Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 31-03-2002, 16.48.48   #1
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Question reincarnazione

La chiesa non ha mai detto esplicitamente che l'uomo vive solo una volta, ma lo fa credere, lo fa desumere dal fatto che dopo la morte l'uomo verrà giudicato e posto all'Inferno, in Purgatorio o in Paradiso.
Così, la Chiesa ufficialmente non ammette nemmeno la possibilità remota di un ritorno in Terra.

Voi cosa ne pensate?
Credete nella reincarnazione?
Perchè??!
Armonia is offline  
Vecchio 31-03-2002, 17.25.43   #2
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Tu proponi e neanche voti?

Tu come la vedi?

Io sinceramente non lo so, o lameno lo so in termini che non riesco a razionalizzare.



Ho sempre avuto problemi a razionalizzare i miei pensieri e le mie azioni...
 
Vecchio 31-03-2002, 19.58.33   #3
Pie'oh'pah
 
Messaggi: n/a
Boh?

Dovevi anche mettere l'opzione "boh?"...


Sinceramente non è un problema che mi pongo, visto che comunque sia, io sono viva qui ed ora...e se anche ci fosse una vita dopo, io non sto vivendo QUELLA vita, ma questa e se c'è una vita che devo cercare di vivere bene è prorpio questa...


...o no?


Pie
 
Vecchio 31-03-2002, 21.42.05   #4
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Si! ci credo

Pardon….avete ragione ho inserito un nuovo argomento con sondaggio e non ho neppure messo il voto. Mi sono lasciata abbagliare dal nuovo forum, fino a dimenticare cosa dovevo fare.

La credenza che l'uomo ritorni a nascere più volte sulla Terra è tra le più antiche, e fu insegnata presso tanti popoli, fin dai tempi più lontani. Perfino quelli che gli etnologi usano chiamare primitivi, la trasmigrazione delle anime era profondamente radicata.
Molti uomini oggi, hanno ritrovato la ripresa pura e spontanea della loro fede, prima vacillante a causa delle imposizioni cui erano sottoposti, affascinati da questa antica verità. Tanti scettici e pseudo-atei, ritenuti tali soltanto perché rifiutavano delle assurdità dogmatizzate hanno scoperto nella reincarnazione la luce della verità che già sentivano nel profondo del loro essere.
E' infatti nell'intimo di ogni uomo che Dio ha deposto la verità da riscoprire personalmente, e non in deposito altrove.
Un piccolo accenno e poi vi dirò cosa credo.
Le seguenti citazioni dal Vangelo secondo Matteo del Nuovo Testamento ci danno un'idea del prevalere della credenza nella preesistenza della reincarnazione:
Arrivato Gesù nel territorio di Cesarea di Filippo, domandò ai suoi discepoli:
"La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?"
essi risposero:
"Alcuni dicono che sei Giovanni Battista, altri Elia e altri Geremia o uno dei profeti". (Matteo 16, 13-14)
Mentre scendevano dal monte, Gesù dette loro quest'ordine:
"Non parlate a nessuno della visione, finché il Figlio del uomo non sia resuscitato dai morti!"
Allora i discepoli gli domandarono:
"Perché gli scribi dicono che deve venire prima Elia?"
Egli rispose loro:
"Si, Elia ha da venire e ristabilirà tutte le cose. Ma vi assicuro che Elia è già venuto, e non l'hanno riconosciuto, ma lo hanno trattato come hanno voluto. Così anche il figlio dell'uomo dovrà soffrire da parte loro".
Allora i discepoli compresero che aveva parlato loro di Giovanni Battista.
(Matteo 17, 9-13)
In verità io vi dico: fra i nati donna non è sorto nessuno più grande di Giovanni Battista (…..) E se lo volete accettare, è lui quell'Elia che deve venire. Chi ha orecchi da intendere, intenda. (Matteo 11,11-15)
Nell'anno 553 un importante concilio della Chiesa denunciò formalmente la credenza nella preesistenza dell'anima. A quanto pare fu allora che reincarnazione e Karma si separarono dal cristianesimo, anche se cosa piuttosto interessante non vi è mai stato un decreto papale esplicitamente contro la reincarnazione.

Ora veniamo a me, SI credo nella reincarnazione.
Ho degli strani ricordi (sogni/ricordi/flash o come uno li voglia chiamare) e sono convinta che appartengano alla mia vita precedente.
Armonia
Armonia is offline  
Vecchio 31-03-2002, 22.03.20   #5
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Beh anche io di luna piena mi vedo nei boschi a caccia e non dormo ed ho caldo eppure il giorno dopo sono fresco e riposato...


Può essere una mia vecchia vita, ma può anche essere una sorta di memoria ancestrale...

Poi, chi morrà vedrà...
 
Vecchio 31-03-2002, 23.08.03   #6
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Caro Morfeo, anche ciò che tu dici può essere vero, tutto è possibile.


A proposito ho provato a votare il sondaggio ma non sembra sia stato accettato boh! misteri del nuovo forum.
Sai come fare affinchè possa inserire il mio voto?

?!
Armonia is offline  
Vecchio 31-03-2002, 23.26.19   #7
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Credo tu abbia votato invece, ci sono due voti il mio e il tuo...
 
Vecchio 01-04-2002, 02.34.52   #8
Maurizio
Ospite
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 4
Reincarnazione?

Carissimi,

come conoscitore della verità voglio aiutarvi a risolvere l’enigma, credere nella reincarnazione è:
  • una offesa a Dio
  • una credenza popolare
  • una cosa insensata
La “parola di Dio” parla chiaro, l’uomo è stato creato per vivere per sempre in eterno in quanto creato da Dio il quale è eterno e ragiona in termini di eternità.
E’ stato dopo l’introduzione del peccato nel mondo a mezzo di Adamo che si è spezzato temporaneamente questo cordone a motivo della sua disobbedienza ma il piano di Dio è di ristabilire quella condizione e ciò vale per tutti coloro che si pentono davanti a Dio.
Un giorno Dio ridarà un corpo immortale a tutti buoni e cattivi, gli uni per ritornare a vivere sulla terra in comunione con lui con un corpo glorificato che non soffre ne fame ne freddo ne malattia alcuna e gli altri per dannazione eterna come punizione per non aver dato ascolto alla parola di Dio che è verace.
Il mondo però ha dimenticato il creatore, il datore di vita e di conseguenza nell’ignoranza comune la gente ha perseverato nella disobbedienza e nel peccato.

Romani 3:10 come sta scritto: «Non c'è alcun giusto, neppure uno.
Romani 3:11 Non c'è alcuno che abbia intendimento, non c'è alcuno che ricerchi Dio.
Romani 3:12 Tutti si sono sviati, tutti quanti sono divenuti inutili; non c'è alcuno che faccia il bene, neppure uno.

E’ un’offesa a Dio parlare di reincarnazione quando egli ha mandato suo figlio in forma umana per pagare la punizione delle nostre colpe fino alla morte di quel corpo umano e mortale del quale si era rivestito per dimostrare al mondo che lui poteva sconfiggere la morte ritornando in vita per sempre e con lui, (con un corpo uguale al suo dove Tommaso l’incredulo ha voluto metterci il dito) ci ritorneranno anche tutti quelli che hanno creduto nel suo nome e al piano divino.

Gesù disse:

Giovanni 6:38 perché io sono disceso dal cielo, non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.
Giovanni 6:39 È questa la volontà del Padre che mi ha mandato: che io non perda niente di tutto quello che egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno.
Giovanni 6:40 Questa infatti è la volontà di colui che mi ha mandato: che chiunque viene alla conoscenza del Figlio e crede in lui, abbia vita eterna, e io lo risusciterò nell'ultimo giorno».

Giovanni 6:47 In verità, in verità vi dico: Chi crede in me ha vita eterna.


Io vi dico che la salvezza che Dio vuole operare in tutti noi è GRATIS, egli ha mandato sulla terra Gesù perché ha avuto misericordia di noi e ci amati! E l’amore è questo:

Giovanni 3:15 affinché chiunque crede in lui non perisca ma abbia vita eterna.
Giovanni 3:16 Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.
Giovanni 3:17 Dio infatti non ha mandato il proprio Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma affinché il mondo sia salvato per mezzo di lui.
Giovanni 3:18 Chi crede in lui non è condannato ma chi non crede è già condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.

Carissimi,
Dio è uno solo come una sola è la sua promessa, non fati ingannare da pensieri popolari errati questa è LA VERITA’, leggete la parola di Dio in quanto unica verità, non fatevi ingannare da nessun uomo nemmeno dal “papa” in persona poiché nessuno ha l’autorità di distorcere una sola parola di ciò che è scritto nella Bibbia. (parlo della versione originale)

Un abbraccio nel Signore
Maurizio
Maurizio is offline  
Vecchio 01-04-2002, 04.37.21   #9
Claudio
Ciò che è, è!
 
L'avatar di Claudio
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 202
X Mauri

Mi chiedo perché da quando un uomo viene al mondo, deve affidare la sua comprensione ad un libro, ad un passato, ad una persona, per quanto degna di rispetto.
[b]Tu sei! Questo non è di per sé il mistero più grande?
Come puoi dire che quello che ti hanno detto ed insegnato a dottrina sia la Verità Assoluta?

Non vediamo più con i nostri mezzi di comprensione e con la semplicità del bambino che eravamo. Ora che ci reputiamo "grandi, adulti" dobbiamo mostrare di saperne di più, dobbiamo dimostrare che sappiamo leggere e scrivere e che IO Posseggo la Verità. E' una forma di potere che non apprezzo, anzi che mi puzza molto. E' implicita una superiorità che non si addice alla semplicità che ha creato l'Universo.
Se Gesù era "Figlio di Dio" lo era certamente ed esattamente come lo sei tu ed io. E se fosse qui, molto probabilmente te lo confermerebbe. Solo che lui era a diretto e perfetto contatto con quello spirito creativo-conservativo-distruttivo che permette la Vita. Noi invece abbiamo questi tre elementi in disequilibrio e allora ce ne siamo allontanati di parecchio. Tutto qui!
E' notte fonda, Buona Notte!
ciao
Immagini allegate
Tipo file: jpg collina e nuvole.jpg (40.8 KB, 74 visite)
Claudio is offline  
Vecchio 01-04-2002, 05.18.39   #10
Claudio
Ciò che è, è!
 
L'avatar di Claudio
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 202
reincarnarsi


"Che cosa resterà di me... del transito terrestre...? Di tutte le impressioni che ho avuto in questa vita..." (tratto da una canzone di Battiato...)

Vi siete mai posti questa domanda?

In un certo senso la domanda può essere vista in un altro aspetto: "cosa ne è di me ora, adesso?!"
Cioè, CHI SONO IO?
Direi che se voglio essere onesto, io sono un mistero ed un fenomeno contemporaneamente. Un mistero, perché la risposta non ce l'ho ancora e sono un fenomeno perché tutto si è venuto a formere in condizioni fenomeniche esattamente come qualsiasi altra manifestazione naturale. Caro Maurizio non c'è nulla di sovrannaturale. Se lo chiami così è solo perché non vuoi ammettere l'ignoranza della scienza. L'imperscrutabilità e indicibilità (vedi teorema di Godel) della osservazione scientifica, inquanto noi stessi siamo dentro il fenomeno che stiamo cercando di capire.

Io non credo che i nostri ricordi spariscano con il corpo, ma certo non possono essere rilevanti ai fini della vita che si trasforma. I vermetti che ci puliranno le ossa durante il processo di putrefazione non se ne fanno nulla dei nostri ricordi. Però non spariranno, saranno nutrimento per altre forme di vita, molto probabilmente umana. Ma non posso dire che quel corpo che acquisirà tali ricordi e conoscenze posso identificarlo con me, in quanto "io stesso" sono un corpo in trasformazione continua e inoltre non mi vedo staccato da tutto quello che mi costituisce negli elementi essenziali: terra, aria, acqua, sole-luce-calore. Alla fine devo dire che il mio corpo è tutto l'universo, NULLA incluso.
Un abbraccio caloroso ai miei "costituenti il mio stesso corpo".
Claudio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it