Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 08-06-2006, 13.03.45   #21
pierogo
Ospite
 
Data registrazione: 06-06-2006
Messaggi: 39
[quote]Messaggio originale inviato da VanLag
[b]Il sistema di valori che forma il senso di identità di quasi tutti gli esseri umani è il prodotto della cultura/società nella quale sono cresciuti.
L’uomo come prodotto naturale è spontaneo e buono. La responsabilità di ogni male è della società.

mmmmmhh e no lo so eh.....

La visione post - marxista ( a cui aderisci, suppongo) della questione è secondo me incompleta. Giusta, ma incompleta. Manca l'approccio psicologico - psichiatrico, quello biologico...

Eppoi non capisco....
Perché l'uomo deve "per forza" esprimersi con il corpo o le parole?

Se fosse così non ci sarebbe tanta arte...

E' bello che al modo ci siano gli insicuri, i timidi. Fortunatamente sono/siamo milioni. e' BELLO nella misura in cui questi trovano la ragione della propria esistenza in determinate inclinazioni proprie, e non nell'affanosa corsa verso il raggiungimento (impossibile) di alcuni standard.... di superficialità se vogliamo.

Se poi interessa questa.... prego siori prego ....ma non sarete in grado di reggerla....bisogna esser bravi in questo.
pierogo is offline  
Vecchio 08-06-2006, 13.29.30   #22
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
[quote]Messaggio originale inviato da pierogo
[b]
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
mmmmmhh e no lo so eh.....

La visione post - marxista ( a cui aderisci, suppongo) della questione è secondo me incompleta. Giusta, ma incompleta. Manca l'approccio psicologico - psichiatrico, quello biologico...
Brevemente…… quello che affermo sulla nostra identità non è frutto di nessuna scuola in particolare, ma probabilmente è la sintesi di più pensieri diversi, che incontrano quello che ho trovato in me stesso sulla mia identità.
Ma il discorso sull’identità è un discorso difficile e per giunta qui siamo off-topic.

VanLag is offline  
Vecchio 08-06-2006, 13.38.16   #23
pierogo
Ospite
 
Data registrazione: 06-06-2006
Messaggi: 39
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Brevemente…… quello che affermo sulla nostra identità non è frutto di nessuna scuola in particolare, ma probabilmente è la sintesi di più pensieri diversi, che incontrano quello che ho trovato in me stesso sulla mia identità.
Ma il discorso sull’identità è un discorso difficile e per giunta qui siamo off-topic.


scusa/te. è che mi devo abituare a questo tipo di forum
pierogo is offline  
Vecchio 08-06-2006, 14.41.02   #24
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Re: Re: chat

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Non è una droga perché una droga si assume in qualche modo nell’organismo e ne altera la chimica in maniera più o meno sostanziosa. La caffeina ad esempio la altera in maniera molto lieve.
Non è una droga però da degli effetti di assuefazione psichica che sembrano simili ad una droga.

Io credo che questo meccanismo di “assuefazione” o di fortissima attrazione delle chat o della virtualità in genere, evidenzia solo che nella realtà abbiamo grossissime difficoltà a comunicare.


E' vero però sottolineo che in fondo, quando siamo assorbiti a chattare e passiamo ore davanti ad uno schermo, non sappiamo se il nostro organismo magari produce sostanze che ci "drogano"in qualche modo.
Mi ricordo che fuoriditesta diceva che la luce, a contatto con la retina, produce serotonina, e il nostro umore migliora.

Magari chattando succede qualcosa di simile.

E' chiaro che siringarsi di eroina non è la stessa cosa che mettersi a chattare. la disintossicazione fisica però, da eroina ad esempio, avviene in poche settimane. La cocaina ad esempio, neanche dà dipendenza fisica. E' tutta dipendenza mentale, è quello l'aspetto difficilissimo da levare.
Chiaramente dubito che la dipendenza psicologica da droghe pesanti sia la stessa che da chat. Solo volevo sottolineare altri aspetti comuni.
Esiste anche la dipendenza da quelle macchinette al bar....video pocker forse si chiamano; forse è qualcosa di più simile a questo fenomeno.
odissea is offline  
Vecchio 08-06-2006, 15.33.51   #25
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Non capisco bene il concetto della dipendenza mentale.

Quando uno fa una cose piacevole e non può semettere perché ha una volontá debile, è dipendenza mentale?

Non vedo la differenza tra chattare per ore perché fa piacere e per esempio restare al letto la mattina per ore perché fa piacere (comodo, etc.).

La ragione dice che si deve smettere, ma si continua perché il piacere vince.
Lucy is offline  
Vecchio 08-06-2006, 15.42.51   #26
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da Lucy
Non capisco bene il concetto della dipendenza mentale.

Quando uno fa una cose piacevole e non può semettere perché ha una volontá debile, è dipendenza mentale?

Non vedo la differenza tra chattare per ore perché fa piacere e per esempio restare al letto la mattina per ore perché fa piacere (comodo, etc.).

La ragione dice che si deve smettere, ma si continua perché il piacere vince.

ma, così a occhio e croce, secondo me la dipendenza, anche mentale, presuppone che si siano delle crisi di astinenza, fisiche o mentali.

Se una persona che ha il vizio di stare a letto tutte le mattine fino a tardi, viene buttata giù dal letto una mattina presto, e va a fare una scampagnata, non credo che stia male, o abbia una specie di crisi di astinenza mentale.....al limite avrà un po' di sonno!

Chi ha una dipendenza, si relaziona al mondo in base a questa sua esigenza, la sua giornata è vissuta interamente sulla misura di questa dipendenza; finisce che le ore che passi al lavoro hanno importanza solo come conto alla rovescia prima del video Pocker.
O che le persone che frequenti hanno più o meno importanza a seconda di quanto possono favorirti per procurarti la roba.
Ogni cosa o persona, diventa strumentale in vista dell'unico fine: la sostanza(o altro) da cui sei dipendente.

Non so se sono stata chiara. Parlo comunque di dipendenze gravi e già patologiche.
odissea is offline  
Vecchio 08-06-2006, 16.09.32   #27
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Sei stata chiara.

Grazie.

Però non sarebbe possibile forzare anche uno dipendente del video Pocker a fare una scampagnata nel bosco per il suo bene?
Lucy is offline  
Vecchio 08-06-2006, 19.04.47   #28
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: chat

Citazione:
Messaggio originale inviato da gocce_di_memoria
help..sono compulsivamente drogata di chat...
quando torno dal lavoro mi connetto e mi stacco dopo ore..mi scordo di quello che dovrei fare, rimando gli impegni, nn esco + ....mangio qui davanti, a volte salto addirittura il pasto...al mattino sono mezza rimbambita x le ore di sonno perse...i miei rapporti sono esclusivamente con persone conosciute in chat (magari incontrate fuori ma conosciute li) e nn immaginate che casino è...
Non ditemi che sono deficiente..lo so da me..e nn dite che la chat nn è una droga, dato che nn sono di certo l'unica..
un bacione a tutti

beh ,....
insomma
che dire ...
la dipendenza da internet porta a disagi quanto alcune droghe.
certamente difficile trovare effetti cosi devastanti ...
anche essere drogato di chat non si è cmq in rischio di perdere soldi e salute anche se indubbiamente la salute a lungo andare otrebbe averee degli svantaggi ...
Questa patologia che non mi pare che sia ancora collocata sul dsm 4 ma direi che presto avrà un suo posticino ..
diciamo che spesso si instaurano delle dipendenze di questo genere quando i rapporti sociali reali sono insoddifacenti e inadeguati ...
Cmq consigli in tal caso viene quello di cercare di ridurre in maniera netta le ore passate in chat atrtaverso qualche stratagemma ...
che ne so impegnarsi in altre attività e obbligarsi a svolgerle diciamo che potrebbe essere un buon inizio ...
cercare di fare venire amici in casa propria in modo che ti costringono ad uscire ecc....
Se poi la cosa ti porta ad avere molti problemi si puo sempre pensare di rivolgersi ad uno psicoterapeuta
bomber is offline  
Vecchio 08-06-2006, 20.12.47   #29
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
>La chat è una vera e propria piaga della società moderna ed >è giusto paragonarla ad una droga, anche potente.

Non sono per nulla d'accordo e volendo potremmo estendere il concetto ai telefonini, agli sms, ai forum a tutti i mezzi "virtuali" di comunicazione.
Tutto dipende come vengono vissuti e l'uso che se ne fa.

Poi è assolutamente un luogo comune che chi chatta sia uno sfigato o con problemi di comunicazione come dice Spaceboy.

Che dovrei pensare allora dei forum? Qui vedo che c'è gente che scrive a tutte le ore del giorno e mi chiedo dove trovi tutto questo tempo libero.
bside is offline  
Vecchio 08-06-2006, 21.17.10   #30
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Io ho vissuto ai tempi quando non c’era ancora la televisione…. La gente la sera si parlava o nei cortili o nelle case, poi la TV ha spinto ciascuno a chiudersi nella propria casa.
Ora non ho voglia di fare una disamina del come e del perché sia successo già allora, ma anche questo è indicativo di un qualche cosa. Forse la realtà di celluloide ci sembrava già allora più vera ed entusiasmante di quella reale? Eravamo già malati di incapacità a comunicare? Non eravamo contenti delle nostre vite?

Le domande sono sempre più facili delle risposte.

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it