Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 24-12-2007, 17.02.25   #41
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Ognuno è responsabile ed libero dinanzi a se e dinanzi a Dio, del suo operato, inferno significa capire al fondo di una vita, quante fessereie abbiamo fatto e quante possibilità di crescita ci siamo giocati, e quindi su le maniche e lavorare alla propria emancipazione nei vari strati di etere evolutivi......
nuages is offline  
Vecchio 25-12-2007, 09.03.46   #42
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Nel cantico delle creature Francesco d' Assisi parla dell'inferno come di morte seconda :
beati quelli ke trovarà ne le Tue santissime voluntati,
ka la morte seconda no ‘l farrà male.

La seconda morte per Francesco è l'ambito angusto degli spiriti che rifiutano il Cristo perché non lo amano e consapevolmente e volontariamente si allontanano da lui.

Il grande Origene nella sua visione teologica sostiene che, alla fine dei tempi tutti gli esseri saranno salvati...per opera del Cristo...ed era un esegeta illuminato...

Pace e bene
Una interpretazione personale e originale (non certo Origeniale) del concetto di morte seconda.......
Pace e bene
paperapersa is offline  
Vecchio 25-12-2007, 11.31.59   #43
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Salve buon giorno ed auguri!
Il grande Origene nella sua visione teologica sostiene che, alla fine dei tempi tutti gli esseri saranno salvati...per opera del Cristo
non so chi sia questo Origene , esprime secondo me il concetto di bhuddità già espresso da Gautama lì dove "l'opera di cristo" si intende come "manifestazione divina"...buon natale claudio
fallible is offline  
Vecchio 25-12-2007, 11.46.26   #44
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Nel cantico delle creature Francesco d' Assisi parla dell'inferno come di morte seconda :
beati quelli ke trovarà ne le Tue santissime voluntati,
ka la morte seconda no ‘l farrà male.

La seconda morte per Francesco è l'ambito angusto degli spiriti che rifiutano il Cristo perché non lo amano e consapevolmente e volontariamente si allontanano da lui.

Il grande Origene nella sua visione teologica sostiene che, alla fine dei tempi tutti gli esseri saranno salvati...per opera del Cristo...ed era un esegeta illuminato...

Pace e bene

Forse Origene e Francesco non sapevano chi fosse veramente Cristo. Si limitavano a credere al mito di Cristo creato ad arte dalle gerarchie ecclesiastiche. Anche oggi la stragrande maggioranza dei cristiani crede al mito di Cristo che si è inciso profondamente nel DNA umano. E ci vorrà molto tempo ed un duro lavoro per liberarsene.
Gianfry is offline  
Vecchio 25-12-2007, 18.48.52   #45
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Salve buon giorno ed auguri!
Il grande Origene nella sua visione teologica sostiene che, alla fine dei tempi tutti gli esseri saranno salvati...per opera del Cristo
non so chi sia questo Origene , esprime secondo me il concetto di bhuddità già espresso da Gautama lì dove "l'opera di cristo" si intende come "manifestazione divina"...buon natale claudio
Penso che la tua osservazione sia giusta.
Se esiste un piano per lo sviluppo dell'essere vivente, questo sviluppo abbraccia naturalmente tutti gli esseri. La "salvezza" significa in realtà che l'individuo raggiunge un certo gradino evolutivo in cui diventa più consapevole di se stesso e dell'universo in cui vive.
In un senso si potrebbe dire che noi siamo già "salvati" dalla vita primitiva fisica in cui siamo vissuti nelle vite precedenti. La salvezza spirituale stiamo già raggiungendo attraverso le esperienze quotidiane che comportano la crescita morale e spirituale da vita in vita.
L'idea che qualcuno, nell'immenso processo evolutivo dell'universo, potrebbe finire nell'inferno, e che solo alcuni individui sarebbero "prediletti" di Dio si basa sulla pura superstizione ed è espressione di malinteso oppure sulla superbia spirituale, vale a dire l'idea di essere favoreggiato da Dio ecc.

di Origene si può leggere in questo sito:
http://www.monasterovirtuale.it/origene.html

R
Rolando is offline  
Vecchio 25-12-2007, 19.19.44   #46
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Forse Origene e Francesco non sapevano chi fosse veramente Cristo. Si limitavano a credere al mito di Cristo creato ad arte dalle gerarchie ecclesiastiche. Anche oggi la stragrande maggioranza dei cristiani crede al mito di Cristo che si è inciso profondamente nel DNA umano. E ci vorrà molto tempo ed un duro lavoro per liberarsene.

Ci sono uomini che raggiungono uno stato nel quale hanno il completo dominio della Natura. Inutile specificare se Natura implica Spirito.
In questa serie di uomini è centrale un tale Gesù di Nazaret, un ebreo di periferia.

Per qualche marchingegno cosmico questo potere è nella disponibilità di chi raggiunge la perfezione morale e che, quindi, può solo operare il bene degli altri... come guarire lo spirito degli uomini da quelle che considerano malattie ed anche guarire il loro corpo... avendo il dominio della Natura.

E' possibile avere con questi uomini un incontro a determinate condizioni.

Chi li incontra pensa di aver trovato un tesoro.

Non saprei dirtelo in un modo più banale e meno mitico di questo.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 25-12-2007, 20.51.53   #47
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Forse Origene e Francesco non sapevano chi fosse veramente Cristo. Si limitavano a credere al mito di Cristo creato ad arte dalle gerarchie ecclesiastiche. Anche oggi la stragrande maggioranza dei cristiani crede al mito di Cristo che si è inciso profondamente nel DNA umano. E ci vorrà molto tempo ed un duro lavoro per liberarsene.
Gianfry, spiegami allora la storia di Israele, ossia quella del Popolo di Dio, e la storia da Cristo ( il cui termine significa il "Messia" e l'"Unto" da Dio ) ad oggi, se vuoi dimostrare di credere in qualcosa di reale rispetto ad un fondamento reale e non agli extra-terrestri o a chi ti racconta di provenire dal pianeta X ! il magnetismo e l'elettro-magnetismo rispondono a leggi fisiche, non spirituali! il tuo dio non è Dio, perché Dio è puro Spirito: questo ogni identità spirituale esistente nel mondo può spiegartelo, o credi che i tanti ed autentici spiritualisti della Terra credano alle favole ? Colui che cammina con gli uomini non compie i passi alla maniera dell'uomo e della donna, come se fosse una persona fisica! credi che Cristo sia venuto sulla terra per fare una gita?! dici che è venuto a preparare la venuta del "padre" dopo 2000 anni dal pianeta tal dei tali direttamente dal regno di dio ( che cos'è: uno show?! ), ma non conosci né le cause della storia né i Principi esoterici di cui non tratti minimamente nelle tue esposizioni fantasiose, prive totalmente della Conoscenza dell'Amore di Dio ( di cui ovviamente non parli )... Le storielle sono le tue, non quelle di Cristo, che non conosci e non puoi comprendere, perché non a tutti è dato. Mettiti nella Verità tua personale di uomo, attraverso la realtà di tutti i giorni! solo attraverso la sofferenza ( non nel "fare come ci pare", ossia secondo quanto è scritto in un tuo link ) è possibile penetrare/comprendere le realtà divine, perché la sofferenza è fatta di amore sostanziale e non di vanagloria mentale!

Tornate al tema dell'inferno, più che ai punti ferita e livelli di esperienza di una avventura alla D&D ( giochi di ruolo )
L'inferno è la miseria umana che non può più comprendere cosa diavolo significhi Amare! Chi non ama ( io per primo ) vive nell'inferno di un mondo che è fatto di e con Amore!
Liberati delle favole! Se non credi in Cristo, in quello testimoniato dalla vita di tanti Santi, non hai capito niente su chi è il Cristo e su chi/cosa è lo Spirito che dà la Vita ! Altro che le "informazioni" di cui parli nei tuoi link!

P.S.: non appena potrò vi esporrò la realtà esoterica presente nel Libro Sigillato della Parola di Dio, tutta, e nella Storia umana, da Cristo ai nostri giorni. Tutte le Scritture sono utili per comprendere la Verità, è scritto però che solo Colui che possiede le Chiavi di Davide, del Regno di Dio, può sciogliere ogni Sigillo, ricomponendo l'intero mosaico di tutto.
Questo sarà il mio regalo di Natale e il mio contributo personale per compiere un passo ancora in avanti verso la ricerca personale della Verità; vi prego solo di attendere tutto il tempo che sarà necessario... Lo farò per tutti quelli che desiderano conoscere la Bibbia alla sua Radice, perché niente è stato scritto a caso. La prova di ciò sarà il parallelismo con la storia attuale.

Santo Natale a tutti ..
koan is offline  
Vecchio 26-12-2007, 08.22.46   #48
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Forse Origene e Francesco non sapevano chi fosse veramente Cristo. Si limitavano a credere al mito di Cristo creato ad arte dalle gerarchie ecclesiastiche. Anche oggi la stragrande maggioranza dei cristiani crede al mito di Cristo che si è inciso profondamente nel DNA umano. E ci vorrà molto tempo ed un duro lavoro per liberarsene.
Vorrei capire cosa intendi tu per mito del Cristo.......se intendi simbologia
credo che l'unico modo per liberarsi di un simbolo sia penetrarne il significato profondo, lasciare che esso operi la "trasmutazione" per cui esiste.......e poi una volta che il simbolo ha esaurito il suo compito anche grazie al tuo lavoro personale e alla tua volontà di cambiamento, liberartene.
In tal senso per me Cristo vuol dire Amore in carnato e Via del Perdono , del Servizio e del Distacco e il suo scopo è quello di "dare vita in abbondanza".
Cristo non è un mito ma un "Principio" vitale di creazione, poichè è l'Amore che
crea e manifesta se stesso. Accettare la volontà del Padre, lo porta a diventare SIMBOLO di radicamento alla terra. La croce sul Monte Golgota
(Cranio) è una leva potentissima poichè è attraverso l'amore per la vita
(i due lati orizzontali per me sono simboli di braccia che si estendono attorno al pianeta) che la parte alta estrema, e cioè la luce divina può incanalarsi
e trasformare il pianeta.......
Non c'è bisogno di ET, o di altro......siamo esseri di luce tutti, solo che ci dimentichiamo di accendere tale luce e pertanto a volte le zone oscure
e buie sembrano invadere il pianeta e ci sembra di sprofondare in Inferno.
Ma come si dice ai bambini che hanno paura del buio, se spegni la luce
nella stanza ci sono esattamente le stesse cose che quando c'è la luce accesa e in ogni caso dobbiamo cambiare noi la percezione del mondo......
se cambi la tua percezione e osservi le tue paure...esse spariscono...
si accende una luce interna che illumina il dentro e il fuori e....allora il simbolo
ha assolto il suo compito perchè tu stesso hai trasformato il tuo "inferno"
in gioia e luce.
paperapersa is offline  
Vecchio 27-12-2007, 19.53.46   #49
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da paolo di abramo
Secondo voi cos'e' l'inferno? Dove? Quanto?
Se fate menzione delle sacre scritture vi prego di commentare cosa significhino per voi quei versetti.
Salve P.d.Abramo, Inferno ( paradiso/purgatorio ex limbo) sono - meglio SAREBBERO - luoghi dello "spirito" presenti nelle religioni della paura!! Tali luoghi si trovano nelle dottrine, come verita' di fede, di quasi tutte le religioni per poter rendere " docile e mansueto" il volgo analfabeta. Le religioni - espressione di tali "incantatori " pretendono di distribuire premi ( o castighi) a seconda dei meriti ( o colpe) se si sono seguiti i "" loro "" insegnamenti. -- Piccola parentesi riguardo "" la perla "" delle religioni: il cattolicesimocristiano : il piu' bizzarro e fantasioso, che ha inventato altri 3 luoghi dell'Aldila' = 1) purgatorio, - 2 ) limbo, per i patriarchi dell'A.T. - 3) limbo, per i neonati peccatori. Per i farisei della croce l'invenzione del Limbo per neonati - inculcato al volgo come verita' divina - è stato il piu' brutale crimine commesso contro la ragione. Questi vanitosi ministri della croce hanno escogitato quella indegna punizione per castigare chi colpa non aveva SE non quella di essere nato !! Allora è molto meglio usare il contracettivo pur di non far nascere individui gia' con quella terribile colpa ereditaria. La trasmissione del terribile peccato contro Dio avveniva tramite l'amplesso. Quell'atto - per antonomasia - il vero peccato dell'uomo ( secondo uno dei peggiori misogeni della storia, il "santo " Agostino d' Ippona). Questo santo - odiava tanto la donna che oso' criticare il Dio Yahwè per averla creata ! ( Armstrong - storia di Dio - Marsilio editore) - Ma non è un atto di superbia, di questo santo, posto sugli altari, per essere venerato? E magari qualche ( ingenua) donna si sara' rivolta a lui per ottenere una grazia !!! - Scusate, ritorno al tema. --------------------------- Nel 1999 il defunto vescovo di Roma tenne varie udienze in Vaticano sul tema dell'Aldila' - e ovviamente tratto' anche dell'inferno. Ho conservato vari articoli di quelle udienze. Prendo e trascrivo quella del luglio 1999 ( Repubblica). Ecco il pensiero espresso dal capo supremo = l'inferno esiste (!) - esso è uno stagno di fuoco, una fornace ardente, una fossa dalla quale non si risale ! Le immagini dell'inferno vanno rettamente interpretate ( sic!) - Se è vero che l'inferno esiste, non una fantasia macabra, esso è una reale POSSIBILITA' e comporta la dannazione ETERNA. (!!) Continua il vicario di Jesu Il Cristo: è vero che non ci è dato di sapere se - e quali esseri umani vi siano effettivamente coinvolti. Non sappiamo come ESSO è !! E' un fatto di un' interiore inestinguibile infelicita', piu' che un precipizio ! ----- Nella dotta " lezione " del vicario del divino in terra, ho notato ( io granello di polvere vivente) delle contraddizioni = 1) il sommo gerarca del cattolicesimocristiano afferma, anzi come un'imposizione dice, che l'inferno va interpretato alla lettera ( stagno di fuoco, fornace ardente, ecc... - 2) parla di "" possibilita' "" - come dire che NON c'è certezza assoluta ! - 3) confessa che NON si conosce "com'è " quel luogo ! ----------------------------- Veramente " pittoresca " questa dottrina cattolicacristiana. - Il 16/ luglio 1999 Repubblia commenta un articolo della rivista "civilta' cattolica" dei "" gesuiti "" -- la terribile e spietata congregazione di I.Layola, e responsabile ( insieme ai "frati" e i "domenicani" ) dei piu' spaventosi crimini contro l'uomo -- in merito all'udienza che il vicario tenne in settimana. Questi divini gesuiti ribadiscono la verita' circa l'esistenza di quel luogo dove "" si brucia "" inoltre insistono nel non voler che le "pene eterne" siano silenziosamente cancellate dalla coscienza dei fedeli - come è accaduto con la " farsa " dei " due " limbo. Pertanto, ammonoscono questi ex carnefici a non perdere il timore dell'Aldila'. La gloriosa rivista di quella congregazione, benemerita del Santo Sinedrio, attacca poi la tesi del teologo svizzero Hans Urs von Balthasar ( elevato alla porpora cardinalizia dal defunto successore dell'ebreo Pietro), il quale sosteneva che l'inferno C'E' - MA è " vuoto " perchè quando mai Dio ( Yahwè, poichè c'è un solo/unico Dio) potrebbe volere la morte spirituale eterna di un individuo? Gli ex aguzzini dell'Inquisizione si scagliano con rabbia "cristiana" contro tale tesi ( e se fossimo nel periodo "glorioso" del cattolicesimocristiano i sadici gesuiti dei bei tempi non esiterebbero a " purificare " la sua anima) e come dei fondamentalisti rispondono al "principe " del sacro Tempio: affermare che l'inferno è vuoto, porta alla fine che Dio (Yahwè) salva tutti, si toglie cosi' " serieta' " alla vita umana, allo sforzo eroico di essere fedeli a Dio (Yahwè). Continua l'articolista, il pensiero dei membri di quell'ordine è condiviso anche dal ( defunto) vescovo di Roma, convinto sia della presenza di Belzebu' che dell'esistenza "concreta" dell'inferno. E proprio nell'udienza di mercoledi' il Sovranopontefice ha ribadito che: nel giorno del giudizio universale saranno separati "quanti" sono destinati ad una resurrezione di vita e quanti sperimenteranno una resurrezione di condanna. Continua la gloriosa rivista del papa "nero" = la sentenza di condanna arriva per il " peccato grave " - cosciente - e volontario !! E' peccato supremo di chi compie un atto di superbia e di orgoglio, preferendo se stesso a Dio (Yahwè) - Allora SI che l'inferno esiste ed è eterno !! = Da che pulpito viene tanta illuminata dottrina, proprio da coloro che hanno trasgredito volontariamente e con consapevolezza il comandamento divino: NON UCCIDERE !! Tale è la boria e la superbia di questi ex torturatori, ex aguzzini, ex carnefici che hanno dimostrato il piu' totale disprezzo verso l'uomo, creato ad immagine/somiglianza del solo/unico Dio Yahwè !! ------------------ Conclude l'articolo (Repubblica venerdi' 16luglio 1999) contro la tesi dei fariseigesuiti della croce si esprime il docente Luigi Lombardi Vallauri = come puo' una pena infinita essere applicata ad un reato - che per un essere umano - è necessariamente "" finito "" ?? Bellissima domanda ! Ma il santo Sinedrio dei principi del Tempio non ha digerito tale affronto contrario alla loro santa dottrina ispirata dal terzo Dio - il Consolatore. - Il prof. Vallauri, dopo un processo "segreto" per ordine del cardinale Pio Laghi ( l'ex nunzio in Argentina ai tempi dei generali "cristiani") - per il grave delitto d'opinione, fu estromesso dalla cattedra dell'universita' Sacrocuore di Jesu. La sua gravissima colpa era quella di aver messo in dubbio 1) l'esistenza dell'inferno - 2) della congruita' della pena eterna incommesuratamente sproporzionata a " qualunque " azione possa compiere un uomo - Inoltre il coraggioso professore contestava altre verita' di fede dogmatiche quali il " pittoresco " peccato originale "ereditato" da Adamo, come contrario al principio di responsabilita' personale, e ancora = la dottrina del corrotto Leone X, il quale condannava solennemente nel 1520, come contraria alla verita' cattolicacristiana la frase del grande M. Lutero = Erieticos comburi est contra voluntatem Spitritus - come dire: per il vicario del dio Mammona lo SSanto approva - anzi comanda - la combustione degli eretici !!! Ancora il prof. contesta la pena eterna dell'inferno per quei peccati elencati nel divino catechismo cattolicocristiano = masturbazione, fornificazione, rapporto uomo donna "fuori" dal matrimonio, libera unione senza sposarsi ( ma il santo catechismo ha dimenticato il gravissimo peccato mortale dei preti pedofili !!!!!) ------- Concludo, perchè devo uscire, (forse riprendo) con un passo del grande Voltaire che riporta una frase di Polito = l'inferno, inutile ai savi, è necessario all'insensata plebe. ( Encyclopedie - Infer) - cordialia'
sebastianb is offline  
Vecchio 28-12-2007, 17.50.21   #50
Giraffin
Ospite
 
Data registrazione: 09-11-2007
Messaggi: 17
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da paolo di abramo
Secondo voi cos'e' l'inferno? Dove? Quanto?
Se fate menzione delle sacre scritture vi prego di commentare cosa significhino per voi quei versetti.

Ciao Paolo, l'inferno secondo me è la condizione eterna e immutabile in cui vivranno le anime che in vita hanno odiato Dio e il prossimo e non si sono pentite prima di morire.
L'inferno è la condizione eterna di assenza di amore di Dio, molti cominciano a sperimentare questo inferno e questa morte sprirituale già su questa terra..

Io non ci trovo nulla di ingiusto sul fatto che in una vita (di pochi decenni) si possa decidere l'eternità... sono le regole del gioco, che danno valore grandissimo all'esperienza della vita... e danno un valore grandissimo alla libertà dell'uomo, e danno un valore grandissimo all'amore.
Se pensiamo all'universo, cos'è un'anima, sicuramente grandissima (Gesù è morto sulla croce anche per quell'anima che si perde...), ma non è nulla, e non aggiunge nulla alla bellezza e grandezza e infinitezza di Dio...
basta alzare gli occhi al cielo in una notte stellata per percepirlo quanto siamo nulla... meno che formiche

Non credo sia facile andare all'inferno, ma sono certa che Hitler e molti altri gerarchi nazzisti avevano in se satana e alla loro morte, l'hanno seguito all'inferno.
La Bontà di Dio è la sua Giustizia che lascia all'anima la libertà di odiarlo, anche noi non vogliamo che qualcuno stia con noi per forza o costrizione, l'amore è un atto libero, se no, non è amore, e così Dio, per atto di amore, crea un'anima, la ama per tutta la vita, le manda segnali di ravvedersi, di tornare... ma rispetta fino in fondo la libertà di quell'anima.
Una mamma lo può capire, mette al mondo un figlio, lo ama per sempre, ma non può costringere quel figlio ad amarla, l'amore non si lega e non si impone..

Si può andare in Paradiso, pur appartenendo a qualsiasi religione del mondo, anche se io credo che la religione cattolica, abbia un maggior livello di Verità delle altre. il Limbo dei bambini, non esiste: finalmente dopo 2000 anni lo Spirito Santo ha illuminato i Vescovi su questa verità.. i bimbi vanno in paradiso subito.
La maggior parte delle anime, tiepide o meglio non eroiche nell'amore per Dio e il prossimo, andrà al purgatorio, che è quella condizione di attesa sofferente, che può essere abbreviata da scrifici o preghiere di amici o parenti viventi sulla terra.

Ed infine.. concludo con una riflessione: come può una mamma che sta in Paradiso essere felice se suo figlio va all'inferno?
la Valtorta lo spiega: Dio nella sua infinita bontà smemora quella infelice di aver avuto un figlio, solo così potrà essere pienamente in Paradiso.

Giaffa
Giraffin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it