Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-06-2006, 12.30.43   #21
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
secondo un mio parere"poco professionale" senza usare termini poco conosciuti ai molti il problema in questione e' solo un fatto di essere o meno umili nei confronti dell'altro..ovvio che il sentirsi superiori,consapevolmente o no ci chiude le strade alla conoscenza,a tutto cio che l'altro sarebbe in grado di darci..riuscendoci solo se PROVASSIMO per un attimo a metterci nei suoi panni


e per farlo bisogna pur chiedere spiegazioni di quanto dice o fa


e, in questo se ne esce fuori l'inconsistenza di quanto dice e fa?
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.36.07   #22
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
e per farlo bisogna pur chiedere spiegazioni di quanto dice o fa


e, in questo se ne esce fuori l'inconsistenza di quanto dice e fa?


perche chiedere spiegazioni?!...io credo che alla fine si intuisca bene da solo..e' solo una questione di tempi,prima o poi i nodi vengono al pettine
acquario69 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.37.04   #23
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ish459
INFATTI!
Prima ho fatto delle domande precise, per applicare la risposta al livello di comunicazione che trovo "idoneo" in una discussione che può complementare le proprie conoscenze con quelle proprie.
Per stabile se chi propone un argomento mi ci mette alla stessa altezza oppure no.
Se mi stimola.
Se ha qualcosa da propormi e che mi possa arricchire.
Infatti, per tutto ciò ci vuole essere "allo stesso livello", non quello di maestrino o da discepolo.
Spero che sia chiaro quello che io intendo per "discussione" e quello che questa implica, del resto mi sembra che giriamo sempre sullo stesso vortice ed in pratica vogliamo dire le stesse cose...



ecco, fin qui sono d'accordo con te.
se tu, chiedendo spiegazioni su quanto l'altra persona dice ti senti dire che sei un prevaricatore non appena , facendola parlare si accorge che sta basando la sua discussione su fragili principi.....come la prendi?

PS:no problem per italiano
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.38.54   #24
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
e per farlo bisogna pur chiedere spiegazioni di quanto dice o fa


e, in questo se ne esce fuori l'inconsistenza di quanto dice e fa?


perche chiedere spiegazioni?!...io credo che alla fine si intuisca bene da solo..e' solo una questione di tempi,prima o poi i nodi vengono al pettine


ma allora non e' più un confronto, non c'è possibilità di chiarimenti o scambio..... io dico che la luna e' blu, tu che e' verde e rimaniamo così........perchè non poter chiedere perchè la luna è blu o è verde all'interlocutore che ne e' convinto?

Ultima modifica di mark rutland : 19-06-2006 alle ore 12.42.10.
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.38.59   #25
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
la maieutica non e' solo vista in senso terapeutico, ish....la applichiamo tutti i giorni quando vogliamo capire che cosa ci sta dicendo chi ci sta di fronte soprattutto quando scantona secondo il nostro metro; bollarlo come ignorante o prevaricatore e' troppo facile altrimenti

Non volevo affatto sembrare nemmeno che parlo di "maieutica" (finalmente lo scrivo come si deve ) come un metodo a scopo terapeutico. Mavvá! Infatti prima, ho di proposito fatto un esempio pratico con la mia padronanza dell'italiano. I questo ambito sono assolutamente vostra allieva. Ma su argomenti da DISCUTERE, preferisco lo scambio di pareri. Inoltra ha perfettamente ragione con il fatto che lo "pratichiamo tutti i giorni", ma anche in tanti casi nel modo sbagliato... per quella maledetta tendenza al pre-giudizio, ma che tentazione è quella di mettere le etichette riconoscibili sopratutto su chi non ci quadra... io preferisco l'ignorare, ad ogni modo, ho scoperto che c'è gente che la vede come me e nonostante poi non si approfondisca come dovuto, in me è rinata... la speranza... a proposito di "speranza", vorrei cominciare un post su questo...
Ish, Ish... meglio se non divaghi...
Ish459 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.44.50   #26
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
ecco, fin qui sono d'accordo con te.
se tu, chiedendo spiegazioni su quanto l'altra persona dice ti senti dire che sei un prevaricatore non appena , facendola parlare si accorge che sta basando la sua discussione su fragili principi.....come la prendi?

PS:no problem per italiano

Dimostrazione di debolezza, mancanza di umiltà ed incapacità di reggere il confronto... quesiti basici secondo me che fanno la differenza fra il costruire ed il distruggere... non avrei nessun stimolo nel continuare ma al meno nell'altra persona rimarrebbe la tragica certezza di non essere infallibile..
Ish459 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.45.48   #27
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
ma allora non e' più un confronto, non c'è possibilità di chiarimenti o scambio..... io dico che la luna e' blu, tu che e' verde e rimaniamo così........è un dialogo tra sordi

appunto!..non ce peggior sordo di chi non vuol sentire!
..e poi come si fa a pretendere che io debba detenere la verita assoluta?...ognuno vede le cose secondo i suoi criteri e non per questo la mia visione delle cose deve per forza essere la migliore e viceversa..daltronde il confronto sano si basa proprio su questo principio..uno scambio,un arricchimento per entrambi!
acquario69 is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.46.42   #28
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ish459
Non volevo affatto sembrare nemmeno che parlo di "maieutica" (finalmente lo scrivo come si deve ) come un metodo a scopo terapeutico. Mavvá! Infatti prima, ho di proposito fatto un esempio pratico con la mia padronanza dell'italiano. I questo ambito sono assolutamente vostra allieva. Ma su argomenti da DISCUTERE, preferisco lo scambio di pareri. Inoltra ha perfettamente ragione con il fatto che lo "pratichiamo tutti i giorni", ma anche in tanti casi nel modo sbagliato... per quella maledetta tendenza al pre-giudizio, ma che tentazione è quella di mettere le etichette riconoscibili sopratutto su chi non ci quadra... io preferisco l'ignorare, ad ogni modo, ho scoperto che c'è gente che la vede come me e nonostante poi non si approfondisca come dovuto, in me è rinata... la speranza... a proposito di "speranza", vorrei cominciare un post su questo...
Ish, Ish... meglio se non divaghi...



chiedere il perche' di una affermazione fatta da altri non e' un delitto, e' il miglior modo per comprenderla.

altrimenti si vivono discussioni superficiali in cui si ammette di non sentire o leggere quello che l'altro ha detto, di fissarsi solo su uno due punti....

in questi casi non sarebbe meglio non intervenire , non partecipare alla discussione piuttosto che dare una cosi' becera prova di superficialità e mancanza di rispetto altrui?

se io ti rispetto come persona,sto a sentire quanto dici, come lo dici e perche', e se non lo capisco ti chiedo spiegazioni per evitare che la mia impressione su di te prenda il sopravvento su di te o su quanto di te posso capire.

e' una banale forma di rispetto reciproco, credo
mark rutland is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.49.35   #29
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da mark rutland
ecco, fin qui sono d'accordo con te.
se tu, chiedendo spiegazioni su quanto l'altra persona dice ti senti dire che sei un prevaricatore non appena , facendola parlare si accorge che sta basando la sua discussione su fragili principi.....come la prendi?

PS:no problem per italiano

Anche in una disussione"normale" (tra persone che si pongono allo stesso livello) non si può costringere l'altro al confronto se non lo desidera.
Possono essere molti i motivi per cui ci si sottrae.
Ma non se ne può parlare in generale. Bisognerebbe valutare caso per caso.
Ci può essere chi non ha davvero voglia di sostenere un dialogo.
Ma anche chi non è interessato a quella specifica forma di dialogo, chi non ritiene quella forma di dialogo adatta all'argomento.

Ti potrei fare un esempio di una lunga discussione avvenuta proprio in questo forum strutturata così, dalla quale mi sono sottratta perchè mi sono resa conto che ogni cosa che dicevo veniva volutamente fraintesa e rigirata. In un modo anche piuttosto ingenuo! Ma mai letta veramente. Quello che io cercavo di dire, era proprio completamente ignorato.
E le domende continue di puntualizzazzioni mi davano la sensazione di parlare con un muro di gomma. Il dialogo era inesistente anche se formalmente sembrava esserci. E allora, perchè avrei dovuto continuarlo?

Ultima modifica di Fragola : 19-06-2006 alle ore 12.51.00.
Fragola is offline  
Vecchio 19-06-2006, 12.56.04   #30
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Anche in una disussione"normale" (tra persone che si pongono allo stesso livello) non si può costringere l'altro al confronto se non lo desidera.
Possono essere molti i motivi per cui ci si sottrae.
Ma non se ne può parlare in generale. Bisognerebbe valutare caso per caso.
Ci può essere chi non ha davvero voglia di sostenere un dialogo.
Ma anche chi non è interessato a quella specifica forma di dialogo, chi non ritiene quella forma di dialogo adatta all'argomento.

Ti potrei fare un esempio di una lunga discussione avvenuta proprio in questo forum strutturata così, dalla quale mi sono sottratta perchè mi sono resa conto che ogni cosa che dicevo veniva volutamente fraintesa e rigirata. In un modo anche piuttosto ingenuo! Ma mai letta veramente. Quello che io cercavo di dire, era proprio completamente ignorato.
E le domende continue di puntualizzazzioni mi davano la sensazione di parlare con un muro di gomma. Il dialogo era inesistente anche se formalmente sembrava esserci. E allora, perchè avrei dovuto continuarlo?


a quale discussione fai riferimento? ora sono proprio curioso

io sto facendo un esempio concreto, vorrei essere chiaro;parlo di discussioni in cui, palesemente uno dei due interlocutori traballa e allora gli si chiedono speigazioni di quanto dice

alla fine , quando ,chiedendogli di esser preciso e di motivare, si accorge di aver sbagliato ti da le prevaricatore perche' lo hai fatto arrivare alla conclusione di aver clamorosamente toppato, che ha sbagliato o che , al limite esiste una fragilita' in quanto dice , o ti dice che non stava seguendo il discorso e aveva buttato li' quattro parole su un solo punto dell'intero discorso....
mark rutland is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it