Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 19-12-2007, 22.16.03   #1
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Come cercare la verità?

Se io dico: - Per andare in Paradiso si deve fare il bene - chi vuole interagire dovrebbe analizzare ed eventualmente fare a pezzi quella frase e non misurare se nella mia vita io applico quanto dico, o sottolineare che da altre parti mi sono contraddetto, o che non sono titolato a fare quell’affermazione, o qualsiasi altra frase che porti me, cioè l’autore del dialogo sulla scena.

E il contenuto di verità espresso nelle parole ciò che è importante e non chi lo dice.

L’interlocutore ha un mare di possibilità dialogiche…. Mi può dire che l’inferno in fondo non è male, mi può dire che conosce persone che hanno fatto il bene e sono all’inferno, mi puoi dire che il paradiso non esiste. Mi puoi dire tutto quello che vuole, ma non deve portare me sulla scena perché questo indebolirebbe il dialogo.

La mia affermazione sul paradiso, potrebbe nascere dal fatto che sono un grande peccatore, e sono all’inferno e quindi so che fare il male non paga. Avrebbe per questo meno valore? Sarebbe meno vera?

Coinvolgere l’autore di una frase in quanto dice, per contro, porta a sterili diatribe dialettiche e non aiuta ad individuare la verità…..

Grazie

VanLag is offline  
Vecchio 19-12-2007, 23.39.54   #2
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Come cercare la verità?

Trascinare il "portatore sano"di verità nell'interloquire,è proiezione- pregiudizio.
La verità non ha autore,se è mai oggettiva.
Noor is offline  
Vecchio 20-12-2007, 01.37.31   #3
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Come cercare la verità?

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Se io dico: - Per andare in Paradiso si deve fare il bene - chi vuole interagire dovrebbe analizzare ed eventualmente fare a pezzi quella frase e non misurare se nella mia vita io applico quanto dico, o sottolineare che da altre parti mi sono contraddetto, o che non sono titolato a fare quell’affermazione, o qualsiasi altra frase che porti me, cioè l’autore del dialogo sulla scena.

E il contenuto di verità espresso nelle parole ciò che è importante e non chi lo dice.

L’interlocutore ha un mare di possibilità dialogiche…. Mi può dire che l’inferno in fondo non è male, mi può dire che conosce persone che hanno fatto il bene e sono all’inferno, mi puoi dire che il paradiso non esiste. Mi puoi dire tutto quello che vuole, ma non deve portare me sulla scena perché questo indebolirebbe il dialogo.

La mia affermazione sul paradiso, potrebbe nascere dal fatto che sono un grande peccatore, e sono all’inferno e quindi so che fare il male non paga. Avrebbe per questo meno valore? Sarebbe meno vera?

Coinvolgere l’autore di una frase in quanto dice, per contro, porta a sterili diatribe dialettiche e non aiuta ad individuare la verità…..

Grazie


Ci riprovo, sinceramente ho trovato eccessiva la risposta di prima nell'altro 3d


Questo esempio non calza con ciò che è successo.

Da una parte mi hai mostrato un esercizio di Douglas che fa uso del corpo e della mente, poi U.G. dall'altra mi dici che il corpo non ha legami.
Qui non si parla di predicare bene e razzolare male, non mi permetto mai con chi non apprezza che si evidenzino queste cose, sono profondamente rispettoso delle scelte altrui... ma potrò parlare e confrontare due cose che hai detto?
Devo farlo a compartimenti stagni?
Questo non toglie nessuna ricchezza al dialogo, ma potrò dire: " di la hai detto così...." o no?

Voglio capire se da una delle due parti c'è stata una svista, se intendevi un'altra cosa ed io ho capito male, se ero ubriaco quando ho letto il post o eri ubriaco tu quando lo hai scritto....
Devo rimanere con il dubbio perchè ogni post ha un muro di Berlino?

Tolti i convenevoli, l'unica confidenza che mi sono permesso è stato dire che provi rispetto per U.G. non vedo come questo influenzerebbe negativamente il dialogo.
Tra l'altro anche se avrei potuto formalmente girarci intorno era parte del discorso, però ho anche detto perchè l'ho fatto, l'ho fatto per accorciare il post e andare al punto.
Comunque io personalmente posso pure fare lo sforzo di mantenere le formalità, anche se sarei più alla buona, ma se tu citi cose personali non puoi pretendere che io non ne parlo perchè sono personali... non so se mi spiego.
Altrimenti domani inizio a dire che la la luna è quadrata e se tu provi a dire che non è vero io rispondo che stai toccando la mia persona.

Non nego che qua nel forum c'è chi spesso non argomenta e va avanti con quello fa così... quell'altro è colà... etc etc...
a me sinceramente al 99% da una parte entra e dall'altra esce ma non nego che oltre che poter dar fastidio a qualcuno, spesso interrompe o vanifica i discorsi frenandoli prima di arrivare a qualcosa di interessante....
Ma il forum "multietnico" è così, sta a noi adattarci ad esso... sarà impossibile che esso si adatti a noi

Uno is offline  
Vecchio 20-12-2007, 08.59.18   #4
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Come cercare la verità?

Una volta Dunadan condusse un colossale thread sul "metodo di ricerca della verità". Potresti darci un'occhiata.

Sarebbe tuttavia necessario definire prima la verità. Secondo me Cornelio ci dà una mano:
Citazione:
Originalmente inviato da Cornelio
Ciao Alessandro

Secondo me..ad una domanda come questa, fatta in un forum di spiritualità e non di filosofia si potrebbe dare questa risposta:
Che cos'è la Verità? dove essa comincia e dove finisce?
E' l'uomo una verità come egli è?!
Considera un bambino prima, e poi quando si è fatto vecchio!
Guarda una città costruita dalle mani dell'uomo; è essa una verità assoluta?
Essa oggi esiste ancora, e domani può essere già distrutta.
Per chi in se stesso è assoluta verità, per questi soltanto è anche tutta verità; ma per chi non lo è, tutto quello che lo circonda è necessariamente soltanto quello che che egli stesso è per il momento.
Una verità che solamente per un certo tempo è vera, già per questo motivo non è verità piena, poichè in essa non vi è stabilità e durevolezza.
La "Verità assoluta" invece deve essere per l'eternità immutabile quello che è ad ogni singolo istante.
Dunque, allora che cos'è veramente la piena "Verità".
E che cosa può essere la "Verità perfetta ed eterna", se non Iddio stesso, il Quale comprendendo in Sè dall'eternità ogni perfezione, è in Ispirito sempre quell'Uno ed Istesso; e che è dunque in Sè e per Sè eternamente immutabile, dato che in Lui, in Sè stesso la perfezione assoluta, non è immaginabile possa operarsi in eterno cambiamento veruno.

p.s. non è farina del mio sacco, ma letta in un opera mistica.

Mi viene in mente il più grande insegnamento appreso fin da ragazzo: il metodo migliore per seguire la via, ricercare la verità, Dio, la pace, il nostro destino; è (in buona sostanza) vivere la vita secondo coscienza. Vivere gli eventi che ci vengono incontro. Tutto qua.
E' certamente poco affascinante. Non soddisfa la nostra sete. Non appaga. Ma è, secondo me, la strada maestra.

Tutto il resto..........non dico che sia un male. Se fatto con un certo distacco ci può anche stare. Ma se ti prende la mano non va bene. E comunque dubito che se ne possa trarre un vero beneficio.

Comunque, se è vero che in tutte le tradizioni spirituali troviamo elementi unificanti e/o univoci su alcuni aspetti, è altrettanto vero che sono tante le cose discordanti.

Alla fine uno si aggancia a quella più in armonia con la propria storia, la propria cultura, il proprio destino. Ma non in modo assoluto. Di assoluto credo ci debba essere solo quel senso che, in un modo o nell'altro, abbiamo tutti: il senso di Dio. O di quello che percepiamo come Dio.

Ciao
freedom is offline  
Vecchio 20-12-2007, 11.15.27   #5
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Come cercare la verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
l'unica confidenza che mi sono permesso è stato dire che provi rispetto per U.G. non vedo come questo influenzerebbe negativamente il dialogo.
Beh..vedo che il discorso aveva un' impronta personale,quindi..
Aggiungo semplicemente che ,la domanda del topic non è molto attinente all'idea di forum,anche se è di questo settore "spirituale",quindi è mal posta..
Qui "si scambia"..un pò di tutto quel che ognuno può o "vuole",ma principalmente si scambia..quindi concordo con Uno.
Comunque,adesso tolgo il disturbo.
Noor is offline  
Vecchio 20-12-2007, 12.54.57   #6
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Come cercare la verità?

A mio avviso, è fondamentale anzitutto definire cos'è la verità.
Secondo la mia visione, la verità è la comprensione della Realtà in un dato momento e coincide con la Consapevolezza.…quindi non è statica ma dinamica: è in continua evoluzione, come la coscienza.
La ricerca della Verità non conosce sosta ed è sempre spinta dal dubbio, la terra di confine tra il vero ed il falso. E' il dubbio, e non la certezza, ad essere alla base di qualsiasi ricerca, di quella scientifica per prima, ma anche di quella filosofica e di quella spirituale. Il dubbio è la capacità di porsi continuamente domande su ogni questione.
La spiritualità non sta all'esterno, ma nell'interpretare la realtà che ci circonda. Si può comprendere la realtà solamente vivendo l'esperienza. Solo in tal modo si può comprendere ciò che è bene e ciò che è male, ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.
Lo spazio-tempo permette al sapere assoluto della Consapevolezza pura di dividersi in tante piccole parti per fare esperienza emotiva di Sé. Queste sono i pensieri (o forme-pensiero). Sono essi che creano la forma. A livello micro, un pensiero si può identificare con un quark o atomo. Esistono quindi atomi puri ed atomi impuri o distorti.
Il desiderio profondo di un vero ricercatore spirituale è quello di comprendere la Verità.
Ognuno ha quindi una sua personale verità.
Per una persona, ad esempio, può essere vero ciò che stabilisce la scienza con la verifica empirica e/o con la matematica; per altri è vero solo ciò che si percepisce con i sensi; per altri è vero solo ciò che si sente dentro di sé essere vero; per altri è vero ciò che si riesce a comprendere con la propria testa, per altri ancora è vero ciò che è scritto nella Bibbia, ecc.
La Verità si conosce solo con un’indagine continua ed inarrestabile, si procede cioè per approssimazioni successive. Gesù diceva: “cerca e troverai, bussa e ti sarà aperto, chiedi e ti sarà dato”.

La Verità assoluta è irraggiungibile poiché è infinita e la possiede solo l’Assoluto. Noi possiamo solo avvicinarci sempre più alla Verità senza mai raggiungerla.

La verità personale, per essere in evoluzione, deve essere fluida e flessibile ad ogni cambiamento. Se non è così, significa che non vi è evoluzione.
L'evoluzione è fondamentalmente un fatto di informazione. Più informazioni si hanno sulla vera realtà e più si comprendono i propri limiti. Il possesso di questa informazione viene solitamente chiamato "consapevolezza" o "coscienza".
La VERITA’ ASSOLUTA = VERITA’ IMMANENTE + VERITA’ TRASCENDENTE
La Verità immanente è sempre verificabile (con i nostri 5 sensi)
La Verità trascendente NON è verificabile, cioè trascende la comprensione umana.
Non possiamo comprendere la Verità trascendente perché abbiamo perso il contatto con la nostra Anima (o Spirito).
Come si distingue il vero dal falso? Tramite la continua ricerca sia esteriore - studiando e vagliando con la nostra testa i vari testi disponibili (libri, materiale internet, ecc) - sia interiore (chiedendo alla nostra coscienza di darci le risposte alle nostre domande).
Se la ricerca è fatta con l’intento di arrivare alla Verità, avremo allora delle ispirazioni dalla nostra anima (intuizioni) ma dovremmo essere attenti a coglierle. E’ un percorso impegnativo ma non c’è altra via.
La Verità (o Illuminazione) non si raggiunge all’improvviso; è una conquista graduale, giorno dopo giorno.
Oggi abbiamo la fortuna di avere informazioni direttamente dallo Spirito di Verità, come ci aveva promesso Gesù, che ci dice come sono andate effettivamente le cose e come stanno, fin dai primordi della Creazione.

www.ascensione.com
Gianfry is offline  
Vecchio 20-12-2007, 14.06.27   #7
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Come cercare la verità?

Ho letto la domanda di VanLang e tutti gli interventi che ne son seguiti, Nour,Uno, e freedom,ma,nonostante interventi abbastanza riflessivi e ricercati,non vi ho trovato molto per migliorare la mia ricerca verso la VERITA'. Anzi ora mi trovo più incasinato di prima.(Senza togliere nulla alla concretezza delle Vostre esternazioni. Ora,dalla esperienza maturata durante la mia vita,( Compirò settantuno anni il 21 gennaio prossimo) Secondo me , per trovare una qualsiasi soluzione,si devono avere in comune dei punti ben prestabiliti. Per farmi capire cerco di fare un esempio: Se tutti noi dovessimo intraprendere un viaggio da Milano a Roma e dovessimo calcolare il tragitto più conveniente, lo potremmo fare perchè sono noti a tutti il punto di partenza e quello di arrivo. Ebbene anche per la ricerca della Verità dobbiamo avere in comune questi due punti.Il punto di partenza in questo caso è l'essere,l'io,il se' o come meglio lo vogliamo chiamare.dico questo perchè tutto l'universo per ME esiste per il semplice motivo che IO ci sono,se non esistessi per ME esisterebbe il nulla. Il punto di arrivo è la Felicità,la soddisfazione,il Paradiso o come meglio lo vogliamo chiamare. Qualsiasi azione che l'essere umano intrapprende ha il semplice scopo di procurare allo stesso un grado di felicità.Il maggior grado di felicità (Provate anche voi,analizzando ogni vostra azione ed agendo anche per esclusione e constaterete che il maggior grado di felicità lo ottenete quando vi date con amore el vostro prossimo,Anche le risposte che date a VanLang in questo forum anno l'intento di dare qualche cosa di vostro,e qualora venissero accettate voi ne sareste contenti. ora veniamo alla Verità. Ebbene la Verità,per me,UNICA ED INCONFUTABILE sta in Dio,(quel Dio Grandissimo,Onnipotente, Giustissimo ed Indispensabile che l'uomo si è creato,ed erroneamente gli ha dato le sue sembianze fomentando così tante controversie) ed in tutta la tradizione che anche le Sacre scritture ci hanno tramandato,la migliore fonte alla quale attingere per raggiungere la meta sopra menzionata. Secondo me chi non ha fede in questo,si troverà spesso nel caos.Sono convintissimo che esista un modo di interpretazione della tradizioni migliore di quello usato dalla nostra chiesa cattolica romana.L'unica e ben radicata istituzione che fino ad oggi si è data il lodevole impegno di insegnarcele. Se mi trovate in errore,datemi qualche concreto segno per potermi ravvedere e correggere. Buone feste ed un abbraccio a tutti.Ciao espert37
espert37 is offline  
Vecchio 20-12-2007, 14.58.59   #8
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Come cercare la verità?

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
Il punto di arrivo è la Felicità,la soddisfazione,il Paradiso o come meglio lo vogliamo chiamare. Qualsiasi azione che l'essere umano intrapprende ha il semplice scopo di procurare allo stesso un grado di felicità.Il maggior grado di felicità

Io sono perfettamente d'accordo, la mia risposta a Van era un'altra cosa. (per nulla riflessivo e ricercato )
Qualcuno potrà girarci la frittata dicendo che parliamo con/di ego... ma dimenticano che "l'altra sponda" inizia la Ricerca perchè vuole capire come eliminare l'infelicità, la stessa cosa in pratica.
Espert sai che ti dico? Il problema sta nel fatto che l'infelicità è più facile da procurarsi della felicità, e che muovendosi verso il "basso" (infelicità) o verso "l'alto" (felicità) oltre un certo limite che ci circonda non siamo attrezzati, facile che a livello fisico ci becchiamo un infarto.
Quindi per cercare la felicità bisogna prima capire come farla diventare più facile (disponibile) dell'infelicità e poi imparare a sopportarla.
Che ne dici?

Uno is offline  
Vecchio 20-12-2007, 16.17.13   #9
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Come cercare la verità?

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Quindi per cercare la felicità bisogna prima capire come farla diventare più facile (disponibile) dell'infelicità e poi imparare a sopportarla.
Che ne dici?
Va bene come inizio delle "danze",Uno...
ma se non si esce dall'inghippo facile-difficile,(che sai chi è che le crea..)
si rimane invischiati per tutta la vita in quell'illusione...
Prima si accetta l'infelicità,ma senza cercare nulla..e non gli diamo più un nome,un etichetta..
e ciò ha già un potere trasformante..
Noor is offline  
Vecchio 20-12-2007, 18.15.37   #10
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: Come cercare la verità?

Il cercare la verità non corrisponde a trovare la felicità ne a trovare la non-felicità.La verita é il tacere della mente,del suo bagaglio duale che crea il mondo "illusorio" che percepiamo con i sensi,il sapere che c'é qualkosa oltre la nostra visione periferica é già un inizio,lavorando sul desiderio in seguito,scoprendo le sue radici e il suo karma che aggiunge illusione e attaccamento si comincia a trascendere il tutto e a staccare la spina con la calamita dei desideri superflui(che sono tanti).Non penso che vivendo in questa proiezione mentale chiamata "occidente",si possa trascendere completamente la mente e i suoi derivati,ma almeno si può quanto meno essere se stessi,con un ego trasparente,meno spigoloso.
La verità secondo me non si adatta al nostro sistema di vita,praticamente sarebbe quasi tutto superfluo e scattenato da un desiderio ipnotico che ci trascina mentre siamo in fase dormiente.
-io la penso cosi-
daniele75 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it