Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-01-2008, 18.08.05   #11
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
--- Ma lo sai Mary cosa ho scoperto? ( c'è sempre da imparare ) L'estate passata sono stato in Grecia, ebbene ho saputo che ( ancora oggi ) nel cristianesimo orientale le donne mestruate NON possono entrare in chiesa !! Non volevo credere ! Motivazione? ( ovviamente dei "pope" i preti ortodossi = maschi !!) - in quella " situazione " la donna è impura e "potrebbe " contaminare il luogo sacro = la casa di Dio !! Guarda una simile idiozia non l'avevo mai sentita !!! Sono passati 2000 anni, ma l'avversione contro la meta' del genere umano è sempre presente. Allora voglio essere irriverente = la colpa non puo' che essere chi ha CREATO la donna ( e ovviamente i preti maschi !!!!) - ciao

Grazie, non lo sapevo. Maschilismo ad oltranza.

Ma in questi giorno ho avuto modo di riflettere anche su uno dei comandamenti "non desiderare la DONNA d'altri"

Ovvero questo comandamento è SOLO PER UOMINI! e le donne? che fine hanno fatto le donne? possiamo andare a letto con chi ci pare e piace? sposati e non?
Alla lettera credo proprio di sì, quindi Milingo poteva andare a letto con la sua amata senza sposarla e non essere in peccato!

O forse questo comandamento era riservato solo ai maschietti perchè le donne, a quei tempi, ma anche oggi visto che anche una mestruazione le rende "pericolose", erano meno che niente, semplici oggetti da utlizzare come una vanga, o un rastrello?

A questo punto un dubbio mi sorge spontaneo: ma è stato proprio Dio a dare queste disposizioni? rivelandosi la peggiore delle madri che fa discriminazione fra i propri figli. O il peggiore dei padri che predilige i maschi e umilia le femmine.

Triste, davvero triste mi pare che siamo stati presi in giro di brutto.

Mi piacerebbe dire al Signor Milingo (non so come si dovrebbe ora chiamarlo) che non ha perso niente con la scomunica, anzi ci ha guadagnato in dignità.
Mary is offline  
Vecchio 11-01-2008, 19.26.30   #12
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Brevemente direi la mia:

Per principio tutti i ministri di Dio sono esempi di virtù: in loro si concretizza l'ideale di uomo virtuoso che adora Dio e fa dell'onestà il cardine della sua esistenza. Perchè privare lo Stato di cittadini modello come loro che potrebbero educare altrettanti cittadini onesti e virtuosi? Sarebbe davvero un gran bene se fosse così...
andreax is offline  
Vecchio 13-01-2008, 09.05.02   #13
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Giraffin
Permettimi di dissentire...
io credo che proprio perchè il mondo ha una visione distorta del sesso come il bisogno più importante di questa vita, che siamo sull'orlo del collasso!
famiglie distrutte per i tradimenti, omosesuali, prostituzione, pornografia, pedofilia... derivano da chi del sesso non sa RINUNCIARE, da chi deve farlo con chi gli pare e come gli pare, senza pensare alle conseguenze.

La castità è una pratica non solo del cattolicesimo ma di tutte le più grandi religioni del mondo, buddismo, induismo comprese... questo vuol dire che anche se Pietro era sposato, e ci sono al giorno d'oggi tanti stupendi preti protestanti sposati, tuttavia la castità - FATTA PER AMORE DI DIO - resta un valore importantissimo.
E noi che siamo sposati che possiamo fare? ogni altra piccolissima rinuncia e sacrificio (dal digiuno a pane ed acqua, al sopportare un'offesa con pazienza, a rinunciare a una cosa che ci piace per fare un fioretto per intercedere per una persona...)
Cos'è la redenzione operata da Gesù Cristo? E' stata la rinuncia a tutti i piaceri della vita, alla stessa vita a 33 anni, per amore degli uomini e di Dio.

La castità che è solo repressione della pulsione sessuale è una pentola a pressione sopra una fiamma accesa.
La vera castità (se così vogliamo chiamarla) nasce dalla capacità di usare o non usare il sesso oltre che per una procreazione in amore, come mezzo meraviglioso per condividere, comunicare la spiritualità più grande, ovvero l'amore che è in ogni individuo.

Penitenza, dolore, espiazione, sofferenza, sensi di colpa portano inevitabilmente ad offrire agli altri quel che possediamo. E chi vive questo non ha idea di cosa sia l'amore.
L'amore non può conoscere che luce e calore.

Se un semplice mal di denti mi isola dal mondo intero come posso entrare in una armonica comunicazione quando il mio corpo e la mia mente sono oppressi e schiavizzati?
Nell'amore non esiste la RINUNCIA, non ha alcun senso perchè chi è nell'amore è capace di amore per la vita e non farà quel che conduce alla morte.

Chi ama non può fare del male semplicemente perchè amando se stesso ama il mondo che lo circonda.

La famiglia non viene certo distrutta da tradimenti, omosesuali, prostituzione, pornografia, pedofilia. No, il male sta nei divieti e oppressioni di ogni genere tralasciando la vera guida ad un sano ben-essere dell'individuo.

E questo perchè l'individuo sano, equilibrato, capace di essere se stesso non potrà mai essere manipolato da nessuno.

La sessuofobia del cristinanesimo non ha alcuna ragione di esistere.
Se pensiamo che un tempo ormai lontano fu scritto il kamasutra come guida ad una forma di grande spiritualità

Credo che l'uomo sarà sulla via dell'evoluzione solo quando sarà capace di gestire il sesso in armonia con il proprio spirito, corpo e mente.

Avete mai visto in natura qualcosa che possa essere represso senza un danno molto grande? Pensate solo ai vulcani e comprenderete la stoltezza umana.
Mary is offline  
Vecchio 18-01-2008, 23.56.49   #14
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

E' ora il caso di riportare alcune affermazioni di monsignor Milingo:
"Farò nuovi vescovi ma non in Italia"
ROMA - Il vescovo cattolico esorcista Emmanuel Milingo, africano, scomunicato dal Vaticano, protagonista di una saga mediatica che, tra nozze-scandalo, pentimenti, perdoni, nuove rotture, sembra non concludersi mai arriva a Roma il 18 gennaio 2008.
Lui, il mattatore, accompagnato dalla moglie sudcoreana Maria Sung, sposata con il rito della setta del reverendo Moon nel 2001 e poi civilmente nel 2006, ringrazia e assapora il rinnovato successo per la sua prima e, forse, unica conferenza stampa in Italia, organizzata per presentare un libro -biografia:
“Confessioni di uno scomunicato”.
Un incontro con i giornalisti che si trasforma subito in uno show. Le Iene chiedono a Milingo: “Quanto è bella la gnocca?”. L’esorcista, curatore e ballerino, capisce al volo la parola e si lancia in una dotta spiegazione sul fatto che Dio creò un uomo e una donna e non un «celibe». «La santità viene dunque dalla coppia», proclama Milingo, annunciando che lui continuerà ad ordinare vescovi i sacerdoti sposati: ma non in Italia, perché:
“qui, appena sentono “Vaticano” scappano via».
saluti a tutti
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 19-01-2008, 21.41.44   #15
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
L’esorcista, curatore e ballerino, capisce al volo la parola e si lancia in una dotta spiegazione sul fatto che Dio creò un uomo e una donna e non un «celibe». «La santità viene dunque dalla coppia», proclama Milingo, annunciando che lui continuerà ad ordinare vescovi i sacerdoti sposati: ma non in Italia, perché:
“qui, appena sentono “Vaticano” scappano via».
saluti a tutti

Bello quel ...."Dio creò un uomo e una donna e non un "celibe"".... e nubile aggiungerei io.

Riprenderei anche il detto di Gesù che dice che dove sono in due in Suo nome Egli è con loro. Vuol dire che occorre uscire dal proprio necessario isolamento per non inaridirci.

I casti per repressione o voto sono aridi nei loro cuori.
Tutte le suore che ho avuto modo di incontrare le ho trovate un concentrato di freddezza, durezza, cattiveria, presunzione, arroganza che non è facile trovare tutte insieme in una sola categoria.

Non è certo il sesso a rendere buoni o cattivi ma di certo la repressione blocca l'individuo sul proprio cammino evolutivo.

I preti dovrebbero sposarsi e lavorare come chiunque altro e parlare di Gesù unicamente attraverso il comportamento d'amore che Egli ha insegnato.

Due entrarono nella casa di dio, il primo si avvicinò all'altare e pregò dicendo: ti ringrazio Signore di avermi fatto così buono, onesto, stimato, osservante....
Il secondo se ne restò indietro e supplicò: Signore perdona le mie colpe, la mia miseria, la mia inadeguatezza....
Non mi ricordo bene le parole ma il senso era questo.
Mary is offline  
Vecchio 01-02-2008, 21.42.16   #16
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Gentili Amici,

Sia il celibe che la nubile comprendono la realtà sociale in maniera diversa dall’uomo sposato. La donna nubile, difficilmente comprende lo stato d’animo di una famiglia normale. Questa, proprio perché sola, vive spesso distaccata dal sociale.
###
Dunque è facile porsi la seguente domanda: sia i preti che le suore, se sposati, potrebbero offrire di più all’umanità?
Se la risposta è positiva, dovrebbe essere appoggiata, ma immediatamente, la tesi dell’ecclesiastico scomunicato Milingo che crede opportuno per Chiesa aprire al matrimonio dei preti e dei diaconi, come riportano le sacre scritture.
###
(Ricordare la Lettera a Tito di Paolo il quale rivolto ai responsabili della Comunità scrive nel cap. 1, v. 6 “… Ognuno sia fedele nella propria moglie ...)
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 02-02-2008, 08.43.06   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
Gentili Amici,

Sia il celibe che la nubile comprendono la realtà sociale in maniera diversa dall’uomo sposato. La donna nubile, difficilmente comprende lo stato d’animo di una famiglia normale. Questa, proprio perché sola, vive spesso distaccata dal sociale.
###
Dunque è facile porsi la seguente domanda: sia i preti che le suore, se sposati, potrebbero offrire di più all’umanità?
Se la risposta è positiva, dovrebbe essere appoggiata, ma immediatamente, la tesi dell’ecclesiastico scomunicato Milingo che crede opportuno per Chiesa aprire al matrimonio dei preti e dei diaconi, come riportano le sacre scritture.
###
(Ricordare la Lettera a Tito di Paolo il quale rivolto ai responsabili della Comunità scrive nel cap. 1, v. 6 “… Ognuno sia fedele nella propria moglie ...)

Mi viene in mente un medico specialista in...cardiologia. Sa tutto sul cuore, vasi, arterie ecc. Ma, oggi, ignora a chi appartenga quel cuore e quel sangue.

Dividere può aiutare, qualche volta, ad avere più chiaro un particolare ma è sempre l'insieme che appartiene alla verità.

La chiesa cattolica ha le sue ragioni per dividere, oscurare, proibire, imporre, controllare se non lo facesse crollerebbe su se stessa, avendo svuotato ogni messaggio di Gesù.
Il messaggio di Cristo riempie la sfera di cristallo che diviene solida e possente, mentre il cattolicesimo ne ha fatto una sfera di cristallo vuota e dal vetro sottilissimo.
Per impedirne la distruzione deve adottare tali e tanti meccanismi che comprendono la violenza, la scomunica, un tempo (oggi spero di no) anche la condanna a morte, regole e credenze assurde e paranoiche.

Oggi trovo difficile condannarla (la chiesa cattolica) perchè non fa altro che difendere se stessa per non morire, come farebbe il più piccolo ego di questo mondo. Non la condanno ma la mia coscienza mi impedisce di appoggiarla.
Mary is offline  
Vecchio 02-02-2008, 08.47.14   #18
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
sia i preti che le suore, se sposati, potrebbero offrire di più all’umanità?
Credo proprio di sì..
considerando pure l'evidenza che la cultura cattolica è molto repressiva riguardo al sesso,quindi poco oggettiva per sapersene dinstricare..
Noor is offline  
Vecchio 05-02-2008, 21.05.02   #19
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Gentili amici,
ho trovato un versetto abbastanza interessante e chiarificatore dalla 1 lettera ai Corinzi capitolo 7, v.8 e 9:
8) "Ai non sposati e alle vedove dico: è cosa buona per loro rimanere come sono io;
9) ma se non sanno vivere in continenza, si sposino; è meglio sposarsi che ardere.
--------------
Da questi versi ci si chiede come mai il Vaticano scarti a priori la scelta che propone Paolo.
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 07-02-2008, 23.15.01   #20
Giraffin
Ospite
 
Data registrazione: 09-11-2007
Messaggi: 17
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
Gentili amici,
ho trovato un versetto abbastanza interessante e chiarificatore dalla 1 lettera ai Corinzi capitolo 7, v.8 e 9:
8) "Ai non sposati e alle vedove dico: è cosa buona per loro rimanere come sono io;
9) ma se non sanno vivere in continenza, si sposino; è meglio sposarsi che ardere.
--------------
Da questi versi ci si chiede come mai il Vaticano scarti a priori la scelta che propone Paolo.


Sono d'accordo con te!
è proprio così il valore della castità nei sacerdoti che sono altri "Cristi" è innegabile.
ma dovrebbe essere una scelta, come in alcune comunità Missionarie di nuova generazione (p.es. CMV Comunità Missionaria di Villaregia),
ci sono missionari uomini e missionarie femmine,
missionari semplici e missionari sacredoti,
misionari in preghiera o di clusura,
missionari nel mondo (che mantengono un loro lavoro, ma prendono i voti ugualmente, pur abitando a casa propria),
e poi ci sono le coppie sposate, che prendono i voti insieme. Voti di povertà, castità. obbedienza, vita di comunità: ovviamente sono voti pensati per gli sposati, povertà vuol dire saper rinunciare al superfluo, non vivere di provvidenza come fanno gli altri. Castità è all'interno del rapporto coniugale, che non esclude la passione tra i coniugi, ma esclude per farvi un esempio la visione di un film o giornali porno, o la masturbazione, pratiche queste diffuse e ritenute normali dai più. Vita di comunità non significa che gli sposati vendono casa e vanno in comunità, ma che passano il loro tempo libero insieme agli altri membri della comunità.

Nella Chiesa ci sono già delle forme di allargamento, perchè le persone sono molto diverse e posso dare tanto anche in contesti diversi...

E poi c'è la figura del diacono, che è molto simile al prete, ma può sposarsi.
chi mi sa approfondire cosa fa di meno il diacono rispetto al prete?
Giraffin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it