Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-01-2008, 16.49.51   #61
Joshua
Ospite
 
L'avatar di Joshua
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 13
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Citazione:
Originalmente inviato da Joshua.
io credo in me stesso e nelle mie capicità, ragiono con l'idea che

Ma forse non sai da dove vieni e dove vai...
Non sapere piuttosto in cosa credere trovo possa rivelarsi un elegante escamotage!
questa l'ho inteso come una presa in giro, un insulto(spero vivamente di aver frainteso )
Forse non sei arrivato a concludere quale sia la mia Fede, e del perchè parlo cosi.
Apparte che il tuo, spero di fraintendere, mi sembra quasi un tono di imporsi, di polemica(guarda in che modo hai risposto a Gianfry)..non voglio andare OT.
Citazione:
Originalmente inviato da koan
Citazione:
Originalmente inviato da Joshua.
perciò credo in me stesso.

Un po' sbrigativo e semplicistico trovo sia il peso che assume questo dato "perciò" ..
non è sbrigativo, forse è semplicistico per il semplice, appunto , fatto che è cosi, è coinciso e chiaro, perciò credo in me stesso, perchè io non credo in altro che in me.
Per mel'inferno non esiste, come non esiste il paradiso, come non esiste Dio, ne suo figlio e tutto quello che ci va dietro, sto portando il mio punto di vista per ottenere un confronto non per essere "accusato" inutilmente da uno che sembra voler imporre le sue idee più che dare critiche costruttive.
Citazione:
Originalmente inviato da koan
ma vi è un'oggettività che deve essere palesata o quanto meno chiarita
quale sarebbe?
Joshua is offline  
Vecchio 05-01-2008, 00.03.02   #62
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

" Ma forse non sai da dove vieni e dove vai...
Non sapere piuttosto in cosa credere trovo possa rivelarsi un elegante escamotage!
"

Joshua, non è da me insultare nessuno a parte me stesso, credimi ..
La frase che ho scritto significa: la saggezza, l'escamotage per divincolarci dalla morsa degli inganni della vita, trovo stia nel non sapere mai definitivamente in che cosa dover credere, perché la verità - se c'è, è certo che - non si presta ad una interpretazione personale, ma si esplica pienamente nell'intera vita ed esistenza, le quali sono Oggettive e parlano ad ognuno di noi rispetto a noi stessi ed alla nostra capacità di comprendere la realtà, filtrando soggettivamente quanto è oggettivo nella piena essenza di sé: un solo 'effetto' non può né potrà mai descrivere l'intera 'causa' di partenza .. Tu puoi presumere di poterlo fare ?

Riguardo Gianfry, lui parla del suo ed anche io faccio lo stesso, ma tanto è forte l'accusa, quanto non può che esserlo la difesa... Ha fatto bene a rispondermi, ma questo non significa che non rispetti allo stesso tempo io le sue e lui le mie idee.

L'inferno è oggettivo nell'esistenza e la vita lo dimostra continuamente.
Negarlo significa non voler comprendere la realtà; mentre negare una realtà spirituale significa, per me, negare il Senso delle cose che sono...
Questo è il mio pensiero.
koan is offline  
Vecchio 05-01-2008, 00.51.08   #63
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Solo ora ho notato di aver scritto male il riferimento della mia quotazione poco sopra, rivolgendomi a Joshua anziché a Gianfry... quindi mi correggo:
-------------------------------------------------------------------------
Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Ma vorrei che anche tu rispettassi la mia verità.


Lo faccio, a modo mio, anche se sotto Natale non riuscivo a "condividere" il tuo pensiero "mitologico" sul Cristo, motivandolo con quanto hai quotato ..

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
Comunque sono convinto che la VERITA' pian piano si farà strada da sola poiché saranno i fatti della Vita a confermarla.


Ne sono convinto anche io e chissà che prima o poi non lo vedremo davvero ..
-------------------------------------------------------------------------
koan is offline  
Vecchio 05-01-2008, 08.27.34   #64
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da koan
L'inferno è oggettivo nell'esistenza e la vita lo dimostra continuamente.
Negarlo significa non voler comprendere la realtà
Ma che oggettivo..
No ego.
No inferno..
La realtà si comprende al di là degli opposti inferno-paradiso.
Noor is offline  
Vecchio 05-01-2008, 10.14.36   #65
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Da Noor:
La realtà si comprende al di là degli opposti inferno-paradiso

Condivido quanto espresso da Noor...
( Non ho potuto trattenermi da dirlo... )

veraluce is offline  
Vecchio 05-01-2008, 11.06.42   #66
Joshua
Ospite
 
L'avatar di Joshua
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 13
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da koan
Joshua, non è da me insultare nessuno a parte me stesso, credimi ..
Ero sicuro di aver frainteso
Citazione:
Originalmente inviato da koan
L'inferno è oggettivo nell'esistenza e la vita lo dimostra continuamente.
qui dipende cosa intendi per Inferno...perchè per quanto mi riguarda esso ha una accezione fortemente cristiana o cmq di quella fede il che sarebbe come se affermassi l'esistenza oggettiva dell'inferno in quanto credi, e non possiamo dire in maniera oggettiva che esso esista. Se invece il tuo inferno aveva un significato più simbolico e non religioso allora posso capire che usi la metafora inferno..perchè ad esempio per me l'inferno è questo
Citazione:
Originalmente inviato da Joshua
Per me il vero "inferno" è il vivere una vita in penitenza, in remissione e in restrizione, e assoggettati da regole che non ti permettono di vivere a pieno la tua vita e tutti i piaceri fisici ed emozionali che essa ti può dare.
questa è la mia visione dell'inferno che appunto non ha niente a che fare con la religiosità o la fede ma uno "stato", una condizione.
ciao
Joshua is offline  
Vecchio 05-01-2008, 13.55.01   #67
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Joshua
Se invece il tuo inferno aveva un significato più simbolico e non religioso allora posso capire che usi la metafora inferno..
Tutto è essenzialmente simbolico, questo sia chiaro, la religione stessa.
La realtà è fatta di esteriore ed interiore, l'inferno religioso e spirituale si collaca nella dimensione interiore dell'individuo e nel dietro le quinte delle dinamiche della società.
Che poi esiste una dimensione interiore rispetto ad una meramente interiore, questo è palese ed ognuno ne fa esperienza attraverso la propria vita ed esistenza umana.

Citazione:
Originalmente inviato da Joshua
questa è la mia visione dell'inferno che appunto non ha niente a che fare con la religiosità o la fede ma uno "stato", una condizione.
ciao
Mi dispiace che questa sia la tua concezione di vita...
Le Regole non sono religiose, ma appartengono alla vita e all'esistenza. Se la religione ( dal senso etimologico, e non solo di Fede, del termine ) non 'raccoglie' e 'collega' in modo corretto la realtà interiore ed esteriore della vita secondo verità e giustizia, allora può assimilare errori che possono arrivare a determinare/moltiplicare altri errori verso il cammino ed il perseguimento della via della vera vita ( il trascorrere del tempo a volte può scollegarci da un dato contesto storico o di vita personale, perdendoci nel raggiungimento di un dato arrivo ). L'unica via da perseguire è quella che conduce la coscienza della persona umana ad evolversi verso stati e dimensioni sempre più pieni ed elevati rispetto alla sua autentica essenza/sostanza di Uomo e Donna maturi.
Un frutto selvatico ( olivo selvatico o olivastro ) che non persegue la via della piena maturazione cade a terra e risulta immangiabile per il proprio stomaco e palato.
Un frutto di un olivo buono invece giunge a piena e perfetta maturità.
Quale dei due frutti vuoi conseguire ?
Nella vita esistono Leggi fisiche e Leggi esoteriche, allo stesso modo in cui una persona non possiede solo una comprensione esteriore delle cose, ma anche interiore. Se questo è vero, ciò significa che non si può fare esattamente come si vuole per giungere alla pienezza della propria vita ed esistenza ..
Non si inculca la verità, questo è vero, ma la si persegue personalmente con responsabilità; ognuno è infatti chiamato dalla vita e dall'esistenza a mettersi nella verità, che sia più oggettiva ed interiore possibile.
Un animale non persegue il senso delle cose, ma segue il proprio istinto, perché non possiede una ragione cosciente delle cose che sono, bensì fa parte integrante di esse e la propria evoluzione e crescita interiore ed esteriore non dipende da sé. Non così vale per l'uomo e la donna, i quali possiedono una coscienza interiore ed esteriore delle cose, in grado di condurli attraverso delle scelte di ordine personale a perseguire la via unica e molte volte stretta che conduce alla maturità di vita ed alla sapienza.
Fare quello che si vuole significa sia non aver bisogno di comprendere le cose che sono, sia di non aver bisogno di nient'altro che non dipenda dai propri bisogni fisiologici ed istintuali fine a se stessi. Non credo sia questa la dimensione della persona umana in quanto Uomo e Donna maturi nel proprio rispettivo essere ..
L'autentica Libertà è dentro non fuori, quella di cui nessuno può privarti; come l'inferno di carattere spirituale è in realtà dentro non fuori, tanto che niente dall'esterno può placarlo...
Vivere di se stessi, non ha molto senso per me ..
koan is offline  
Vecchio 05-01-2008, 16.47.07   #68
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Pardon, correggo l'aggettivo del precedente post, con quello evidenziato di seguito:
Citazione:
Originalmente inviato da koan
Che poi esiste una dimensione interiore rispetto ad una meramente esteriore, questo è palese ed ognuno ne fa esperienza attraverso la propria vita ed esistenza umana.
koan is offline  
Vecchio 05-01-2008, 18.51.24   #69
Joshua
Ospite
 
L'avatar di Joshua
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 13
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da koan
L'unica via da perseguire è quella che conduce la coscienza della persona umana ad evolversi verso stati e dimensioni sempre più pieni ed elevati rispetto alla sua autentica essenza/sostanza di Uomo e Donna maturi.
Citazione:
Originalmente inviato da koan
Non così vale per l'uomo e la donna, i quali possiedono una coscienza interiore ed esteriore delle cose, in grado di condurli attraverso delle scelte di ordine personale a perseguire la via unica e molte volte stretta che conduce alla maturità di vita ed alla sapienza.
sono d'accordo con te su questo, e su molte altre cose del quale parli.
Ma ognuno può seguire una strada diversa per evolvere la propria coscienza, come qualcuno fa ciò che vuole e qualcuno si rinchiude nelle case, alte nelle montagne.
Dipende da te e la via che intendi proseguire.(questa argomento però strebbe bene in un'altro Topic, quindi non voglio andare OT)
Citazione:
Originalmente inviato da koan
Mi dispiace che questa sia la tua concezione di vita...
Non è proprio la mia concezione di vita, questo non vuol dire infrangere le regole a caso della società, o della vita, alle regole bisogna sottostare se non ti vuoi complicare la vita ad esempio(banale): se sai che devi svegliarti alle 7 perchè senò perdi la corriera, e perdi scuola, tu ti svegli alle 7.
Non ritengo le regole e le leggi siano fatte per essere infrante, ma per me sono accordi tra uomini per soddisfare bisogni comuni che altrimenti in singolo non potrebbero proseguire, o per soddisfare i bisogni che accomunano la società. E io tento di soddisfare i miei bisogni. Questo non vuol dire che se ho il bisogno di uccidere una persona lo faccio perchè faccio quello che voglio, io personalmente ho ancora un limite morale e etico.
Considero l'inferno così perchè è il mio "inferno personale", ciò che per me è l'inferno, ma si potrebbe chiamare in qualsiasi altro modo.
Purtroppo esso ha sempre avuto un'accezzione religiosa, ma Aristotele diceva "la paura uccide. Senza la paura del demonio non c'è più la necessità del timore di Dio"
Infatti l'inferno non ha un significato religioso per me. Non riesco a capire però se tu koan abbia fede o no, se lo vedi in significato religioso(domanda rivolta a tutti i lettori altrimenti poi mi ammoniscono che non siamo in una chat) perchè da qui
Citazione:
Originalmente inviato da koan
l'inferno religioso e spirituale si collaca nella dimensione interiore dell'individuo e nel dietro le quinte delle dinamiche della società.
non riesco a capire, il significato del tuo inferno, perchè per me "inferno" potrebbe anche essere sostituito da "malessere interiore" o "malstare", è che la parola inferno è molto più potente ai giorni nostri.
ciao
Joshua is offline  
Vecchio 05-01-2008, 19.24.16   #70
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Secondo voi cos'e' l'inferno?

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Ma che oggettivo..
No ego. => No inferno..
La realtà si comprende al di là degli opposti inferno-paradiso.
1^ ipotesi: L'Inferno non è oggettivo...
Può darsi, dunque: non esiste in realtà .. ?
Se siamo noi a costruircelo, che cosa induce a farlo ?
l'Ego ?
che cos'è l'Ego ?

2^ ipotesi: Ego = Inferno
Se eliminassi il dentro non esisterebbe neanche il fuori e dunque la divisione delle cose.
Dato che l'Ego è interno, in quanto tale, conseguentemente anche l'esterno deve essere separato dal resto.
Che cos'è l'Inferno: può essere divisione ed opposizione ?

3^ ipotesi: La realtà autentica non è duale, ma è al di là degli opposti o poli energetici della nostra esistenza, separata rispetto all'Io...
Vi è una Legge che determina la separazione dall'Unione Originale, perché solo nella separazione c'è possibilità di crescita, per poi riunirsi di nuovo in un insieme di Ordine più grande.
Se la Realtà non si raggiunge con gli opposti ( dunque in Realtà non esiste né Inferno né Paradiso ), perché/come si è Originata questa data e Duale esistenza ?

La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio .. ?
koan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it