Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-02-2008, 17.24.07   #41
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
......
Tuttavia non mi è ignota l'indignazione contro l'istituzione-chiesa e quindi ti posso comprendere e giustificare...per quello che vale la mia giustificazione.

ciao Mary

Ovviamente mi guardo bene dall'affermare quello che ho solo letto. E' raro che parli di qualcosa che mi è giunto per sentito dire o che abbia appreso da una sola fonte. Ora non posso citarti i testi che ho letto si perdono nel tempo, ma quando una notizia la leggo da fonti diverse presumo che una base di verità debba averla. E mi fermo qui per la storia.

Posso testimoniare solo quello che ho sperimentato, quello che penso in questo momento, quello che il cuore mi dice.

In merito alla mia esperienza nel cattolicesimo (ed è abbastanza ampia nel tempo e nello spazio) è quella di cui parlo. Ovviamente non posso certo affermare che sia così ovunque. E se poi seguo qualche trasmissione televisiva ben documentata e testi diversi che dicono le stesse cose reputo doveroso prestare attenzione.

Non conosco le tue fonti ma sulla Maddalena ritenuta prostituta dalla chiesa cattolica e prediletta da Gesù da altre fonti....qualche dubbio mi sorge.

Non so cosa c'entri il comunismo (ah, la scomunica per chi votava comunista) ma perchè prendersela con i comunisti e con i nazzisti, no? e i fascisti? e i dittatori vari?

Non posso controbattere a quel che dici punto per punto, non arriveremmo da nessuna parte.
Io non combatto i cristiani, io dico no ai preti pedofili, ai preti stupratori, allo IOR e Opus Dei (forzieri immani del vaticano). Dico no all'ipocrisia, ai sepolcri imbiancati, all'aridità di cuore, alla intolleranza, all'ingerenza politica, alla violenza sulle giovani menti, alla imposizione di norme ecclesiastiche a laici (aborto, pax, unioni omosessuali, convinvenze ecc.).
No alla secolarizzazione di una opportunità straordinaria qual è stata la venuta del Cristo.

Gesù disse: chi non è contro di voi è con voi.
Bene, chi è per l'amore, per la tollerenza ed il rispetto, per la crescita spirituale, per una pace reale non è contro di Gesù ma è con Gesù.
Io sono con Gesù ma chi è contro di Lui è anche contro di me.

E il mio cuore mi dice (ed è il mio cuore) che se Maria Maddalena prediletta da Gesù e probabile sua erede e consorte non fosse stata oscurata oggi non solo non avremmo la scomunica di Milingo ma avremmo sacerdotesse cristiane.
Che cosa meravigliosa sarebbe stata!
La pace sarebbe cosa reale, e l'evoluzione ben visibile.

Sacerdote e sacerdotessa, maschio e femmina, eterno mascolino accanto all'eterno femminino. Alla pari, sullo stesso altare come amore vero comanda.

Come si può pensare di correre la maratona su di una gamba sola?
Il sacerdote maschio è una sola gamba che arranca, cade e si incavola contro l'altra gamba che lui stesso ha reciso.

Quando ho sentito per la priva volta che Maria Maddalena poteva essere la sposa di Cristo il mio cuore ha esultato perchè allora tutto aveva un senso. Perchè in quel momento Gesù era completo era pronto a guidarci verso la strada della vita.
Le domande e le risposte a volte le troviamo sui libri, ma la verità è sempre nascosta nei nostri cuori una volta liberi dalla sporcizia depositata.
Mary is offline  
Vecchio 19-02-2008, 14.04.19   #42
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
......

Che Gesù fosse sposato con la Maddalena fa ridere...e fa ridere anche quel furbone di Dan Brown, che pescando all'amo tanti pesci sprovveduti ha fatto affari d'oro.


Non bastano i preti auspichi anche le pretesse ... Dio ce ne scampi!


Il sacerdozio regale, quello di tutti i credenti, dovrebbe avere nella pratica l'importanza che ha teologicamente...questo sì che sarebbe un progresso istituzionale!
Giorgiosan is offline  
Vecchio 21-02-2008, 13.02.04   #43
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Gentili amici,
si può ampliare la tematica inerente il sacerdozio dei preti con quanto riporta, oggi 21 febbraio 2008, il Corriere della Sera, poiché mi pare interessante e rispondente a molti nostri dubbi:

"Sono sempre di più i sacerdoti cattolici che chiedono una revisione della legge canonica che li obbliga al celibato, con un occhio a quanto avviene in diverse confessioni protestanti dove i pastori possono mettere su famiglia. Il dibattito è aperto da tempo e la stessa Chiesa sembra avvere assunto in materia posizioni un po' meno rigide, anche se non ancora possibiliste. L'ultimo appello arrivato a papa Benedetto XVI è dei preti brasiliani che hanno inserito la loro richiesta nel documento finale della loro convention nazionale, terminata martedì a Indaiatuba, nello Stato di San Paolo).

IL DOGMA CHE NON C'E' -
La sollecitazione sarà inviata alla Sacra Congregazione per il Clero, presieduta dal brasiliano Claudio Hummes, ex arcivescovo di San Paolo e che era stato uno dei papabili nel conclave in cui fu eletto il cardinale tedesco Joseph Ratzinger. E proprio il porporato brasiliano, grande amico del presidente Luiz Inacio Lula da Silva, aveva detto subito dopo il nuovo incarico, che il celibato dei sacerdoti «non è un dogma» e che il calo delle vocazioni potrebbe indurre la Chiesa e «riflettere su tale questione».

OBIETTIVO FAMIGLIA -
Nel documento inviato a Roma si chiedono due tipi di sacerdozio:

1) il celibatario, che potrebbe essere obbligatorio per i religiosi che facciano voto di castità nei rispettivi ordini e congregazioni religiose;
2) il sacerdozio senza l'obbligo del celibato.
--
E si chiede anche che i vescovi possano ordinare i coniugati ritenuti degni del sacerdozio, e possano essere reintegrati nell'esercizio del sacerdozio quelli che lo abbiano abbandonato per formare una famiglia.
------
SACRAMENTI AI DIVORZIATI - Secondo quanto riferito al quotidiano spagnolo El Pais da un vescovo che non ha voluto rivelare il suo nome, in Brasile già da tempo laici sposati vengono ordinati sacerdoti: «Roma lo sa, ma chiede non sia reso pubblico». I sacerdoti brasiliani chiedono anche che si cambi la nomina dei vescovi per renderla più democratica; e che si consenta ai divorziati che si siano rifatti una nuova famiglia di accedere ai sacramenti".

[/color][/b]
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 23-02-2008, 19.52.14   #44
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Che Gesù fosse sposato con la Maddalena fa ridere...e fa ridere anche quel furbone di Dan Brown, che pescando all'amo tanti pesci sprovveduti ha fatto affari d'oro.


Non bastano i preti auspichi anche le pretesse ... Dio ce ne scampi!


Il sacerdozio regale, quello di tutti i credenti, dovrebbe avere nella pratica l'importanza che ha teologicamente...questo sì che sarebbe un progresso istituzionale!

Purtroppo quel che tu hai scritto e che ovviamente pensi, sono in tanti a crederlo. Ho usato espressamente il verbo credere perchè credere impedisce o almeno ostacola qualsiasi cambiamento, qualsiasi dubbio, qualsiasi crescita.

Non il minimo dubbio ti ha sfiorato! la sola idea ti fa ridere. Vedo me stessa tanti e tanti anni fa.

La vita è stata molto dura con me, mi ha scosso fin nelle radici, sin nelle fondamenta per offrirmi il grande e straordinario dono del dubbio prima e dell'accorgersi dopo.

Ha fatto tremare ogni mia certezza, ogni mio credere, lo ha scardinato con forza, con costanza, con impegno.
Il solo fuscello a cui oggi mi aggrappo, ma non disperatamente, è l'eco che risuona nel mio cuore. Non ho altro a cui prestar fede.

Dentro ogni uomo esiste la verità ma scoprirla è molto difficile.
Quando segui con pazienza e fede il cammino della tua vita puoi accorgerti di avere qualcosa dentro, come se dovessi ricordarti qualcosa ma non sai cosa, ed ecco, lungo il cammino, ad un tratto, e con stupore, ricordi quel che stavi cercando. E il tuo cuore ti dice qual è la verità.

Se Maria Maddalena, portatrice dell'eterno femminio, non fosse stata oscurata dal maschile ora non saremmo dove siamo con un piede nella fossa.

Prova semplicemente ad immaginare un mondo in cui il femminile fosse riuscito a restare al fianco del maschile. Ed il maschile a prendere per mano, come completamento di se stesso il femminile.

Oggi non saremmo sull'orlo dell'estinzione globale.

Sacerdote e sacerdotessa sono stati dai primordi dell'uomo insieme a servire la Divinità. Il Dio Uno deve avere la parte femminile e quella maschile per divenire fonte di vita.

Gesù era completo era perfetto nell'unione con Maria Maddalena, era la Fonte che disseta il viandante e offre riparo dalle intemperie.
Ma l'ego maschile ha preso il sopravvento, ha gettato dalla rupe il femminile e nella solitudine della sua stoltezza ha portato l'umanità verso la sconfitta.

Prima che sia troppo tardi è necessario risvegliarsi e invece di combatterci, riprendere insieme il cammino.

Gesù disse che dai frutti avremmo riconosciuto l'albero. Bene, sono passati quasi 2000 anni e ancora mangiamo frutti velenosi che rendono ciechi e sordi.

Scomunicare o meno Milingo non è il vero problema, bensì riprendere il cammino abbandonando tutto quello che impedisce di evolverci spiritualmente.

Ad ogni crisi si deve rimettere tutto in discussione, questa è la crisi più grande che l'uomo abbia vissuto negli ultimi millenni.
Mary is offline  
Vecchio 24-02-2008, 14.34.20   #45
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Purtroppo quel che tu hai scritto e che ovviamente pensi, sono in tanti a crederlo. Ho usato espressamente il verbo credere perchè credere impedisce o almeno ostacola qualsiasi cambiamento, qualsiasi dubbio, qualsiasi crescita.

Non il minimo dubbio ti ha sfiorato! la sola idea ti fa ridere. Vedo me stessa tanti e tanti anni fa.

La vita è stata molto dura con me, mi ha scosso fin nelle radici, sin nelle fondamenta per offrirmi il grande e straordinario dono del dubbio prima e dell'accorgersi dopo.

Ha fatto tremare ogni mia certezza, ogni mio credere, lo ha scardinato con forza, con costanza, con impegno.
Il solo fuscello a cui oggi mi aggrappo, ma non disperatamente, è l'eco che risuona nel mio cuore. Non ho altro a cui prestar fede.

Dentro ogni uomo esiste la verità ma scoprirla è molto difficile.
Quando segui con pazienza e fede il cammino della tua vita puoi accorgerti di avere qualcosa dentro, come se dovessi ricordarti qualcosa ma non sai cosa, ed ecco, lungo il cammino, ad un tratto, e con stupore, ricordi quel che stavi cercando. E il tuo cuore ti dice qual è la verità.

Se Maria Maddalena, portatrice dell'eterno femminio, non fosse stata oscurata dal maschile ora non saremmo dove siamo con un piede nella fossa.

Prova semplicemente ad immaginare un mondo in cui il femminile fosse riuscito a restare al fianco del maschile. Ed il maschile a prendere per mano, come completamento di se stesso il femminile.

Oggi non saremmo sull'orlo dell'estinzione globale.

Sacerdote e sacerdotessa sono stati dai primordi dell'uomo insieme a servire la Divinità. Il Dio Uno deve avere la parte femminile e quella maschile per divenire fonte di vita.

Gesù era completo era perfetto nell'unione con Maria Maddalena, era la Fonte che disseta il viandante e offre riparo dalle intemperie.
Ma l'ego maschile ha preso il sopravvento, ha gettato dalla rupe il femminile e nella solitudine della sua stoltezza ha portato l'umanità verso la sconfitta.

Prima che sia troppo tardi è necessario risvegliarsi e invece di combatterci, riprendere insieme il cammino.

Gesù disse che dai frutti avremmo riconosciuto l'albero. Bene, sono passati quasi 2000 anni e ancora mangiamo frutti velenosi che rendono ciechi e sordi.

Scomunicare o meno Milingo non è il vero problema, bensì riprendere il cammino abbandonando tutto quello che impedisce di evolverci spiritualmente.

Ad ogni crisi si deve rimettere tutto in discussione, questa è la crisi più grande che l'uomo abbia vissuto negli ultimi millenni.

Purché tu non fraintenda ...Cristo è anche lo Sposo....si definisce come tale.

Non ti è mai venuto il sospetto che la sessualità passi attraverso vie diverse da quelle cui si fa riferimento normalmente e naturalmente?
E che possa essere più intensa?

L' essere maschi o femmina non "evapora" quando si parla di anima o di regno dei cieli.

Leggi le esperienze di Giovanni della Croce e di Teresa d'Avila ...ma non proiettarvi banalmente delle vicende boccacesche.

Le cicatrici ti fanno ancora male...ma capirai che quell'ideale di coppia non è portatrice di felicità. La coppia è una realtà limitante...amiamo tutte e amate tutti...e questo si può vivere solo elevandosi sopra la sessualità puramente biologica... per una sessualità non effimera e più intensa. Non è amore platonico quello di cui so parlando...sia chiaro.

Siamo tutti sacerdoti e sacerdotesse.


Ciao ( non prendermi per un ingenuo o un puritano ) ....ci vuole tempo a conoscersi.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 25-02-2008, 15.46.02   #46
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Purché tu non fraintenda ...Cristo è anche lo Sposo....si definisce come tale.

Non ti è mai venuto il sospetto che la sessualità passi attraverso vie diverse da quelle cui si fa riferimento normalmente e naturalmente?
E che possa essere più intensa?

L' essere maschi o femmina non "evapora" quando si parla di anima o di regno dei cieli.

Leggi le esperienze di Giovanni della Croce e di Teresa d'Avila ...ma non proiettarvi banalmente delle vicende boccacesche.

Le cicatrici ti fanno ancora male...ma capirai che quell'ideale di coppia non è portatrice di felicità. La coppia è una realtà limitante...amiamo tutte e amate tutti...e questo si può vivere solo elevandosi sopra la sessualità puramente biologica... per una sessualità non effimera e più intensa. Non è amore platonico quello di cui so parlando...sia chiaro.

Siamo tutti sacerdoti e sacerdotesse.


Ciao ( non prendermi per un ingenuo o un puritano ) ....ci vuole tempo a conoscersi.


La sessualità è una scintilla che può trasformarsi in fuoco, sole, lanterna, lucciola, fiaccola..... Non è possibile definirla se non entro canoni fin troppo logori e scontati.

Purtroppo la mia sessualità va molto oltre quello che comunemente si conosce e si discute.
Non è una astratta intesa romantica, neppure un prosaico accoppiamento.
Per me è una scala che conduce sino al cielo. E Gesù per me saliva su quella scala insieme a Maria Maddalena. E' un mezzo non certo un fine.

Lo so che sono solo parole, lo so. Ma come spiegare quel che è già difficile ridurre in un pensiero compiuto?

Non voglio leggere la vita degli altri perchè vale di più la propria conoscenza che non tutta la letteratura di questo mondo.

Secondo la mia visione della vita niente e dico NIENTE è estraneo al divino. Neppure quel che comunemente viene chiamato demonio.

Tantomeno può esserlo la sessualità. Resta però evidente che l'uso che ne facciamo ne modifica profondamente la struttura.

L'acqua a temperatura ambiente o fresca disseta e mantiene in vita, il ghiaccio è ben difficile che si possa bere se prima non si è sciolto, la nebbia non puoi neppure metterla in un contenitore, la neve sì, la puoi mettere in un secchio e portarla un poco più in là ma sempre di H2O stiamo parlando, sempre di acqua stiamo parlando.

Se il sesso non fosse stato demonizzato, punito, denigrato, mal usato (dagli stessi preti) noi saremmo più vicino a Dio di quanto possiamo immaginare.

Lo so che posso sembrare una tipa che vuole una vita idlilliaca, un paradiso seppure effimero, un utopico stato dell'eterno benessere. Ma non è così.

Credo semplicemente che per scalare la montagna abbiamo bisogno di scarponi chiodati, funi robuste, giacche protettive, buona colazione, e ottima guida. E pur avendo tutta l'attrezzatura più sofisticata o ideale o super efficiente di questo mondo non potremo di certo affrontare la montagna a cuor leggero, senza impegno, rischio, forza, fatica, entusiasmo.

La sessualità fa parte dell'attrezzatura che ci permette di affrontare la vita.

Il guaio è che se l'uomo fosse libero di vivere la propria sessualità non sarebbe piò tanto facilmente manipolabile. E potrebbe arrivare al cielo senza troppa fatica, e allora le guide iscritte all'albo non potrebbero più avere l'esclusiva della vetta .
Mary is offline  
Vecchio 25-02-2008, 16.49.38   #47
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
La sessualità è una scintilla che può trasformarsi in fuoco, sole, lanterna, lucciola, fiaccola..... Non è possibile definirla se non entro canoni fin troppo logori e scontati.

Purtroppo la mia sessualità va molto oltre quello che comunemente si conosce e si discute.
Non è una astratta intesa romantica, neppure un prosaico accoppiamento.
Per me è una scala che conduce sino al cielo. E Gesù per me saliva su quella scala insieme a Maria Maddalena. E' un mezzo non certo un fine.

Lo so che sono solo parole, lo so. Ma come spiegare quel che è già difficile ridurre in un pensiero compiuto?

Non voglio leggere la vita degli altri perchè vale di più la propria conoscenza che non tutta la letteratura di questo mondo.

Secondo la mia visione della vita niente e dico NIENTE è estraneo al divino. Neppure quel che comunemente viene chiamato demonio.

Tantomeno può esserlo la sessualità. Resta però evidente che l'uso che ne facciamo ne modifica profondamente la struttura.

L'acqua a temperatura ambiente o fresca disseta e mantiene in vita, il ghiaccio è ben difficile che si possa bere se prima non si è sciolto, la nebbia non puoi neppure metterla in un contenitore, la neve sì, la puoi mettere in un secchio e portarla un poco più in là ma sempre di H2O stiamo parlando, sempre di acqua stiamo parlando.

Se il sesso non fosse stato demonizzato, punito, denigrato, mal usato (dagli stessi preti) noi saremmo più vicino a Dio di quanto possiamo immaginare.

Lo so che posso sembrare una tipa che vuole una vita idlilliaca, un paradiso seppure effimero, un utopico stato dell'eterno benessere. Ma non è così.

Credo semplicemente che per scalare la montagna abbiamo bisogno di scarponi chiodati, funi robuste, giacche protettive, buona colazione, e ottima guida. E pur avendo tutta l'attrezzatura più sofisticata o ideale o super efficiente di questo mondo non potremo di certo affrontare la montagna a cuor leggero, senza impegno, rischio, forza, fatica, entusiasmo.

La sessualità fa parte dell'attrezzatura che ci permette di affrontare la vita.

Il guaio è che se l'uomo fosse libero di vivere la propria sessualità non sarebbe piò tanto facilmente manipolabile. E potrebbe arrivare al cielo senza troppa fatica, e allora le guide iscritte all'albo non potrebbero più avere l'esclusiva della vetta .

Bene. Se questa via ti guida al "cielo", ossia ti fa evolvere, non puoi fare di meglio che seguirla, secondo me.
Quel che è importante è essere fedeli alla propria coscienza... poi quale sia una coscienza erronea o una retta coscienza lasciamolo giudicare al Giudice Giusto, che sembra essere anche Buono.

Ciao Mary, buon vento.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 25-02-2008, 21.48.12   #48
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Bene. Se questa via ti guida al "cielo", ossia ti fa evolvere, non puoi fare di meglio che seguirla, secondo me.
Quel che è importante è essere fedeli alla propria coscienza... poi quale sia una coscienza erronea o una retta coscienza lasciamolo giudicare al Giudice Giusto, che sembra essere anche Buono.

Ciao Mary, buon vento.




Grazie ne ho bisogno.

Con la mia barchetta a vela sono sola, e non può essere diversamente, ed ogni alito di vento è un dono.

Non vi sono rotte, non vi sono strade tracciate che è possibile seguire per trovare la verità. Si è soli, si è sempre soli perchè nessuno può trovare la verità e fartene dono. Perchè la mia verità può essere per te menzogna, perchè io guardo la coda dell'elefante mentre tu ne guardi la testa.

Se io credessi di vedere una testa dove vi è una coda di certo non potrei mai fare l'esperienza di un elefante (di aver visto un elefante).

Io sono disposta ad ascoltare chi mi parla della testa ma non devo dimenticare che davanti a me ne ho la coda
Mary is offline  
Vecchio 28-02-2008, 23.45.50   #49
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Voglio ripeterti un’altra volta la situazione prete …..perchè nel muovere critiche è necessario tenerla presente ….

Come ho già scritto, i preti fino all’anno 1000 circa si sposavano…..con moglie e poi figli ….

Quindi quando alludi a Gesù sposo di Maria dicendo che cambierebbe qualcosa non regge….

Gli anglicani hanno già ordinato preti donna….( non ha funzionato )

Come dicevo il prete si sposava e aveva figli …..ma facendo il prete, non aveva il tempo di lavorare per mantenersi ……quindi la comunità lo manteneva …con tutta la famiglia moglie e 3 4 5….6 figli o più…..

Sopraggiunse una dura carestia …..e le…comunità non potevano più mantenere le famiglie dei preti di qui la necessità di avere preti senza famiglia ……

In occidente è rimasto cosi fino ad oggi …….i preti fanno SOLO promessa di celibato ……nessun VOTO.

Questo in occidente ….mentre in oriente tra gli ortodossi, i preti continuano a sposarsi , avere famiglia ed essere mantenuti dalle comunità.
E ripeto … quando alludi a Gesù sposo di Maria dicendo che cambierebbe qualcosa non regge….

Anche perché in oriente tra gli ortodossi la situazione è simile a quella dei cattolici in occidente.


Se un prete dovesse lavorare per mantenere la famiglia …potrebbe fare il prete ?...io non credo….
La deve mantenere la comunità ?....durerebbe poco…qui da noi

Io credo che la strada del prete sposato non sia valida ….io sarei per ordinare preti i monaci che a differenza delle persone ,solo prete , fanno i voti

Nelle varie parrocchie fungerebbero anche da esempio….per i credenti…

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 29-02-2008, 07.15.19   #50
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: la scomunica di Emmanuel Milingo

Citazione da Mary:
Con la mia barchetta a vela sono sola, e non può essere diversamente, ed ogni alito di vento è un dono.

Non vi sono rotte, non vi sono strade tracciate che è possibile seguire per trovare la verità. Si è soli, si è sempre soli perchè nessuno può trovare la verità e fartene dono. Perchè la mia verità può essere per te menzogna, perchè io guardo la coda dell'elefante mentre tu ne guardi la testa.

Se io credessi di vedere una testa dove vi è una coda di certo non potrei mai fare l'esperienza di un elefante (di aver visto un elefante).

Io sono disposta ad ascoltare chi mi parla della testa ma non devo dimenticare che davanti a me ne ho la coda

Carissima Mary, ma come ti permetti di dire che sei sola sulla tua barchetta,se vai a leggere quanto io ho espresso nel mio script dell'otto Gennaio, ti accorgerai che ci sono anch'io in crociera con tè,e non per vantarmi me nella vita ho navigato molto e conosco ottime rotte sempre con vento in poppa. Anch'io un tempo guardavo la coda dell'elefante mentre gli altri le testa, ma un giorno ho deciso di analizzare entrambi profondamente quindi ho optato per la testa perchè aveva maggior sostanza. Sapessi quante volte,analizzando quelle di altri, ho dovuto ricredermi su idee delle quali ero convinto della loro validità! Questo a mio avviso è l'unico modo per migliorarsi,rimanendo però sempre fedeli a quel credo che ci si è imposti alla partenza,sperando sia quello giusto, altrimenti, privi di quello,si continua lo stesso a navigare,ma sbagliando continuamente rotta sino al punto di odiare la navigazione. Non per altro esiste tanto malcontento nella società in cui viviamo.
Un saluto da amico espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it