un metodo valido di "spunto"...

Per chi crede in dio...
dio si avvicina...e nello stesso tempo l'uomo si avvicina sino al punto d'incontro...

così vale per la maieutica...

ti viene dato uno spunto... ma nel saperlo cogliere stanno anche e soprattutto il tuo cuore puro e la tua volontà di evoluzione
turaz is offline  
Vecchio 26-05-2006, 07.59.04   #42
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Io e fragola siamo le bigottone e sempre più spesso mi trovo d'accordo con lei.....ma non è detto che abbiamo ragione

Mah.. secondo me non è essere bigotti..!!
Io la sento nel medesimo modo, e non mi sento bigotta in questo,
solo un tantino realista!

Insomma differenze così accentuate non possono che essere
scelte volutamente forzate di una realtà (interiore) che "non quadra"..

Il rapporto d'amore a due
è una lettura molto precisa di cosa siamo dentro,
non è solo interesse condiviso di valori come cita qualche dizionario..
è scelta e riconoscimento di cammino!

Ed il cammino nell'amore non può che essere, partire, rappresentare una condizione di assolutà parità mentale ed emozionale, insomma non c'è un ruolo di appoggio e di appoggiato come può essere nel rapporto tra genitori e figli..
E' necessario la coniugazione di profonde esigenze cosa che realmente vedo impossibile in una differenza generazionale e fisica!! La cosa non mi "scandalizza" in questo si che allora sarei "bigotta", la cosa semplicemente si pone ai mei occhi come tentativo di "risoluzione" ad un conflitto interiore di notevole entità. Non una reale risoluzione ma un tentativo di "accomodamento" alle problematiche restate nel profondo non risolte. Certo è che la mia visione fa riferimento (per forza di cose) alla cultura in cui sono nata e nella quale la mia psiche s'è sviluppata.. probabilmente in altra cultura è probabile ch'io veda tale unione secondo valori differenti..

Penso in fondo che ognuno è artefice in un certo senso (limitatamente) della propria realtà.. e che nessuno dal di fuori possa realmente dirci cosa è "bene" o "errore/male" per noi..

Penso che al di là di una ricerca, di una necessità di ordine (nel quale ci si ritrova, ci si rispecchia, ci si specchia.. un nostro "ordine(mentale-culturale) "!) si sia mentalemente "a rischio" in rapporto alla propria salute mentale.. Se la nostra scelta appartiene a quel nostro "ordine" in cui viene a configurarsi una certà "realtà" che tenga comunque conto della necessità di coesistenza con la "realtà" ahimè imposta dalla cultura del sociale come "oggettiva", allora la mia scelta, il mio ordine mentale potrà trovare posto e soddisfazione concreta, non come fuga dal reale.. diversamente diverrà mondo a parte con ciò che comporta la scelta di tale mondo sé stante..
[non so se sono stata sufficientemente chiara in quest'ultima parte]

Dici bene Ammina: "l'evoluzione porta libertà"
ma libertà per l'appunto porta ad una maggiore presa di coscienza, allora l'amore non sarà cogliere nell'altro le nostre "mancanze" ma possibilità di sviluppo ulteriore in ciò che siamo..!



Gyta

Ultima modifica di gyta : 26-05-2006 alle ore 08.03.17.
gyta is offline  
Vecchio 26-05-2006, 14.24.30   #43
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Penso che al di là di una ricerca, di una necessità di ordine (nel quale ci si ritrova, ci si rispecchia, ci si specchia.. un nostro "ordine(mentale-culturale) "!) si sia mentalemente "a rischio" in rapporto alla propria salute mentale.. Se la nostra scelta appartiene a quel nostro "ordine" in cui viene a configurarsi una certà "realtà" che tenga comunque conto della necessità di coesistenza con la "realtà" ahimè imposta dalla cultura del sociale come "oggettiva", allora la mia scelta, il mio ordine mentale potrà trovare posto e soddisfazione concreta, non come fuga dal reale.. diversamente diverrà mondo a parte con ciò che comporta la scelta di tale mondo sé stante..
[non so se sono stata sufficientemente chiara in quest'ultima parte]




Gyta

ciao gyta, quello che hai scritto è in linea con quanto è stato detto fino ad ora, e lo condivido.

sinceramente non ho capito l'ultima parte(te l'ho riportata qua sopra)....ti riferisci a una specie di concordanza tra esigenze sociali e esigenze personali?

odissea is offline  
Vecchio 26-05-2006, 16.06.47   #44
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
ma una condizione di assoluta parità mentale ed emozionale implica per forza che non ci sia differenza di età?..
comunque certo,sicuramente è piu probabile che ci sia tra coetanei.. se mai di parità si può parlare
ammina is offline  
Vecchio 26-05-2006, 16.57.30   #45
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
>o mi sono fatta un'idea, ma per carattere e per >deformazione vedo il "patologico" dappertutto.....forse >esagero. o no?

anche io mi sono fatto un'idea dagli interventi che ho letto e capisco che la maggior parte delle persone non è in grado di accettare la diversità e questo la porta a giudicare e squalificare una donna che sta con un vecchio di settantanni.
bside is offline  
Vecchio 26-05-2006, 17.21.17   #46
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da bside
>

anche io mi sono fatto un'idea dagli interventi che ho letto e capisco che la maggior parte delle persone non è in grado di accettare la diversità e questo la porta a giudicare e squalificare una donna che sta con un vecchio di settantanni.



Allora sei nel posto giusto.
In teoria qui si cerca di discutere; e capire. E se qualcuno ha l'onestà di ammettere un proprio limite interiore e proprio per questo vuole ascoltare pareri diversi, dovresti quanto meno esprimerlo un parere, senza implicazione di giudizio, se non ringraziare.
Dal momento che hai tanto a cuore l'accettazione della diversità(per ovvi motivi), ti auguro di incontrare molte persone come me, che sanno riconoscere un poprio limite , lo mettono sul piatto, e chiedono agli altri che se ne pensa.

E per favore, non farmi la moralina su accettazione e diversità, che ho un fratello qui con me, buttato fuori di casa dai miei, per motivi che sicuramente tu ben conosci. la battaglia per le diversità la vivo sulla mia pelle ogni giorno. e a mio discapito se lo vuoi sapere.

saluti
odissea is offline  
Vecchio 26-05-2006, 18.13.31   #47
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da ammina
ma una condizione di assoluta parità mentale ed emozionale implica per forza che non ci sia differenza di età?..
comunque certo,sicuramente è piu probabile che ci sia tra coetanei.. se mai di parità si può parlare

teoricamente no.
infatti mi pare di averlo anche scritto sopra...
ma occorre come ho anche evidenziato essere molto evoluti...entrambi...

domanda: osservandoti in giro noti molte persone di tali casistiche evolute?
turaz is offline  
Vecchio 26-05-2006, 18.21.51   #48
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz


domanda: osservandoti in giro noti molte persone di tali casistiche evolute? [/b]

sono rare.almeno ai miei occhi.ma esistono
ammina is offline  
Vecchio 26-05-2006, 18.37.31   #49
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
appunto...
sono rare ma esistono...

nulla da aggiungere a questo...
turaz is offline  
Vecchio 26-05-2006, 18.56.23   #50
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Il fascino, il carisma, il genio (parlando degli artisti) hanno sempre attratto le fanciulle e non solo. Si può confondere benissimo con l’amore. Così come gli uomini attratti dalla giovinezza… non si guarda in questo caso nella stessa direzione, ma si completa in un certo senso. E più delle volte sono delle relazioni che non durano molto. Alla fine “il richiamo della foresta” diventa troppo forte nella giovane donna per poter continuare con un amore quasi platonico. Mentre l’uomo rimane con lo sguardo “oltre” … Non credo che un grande artista abbia bisogno di un’altra grande artista per sentirsi innamorato, così come una persona molto colta ecc…

Però, che dire quando la coppia è formata di lei molto più anziana di lui?

Se si parla di AMORE e si sente Amore, non credo che si può parlare di coppia. Quando si Ama in quel modo, la necessità degli altri sensi (quelli umani riconosciuti) scompare. (suppongo)
edali is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it