Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 27-11-2002, 23.20.30   #1
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Reincarnazioni! eh se......

Si è più volte parlato di reincarnazioni, argomento in cui molti (giustamente) sono discordanti sul credere o meno in una sua possibilità.
Ammettendo che sia vero, può accadere che nello spazio tra una reincarnazione e l'altra un "essere" abbia paura del suo ritorno sulla "Terra", che non desideri quindi reincarnarsi?
Armonia is offline  
Vecchio 27-11-2002, 23.25.02   #2
Pie'oh'pah
 
Messaggi: n/a
Certo!

Tutto è possibile!



Pie
 
Vecchio 27-11-2002, 23.51.48   #3
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Secondo Kempis (non credo che il termine spazio è adeguato) un entità desidera reincarnarsi così come un essere umano desidera bere quando ha sete. Reincarnarsi significa completare il tuo sentire. (un po’ alla volta tanto quanto puoi portare – la tua croce)
edali is offline  
Vecchio 28-11-2002, 02.34.21   #4
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
La domanda è legittima.
Parlando sempre di ciò che ho potuto affrontare, quindi di esperienze e non di una mia opinione, lo Spirito che sta per reincarnarsi ha una visione generale dei “doveri karmici” che dovrà affrontare nella vita che sta venendo. Il problema è che spesso tali compiti sono piuttosto difficili da affrontare: può trattarsi di malattie da affrontare, incidenti, vicinanza di persone per sé negative il cui rapporto con esse è da risolvere. Spesso tale visione è talmente impressionante che lo Spirito ancora disincarnato ha paura di affrontare tale vita.
Spesso tale paura porta ad una “cattiva incarnazione”, che poi alla nascita può trasformarsi in problemi seri dal punto di vista fisico e mentale.
david is offline  
Vecchio 28-11-2002, 22.29.18   #5
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Per Armonia
Io provo di spiegare brevemente come l´esistenza spirituale, tra due vite fisiche, viene descritta da Martinus.
Un individuo che si trova sul piano spirituale tra due incarnazioni non può mai avere paura del suo ritorno sulla terra, e non può mai accadere che non desidera reincarnarsi.
Dopo la morte del corpo fisico l´essere vive per un periodo su un piano d´esistenza spirituale che confina al mondo fisico. Qui vivono gli individuo per un periodo che varia dipendentemente del grado di sviluppo di ognuno, e qui si puo anche sperimentare un certo grado di paura. Ma man mano che l´individuo si adatta all´esistenza nel mondo spirituale passa ai piani spirituali più alti, chiamati il "regno della saggezza" ed il "mondo divino", dove vive per un periodo approssimativamente uguale alla durata della vita fisica. Qui l´individuo non è più in contatto coi suoi lati primitivi e perciò non è in grado di avere paura o sperimentare qualsiasi sentimenti dolorosi. I lati primitivi della sua psiche vibrano su una lunghezza d´onda troppo bassa per poter esistere su questi alti piani d´esistenza. L´eterna struttura dell´universo è basata su delle sottilissimi leggi e principi eterni che guida tutto che succede nella vita, sia nel mondo spirituale che nel mondo fisico, in modo cosi logico che il "tono fondamentale dell´universo è l´amore per il prossimo".
Quando l´individuo si trova sui piani spirituali più alti, lui è conscio di questa eterna struttura dell´universo e quindi è anche conscio del fatto che lui stesso è eterno e che tutto che succede nel mondo fisico in realtà serve per aiutare ogni essere vivente di svilupparsi e crescere.
Nel ultima parte del soggiorno nel mondo spirituale, tra due incarnazioni, l´essere entra nel "regno della beatitudine" dove vive in un mondo completamente privato che consiste in ricordi di alcuni delle ultime vite passate. Tutto questo passaggio attraverso i piani spirituali è basato sul "principio della fame e sazietà" il quale fa sì che l´individuo man mano si sente sazio anchee dell´amore e della luce dell´esistenza nel mondo spirituale. Questo stato mentale mette in funzione un processo automatico che "tira" l´essere verso il mondo fisico.
L´orgasmo sessuale di due esseri fisici dei sessi opposti, crea un certo tipo di energie spirituali, che sono di un certo tipo di lunghezza d´onda. Quando un essere che si trova nell´ultima parte del piano spirituale è completamente sazio dell´esistenza sul piano spirituale, e le energie di questo individuo sono della stessa lunghezza d´onda di quelle energie dell´orgasmo degli esseri fisici, questo essere spirituale viene attratto o tirato verso
la donna in questione, e cosi l´essere spirituale incarna di nuovo nel mondo fisico, nell´uovo e nell´utero della donna.
Questo processo ha dunque luogo automaticamente mentre l´individuo vive nel mondo spirituale interiore e perciò non può assolutamente avere paura. Al contrario l´individuo sperimenta o percepisce la forma più alta della beatitudine, ed è questa esperienza che penetra o irradia dall´essere vivente anche quando è nato. È questo fatto che fa sì che consideriamo i bambini degli "angeli".
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 30-11-2002, 15.02.17   #6
Venearel
Ospite
 
Data registrazione: 12-11-2002
Messaggi: 15
Penso possa accadere, ma l'essere "sa" che "deve"incarnarsi, infatti il suo compito è quello di migliorare spiritualmente di reincarnazione in reincarnazione...il periodo in cui è disincarnato è solo transitorio.
Venearel is offline  
Vecchio 30-11-2002, 19.21.32   #7
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da Venearel
Penso possa accadere, ma l'essere "sa" che "deve"incarnarsi, infatti il suo compito è quello di migliorare spiritualmente di reincarnazione in reincarnazione...il periodo in cui è disincarnato è solo transitorio.

.. mi ha colpito molto il "sa" e "deve" ... come puoi avere tanta certezza? Esperienza e ricordi o una scelta di pensiero?

Ciao
kri is offline  
Vecchio 01-12-2002, 02.08.51   #8
Venearel
Ospite
 
Data registrazione: 12-11-2002
Messaggi: 15
Kri, è una scelta di pensiero, non ho alcuna certezza.
Ho usato "deve" non nel senso di una forzatura o costrizione, ma come consapevolezza di quello che è il suo compito; penso che l'essere sappia il cammino che gli è destinato ( le diverse incarnazioni), e che cerchi di percorrerlo il meglio possibile.

Ciao
Venearel is offline  
Vecchio 06-12-2002, 13.44.05   #9
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: Reincarnazioni! eh se......

Citazione:
Messaggio originale inviato da Armonia
Si è più volte parlato di reincarnazioni, argomento in cui molti (giustamente) sono discordanti sul credere o meno in una sua possibilità.
Ammettendo che sia vero, può accadere che nello spazio tra una reincarnazione e l'altra un "essere" abbia paura del suo ritorno sulla "Terra", che non desideri quindi reincarnarsi?


N O
Mistico is offline  
Vecchio 06-12-2002, 14.55.41   #10
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Noi dopo la morte ci decomporremo e ricomporremo in qualcosa d'altro,magari in più enti,magari in qualcosa di "vivo".Ma la disgregazione dovuta alla morte farà perdere tutte quelle caratteristiche che ci erano proprie.Anche il nostro io(materiale)si disgregherà.Quindi non è che la nostra anima(che non esiste)se ne volerà verso altra materia.Perche "anima"(intesa come Io) e materia sono una nell'altra,e con lo sgretolarsi di una si sgretola anche l'altra...
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it