Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-06-2006, 12.18.41   #11
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
secondo te nessuno in senso assoluto puo' essere fatto oggetto della maieutica, come i tuoi tre punti esclamativi tendono a suggerire?
secondo te non esiste nessuno al mondo che possa far uso della maieutica, fragola?

Evidentemente non hai letto tutto quello che ho scritto. Nessuno può essere "fatto oggetto" della maiutica non significa che non esistano situazioni in cui la maiutica possa non essere usata senza che ci sia prevaricazione. Ne ho fatto anche un esempio pratico!!!
Ma ciò non avviente "facendo oggetto" l'altro.
Avviene solo all'interno di una relazione particolare in cui l'altro è soprattutto profondamente soggetto.
Fragola is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.21.56   #12
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Diciamo che la nostra è più una voglia di.....
dire...che di ascoltare.


Quindi, appunto, prevaricazione
Fragola is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.22.19   #13
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
mi devi proprio scusare , fragola, se ho usato una espressione semantica che non si allinea con quanto tu hai inteso.
purtroppo non so come parli tu ma il senso generale si capiva....o no?
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.22.53   #14
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
secondo te nessuno in senso assoluto puo' essere fatto oggetto della maieutica, come i tuoi tre punti esclamativi tendono a suggerire?
secondo te non esiste nessuno al mondo che possa far uso della maieutica, fragola?
secondo te e' per tutti difficile l'arte della maieutica o esiste qualcuno che la conosce , la sa applicare e per cui è tutto sommato facile?

in genere le generalizzazioni rischiano sempre di suonare presuntuose , faraginose e superficiali, per cui cerchiamo di fugarle con serenità


io non so pattinare sul ghiaccio, mi e' molto difficile; ma lo e' per me, so perfettamente che esistono campioni di questo sport e li rispetto come tali, forse ancora di più per la mia incapacità.
Con un adeguato impegno posso migliorare ed uguagliarli e non mi scoraggio nè mi semplifico la vita dicendo che e' impossibile e negando l'esistenza di virtuosi del genere o dello sport in questione in toto!!!

Il fatto che la maieutica non sia semplice per qualcuno non implica che sia impossibile per tutti o che per qualcuno non sia facile.

personalmente ritengo che in alcune occasioni qualcuno possa fare oggetto gli altri dell'arte della maieutica, che qualcuno ci riesca perfettamente e con facilità, altri no .L'ammissione contraria mi sembra una implicita ammissione di incapacità del singolo che se ne fa portavoce e della sua pigrizia , ma non degli altri,e la negazione dell'esistenza piuttosto poco credibile.Sorvolo sulle motivazioni di questa negazione.

il fatto che sia vissuta come pedanteria e prevaricazione da alcuni non potrebbe essere il sintomo dello stesso di disagio che traspare nella accusa di provocazione rivolta alla stessa persona che ne fa uso e che ,magari, fa scoprire le fondamenta di sabbia di alcuni amati castelli dell'autostima?


per quanto poi riguarda l'ambito, io credo che non ci siano preclusioni; chiedere spiegazioni di quanto una persona dice e farla ragionare su quanto dice avviene in una chat, forum, vis a vis....altrimenti lo stesso forum di riflessioni si ridurrebbe a un dialofgo tra sordi .

ragionare insieme non implica necessariamente convincere gli altri;e chiedere spiegazioni a qualcuno di quanto ha detto e' vissuto con disagio solo da chi non vuole ragionare nemmeno su quanto egli stesso ha detto


Io ribadisco quanto ho detto che è quanto anche sostiene fragola. Parliamo di un metodo di dialogo fra due parti che non sono allo stesso livello. Se vuoi un confronto Allievo - maestro, la cosa cambia, ma è ovvio.
Stiamo parlando di confronti, discussioni, argomentazioni, riflessione ad uno stesso livello oppure no?
Ish459 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.23.34   #15
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
no fragola ,e' ben diverso 'prevaricare' e 'parlare' semplicemente e chiedere spiegazioni di quanto gli altri dicono

Ultima modifica di mark rutland : 19-06-2006 alle ore 12.25.57.
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.25.05   #16
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ish459
Io ribadisco quanto ho detto che è quanto anche sostiene fragola. Parliamo di un metodo di dialogo fra due parti che non sono allo stesso livello. Se vuoi un confronto Allievo - maestro, la cosa cambia, ma è ovvio.
Stiamo parlando di confronti, discussioni, argomentazioni, riflessione ad uno stesso livello oppure no?


ma chiedere spiegazioni di quanto una persona dice non implica diversita' di livello, ish
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.25.17   #17
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
Non metto bocca sulla maieutica in ambito terapeutico! In quei casi è evidente chi gioca a fare il "maestro" e chi il buon "discepolo".

Il problema evidenziato da Mark nasce proprio quando entrambi i dialoganti si credono "maestri" e non accettano l'altrui posizione.

Diciamo che la nostra è più una voglia di.....
dire...che di ascoltare.


Quello non c'entra con la mayeutica ne' con il confronto.
Approcci di quel genere a me non interessano. "non accettare" denota l'assoluta mancanza di flessibilità, di confrontarsi...

Ma dite voi, cosa cercate? cosa pretendete?<
Come siete voi?
Ish459 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.28.31   #18
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ish459
Quello non c'entra con la mayeutica ne' con il confronto.
Approcci di quel genere a me non interessano. "non accettare" denota l'assoluta mancanza di flessibilità, di confrontarsi...

Ma dite voi, cosa cercate? cosa pretendete?<
Come siete voi?


la maieutica non e' solo vista in senso terapeutico, ish....la applichiamo tutti i giorni quando vogliamo capire che cosa ci sta dicendo chi ci sta di fronte soprattutto quando scantona secondo il nostro metro; bollarlo come ignorante o prevaricatore e' troppo facile altrimenti
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.28.43   #19
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
secondo un mio parere"poco professionale" senza usare termini poco conosciuti ai molti il problema in questione e' solo un fatto di essere o meno umili nei confronti dell'altro..ovvio che il sentirsi superiori,consapevolmente o no ci chiude le strade alla conoscenza,a tutto cio che l'altro sarebbe in grado di darci..riuscendoci solo se PROVASSIMO per un attimo a metterci nei suoi panni
acquario69 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.30.24   #20
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
ma chiedere spiegazioni di quanto una persona dice non implica diversita' di livello, ish


INFATTI!
Prima ho fatto delle domande precise, per applicare la risposta al livello di comunicazione che trovo "idoneo" in una discussione che può complementare le proprie conoscenze con quelle proprie.
Per stabile se chi propone un argomento mi ci mette alla stessa altezza oppure no.
Se mi stimola.
Se ha qualcosa da propormi e che mi possa arricchire.
Infatti, per tutto ciò ci vuole essere "allo stesso livello", non quello di maestrino o da discepolo.
Spero che sia chiaro quello che io intendo per "discussione" e quello che questa implica, del resto mi sembra che giriamo sempre sullo stesso vortice ed in pratica vogliamo dire le stesse cose...

ps. adesso non ho fatto correzione degli eventuali errori ortografici, mi scuso se ci fossi mai qualcuno, su questo argomento sí mi metto a livello di ALLIEVA, ammetto che la mia padronanza dell'italiano merita buoni MAESTRI!
Ish459 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it