Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-11-2007, 10.55.53   #31
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Non capisco perchè (ma secondo me,evidente-mente solo voluta-mente..)ti sei soffermato solo su quella frase di tutto ciò che ha detto Atisha..

come soffermato solo su quella frase... e tutto il resto (scritto in verde) non l'hai letto?

concludendo inoltre con una banale definizione di meditazione..

che sia banale non è un problema....

Vedo trasudar ego dal tuo atteggiamento invece,

può essere e non è un problema. non bisogna nascondersi.

visto che Atisha ha detto molto altro...spero per te che nel frattempo te ne sia reso conto...

me ne ero reso conto anche prima di scrivere il post ....
andre2 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 11.18.09   #32
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Da Mirror:
Quando non ti aspetti nulla, non è che sotto sotto ti devi aspettare mentalmente comunque un qualcosa che si possa definire nulla,
ma essere lì con il ciò che è. Quello è non il aspettarsi nulla.
Altrimenti si è inserita ancora la mente che ci ha catturato con l'aspettativa del concetto di "nulla".
Eh, sì... è davvero un'arte quella del non fare nulla... mentalmente: ovvero lo stato meditativo.


Grazie Mirror per essermi venuto incontro ...
Potrei chiederti una cosa attinente al tema? La meditazione comunque, suppongo, richieda che il contesto, in cui si ritrova la persona che la "mette in atto", sia il più possibile tranquillo e senza interferenza esterne...
Ora, secondo te, un individuo che nel quotidiano conduce una vita non stressante, a contatto con la natura, in un luogo poco contaminato dall'artificialità dei tempi contemporanei diciamo, ha più facilmente accesso ad esperire questo avvicinamento al Sole (come lo ha ben definito Atisha)?
Io presupporrei di si, tu cosa ne pensi?
veraluce is offline  
Vecchio 18-11-2007, 11.32.48   #33
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
se ancora questo modo di dire t'infastidisce (L'incontro con noi stessi) , devi anche considerarne il perchè...

se si fa meditazione per l'incontro con noi stessi, è una ricerca di identità, quindi attività egoica....

trasuda ego solo in proporzione e valore che gli conferisci tu stesso..

quando vedo scritta la frase "incontro con noi stessi", vedo implicito intento egoico....

stessa cosa è per l'interpretazione del "ciò che E' " ..


perchè parli di interpretazione? non ci sono interpretazioni nell'osservazione....
andre2 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 11.35.11   #34
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
se c'è resistenza non c'è meditazione e conseguentemente non ci sarà mai il meditare...

chi pone resistenze è solo la mente...

qui concordo in pieno ....
andre2 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 11.55.56   #35
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
beh.. tutto è Mente.. Intelligenza..

sicura che l'intelligenza sia mente?

di certo non funziona la nostra mente istintuale e discorsiva ed appare quel Silenzio dove appare un'altra percezione di sè e del circostante.. è un guardare, Osservare con un'io senza veli sovrastruttrali.. cioè senza ego..

sicura che sia l'io (pur senza veli sovrastrutturali ) ad osservare? contraddizione. come fai a parlare di io senza ego, che io e ego sono sinonimi?

ecco che quando la mente discorsiva se ne accorge, interviene all'istante..
ed inizia il balletto tra la mente discorsiva e la cosiddetta "non-mente"

detto così, sembra che si generi una "tensione" tra ego e non-ego, come la bipolarità del magnete di una dinamo genera corrente elettrica. ma questo immagino sia riferito alle tecniche.....

La meditazione serve appunto come ginnastica per allargare sempre più questa possibilità di ossservazione..

la meditazione è osservazione. le ginnastiche sono le tecniche....

al fine di farci entrare in un altro stato mentale nuovo e privo di identificazione... (ma lo sai.. )

ahi ahi ahi... altro stato mentale.... privo di identificazione.... ma ciò che è mente è identità....

p.s.: se non sono indiscreto, puoi dirmi dove hai aquisito in merito alla meditazione?
andre2 is offline  
Vecchio 18-11-2007, 12.28.08   #36
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: L'Arte di Meditare

Le osservazioni di Andre2 sono belle, anche se le nostre concezioni sono sicuramente diverse, (perché attualmente è impossibile dire che si possa pensarla tutti allo stesso ed identico modo ), perché mi trasmettono schiettezza...

Soprattutto mi è piaciuto questo:
Citazione:
Da Andre2:
tutte queste nozioni non hanno a che vedere con la meditazione. meditazione è osservazione del ciò che è, cogliere la verità del ciò che è. ci vuole retta intenzione. se nella "testa" (ego) c'è già un "disegno" abbozzato di quello che si "vuole", non è meditazione.

Perché neanche la sottoscritta digerisce il nozionismo... soprattutto quando è portato all'estremo... quindi condivido totalmente!
E poi si addita sempre quest'Ego, ma poverino, accettiamolo una volta per tutte... servirà pure a qualcosa no? E non venitemi a dire che tutto ciò che serve è Ego,etc... perché sinceramente penso che se l'Ego non dovrebbe essere non sarebbe! Questo è il mio pensiero... e che il vostro resti il vostro, con tutto il rispetto! Pace a tutti! Viva la libertà di pensiero!
veraluce is offline  
Vecchio 18-11-2007, 12.51.04   #37
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Potrei chiederti una cosa attinente al tema? La meditazione comunque, suppongo, richieda che il contesto, in cui si ritrova la persona che la "mette in atto", sia il più possibile tranquillo e senza interferenza esterne...
Ora, secondo te, un individuo che nel quotidiano conduce una vita non stressante, a contatto con la natura, in un luogo poco contaminato dall'artificialità dei tempi contemporanei diciamo, ha più facilmente accesso ad esperire questo avvicinamento al Sole (come lo ha ben definito Atisha)?
Io presupporrei di si, tu cosa ne pensi?

La meditazione può essere certamente favorita da un contesto tranquillo e senza interferenze esterne, ma può essere praticata lo stesso in qualsiasi luogo e momento.
Anzi, più è "ostile" l'ambiente più si è in grado di verificare quanto è stabile e profondo lo stato meditativo che siamo in grado di esprimere comunque.
E' ovvio che questa condizione viene più facile nella misura in cui è divenuta in noi naturale, spontanea.
Rispondendo alla tua domanda: ritengo che sia agevolato sicuramente, ma il rischio che corre è la dipendenza da queste condizioni ottimali. Quindi, potrebbe rischiare di perdere il suo stato meditativo quando nuove e contingenti realtà potrebbero coinvolgerlo, e trovarsi a vivere in uno spazio sfavorevole, caotico e rumoroso.
La vera palestra per verificare il nostro stato meditativo è il mercato mondano: il luogo della confusione e il regno della mente.

Mirror is offline  
Vecchio 18-11-2007, 13.14.19   #38
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: L'Arte di Meditare

Citazione:
Originalmente inviato da andre2
ahi ahi ahi... altro stato mentale.... privo di identificazione.... ma ciò che è mente è identità....

p.s.: se non sono indiscreto, puoi dirmi dove hai aquisito in merito alla meditazione?


ognuno di noi può cambiare nome.. nick.. ma la propria personalità prima o poi salta fuori... salta fuori la propria "mente" ed il proprio contorsionismo...

il tuo gioco (dialogo) con me esula da una cosa essenziale.. ma ti risponderò lo stesso... però solo dove ritengo interessante e relativo al trehad:

Citazione:
se non sono indiscreto, puoi dirmi dove hai aquisito in merito alla meditazione?

(ciò che chiamiamo indiscrezione è comunque parte del timore, dell'ego/paura.. a me non fa più effetto.. ecco perchè spesso sono diretta e pungente.. scavalco i timori.. quindi nessun problema per me...)

La meditazione si può SOLAMENTE acquisire in base alla propria esperienza.. e non in base a ciò che si legge sui libri, o sul "mettiti così o cosà".. e non può essere decodificata dal modo di esprimersi..

CHI realmente ha meditato, perchè saprai benissimo si tratta di azione.. medit-azione che ad un certo punto va lasciata, anzi se ne va da sè.. perchè appare qualcosa che va oltre la descrizione e la pratica stessa..
dicevo chi ha realmente meditato ed è entrato in simbiosi con il metodo non ha bisogno di crearsi tutti quegli schemi "provocatori" mentali che tu mi proponi ed a cui speravi io mi attaccassi in risposta..
CHI ha realmente meditato ed ha compreso non solo mentalmente, ma vive quel Silenzio.. si riconosce nell'immediato, senza cercare verbalità "morte" che si sostengano o contraddicano..

Il meditare è un'arte dell'esperienza, non un atto politico unico di qualche scuoletta o tradizione o maestro specifico.. perchè è un atto dello Spirito..

se vuoi cogliere ciò che ho scritto, mi fa piacere.. ma se così non fosse... ..
pazienza.. tutto E'... tutto scorre lo stesso...
atisha is offline  
Vecchio 18-11-2007, 13.25.22   #39
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: L'Arte di Meditare

andre2
Citazione:
la meditazione è osservazione. le ginnastiche sono le tecniche....

la meditazione, andre2, è tecnica.. esercizio.. posizione.. se vogliamo dirla in breve è pure "sforzo" nel senso che esiste un predisporsi..

il meditare è l'arte.. ciò che si ottiene...

(tanto ti dovevo, per correttezza... )
atisha is offline  
Vecchio 18-11-2007, 15.03.01   #40
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: L'Arte di Meditare

Mi chiedo ancora: La meditazione, abbiamo capito,
ci porta a raggiungere l'Essere... questo raggiungimento poi non dovrebbe portare chi ne ha esperito ad ad andare verso l'altro per aiutare anch'esso?
Ecco, una persona che fa meditazione non dovrebbe accogliere l'altro oppure è fine a sé stessi il meditare?

E' una prerogativa soltanto dei maestri essere disponibili verso gli altri come leggo in varie occasioni e come ho letto anche in questo stralcio su internet:


"Maestri autorealizzati hanno la peculiare capacità di aiutare coloro che cercano la pace interiore e una più elevata consapevolezza. Allo stesso modo, Yogananda fu aiutato dai suoi predecessori spirituali, una storia affascinante che egli stesso racconta nella sua Autobiografia di uno Yogi. Su loro richiesta venne poi in Occidente ad aiutare centinaia di migliaia di persone nella loro ricerca spirituale. Ha impartito questi insegnamenti imparzialmente a persone di ogni religione e convinzioni filosofiche e persino ad atei"

...oppure anche il "semplice" individuo che fà meditazione, se davvero pratica bene, dovrebbe andare incontro al prossimo imparzialmente?

Se qualcuno vorrà rispondere lo ringrazierò, altrimenti cercherò un Maestro per chiederglielo.
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it