Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Riflessioni > Riflessioni sul Senso della Vita
 Riflessioni sul Senso della Vita - Commenti sugli articoli della omonima rubrica presente su WWW.RIFLESSIONI.IT - Indice articoli rubrica
Vecchio 11-01-2014, 10.10.39   #61
marioluigi
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 09-01-2014
Messaggi: 2
Riferimento: Il senso della vita universale comprensivo di tutta la specie vivente.

Citazione:
Originalmente inviato da L'Unità
Ciao a tutti. Posto qui perchè è molto attinente.
Ultimamente ho una paura matta del nulla eterno dopo la morte che per il materialismo e da un punto di vista razionale mi porta a propendere come idea. Voi direste il solito "non sentiamo nulla" e quindi di non preoccuparci. Ma assunto ciò, perchè dobbiamo vivere? Se dopo la morte non conterà nulla, nemmeno dell'Universo che va avanti ci può interessare. Tutto non ha senso! Come fate a stare sereni?
C'è un'altra cosa che sento spesso: viviamo per portare avanti la specie, siamo spinti dal procreare, come gli altri animali. Ma chiedo: a quale pro? Se poi alla fine tra migliaia e migliaia di anni ci estingueremo comunque? (o ammesso che troviamo soluzioni per resistere a tutto il Sole ci inghiottirà?).
Ecco tutto questo mi sconvolge. Non voglio che sia così.

Lo scopo della vita è creare meraviglie.
La Regina ha un castello fiabesco. All’entrata vigila il guardiano. È spietato, ma Lei lo guarda con dolcezza perché sa che senza lui, in cielo, non brillerebbero più stelle e il suo cuore smetterebbe di pulsare.

Per l’essere umano la Vita è un travaglio.
È riuscire ad accettare il sacrificio che la Generosità esige.
Probabilmente è così.
marioluigi is offline  
Vecchio 14-01-2014, 23.37.40   #62
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: Il senso della vita universale comprensivo di tutta la specie vivente.

Citazione:
Tutto non ha senso! Come fate a stare sereni?
(L’Unità)
E chi sta sereno?
Passiamo il grosso della vita a costruirla questa serenità..
Citazione:
Ultimamente ho una paura matta del nulla eterno dopo la morte
(L’Unità)
Io talvolta invece ho realmente il terrore un giorno di non poter “dormire” in pace..

Senza amore dentro non c’è alcun senso. Questo è.

E l’amore dentro richiede tanta ma tanta lucidità mentale
e tanti tanti robusti zebedei.

Citazione:
tutto ciò che è naturale viene riciclato e diventa sostentamento per la vita di altri, a volte esseri minuscoli, invisibili ai nostri occhi. E se uno prova a leggere il mondo in questo modo, inevitabilmente sente dentro di sé che i nostri miserabili tentativi di ergerci a specie pensante, intelligente, razionale, superiore, padrona del mondo, non sono altro che frottole, fantasie di animali che nel corso della loro esistenza hanno per sbaglio sbandato finendo per vivere un delirio di onnipotenza, celando da soli ai propri occhi la realtà: l'inconfondibile, armoniosa indifferenza della Natura, della vita
(Filosofiavuoldire)

Io penso solo che per vivere da Immortali è necessario fare un salto di livello,
e senza la fiducia nella mente, la luce di una possibile intelligenza -per davvero “superiore”-
non giungerà mai ad illuminare i sentimenti del cuore.

Citazione:
Il problema stà nella mente razionale,che é strapiena di informazioni destabilizzanti che ci guidano a competere,ad impadronirsi di beni decisamente superflui,che regalano felici momentanee illusorie.
(Civile)
Sono d’accordo con te. Ma permettimi di correggere “mente razionale” con “mente IRRAzionale
perché ciò a cui ti riferisci non è certo luce di razionalità ma calcolo di superficie di una mente ottusa suo malgrado
poiché tacitamente condizionata da visioni di riflessi perlopiù inconsapevoli.
Citazione:
siamo stati generati per procreare altri ammassi di cellule,per sopravvivere,proteggere i nostri figli,sfamarli etc etc.
(Civile)
Questa visione è frutto di quella mente “piena di informazioni destabilizzanti” alla quale nella citazione sopra ti riferisci.
Questo a mio avviso (s’intende).
Citazione:
Da più adulta ho capito che il mio cervello limitato di certo non poteva scoprire il senso della vita, anche perchè probabilmente l'universo non ha come noi la sequenza: inizio-prosecuzione-fine che appartiene agli umani.
Allora ho stabilito che non potevo fare assegnamento nè su aiuti nè su spettatori, pertanto avrei potuto solo dare un senso alla mia di vita. E gliel'ho dato, con risultati ovviamente parziali: la consapevolezza.
(Parva)
Non mi pare proprio un risultato “parziale” la consapevolezza.

Da adulta ho capito che i blocchi ed i condizionamenti sono tanti..
Eppure ancora credo che la mente sia tutto fuorché limitata..
ciò che è “limitato” è la nostra tolleranza nella capacità di far fronte ai problemi..
perciò esiste il tempo.. la notte per riposare ed il giorno per cogliere (o viceversa se più vi piace)

Citazione:
Lo scopo della vita è creare meraviglie.
(Marioluigi)
Penso che potrei essere.. più che d’accordo.
gyta is offline  
Vecchio 16-01-2014, 08.08.47   #63
marioluigi
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 09-01-2014
Messaggi: 2
Riferimento: Il senso della vita universale comprensivo di tutta la specie vivente.

Citazione:
Originalmente inviato da antonio38
Ho sempre pensato che dovesse esistere un senso della vita che riguardi tutta la specie vivente, tanto naturale da far parte della natura.
Osservando la specie vivente, le persone, gli animali, le piante, si può notare la predisposizione all’attaccamento della vita, nel senso di proteggerla e se possibile allungarla, ma anche il desiderio della procreazione, anche in situazioni estreme, si raggiungono livelli nei quali la propria vita è messa a rischio per salvare la nuova vita.
Un esempio molto significativo lo vedo ogni anno in estate, nel mio orto le piante di cetrioli, nella buona stagione crescono rigogliose, quando arriva la siccità, le foglie incominciano ad appassire poi si seccano ma il frutto anche se non è molto grosso è straordinariamente fresco pieno di acqua, se la pianta usasse quella acqua potrebbe sopravvivere più a lungo invece la pianta porta alla maturazione il frutto e poi muore dalla siccità.
Come si può non pensare in questo caso al senso della vita?
Mi chiedo perché in (questo caso)la pianta arriva a tanto?
Quì non si tratta di ideologie, di religioni, od un senso della vita personale.
Nelle interviste di Ivo Nardi Riflessioni sul Senso della Vita, non trovo risposte in questo senso, ma soltanto personali, possibile non ci sia una teoria più completa?
Grazie Antonio38


Esiste Dio ?
Un Dio creatore che chiede ubbidienza, premia e punisce secondo il nostro concetto di giustizia ?
Una intelligenza-energia che guida il funzionamento dell‘Universo è innegabile !
Una intelligenza pura, senza bene né male, che crea un gioco sublime. Un accendersi e spegnersi di minuscole e grandiose, infinite meraviglie.
È il potere supremo della VITA che genera senza possedere.
Tutto è di tutti e di nessuno. Ogni creatura partecipa nel tempo alla costruzione infinita, portando il proprio contributo, poi se ne va.
La creatrice è la GENEROSITÀ !
Tuttavia non è sola. Porta con sé un fedelissimo, indistruttibile scudiero. Un elemento NECESSARIO che tiene insieme il creato e ne impedisce la dispersione dei componenti. È in ogni cosa creata, ha molti aspetti, quello basilare è l’energia magnetica-nucleare : é L’EGOISMO.
La volontà di condividere-coinvolgere tutto quello che va prendendo forma nasce dal cambiamento della staticità narcisistica in moto dinamico. È la rinuncia al proprio sé per inventare l’altro.
È da questo travaglio che va prendendo forma l’Amore incondizionato. La Generosità!
L’inizio di una catena infinita di meraviglie, la chiamiamo VITA !
DARE per ESSERE in Divenire!
Creare ed aggiungere miracoli ai miracoli !
La VITA !
È il GIOCO incredibile che racchiude tutto ciò che di meraviglioso e stupefacente si possa concepire e creare !
L’UOMO, vivendo, ha il privilegio di testimoniarlo. Lo può fare solo liberandosi dalle catene diaboliche dell’Egoismo. Patetiche credenze, come colpa e salvezza, peccato originale e promesse varie, predestinazione a fare il male con la morte come punizione divina. Malgrado quest’ultime lo invitino a vivere umilmente, in realtà avviene l’opposto, vive edonisticamente il tempo che ha, cioè, pratica l’ avere per essere. Io sono ciò che ho. È la naturale reazione alla paura che provoca la certezza della fine del gioco. La morte è percepita come punizione, invece di estinzione di un processo naturale. Senza questo, si ritornerebbe all’inizio, al vuoto, al nulla senza Vita.
Entrare nell’era della maturità con la consapevolezza e con una gioiosa energia : L’UMILTÀ. Che non è povertà, né umiliazione né mancanza di dignità, ma Amore incondizionato, stupore e rispetto per tutto ……….È capire ed arrivare ad amare l’EGOISMO con la sua necessità di produrre mille terribili condizionamenti e la sua obbligata ed inesauribile arte mistificatoria.
Comprenderlo e sapere di essere suoi schiavi inconsapevoli é il segreto della Felicità.
Nella creazione Vita, la consapevolezza della necessità del sacrificio è il mezzo che porta a comprendere il segreto della creazione : la GENEROSITÀ !
Il sacrificio non è attendere immobili che si compia l’ineluttabile, ma realizzare ciò che di bello ognuno ha il potere di fare senza avidità.
Abbracciare e realizzare con gratitudine questo cammino, significa vivere una vita estatica.
marioluigi is offline  
Vecchio 07-01-2015, 23.08.43   #64
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Il senso della vita universale comprensivo di tutta la specie vivente.

L'essenza della nostra esistenza è il Movimento. ..andando a ritroso potremmo dire che il primo istinto di un neonato è la nutrizione, l'auto esistenza, quindi la domanda poi diventa perché l'uomo è spinto a nutrirsi, allora potremmo cominciare a capire com'è formato il nostro corpo, polmoni, cervello,cuore, poi potremmo parlare di molecole, atomi, elettroni, ma alla fine qual'è l'unica regola che governa tutto.. è il Movimento, gli atomi si muovono, gli elettroni si muovono,il cuore si muove, noi ci muoviamo per mangiare, il primo istinto primordiale della natura è il Movimento, da una cellula se ne formano due. .anche quando noi siamo fermi il cuore batte sempre si muove sempre noi ci muoviamo sempre..Il Movimento è l'essenza della nostra natura..
jolly666 is offline  
Vecchio 17-03-2015, 19.10.52   #65
Coscienza
Ospite
 
Data registrazione: 16-07-2011
Messaggi: 44
Riferimento: Il senso della vita universale comprensivo di tutta la specie vivente.

Citazione:
Originalmente inviato da antonio38
Come si può non pensare in questo caso al senso della vita?
Mi chiedo invece come si può scambiare il semplice istinto di sopravvivenza con il senso.
Coscienza is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it