Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-12-2007, 21.44.53   #11
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
il male

Il male è una estrema cristallizzazione energetico-proiettiva dell'ego .
Noor is offline  
Vecchio 05-12-2007, 10.02.04   #12
Martino Giusti
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Secondo la sintesi di Martino, il creato è:

Inferno – Darfur, Somalia, Etiopia, Bangladesh, Traviso, L’Italia delle favelas, ecco l’inferno qui ed ora, condannate in vita già alla pena eterna le donne picchiate, violentate, uccise, e quello dei bambini sfruttati, gettati via.

Paradiso – L’intervallo tra una violenza e l’altra.

Non esiste alcuna legge (divina o meno) che possa in qualche modo distinguere il “bene” (ricompensa) dal “Male” (pena).Esiste solo il “caso” ed il “caos”.

Tutto il resto è/sono illusioni di menti che non vogliono arrendersi all’evidenza dei fatti
Martino Giusti is offline  
Vecchio 05-12-2007, 11.05.27   #13
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Martino Giusti
Secondo la sintesi di Martino, il creato è:

Inferno – Darfur, Somalia, Etiopia, Bangladesh, Traviso, L’Italia delle favelas, ecco l’inferno qui ed ora, condannate in vita già alla pena eterna le donne picchiate, violentate, uccise, e quello dei bambini sfruttati, gettati via.

Paradiso – L’intervallo tra una violenza e l’altra.

Non esiste alcuna legge (divina o meno) che possa in qualche modo distinguere il “bene” (ricompensa) dal “Male” (pena).Esiste solo il “caso” ed il “caos”.

Tutto il resto è/sono illusioni di menti che non vogliono arrendersi all’evidenza dei fatti
Anche questi "fatti" sono illusione,Maya!
Noor is offline  
Vecchio 05-12-2007, 12.50.12   #14
alf54
Ospite
 
L'avatar di alf54
 
Data registrazione: 07-08-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

quando recitiamo il padre nostro e si dice "padre rimetti a noi i nostri peccati come noi li rimettiamo "per così dire ci castriamo perchè chiediamo al padre di perdonarci e quindi di non meritare l'inferno nella stessa maniera di come ho perdonato il prossimo, questa cosa è tremenda e deve farci riflettere e capire cosa è la dannazione eterna.

poiché il peccato comporta la rottura del rapporto con Dio, il rifiuto di Gesù come proposta definitiva, l'esasperazione dei valori soggettivi, l'assolutizzazione dell'io e la distorsione radicale dei valori su cui si può costruire la persona, l'inferno provoca la spaccatura definitiva, irrimediabile, tra la creatura e Dio, tra la singola creatura e gli uomini. Così viene a morire la verità dell'uomo a livello essenziale, genetico, ontologico.
E non dobbiamo dimenticare che non si diventa inferno di sorpresa, come si scivola su di una buccia di banana, bensì attraverso un crescente processo di indurimento del cuore: i peccati che dannano sono quelli contro lo Spirito Santo,di malizia, non quelli di debolezza!
Questo dogma è manifestazione della enorme serietà della propria responsabilità di fronte all'amore immenso di Dio, rivelato nella vicenda storica di Cristo.
alf54 is offline  
Vecchio 05-12-2007, 13.01.21   #15
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da paolo di abramo
chi sono ?e cosa hanno fatto?

Sono anime che hanno causato la cosiddetta "caduta" e che hanno voluto sfidare Dio.
Gianfry is offline  
Vecchio 05-12-2007, 13.30.05   #16
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da alf54
quando recitiamo il padre nostro e si dice "padre rimetti a noi i nostri peccati come noi li rimettiamo "per così dire ci castriamo perchè chiediamo al padre di perdonarci e quindi di non meritare l'inferno nella stessa maniera di come ho perdonato il prossimo, questa cosa è tremenda e deve farci riflettere e capire cosa è la dannazione eterna.

poiché il peccato comporta la rottura del rapporto con Dio, il rifiuto di Gesù come proposta definitiva, l'esasperazione dei valori soggettivi, l'assolutizzazione dell'io e la distorsione radicale dei valori su cui si può costruire la persona, l'inferno provoca la spaccatura definitiva, irrimediabile, tra la creatura e Dio, tra la singola creatura e gli uomini. Così viene a morire la verità dell'uomo a livello essenziale, genetico, ontologico.
E non dobbiamo dimenticare che non si diventa inferno di sorpresa, come si scivola su di una buccia di banana, bensì attraverso un crescente processo di indurimento del cuore: i peccati che dannano sono quelli contro lo Spirito Santo,di malizia, non quelli di debolezza!
Questo dogma è manifestazione della enorme serietà della propria responsabilità di fronte all'amore immenso di Dio, rivelato nella vicenda storica di Cristo.


Quindi se nasci in una famiglia atea,o in un luogo povero e senza cultura,senza cattolicesimo
essendo la spaccatura con Dio
non una tua scelta,ma comunque abbastanza
"automatica"
..devi patire all'inferno
come uno che crede in Dio e che però si comporta come un'arrogante-schiacciatore dei diritti altrui (o magari assassino,violento,ecc)?
Sono tutti sullo stesso piano,
i credenti-peccatori
e i non-credenti non-peccatori?
aile is offline  
Vecchio 05-12-2007, 16.40.28   #17
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da aile
Quindi se nasci in una famiglia atea,o in un luogo povero e senza cultura,senza cattolicesimo
essendo la spaccatura con Dio
non una tua scelta,ma comunque abbastanza
"automatica"
..devi patire all'inferno
come uno che crede in Dio e che però si comporta come un'arrogante-schiacciatore dei diritti altrui (o magari assassino,violento,ecc)?
Sono tutti sullo stesso piano,
i credenti-peccatori
e i non-credenti non-peccatori?

Se nasci in una famiglia atea o in un luogo povero non è un caso. L'hai scelto tu, o meglio la tua Anima (o Spirito), in base al karma che l'anima stessa ha scelto e registrato nel DNA. Il Karma rappresenta un programma di vita, cioè un bagaglio di esperienze che l'anima sceglie di vivere in una forma umana, al fine di evolvere. Il cristianesimo, che ha volutamente ignorato il karma e la lagge del karma (che Gesù predicava), ha sostituito in un certo senso il karma con il peccato che ha assimilato al destino.
Ma l'essere umano può sempre cambiare il suo destino con la volontà.
Quando diciamo: "siamo tutti peccatori" intendiamo dire che tutti abbiamo un karma da sciogliere (sia come credenti o non credenti). Per sciogliere il karma dobbiamo anzitutto viverlo (cioè vivere le esperienze che esso ci attira) per riconoscerlo e poi per rilasciarlo tramite l'Intento (o Volontà). Potremmo anche evitare di fare esperienza del karma se solo fossimo capaci di riconoscere e rilasciare la forma-pensiero sottostante prima che questa si attivi attirando l'esperienza insita nel karma.
Una volta rilasciato il karma non dobbiamo più riviverlo e cresciamo in consapevolezza.
Per esempio, se in me c'è la forma-pensiero della preoccupazione, che mi accada qualcosa di spiacevole, prima o poi quello che temo lo attiro e me lo devo vivere per comprendere di rilasciare quella particolare Paura (una forma-pensiero con relativa carica emotiva). Una volta che ho rilasciato quella paura, non attirerò più le esperienze di vita legate a quella paura ed avrò fatto contemporaneamente un passo avanti sulla via dell'evoluzione.
Gianfry is offline  
Vecchio 06-12-2007, 06.03.15   #18
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

[quote=Gianfry]Ti karma.

Comunque non esiste alcun luogo (chiamato inferno) in cui le anime o le forme umane vivono in eternità in mezzo al fuoco.

Da quando Dio-Padre è sceso sulla Terra per guidare l'Ascensione Globale, è entrata in vigore la [b]

Quando , dove, come in chi è incarnato? E' quì e ora che Egli è e sta guidando quanto tu affermi?
paperapersa is offline  
Vecchio 06-12-2007, 11.04.47   #19
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Il cristianesimo, che ha volutamente ignorato il karma e la lagge del karma (che Gesù predicava), ha sostituito in un certo senso il karma con il peccato che ha assimilato al destino.



...e io come dovrei fare per essere al corrente di tutto ciò?
Purtroppo nel mio paese e nella mia infanzia c'erano solo chiese cattoliche e preti.PErchè Gesù predicava il karma?
aile is offline  
Vecchio 06-12-2007, 11.22.36   #20
alf54
Ospite
 
L'avatar di alf54
 
Data registrazione: 07-08-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da aile
Quindi se nasci in una famiglia atea,o in un luogo povero e senza cultura,senza cattolicesimo
essendo la spaccatura con Dio
non una tua scelta,ma comunque abbastanza
"automatica"
..devi patire all'inferno
come uno che crede in Dio e che però si comporta come un'arrogante-schiacciatore dei diritti altrui (o magari assassino,violento,ecc)?
Sono tutti sullo stesso piano,
i credenti-peccatori
e i non-credenti non-peccatori?

carissimo Aile ti cito quello che Paolo di Tarso dice nella prima lettera ai Corinzi:
"quelle cose che occhio non vide, nè orecchio udì, ne mai entrarono in cuore di uomo, queste ha preparato Dio per coloro che lo amano".

la dottrina della chiesa sottolinea fortemente questa dimensione personale, oserei dire individuale del destino ultimo, questo è il segno più esplicito per coloro che sono cristiani, inoltre il regno del Padre risulta essere il mistero pasquale di Cristo che nel suo Spirito si ritroveranno a vivere per sempre.

nessun teologo o studioso che io sappia ha la certezza assoluta sui contenuti della vita futura, ma siamo a conoscenza che la vita attuale ha una continuità con quella definitiva dove l'amore di Dio in un momento al di la del tempo ci purificherà definitivamente e godere della amicizia che non avrà fine.

questo è quello che i cristiani credono senza alcuna pretesa perchè per loro è una speranza certa che poi equivale alla fede come il papa nella sua ultima enciclica afferma.
alf54 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it