Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 10-12-2002, 14.13.24   #41
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
il "paranormale" fa parte delle scienze dell'occulto"

Citazione:
Messaggio originale inviato da FalcoAntonio
Scusatemi, ma più che una sezione in cui si tenta di mettere in correlazione Scienza e Mistero, mi pare si stia dando libero sfogo alle ipotesi più fantasiose sul mistero!
La Scienza affronta e riconosce il Mistero, ma qui si pretende di descrivere cosa c'è dentro al mistero!
Liberi di farlo, ma dov'è la scienza in tutto ciò?
Dovete reintitolate questa sezione:

"Fantasie a briglia sciolta sul Mistero!"
Non me ne volete, vi prego.
Credetemi vi voglio bene tutti e vi rispetto, ma non mi sembrate troppo in sintonia con la sezione di questo forum.
Vi abbraccio.
E non mi leggerete più, almeno in questa sezione!


x Falco
Sai che ti ho sempre stimato , e sai che sono quella che è sempre stata al tuo fianco, ma ora stai sbagliando nel giudicare il titolo non appropriato, perchè solo la scienza può aiutare a capire ciò che è mistero, e se non ci riesce resta mistero ciò che accade nel mondo paranormale.
Non direi che si stia parlando di "fantasia a briglia sciolta", ma solo di esperienze, forse qualcuno potrebbe anche mistificare raccontando di esperienze lette o fatte da altri, in questo caso, solo chi la sa lunga sul "mistero" del "paranormale" si rende conto che sta "mentendo".
Dici che non ti leggeremo più in questa sezione, si ma probabilmente tu leggerai noi, e quindi puoi sempre intervenire con tue riflessini e controbattere ciò che viene detto o raccontato.
Come ho già detto in un altro thread, stiamo insieme per riflettere discutere su ipotesi o domande nate dalla curiosità di uno più singoli "ricercatori", originate dalle sue conoscenze, dalle teorie a cui fa riferimento, o dalle sue esperienze di vita, o ancora dall'osservazione di fenomeni particolari sulle cui cause o sul cui significato vuole indagare.
Domande, teorie, opinioni, ipotesi che soggettivamente possono essere poi confermate o smentite.
A te la scelta.
Armonia is offline  
Vecchio 10-12-2002, 14.23.05   #42
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
x david

Sapevo che mi avresti fatto un discorso del genere.Mi sono espresso male,prima.Facciamo un altro esempio.Un oggetto in moto rettilineo uniforme.Se noi lo guardiamo da un punto di riferimento fermo questo si muove.Se lo guardiamo da un punto di riferimento che ha un moto identico a quello dell'oggetto,tale oggetto ci apparirà fermo.Ma l'oggetto si muove o è fermo?Oppure,quando vediamo l'oggetto muoversi,è l'oggetto che si muove o è il nostro punto di riferimento che si allontana dall'oggetto?E quando lo vediamo fermo,siamo tutti e due fermi o ci stiamo muovendo tutti e due con lo stesso moto e nella stessa direzione?Cioè,la realtà oggettiva delle cose può anche esserci,non lo metto in dubbio,ma noi non potremo mai conoscerla!Possiamo solo fare delle ipotesi.Possiamo parlare solo di probabilità.Io l'esperienza diretta del moto del corpo posso anche farla rispetto al mio sistema di riferimento,ma non è detto che sia giusta in assoluto!E' chi non si definisce relativista che invece fa ragionamenti grossolani e arbitrari,prendendoli per veri.Noi non possiamo avere la presunzione della verità.E poi anche i numeri,se io ho davanti tre sassi,quelli sono tre sassi.E poi il numero tre è una qualità,non è un idea metafisica a se stante.

Io posso avere idee oggettive per quanto riguarda il mio sistema di riferimento soggettivo.Ma non lo capisci che in questo modo,di riflesso,anche le tue idee diventano soggettive?E' questo l'errore che fai.Ma non lo capite che l'oggettività è solo un'illusione?Anche quella che tu credi oggettività è apparenza,perchè il tuo sistema di riferimento sarà sempre soggettivo.Tu non ti puoi estrapolare da te stesso in modo totale,e se credi di farlo ti sbagli.

Ultima modifica di sisrahtac : 10-12-2002 alle ore 14.29.48.
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-12-2002, 14.56.27   #43
FalcoAntonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-08-2002
Messaggi: 128
Re: il "paranormale" fa parte delle scienze dell'occulto"

Citazione:
Messaggio originale inviato da Armonia



x Falco
Sai che ti ho sempre stimato , e sai che sono quella che è sempre stata al tuo fianco, ma ora stai sbagliando nel giudicare il titolo non appropriato, perchè solo la scienza può aiutare a capire ciò che è mistero, e se non ci riesce resta mistero ciò che accade nel mondo paranormale.
Non direi che si stia parlando di "fantasia a briglia sciolta", ma solo di esperienze, forse qualcuno potrebbe anche mistificare raccontando di esperienze lette o fatte da altri, in questo caso, solo chi la sa lunga sul "mistero" del "paranormale" si rende conto che sta "mentendo".
Dici che non ti leggeremo più in questa sezione, si ma probabilmente tu leggerai noi, e quindi puoi sempre intervenire con tue riflessini e controbattere ciò che viene detto o raccontato.
Come ho già detto in un altro thread, stiamo insieme per riflettere discutere su ipotesi o domande nate dalla curiosità di uno più singoli "ricercatori", originate dalle sue conoscenze, dalle teorie a cui fa riferimento, o dalle sue esperienze di vita, o ancora dall'osservazione di fenomeni particolari sulle cui cause o sul cui significato vuole indagare.
Domande, teorie, opinioni, ipotesi che soggettivamente possono essere poi confermate o smentite.
A te la scelta.

Non è retorica, né diplomatica la mia conferma di stima per te e per tutti i partecipanti di questa e di altre sezioni di Riflessioni.
Una divergenza di opinioni su uno o su alcuni argomenti NON implica un’automatica disistima o “dis affetto”.
Non entro nel merito delle argomentazioni e delle teorie svolte, sostengo che il tema da te scelto e la discussione che ne è seguita non mi sembrano in sintonia con il titolo della sezione.
Non argomento per non rischiare la polemica, ma ritengo che andrebbe aperto una “sezione specifica” per questa tipologia di discussioni.
Ti rinnovo non solo la mia stima, ma anche il mio affetto e le mie scuse estese a tutti i partecipanti.
Un abbraccio
Antonio
FalcoAntonio is offline  
Vecchio 10-12-2002, 17.14.24   #44
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
per Cat:

del messaggio che ti ho scritto non hai compreso molto, ma non perchè non ne sei in grado, sei una persona intelligente e "probabilmente" anche altre la media.
Ma leggi con delle lenti molto spesse, preferisci credere di essere tu stesso un'illusione così come tutto ciò che ti circonda e la cosa, lo capisco, in fondo è comoda.
In questo modo tutto ciò che viene detto dagli altri perde valore.
Ma anche quello che dici tu.
Tu non esisti.
O almeno vorresti convincere tutti che sia così per poter dire tutto ciò che vuoi.
Questa si chiama paura di responsabilità.
Ma tanto mi sto illudendo che tu stia leggendo questo messaggio...
david is offline  
Vecchio 10-12-2002, 17.27.56   #45
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Infatti,più o meno è così..Ma non lo voglio io.E' un dato di fatto!Perchè noi due riusciamo a trovare così pochi punti in comune?Perchè i nostri "sistemi di riferimento" culturali e mentali sono differenti.E' ovvio che non saremo mai d'accordo,a meno che uno dei due non "salga"(o "scenda",dipende dai punti di vista!) sul sistema di riferimento dell'altro.Solo così potremo avere un idea in comune.Ma finchè rimaniamo in due "dimensioni" differenti il dialogo è impossibile,o quasi.Ma tutti e due siamo troppo orgogliosi per "immedesimarci" a pieno nel punto di vista dell'altro.Quindi non dare tutta la colpa a me.Tu rimani sulle nuvole io rimango per terra,preferisco .
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-12-2002, 18.17.42   #46
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
per Catharsis

Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
...Che anche la scienza è un credo?Che è inutile dare definizioni alla corrente di pensiero che si segue,perchè è una cosa limitante?...
No, volevo dire che esiste più di un tipo di panteismo, tra i quali c'é il "panteismo scientifico" che dà risalto alla scienza quale massima guida all'interpretazione del Tutto; penso che tu sia di quella corrente... confessione... credo... insomma, chiamalo come preferisci, la sostanza é quella.


Citazione:
...E poi che giovamento posso trarre del relativismo?Basarsi su probabilità piuttosto che su certezze ti sembra una scelta mirata a raggiungere un giovamento?A me non sembra,anzi,incasina di non poco le cose...l'unico giovamento è quello di essere "coerente" con quello che sento dentro.Si sento,perchè anche la scienza è una fede.Ma una fede empirica,materialista,basata sull'essere e non sulle favolette metafisiche...
Ma infatti! Cosa c'é di metafisico nel panteismo?! Forse confondi con il taoismo o la cabala o qualcos'altro. Il panteismo é concretezza, non artificiosa costruzione di complicate teorie che affondano le proprie radici nel metafisico. Il panteismo é il lato spirituale della scienza: la Scienza studia quello che é comprensibile attraverso l'osservazione e la verifica; mentre il panteismo, assodata ogni conoscenza scientifica, cerca di studiare nel campo dello spirito attraverso "ESCLUSIONI" di teorie che contraddicono le attuali conoscenze scientifiche. Anche se apparentemente sembrerebbe un controsenso, é il caso di dire che il panteismo fornisce la più "concreta" spiritualità possibile.
Ovviamente, con tale concretezza, non si presume che il proprio Credo spirituale debba necessariamente tornarci "utile", fatta eccezione per il sicuro beneficio di non avere mai più incertezze e dubbi sulla condizione esistenziale propria, di tutti gli altri e di Tutto in generale.
Personalmente, trovo anche altri benefici, come per esempio il vantaggio di conoscere la concreta ragione per la quale conviene scegliere il "bene per l'uomo" piuttosto che il male, assodato che in natura "bene" e "male" non esistono assolutamente. Questo vantaggio, mi serve per costruire la "mia" etica di vita, mi dà la consapevolezza della mia responsabilità in ordine a tutte le mie azioni... mi porta indiscutibilmente molto oltre il normale standard di Conoscenza e, senza falsa modestia, mi fà essere spiritualmente molto, ma molto, più completo di qualunque "credente" che dipenda dalla Fede.

Adesso facciamo una riflessione:

Posto che in qualunque religione per "Dio" si intende:

"Quella entità che é eterna, ambiente di tutta la conoscenza e capace di ogni azione",

allora dobbiamo credere che sia "Dio" qualunque entità che risponda a tale definizione.

Quindi, visto che l'universo risponde esattamente a tale definizione, ed assodato che l'universo esiste, allora Dio esiste, e Dio é l'universo.

Fatta questa riflessione, chi non ha nulla da ridire, é un panteista, non é un ateo ed ha per Dio il Tutto.

Chiaro Cat? Adesso sai se sei o no un panteista. Io non ho nessuna intenzione di definirti.



ciao...

Ultima modifica di Mistico : 10-12-2002 alle ore 18.22.55.
Mistico is offline  
Vecchio 10-12-2002, 18.58.38   #47
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Ok,sono pienamente d'accordo con te.Però,come dissi un po' di tempo fa,a me il termine dio piace poco,credo che la stessa scienza dia nomignoli più belli a tale entità(o anche la filosofia).Cioè,se accetti quello che hai appena finito di dire,non ti pare che la spiritualità risulti leggermente superflua?Perchè continuare a chiamare dio un concetto più evoluto?Chiamalo Universo,no?Non si fa prima?E' come se si volesse far sopravvivere e perpetuare nel tempo qualcosa di già morto...Stacchiamoci dal vecchio e andiamo incontro al nuovo.
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-12-2002, 21.58.58   #48
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
Mi è capitato di rivivere diverse vite passate, in special modo le ultime due prima di questa, ed altre molto più vecchie.

Tutto è stato interessante, tanto che è stato difficile scuotermi dal frastuono di queste forti esperienze prima di un paio di anni.

firenze is offline  
Vecchio 11-12-2002, 09.49.43   #49
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
per firenze

buongiorno Firenze,
mi puoi spiegare a quali studi e (forse) tecniche di meditazione fanno riferimento le tue esperienze di vite passate? Mi piacerebbe confrontarmi con ciò che hai vissuto e comunque credo che tu possa dire qualcosa di interessante in proposito.
Grazie
david is offline  
Vecchio 11-12-2002, 19.59.47   #50
Merlino
 
Messaggi: n/a
a Firenze

Citazione:
Messaggio originale inviato da firenze
Mi è capitato di rivivere diverse vite passate, in special modo le ultime due prima di questa, ed altre molto più vecchie.

Tutto è stato interessante, tanto che è stato difficile scuotermi dal frastuono di queste forti esperienze prima di un paio di anni.


Beato te, quanti anni hai adesso? Immagino tu sia vecchissimo per aver "rivissuto" diverse vite passate ed ora la tua vita presente. Ma come fai? Il segreto consiste nella dieta?
 

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it